Come Difenderti in una Rissa di Strada Pericolosa

A un certo punto della tua vita, ti ritroverai a difenderti da uno o più avversari. In una rissa non ci sono regole o gentilezze; se ti trovi in questa situazione, devi fare tutto il possibile per difenderti ed evitare che ti facciano del male. Tieni a mente che la violenza è illegale ma difendersi non lo è, quindi ricorda che lo scopo è difenderti per uscirne incolume.

Metodo 1 di 9:
Lottare Contro un Solo Avversario

  1. 1
    Cammina o scappa via e nasconditi, se possibile. La cosa migliore è non doverti scontrare con l'aggressore.
  2. 2
    Impara a difenderti. È importante sapere come difenderti, nel caso in cui tu non possa scappare via e debba agire per proteggerti. Sii consapevole che anche le regole delle arti marziali potrebbero non esserti d'aiuto: spesso anche chi è cintura nera è stato gravemente ferito dopo una rissa senza regole.
  3. 3
    Cerca di parlare con l'aggressore per evitare lo scontro.
  4. 4
    Cerca di restare calmo. Più sei calmo e più riuscirai a trovare il momento opportuno per scappare.
  5. 5
    Ricorda che l'idea per cui la grandezza non rappresenta la forza è un mito. La grandezza purtroppo conta. Non prenderti in giro pensando di poter sconfiggere un tizio due volte più grosso di te solo perché conosci le arti marziali.
    Pubblicità

Metodo 2 di 9:
Lottare Contro Più Avversari

Per maggiori dettagli, leggi: Come difenderti nelle risse a scuola e Come lottare contro più avversari.

  1. 1
    Come già detto nel caso di un solo avversario, cerca di camminare o scappare via e resta calmo.
  2. 2
    Cerca di non peggiorare la situazione insultando, minacciando o provocando gli aggressori. Anche una sola parola di troppo potrebbe spingerli ad arrabbiarsi e attaccarti immediatamente.
  3. 3
    Se possibile, cerca di scoprire perché vogliono aggredirti. Ma ricorda: non fare troppe domande che potrebbero irritarli maggiormente attaccandoti senza pietà.
  4. 4
    Se non sei un buon lottatore, mettiti con le spalle al muro per evitare di essere accerchiato e combattere verso destra e sinistra, invece di dover combattere contro di loro a gruppo.
    Pubblicità

Metodo 3 di 9:
Rispondere a un Aggressore

Per maggiori dettagli, leggi: Come evitare di essere picchiati da un bullo.

  1. 1
    Impara certe tecniche che possono esserti d'aiuto. Puoi usare le seguenti tecniche per autodifesa:
    • Cerca di colpire l'aggressore alle costole. Al contrario di quello che la gente dice, può fare davvero male.
    • Il miglior posto da colpire è il plesso solare. Oppure colpisci sotto al naso. Non mirare alle orbite oculari, è una parte della faccia molto robusta e potresti romperti le dita. Se colpisci il plesso solare avrai abbastanza tempo per scappare via (sorprendendo l'aggressore e dandoti anche la possibilità di colpirlo un'altra volta), mentre se lo colpisci al naso lo metti fuori combattimento. In ogni caso, vanno bene entrambi.
    • Se l'aggressore ti dà un pugno, cerca di schivarlo girandoti lateralmente, dopodiché afferra il suo braccio e colpisci all'articolazione del gomito.
  2. 2
    Se l'aggressore cerca di strangolarti e spingerti contro un muro (mentre continua a strangolarti), fai ciò che segue. Prima, afferra uno delle sue braccia con la tua mano sinistra. Dopo, usa la mano destra per colpire con forza l'articolazione del gomito. Dopodiché, colpisci al collo (ma non troppo forte), spingilo contro il muro e corri via veloce come il vento. Se vuoi, puoi anche portare il suo braccio dietro la sua schiena.
    Pubblicità

Metodo 4 di 9:
Usare Tattiche Avanzate

  1. 1
    Usa le tecniche seguenti per avere migliori possibilità, ma renditi conto che potresti averne bisogno di ulteriori. Usale come ultima risorsa.
  2. 2
    Ruota il braccio dell'aggressore all'indietro (non abbastanza da lussarlo) e tienilo in questa posizione. Farà parecchio male all'aggressore e lo metterà fuori combattimento per un po', dandoti il tempo di scappare.
    • Se pratichi le arti marziali, usa le tecniche che hai imparato perché questa è una situazione adatta a questo tipo di cose (judo, jujitsu, lotta libera, ecc.).[1]
  3. 3
    Esegui una presa. Gira intorno all'aggressore. Cerca di trovarti dietro di lui. Appena ne hai l'occasione, usa un braccio afferrandolo da dietro e mettendolo sulla sua faccia (vicino al naso).
  4. 4
    Coloro che prendono lezioni di karate sanno che per liberarsi da una presa si deve arrecare del dolore all'aggressore, magari schiacciandogli il piede. Se qualcuno cerca di farlo a te, fai un salto indietro mantenendo sempre la presa. Per farlo in maniera precisa ci vuole un po' di pratica.
    Pubblicità

Metodo 5 di 9:
Difendersi Quando Sei a Terra

Se sei a terra, sei in una posizione estremamente pericolosa. L'aggressore è su di te con le ginocchia e mentre sei bloccato può colpirti più pericolosamente.[2] È una posizione molto comune in una rissa di strada.

  1. 1
    Devi sapere cosa fare. Il segreto per evitare che ciò succeda è bloccare i colpi in arrivo. Se comunque ti ritrovi a terra puoi colpire l'aggressore dandogli dei calci con entrambe le gambe sulla parte frontale dei fianchi. Dopodiché scappa e mettiti in salvo.

    • Non sferrare un qualsiasi attacco. Ti renderà solamente più vulnerabile, mentre lo sei già stando a terra!
  2. 2
    Trova un modo per scappare. Potresti non riuscire a sferrare un attacco, quindi meglio optare per una strategia di fuga mentre sei a terra. Ecco alcuni suggerimenti:
    • Usa la "fuga dal retro". [3] Muoviti o dimenati mentre sei sotto l'aggressore.
    • Prova a fare il “ponte”.[4] Spingi i fianchi in su e verso i lati.
    • Usa la fuga del gomito.[5] Usa le mani o i gomiti per creare spazio fra te e l'aggressore, così potrai liberare le gambe.
    • Girati a pancia in giù.[6] Se lo fai, l'aggressore sarà sulla tua schiena (cosa meno positiva per lui) e così potrai allentare la sua presa e fuggire alzandoti in piedi e usando la "fuga dal retro" per scappare.
    Pubblicità

Metodo 6 di 9:
Liberarsi da una Presa

  1. 1
    Impara a liberarti dalle prese, poiché sono molto usate nelle risse di strada.[7] Qui vengono suggeriti alcuni metodi, ma la difesa di gran lunga migliore è di stare attenti e non farsi incastrare in una presa. Se qualcuno si avvicina per bloccarti, puoi girarti per evitare che accada.

  2. 2
    Quando sta per prenderti, cerca di schivarlo bloccando le sue braccia.[8] Potrebbe bastare a liberarti. Più aspetti, più difficile sarà liberarti dalla presa.
  3. 3
    Proteggiti. Una presa potrebbe soffocarti o bloccare la circolazione sanguigna. Quindi la prima cosa da fare è proteggerti:[9]
    • Abbassa il mento.
    • Gira la faccia verso il suo petto per proteggerti dai pugni.
    • Afferra le sue mani (tienile insieme mentre ti blocca) e spingile verso il basso. Ridurrà immediatamente la pressione.
  4. 4
    Stai basso. Tieni le gambe piegate e relativamente divaricate.[10] L'obiettivo è di mantenere la tua stabilità così da cogliere l'occasione di contrattaccare o liberarti.
  5. 5
    Usa le braccia per proteggerti dai pugni.
  6. 6
    Prova uno dei seguenti metodi per liberarti da una presa:

    • Sali sul piede dell'aggressore. Fallo velocemente e bene già al primo colpo. Se lo fai bene, gli farai abbastanza male da fargli allentare la presa e liberarti.
    • Dagli un pugno all'interno coscia superiore o all'inguine.[11] Dopo spingi in su la sua testa (prendendola per i capelli, le orbite oculari, ecc.), spingilo lontano da te... e corri.[12]
    • Dai dei pizzicotti all'aggressore. Con questo metodo farai male in faccia all'aggressore e avrai così del tempo prezioso per liberarti dalla presa.
    • Muovi la testa velocemente su e giù. L'obiettivo è di confonderlo; dopo averlo fatto fai un movimento improvviso in avanti. Così facendo farai cadere l'aggressore.
    • Afferra le braccia dell'aggressore e spingi la tua testa sotto di loro per liberarti. Fallo nel momento in cui l'aggressore allenta la presa o si distrae temporaneamente. Un colpo alle costole o ai genitali causa abbastanza distrazione.
    • Usa due mani contro una sola dell'aggressore (2v1). Concentrati ad afferrare il suo polso con entrambe le tue mani. È MOLTO difficile fare una presa o soffocare con un braccio solo, quindi dopo aver messo fuori gioco una delle sue braccia, sentirai un sollievo immediato.
    • Invece di scegliere una mano, scegli un dito. Con una mano afferragli un dito e piegalo il più possibile. Così lo romperai con facilità.
    Pubblicità

Metodo 7 di 9:
Liberarsi da una Presa con Bloccaggio al Braccio

È un’esperienza molto dolorosa. Ecco alcuni suggerimenti.

  1. 1
    Se l'aggressore vuole bloccarti tendendo il tuo braccio, tu piegalo. Se cerca invece di bloccarti piegando il tuo braccio, tu raddrizzalo.
  2. 2
    Evita di trovarti in queste situazioni tenendo le braccia vicino al corpo, ai pantaloni, alla maglietta; in questo modo l'aggressore non riuscirà a fare leva usando il tuo braccio.[13] Certamente, devi stare all’erta e capire le intenzioni dell'aggressore e la presa che vuole farti.
  3. 3
    Se vieni bloccato, ecco alcune strategie da seguire:
    • Fingi di dare un pugno all'aggressore per fargli allentare la presa. In quel preciso istante, libera il braccio.
    • Adesso dai veramente un pugno o un calcio all'aggressore e liberati dalla presa.
  4. 4
    Cerca di spingere indietro le mani velocemente. L'aggressore potrebbe reagire allentando la presa e dandoti la possibilità di scappare.
  5. 5
    Fai attenzione quando ti liberi da una presa con bloccaggio al braccio perché potresti rompertelo.
    Pubblicità

Metodo 8 di 9:
Bloccare i Pugni

Per maggiori dettagli leggi: Come bloccare un pugno.

  1. 1
    Impara a individuare un pugno in arrivo. Come per tutte le mosse, individuare una mossa prima che venga fatta è la parte più importante di una difesa. Ecco alcuni segni da osservare:[14]
    • Mano a pugno.
    • Serrare i denti o la mascella.
    • Respiro corto e forzato.
    • Piede in avanti all'improvviso.
    • Mento basso (per proteggere la gola).
    • Spalle abbassate (per dare potenza al pugno).
    • Corpo in posizione laterale, distante da te.
  2. 2
    Muoviti. Quando qualcuno dà un pungo, ha già deciso dove darlo in base alla sua strategia. Tu, al contrario, avrai un millesimo di secondo per cambiare il posto in cui quel pugno arriverà. Quindi, se per te è possibile, muovi la testa leggermente per schivare il pugno o per ridurre comunque la sua potenza di impatto.[15]
  3. 3
    Muovi le mani nella direzione del pugno. Aiuta a determinare la direzione della prossima mossa dell'aggressore. Non si tratta di indovinare a caso, ma di farlo con precisione.
  4. 4
    Cerca di bloccare i pugni con le braccia invece che con i palmi delle mani, così da lasciare meno spazio all'aggressore per un altro pugno e per evitare di essere colpito dove l'aggressore voleva farlo.
    Pubblicità

Metodo 9 di 9:
Bloccare i Calci

  1. 1
    Ricorda che bloccare i calci è la cosa più difficile. Però, se riesci ad afferrare la gamba dell'aggressore mentre ti dà un calcio, puoi farlo cadere a terra.
  2. 2
    Quando blocchi un calcio, usa i palmi delle mani invece delle braccia. Potresti farti molto male se blocchi un calcio con i muscoli delle braccia.
  3. 3
    Schiva i calci. Usa una delle seguenti tecniche per farlo:

    • Spostati verso la direzione opposta al calcio.
    • Schiva velocemente.
    • Salta indietro.
    • Spostati di lato.
  4. 4
    È sempre meglio evitare i calci saltando, muovendoti lateralmente e schivando, piuttosto che scansandoli tutto il tempo.
  5. 5
    Devi essere imprevedibile quando schivi e sul modo in cui schivi. Non usare sempre lo stesso schema.
    Pubblicità

Consigli

  • Quando ti trovi in aree pericolose, resta sempre in compagnia di un amico o due. Sarà abbastanza da tenerti fuori dai guai.
  • Lotta solo come ultima risorsa. È sempre meglio parlare per cercare di evitare lo scontro.
  • Usa al meglio le tue forze. Usa le tattiche che vanno bene per il tuo corpo. Una persona magra potrebbe schivare o correre più facilmente. Una persona pesante potrebbe essere più brava a bloccare i colpi che a evitarli.
  • Fai qualcosa di inaspettato e strano. Se pensi a qualcosa di creativo sul momento, fallo. Le sorprese aiutano sempre.
  • Se l'aggressore ha un’arma, dagli quello che vuole. La tua vita è più importante di tutti i soldi del mondo! Renditi conto che l'aggressore potrebbe usare quell'arma se lo fai arrabbiare, quindi agisci con rispetto.
  • A proposito di armi, è sempre meglio averne una in una rissa che non averne. Anche un bastone, una pietra o un ombrello possono fare tanta differenza.
  • Non avere l'aspetto di una vittima. Stai in piedi con una buona postura, e prova a intimidire il tuo aggressore. Cammina con una mano in tasca. Gli aggressori amano attaccare la gente che non può difendersi bene e che è vulnerabile.
  • Evita di andare in zone malfamate, se puoi.
  • Sii gentile con la gente. Non far arrabbiare la gente, se puoi invece instaurare un rapporto pacifico. Non mostrarti spaventato: la debolezza attrae gli aggressori.
  • Cerca di parlargli in confidenza e tranquillità. Stai sereno. Meno paura o rabbia mostri, meno gli aggressori possono tenerti sotto controllo. Più sono arrabbiati e più sono fuori controllo. Intimidiscili!
Pubblicità

Avvertenze

  • Non essere troppo violento contro gli avversari. Così facendo andrai contro la legge sull'autodifesa della tua giurisdizione. Se vuoi restare nei parametri dell'autodifesa non provocare una rissa, non usare eccessiva violenza quando attacchi o quando l'aggressore è già a terra e non colpire continuamente l'aggressore se questo è già fuori combattimento, ecc.
  • Fai attenzione a non rimanere coinvolto in una maxi rissa: più persone prendono parte, più pericoloso diventa lo scontro.
  • Se gli aggressori hanno delle armi, scappa più veloce della luce e chiama la polizia.
  • Non farli arrabbiare rispondendo loro o mancando di rispetto. Così facendo ti faranno più male.
  • A prescindere dal fatto che la legge proibisce l'uso della violenza, se vieni attaccato violentemente dovrai rispondere con una difesa violenta e preoccuparti in seguito della legge con il tuo avvocato. Una difesa più o meno violenta sarà giudicata e interpretata in base alla situazione.
  • È meglio essere fifoni che feriti. Quindi non pensare nemmeno per un secondo di lottare contro un avversario esperto o un gruppo di persone solo per salvare la tua "reputazione". La tua salute e la tua vita sono più importanti di rischiare per migliorare temporaneamente la tua reputazione.
  • Stai attento alla gente che potrebbe tentare di rapirti.
  • I veri uomini o le vere donne (che vogliono ottenere rispetto) non provocano una rissa per divertimento. Assicurati di avere una buona ragione per lottare; non essere un bullo che approfitta dei più deboli senza alcun motivo. È molto importante avere una motivazione, anche se può apparire irragionevole.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 44 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Autodifesa

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità