Come Curare un Dito Insaccato

Un dito insaccato è un tipo di distorsione dovuto a un grave impatto sulla punta del dito stesso. È una lesione piuttosto comune tra gli sportivi, soprattutto tra chi gioca a pallavolo, pallacanestro e rugby. L'articolazione spesso guarisce da sola senza bisogno di particolari trattamenti, anche se alcuni rimedi casalinghi specifici possono accelerare i tempi di recupero. In alcuni casi sono invece necessarie delle cure mediche per riportare il dito alla sua normale funzionalità e permettergli di recuperare tutta l'ampiezza di movimento.

Parte 1 di 2:
Rimedi Casalinghi

  1. 1
    Assicurati che la lesione non sia grave. L'intensità del dolore che si prova per le lesioni muscolo-scheletriche non è sempre direttamente correlata alla gravità del danno. In altre parole, una ferita può essere molto dolorosa, ma non necessariamente grave. Un dito insaccato spesso è molto doloroso all'inizio, ma non è paragonabile a una lesione più grave come una frattura o una lussazione. Per capire se un dito è slogato o rotto gravemente devi osservarne il grado di deformità. Quindi, se il tuo dito è davvero molto dolorante ed è piegato in modo innaturale, devi recarti dal medico il prima possibile. Se non ti è possibile, devi comunque assolutamente riposare e prendertene cura a casa.
    • In ogni caso, rivolgiti immediatamente a un medico se il dito si gonfia, si intorpidisce o il dolore diventa insopportabile.
    • Quando un dito è insaccato il danno si estende ai legamenti che circondano le nocche e la capacità di movimento viene ridotta dalla compattazione dei tessuti.
    • Se la lesione è moderata, in genere viene definita come una distorsione di grado 1, il che significa che i legamenti si sono allungati un po' troppo, ma non si sono strappati.
  2. 2
    Tieni a riposo il dito e sii paziente. La causa più frequente di questo trauma, in sport come la pallavolo, la pallacanestro o il baseball, è un cattivo allineamento delle dita durante la presa della palla. Se ti procuri un dito insaccato praticando uno di questi sport devi fare una pausa dal gioco, che può essere di pochi giorni, come di un paio di settimane, a seconda della gravità del danno. In base al lavoro che svolgi dovrai anche valutare di evitare alcune mansioni o passare a occupazioni che non prevedono l'estensione di dita e mani per qualche tempo. Di solito le distorsioni, gli stiramenti, le contusioni e la maggior parte delle lesioni che innescano una risposta infiammatoria rispondono bene al riposo nel breve periodo.
    • Nel frattempo la capacità di afferrare e tenere gli oggetti sarà compromessa a causa del dito insaccato. Potresti avere difficoltà anche a scrivere o a digitare al computer, soprattutto se il dito lesionato è nella mano dominante.
    • Un incidente al dito può verificarsi anche a casa, non solo durante lo sport; un tipico esempio è quando il dito resta bloccato nella porta.
  3. 3
    Applica del ghiaccio. Il dolore è causato soprattutto dall'infiammazione, quindi è una buona idea usare il prima possibile la terapia del freddo per rallentare la circolazione nella zona, ridurre il gonfiore e intorpidire i nervi circostanti. Qualunque tipo di fonte di freddo è efficace, come cubetti di ghiaccio, un impacco in gel o un sacchetto di verdure surgelate (i piselli sono particolarmente adatti) preso dal freezer. A prescindere da cosa hai scelto, applicalo ogni ora per 10-15 minuti, finché il dolore e l'infiammazione non si saranno ridotti. Dopo alcuni giorni potrai interrompere questo trattamento.
    • Mentre metti il ghiaccio, prendi dei cuscini per tenere sollevato il dito e la mano, in modo da combattere l'effetto della gravità che tende a portare il flusso di sangue verso l'estremità e quindi ad aumentare l'infiammazione.
    • Non dimenticare di avvolgere il ghiaccio in un telo sottile prima di appoggiarlo al dito, così eviti il rischio di congelamento o ustione da freddo.
  4. 4
    Prendi degli antinfiammatori per un breve periodo. L'assunzione di antinfiammatori non steroidei (FANS) è un'alternativa efficace per combattere l'infiammazione e il dolore; questi sono disponibili in libera vendita in farmacia e si tratta di farmaci come l'aspirina, l'ibuprofene (Oki, Moment) o il naprossene (Aleve). Questa categoria di medicine aiuta a tenere sotto controllo la reazione infiammatoria del corpo riducendo il gonfiore e il dolore. Tieni presente che i FANS e altri tipi di farmaci antidolorifici in genere devono essere assunti solo per un breve periodo (meno di due settimane), perché provocano effetti collaterali allo stomaco, fegato e reni. Per ridurre il rischio di irritazione o ulcere gastriche non dovresti prenderli mai a stomaco vuoto.
    • Non somministrare l'aspirina ai bambini, in quanto è stata correlata alla sindrome di Reye, mentre l'ibuprofene non è indicato per i neonati.
    • Se non riesci a procurarti i FANS puoi prendere degli antidolorifici come il paracetamolo (Tachipirina), che è utile per gestire il dolore del dito insaccato, ma sappi che questa famiglia di farmaci non riduce l'infiammazione.
    • In alternativa ai farmaci per uso orale puoi scegliere di applicare una crema o un gel antinfiammatorio o antidolorifico direttamente sul dito lesionato. Queste pomate vengono assorbite solo localmente, quindi eviti il rischio di creare problemi a livello gastrico.
  5. 5
    Avvolgi il dito con del nastro adesivo. Durante il periodo di convalescenza puoi valutare di fasciare il dito insaccato con le dita che gli sono accanto usando del nastro adesivo; in questo modo garantisci maggiore stabilità e protezione al sito dell'infortunio. Scegli un nastro medico e avvolgi il dito infortunato con quello accanto che ha delle dimensioni analoghe. Evita di stringerlo troppo, però, altrimenti provochi altro gonfiore e rischi di bloccare la circolazione del sangue nella zona. Metti della garza di cotone tra le dita per evitare che si formino vesciche.
    • Se non riesci a procurarti il nastro adesivo medico va bene anche quello di carta, una benda autoaderente, in velcro, il nastro isolante o un elastico.
    • Se vuoi fornire ancora più supporto al dito insaccato, usa una stecca in legno o alluminio da fissare con del nastro. Puoi anche trovare la stecca in alluminio su misura, in modo da farla aderire perfettamente al dito lesionato.
    Advertisement

Parte 2 di 2:
Trovare Cure Mediche

  1. 1
    Consulta il medico di famiglia. Se il riposo, l'immobilizzazione del dito e altri rimedi casalinghi non sono efficaci per ridurre il dolore nel giro di una settimana circa, fissa un appuntamento con il medico. Il problema potrebbe non essere un dito insaccato, ma una microfrattura, una rottura da stress nelle ossa lunghe del dito stesso o una frattura avulsa vicino all'articolazione. Si parla di frattura avulsa quando il legamento iperesteso strappa un pezzo di osso dal sito di innesto. Se il dito è rotto, l'ortopedico fisserà una stecca di metallo e ti fornirà tutte le istruzioni per tenerla per alcune settimane.
    • Il medico potrebbe sottoporti a radiografie della mano per cercare segni di frattura o di altre patologie più gravi che causano il dolore, come l'osteoartrite (da logoramento), l'osteoporosi (ossa fragili) o un'infezione delle ossa.
    • Considera che le microfratture spesso non si vedono in una radiografia finché il gonfiore non diminuisce.
    • La risonanza magnetica permette un'analisi più accurata della condizione dei tendini, legamenti e cartilagine attorno al dito ferito.
  2. 2
    Recati da un osteopata o un chiropratico. Entrambi sono specialisti delle articolazioni il cui obiettivo è quello di ripristinare la normale motilità e funzionalità delle giunzioni spinali e periferiche, incluse quelle delle dita. Se il tuo dito è davvero insaccato o anche leggermente lussato, allora l'osteopata lo manipolerà per riallinearlo e riposizionarlo. Ricorda che le lussazioni più gravi devono essere ridotte da un ortopedico. Durante queste procedure potresti udire uno "schiocco" o uno "scricchiolio" provenire dal dito, spesso seguito da un immediato sollievo e miglioramento della motilità.
    • Sebbene a volte basti una sola seduta di manipolazione per trovare un po' di conforto dal dolore e recuperare l'ampiezza di movimento, in genere sono necessarie diverse sessioni per notare un significativo miglioramento.
    • La manipolazione delle articolazioni è controindicata in caso di fratture, infezioni o artrite infiammatoria come quella reumatoide.
  3. 3
    Recati da un ortopedico specializzato in chirurgia della mano. Se i sintomi peggiorano o non regrediscono, oppure non recuperi la completa motilità del dito entro poche settimane, allora devi farti visitare da un ortopedico specializzato. Si tratta di un medico che si occupa dell'apparato muscolo-scheletrico, ma con particolare attenzione alla funzionalità della mano, che potrebbe consigliarti delle iniezioni o un intervento chirurgico per risolvere i traumi più problematici. Se riscontra che il tuo dito è rotto e che non sta guarendo normalmente, probabilmente dovrai subire un intervento minimamente invasivo. In alternativa potrebbe proporti delle iniezioni di cortisone direttamente nel dito o addirittura nel legamento o tendine danneggiato; così facendo si riduce rapidamente l'infiammazione e si ripristina la normale motilità del dito.
    • I farmaci corticosteroidi più usati per le iniezioni sono il prednisolone, il desametasone e il triamcinolone.
    • Le complicazioni associate a queste iniezioni nella mano sono infezioni, indebolimento del tendine, atrofia localizzata del muscolo e irritazione o danno al nervo.
    Advertisement

Consigli

  • Alcuni atleti sono tentati di curare autonomamente il dito insaccato tirandolo, nella speranza di riposizionare l'articolazione. Tuttavia si tratta di un tipo di manipolazione che andrebbe lasciato fare ai medici.
  • Se prima di una partita fasci le dita riduci il rischio di insaccarle o distorcerle.
  • Se fai schioccare costantemente le dita puoi danneggiare le articolazioni e i tessuti molli circostanti, rendendole così più soggette a infortuni.
  • Subito dopo l'infortunio applica impacchi di ghiaccio e passa alla terapia del calore quando il gonfiore si è ridotto.
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 34 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement