Come Diagnosticare e Trattare le Ulcere Orali del Gatto

Scritto in collaborazione con: Lauren Baker, DVM

Le ulcere orali nei gatti possono svilupparsi per numerose cause, che variano dall'accumulo di placca al virus dell'immunodeficienza felina (FIV). In genere si manifestano come piccole piaghe aperte sulle mucose del cavo orale, che possono provocare sanguinamento e dolore, soprattutto se non vengono trattate. Se ti accorgi che il tuo piccolo amico ne soffre o noti altri sintomi che ti fanno pensare che possa aver sviluppato delle ulcere, contatta immediatamente il veterinario, in modo che possa diagnosticare la causa di fondo e iniziare una terapia.

Parte 1 di 3:
Controllare i Sintomi

  1. 1
    Presta attenzione alla presenza di ferite aperte in bocca. Le ulcere sono in genere i sintomi più visibili di vari problemi del cavo orale, tra cui gengivostomatite, stomatite caudale e stomatite parodontale ulcerativa cronica. Controlla le gengive e la parte interna delle guance alla ricerca di piccole o medie lesioni arrotondate o ovali che potrebbero anche sanguinare ed esporre il tessuto sottostante.[1]
    • Le ulcere possono formarsi in diversi punti della bocca; usa un dito per premere sulla guancia del gatto e controllare le gengive, l'area interna delle guance, la lingua e il palato; assicurati di verificare anche i bordi e il lato inferiore della lingua.
  2. 2
    Monitora gli altri sintomi nel cavo orale. Se non riesci a capire con certezza se il micio ha un'ulcera, verifica altri possibili sintomi come alito cattivo, gengive gonfie, eccessiva produzione di bava, saliva densa e fibrosa, perdita di appetito e difficoltà a mangiare; osserva attentamente tutta l'area della bocca e presta attenzione alle abitudini alimentari del micio alla ricerca di altri indizi.[2]
    • Ispeziona regolarmente e con attenzione i denti e la linea gengivale; se noti gonfiore attorno a un dente, infiammazione delle gengive e sanguinamento, sappi che sono tutti segnali che potrebbero indicare un'ulcera o anche problema più grave.
  3. 3
    Controlla i sintomi della calicivirosi. Le ulcere possono essere il sintomo di questa grave patologia, che consiste in un'infezione dell'apparato respiratorio superiore provocata dal calicivirus felino, piuttosto comune nei gatti. Se noti delle piaghe nella bocca del tuo amico felino, prendi nota di altri possibili segni di questa malattia, come starnuti, congestione nasale, infiammazione oculare e produzione di secrezioni da occhi e naso.[3]
    • Se noti i sintomi di questa infezione, contatta subito il veterinario; informalo dei segni che riscontri nel micio e di quando hanno iniziato a manifestarsi.
    • Il medico potrà chiederti di portare l'animale al suo ambulatorio per visitarlo o potrebbe darti delle istruzioni per prendertene cura a casa; segui con scrupolo i suoi consigli.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Ottenere una Diagnosi Veterinaria

  1. 1
    Fissa un appuntamento per un esame del cavo orale. Se ti accorgi che nella bocca del micio ci sono ulcere o ferite aperte, fissa un appuntamento dal veterinario per una visita; questi non solo saprà dirti se si tratta effettivamente di ulcere, ma potrà anche individuarne la causa.[4]
    • Se riscontra queste piaghe ti chiederà probabilmente il permesso per eseguire una radiografia e stabilire la presenza di altri danni alla mandibola.
    • Informa il medico dei sintomi che hai rilevato, inclusi quelli che non sono direttamente associati a lesioni, gonfiore o sanguinamento in bocca; in questo modo puoi aiutarlo a formulare una diagnosi più accurata delle eventuali patologie di fondo di cui soffre il micio.
  2. 2
    Sottoponi il gatto a esami diagnostici. A seconda dei problemi che il veterinario riscontra durante l'esame fisico potrebbe essere necessario prelevare un campione di sangue o urina per stabilire la causa esatta delle lesioni e definire di conseguenza la terapia più appropriata.[5]
    • L'esame dell'urina in genere non è doloroso, mentre quello del sangue provoca solo un disagio di breve durata.
    • Le ulcere possono essere sintomo di qualche altra infezione, malattia o problema di salute più grave, come malattia renale cronica, rinopolmonite virale felina (FVR) e virus dell'immunodeficienza felina (FIV).[6] È necessario giungere a una diagnosi appropriata per trovare le terapie corrette e garantire la salute dell'animale.
  3. 3
    Informati in merito alle varie opzioni di cura. Se il veterinario diagnostica le piaghe in bocca o una malattia che le provoca, ponigli domande ben precise circa le terapie adeguate per far guarire il tuo amico felino. Puoi chiedergli direttamente "Il gatto ha bisogno di qualche procedura chirurgica o di altre cure particolari?" e "Quali cure a lungo termine dovrò prestargli?".[7]
    • Il tipo di terapia varia ampiamente in base alla causa del disturbo; segui scrupolosamente le raccomandazioni del veterinario e fissa un appuntamento con lui e con uno specialista, se necessario.
    • I sintomi delle ulcere in sé vengono in genere trattati con collutori e/o farmaci antidolorifici, mentre le cause di fondo hanno bisogno di cure diverse e più approfondite per evitare che si formino altre lesioni del cavo orale.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Prendersi Cura delle Ulcere

  1. 1
    Tratta eventuali infezioni. Se noti la presenza di secrezioni, cattivo odore o zone arrossate e dolenti vicino alle gengive, le ulcere potrebbero essere infette; discuti immediatamente con il veterinario la possibilità di usare farmaci antibiotici o antimicrobici su prescrizione.[8]
    • Le cure potrebbero essere topiche o sistemiche. Leggi attentamente le istruzioni riportate sul bugiardino e seguile alla lettera per quanto riguarda la posologia e le modalità di somministrazione.
  2. 2
    Pulisci i denti del gatto. Lavali regolarmente, fino a due volte al giorno, per evitare che la placca si accumuli e che le ulcere si aggravino. Opta per uno spazzolino a setole morbide o in silicone abbinato a un dentifricio specifico per felini e lava regolarmente i denti del tuo micio.[9]
    • Bagna lo spazzolino e applica una piccola dose di dentifricio; usalo per massaggiare delicatamente i denti del gatto, prestando particolare attenzione alla linea gengivale.
    • Puoi acquistare questi strumenti nella maggior parte dei negozi di animali e anche online.
  3. 3
    Fissa appuntamenti a intervalli regolari per la pulizia professionale dei denti. Oltre a lavare i denti al micio, imposta una puntuale routine di visite presso il dentista veterinario. Parla con il medico per conoscere la frequenza con cui sottoporlo a tale trattamento e rispetta la programmazione.[10]
    • Queste procedure regolari permettono al veterinario di estrarre i denti malati evitando la diffusione o il peggioramento delle ulcere.
    Pubblicità

Consigli

  • Se temi che il gatto soffra a causa delle lesioni, chiedi al veterinario di stabilire una cura antidolorifica che prevede l'uso di medicinali su prescrizione.
  • Se il micio ha difficoltà a mangiare, offrigli cibo morbido che non richieda di essere masticato a lungo.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Veterinaria
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Lauren Baker, DVM. La Dottoressa Baker è Veterinaria e Dottoranda in Scienze Biomediche Comparate. Si è laureata in Veterinaria all’Università del Wisconsin nel 2016 e ha proseguito gli studi iniziando un Dottorato di Ricerca grazie al suo lavoro nel Laboratorio di Ricerca Ortopedica Comparata.
Categorie: Gatti

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità