Come Diagnosticare l'AIDS

Scritto in collaborazione con: Jurdy Dugdale, RN

Se sei sessualmente attivo, è una buona idea sottoporti al test per l'HIV/AIDS almeno una volta l'anno. Se desideri sapere se hai contratto la malattia o controllare il tuo stato di sieropositività, un medico o una clinica per le malattie sessualmente trasmissibili possono aiutarti, identificando i sintomi fisici e sottoponendoti a un esame del sangue. Se non sei certo di essere sieropositivo, prova un esame del sangue o della saliva da fare a casa. Grazie a test periodici, puoi affrontare le potenziali complicazioni in modo tempestivo ed efficace, oltre a evitare di trasmettere la malattia.

Metodo 1 di 4:
Riconoscere i Sintomi dell'HIV/AIDS

  1. 1
    Nota sintomi influenzali lievi entro un mese da un rapporto sessuale. Questi includono febbre, mal di testa, dolori muscolari, irritazioni, mal di gola o ipertrofia delle ghiandole del collo. Di solito si presentano entro due mesi dall'infezione e sono i primi segnali dell'HIV.[1]
    • Molte persone contraggono l'HIV senza saperlo o senza mostrare sintomi in seguito ad atti sessuali ad alto rischio o sesso non protetto.
    • Pratica il sesso sicuro per ridurre il rischio di contrarre l'HIV.
  2. 2
    Esamina la tua pelle alla ricerca di lesioni, rigonfiamenti o irritazioni. Quando l'HIV si sviluppa in AIDS, possono manifestarsi alcune patologie della pelle. Esamina la lingua, le gengive e il corpo alla ricerca di strane irritazioni, segni o decolorazioni. Le patologie della pelle più comuni in chi soffre di AIDS includono:[2]
    • Sarcoma di Kaposi: un tipo di cancro della pelle che ha l'aspetto di numerosi nei rossi, neri o viola in rilievo.
    • Herpes legato all'HIV: vesciche rosse su bocca o genitali.
    • Leucoplachia pelosa orale: punti pelosi e bianchi o irritazioni sulla lingua.
    • Molluscum contagiosum: una patologia che provoca centinaia di puntini rosa sul corpo.
    • Molti di questi sono sintomi degli stadi più avanzati della malattia che possono non presentarsi.
  3. 3
    Prendi nota di tutte le infezioni o le malattie ricorrenti. Nel momento in cui il tuo corpo sviluppa l'AIDS, il tuo sistema immunitario è compromesso. Questo significa che sei più vulnerabile alle malattie. Potresti soffrire spesso di polmonite o bronchite. Se ti ammali o contrai delle infezioni di frequente, fatti visitare da un medico. I sintomi ricorrenti più comuni includono:[3]
    • Febbre
    • Diarrea
    • Sudorazione notturna
    • Fatica
    • Perdita di peso
    Advertisement

Metodo 2 di 4:
Sottoporti a Test Clinici

  1. 1
    Vai dal tuo medico o in una clinica per l'HIV per farti esaminare. Il tuo medico di famiglia può svolgere questi esami per te. Se preferisci un test anonimo, cerca su internet una clinica pubblica per le malattie veneree che accetti pazienti senza richiedere informazioni personali.[4]
    • Se abiti negli Stati Uniti, puoi trovare un centro per i test dell'HIV a questo indirizzo: https://gettested.cdc.gov/.
    • Nelle piccole città spesso non esistono cliniche dedicate all'HIV. Puoi sottoporti a test simili nelle cliniche per le malattie veneree.
  2. 2
    Sottoponiti a un esame fisico. Il medico cercherà i sintomi fisici dell'AIDS. Potrebbe anche porti delle domande sulla tua attività sessuale. Racconta al tuo medico in modo semplice ma senza omettere informazioni tutte le occasioni in cui hai compiuto atti sessuali non protetti, specie se con partner diversi.[5]
    • Il medico di solito cercherà linfonodi gonfi, lesioni della pelle, rumori nei polmoni e distensione addominale (gonfiore).
    • Il tuo medico dovrà conoscere la tua attività sessuale e se hai mai avuto rapporti con una persona malata di HIV/AIDS.
    • Fai sapere al tuo medico anche se hai fatto uso di droghe per via endovenosa. Si tratta di un altro modo comune per contrarre il virus.
  3. 3
    Sottoponiti a un esame della saliva. Questi test possono essere praticati da un medico o un infermiere, che passerà un bastoncino di prova sulle tue gengive. Nella maggior parte dei casi, otterrai il risultato direttamente in ufficio. Dopo venti minuti, il medico ti farà sapere se sei sieropositivo e ti parlerà delle opzioni di trattamento.[6]
    • Se hai già provato il test da fare a casa OraQuick e il risultato è stato positivo, dillo al tuo medico. Potrebbe decidere di saltare questo esame e passare direttamente a quello del sangue.
  4. 4
    Sottoponiti a un test della puntura. Contrariamente alle normali analisi del sangue, questo test può essere svolto nell'ambulatorio del medico e di solito richiede meno di trenta minuti. Il medico ti bucherà un dito e raccoglierà il sangue. L'esame spesso viene svolto per valutare se sono necessari altri test. Se il risultato è positivo, il medico ti chiederà di sottoporti ad analisi complete.[7]
  5. 5
    Sottoponiti alle analisi del sangue per controllare la presenza del virus. Il tuo medico ti preleverà un campione di sangue e lo invierà a un laboratorio, che svolgerà una serie di test sul tuo sangue alla ricerca del virus. Questi test includono:[8]
    • Test degli anticorpi, che cerca gli anticorpi già presenti dopo tre settimane dall'infezione.
    • Test misti, che cercano anticorpi e antigeni dell'HIV/AIDS. Questi esami possono identificare il virus già due settimane dopo l'infezione.
    • Un tampone Western, effettuato dopo un altro esame del sangue per controllare che i risultati siano corretti.
  6. 6
    Controlla lo stato dell'HIV con analisi del sangue regolari se sei sieropositivo. Questi esami del sangue (noti come test del carico virale e CD4) misurano la quantità di virus nel sangue. Più alto il carico virale nel sangue, più rapido il decremento della conta delle cellule CD4, che influenza la tua reazione immunitaria. Questo ti aiuterà a tenere sotto controllo la tua patologia e a sapere se il virus ha provocato l'AIDS.[9]
    • Dovresti ripetere questi test ogni 3-4 mesi se non stai già seguendo una terapia antiretrovirale. In quest'ultimo caso, può bastare un test ogni 3-6 mesi. Parla con il tuo medico per avere maggiori informazioni.
    • Possono servire fino a 10 anni perché l'HIV provochi AIDS. Grazie ai nuovi sviluppi nei trattamenti, può passare anche più tempo.
  7. 7
    Ripeti il test dopo tre mesi se il risultato è negativo. Gli anticorpi dell'HIV possono impiegare tre mesi prima di essere rilevabili con un test. Se il primo esame è stato negativo e sei ad alto rischio, ripetilo dopo tre mesi per essere più sicuro.[10]
    • Ad esempio, se hai avuto rapporti sessuali non protetti con una persona con l'HIV di recente o se un ex partner ti ha confessato di aver contratto l'HIV, dovresti ripetere il test dopo tre mesi.
    Advertisement

Metodo 3 di 4:
Svolgere un Esame del Sangue a Casa

  1. 1
    Se vivi negli Stati Uniti, acquista l'Home Access HIV-1 Test System in farmacia o su internet. Si tratta dell'unico kit per il prelievo di sangue domestico approvato dal Ministero della Salute americano. Include un ago, una benda, un tampone con alcol e un cartoncino di raccolta del sangue.[11]
    • Leggi sempre le istruzioni del test prima di iniziare.
  2. 2
    Chiama il numero sul cartoncino di raccolta del sangue. Segui le istruzioni al telefono per registrare il tuo test. Ti verrà chiesto il codice di accesso sul cartoncino. Strappalo e conservalo, in modo da poter consultare i risultati in futuro. Sul resto del biglietto, scrivi la data e il tuo numero di accesso negli spazi appositi.[12]
    • Affidarsi a una linea telefonica può non essere la scelta giusta se non sei mentalmente stabile. In quel caso recati in una clinica.
  3. 3
    Lavati le mani. Usa l'acqua calda per uccidere i germi e aumentare la circolazione del sangue. Una volta asciugate le mani, massaggia dal polso alle dita la mano che bucherai. Scegli un dito e puliscilo con il tampone imbevuto d'alcol.[13]
  4. 4
    Bucati il dito. Metti l'ago su una superficie piana e premi con il dito fino a sentire un click. Attendi che si formi una goccia di sangue e mettila con delicatezza nella zona cerchiata del cartoncino. Non strofinare e non spingere il dito contro la carta. Lascia colare più gocce fino a riempire il cerchio.[14]
    • Se non si forma una goccia di sangue, tieni la mano verso il basso. Massaggiala dal polso al dito, finché non vedi il sangue.
    • Metti la benda sul dito dopo averlo bucato.
    • Assicurati di versare le gocce una accanto all'altra e di non sovrapporle.
  5. 5
    Chiama il numero sul cartoncino dopo sette giorni lavorativi. Ti verrà chiesto il codice di accesso riportato sul cartoncino prima di ricevere i risultati. Il laboratorio svolgerà entrambi i test necessari per diagnosticare l'HIV/AIDS. Questo significa che se il primo test risulta positivo, il laboratorio svolgerà automaticamente anche il secondo test.[15]
    • Se il test è positivo, recati il prima possibile da un medico.
    Advertisement

Metodo 4 di 4:
Svolgere un Test della Saliva a Casa

  1. 1
    Acquista il test per l'HIV OraQuick in farmacia o su internet. Si tratta dell'unico esame della saliva che puoi svolgere a casa. Il kit contiene un bastoncino di prova in plastica, una provetta con del liquido all'interno e un manuale di istruzioni.[16]
  2. 2
    Strofina il bastoncino sulle gengive. Fallo passare una volta sulle gengive superiori e una volta su quelle inferiori. Assicurati di coprire tutte le gengive, ma di non passarlo più di una volta.[17]
  3. 3
    Metti il bastoncino all'interno della provetta. Apri la provetta con attenzione. Se fuoriesce del liquido, butta tutto e acquista un nuovo test. Immergi nel liquido la parte di plastica con cui hai toccato le gengive. La parte di prova resterà fuori dal vetro.[18]
  4. 4
    Attendi venti minuti. In principio la sezione di prova diventerà verde. Questo indica che il test sta funzionando. Dopo venti minuti, confronta le righe nella sezione di prova con i risultati del manuale. Non aspettare più di 40 minuti o i risultati potrebbero scomparire.[19]
    • Una riga accanto alla C indica un risultato negativo. Non hai bisogno di andare dal medico.
    • Se vedi due linee, una accanto alla C e una accanto alla T, il risultato è positivo. Dovresti recarti dal dottore per sottoporti ad altri esami.
    • Nessuna linea indica che il test non ha funzionato. Dovresti acquistarne un altro.
  5. 5
    Fissa un appuntamento con il medico se il test è positivo. Il dottore richiederà un esame del sangue per verificare che il risultato sia corretto. Inoltre, potrebbe essere in grado di dirti se hai l'HIV o l'AIDS.[20]
    Advertisement

Consigli

  • La terapia antiretrovirale (ART) può impedire che l'HIV ti porti ad avere l'AIDS. Se le tue analisi indicano che sei sieropositivo ma che non hai ancora l'AIDS, chiedi il prima possibile una prescrizione al tuo medico.
  • Di tanto in tanto, i test producono dei falsi positivi. Il tuo medico può ripetere l'esame per verificare che il primo risultato sia corretto.
Advertisement

Avvertenze

  • Sottoponiti a un esame completo delle malattie veneree, perché sei esposto a un rischio maggiore se hai contratto l'HIV.
  • Non compiere atti sessuali non protetti o ad alto rischio.
  • Alcune persone non mostrano alcun sintomo dell'HIV.
  • Evita di usare aghi infetti che possono trasmettere il virus.
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

Comitato di Revisione Medica
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Jurdy Dugdale, RN. Jurdy Dugdale lavora come Infermiera Registrata in Florida. Ha ricevuto la Licenza Infermieristica dal Florida Board Nursing nel 1989.
Categorie: Salute

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement