Come Dimorare in Cristo

Dimorare in Cristo è un'esperienza preziosa e speciale! Quando sei salvato, sei in grado di sviluppare un rapporto intimo e personale con Lui. Questo è il desiderio di ogni cristiano. In quanto tale, farai la volontà di Dio (portare il frutto), se dimori in Lui e cerchi di rispettare i dieci comandamenti del Signore. In Giovanni 15:5 si legge: "Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me, e io in lui, porta molto frutto, perché senza di me non potete far nulla".[1]

Questo articolo ti aiuterà a trovare il modo per dimorare in Cristo e "portare grandi frutti".

Passaggi

  1. 1
    Riconosci il tuo bisogno di Cristo. Egli disse: "Io sono la vite, voi i tralci [...] Il tralcio non può portare frutto da se stesso".[2] Affinché Gesù ti aiuti, devi essere "disposto a obbedire". Sii umile per fare la volontà buona e perfetta di Dio, così che Gesù possa lavorare su di te.
  2. 2
    Pentiti e cambia il tuo modo di pensare Gesù mediante la fede. Credi nel fatto che Gesù sia morto sulla croce per il perdono dei peccati in modo che coloro che confidano in Lui vivano la vera vita e siano liberi dalla malvagità del tempo attuale. Accetta il Suo dono di salvezza. Confessa i tuoi peccati e i tuoi errori a Dio, chiedendoGli di trasformare la tua essenza interiore e la tua vita. Allontanandoti dal peccato e incamminandoti verso il grande amore di Dio in Gesù, conquisterai un rapporto quotidiano con il Padre celeste.
  3. 3
    Prega. Non è solo una grande opportunità, ma una necessità. Abbiamo bisogno di essere costantemente collegati con il Signore. Gesù ha pregato mentre era sulla terra e ci ha insegnato a pregare. Se Gesù ha sentito la preghiera come un bisogno, quanto più grande è la nostra urgenza di pregare? Dio si prende cura di te e di tutto quello che succede, dalla più piccola richiesta alla più grande necessità. Che opportunità! Egli ascolta sempre e conosce le tue esigenze, anche se a volte ti sembra il contrario. In Salmi 55:23 si legge: "Affida al Signore il tuo peso ed egli ti sosterrà".[3] Pregare significa parlare a Dio degli obiettivi della tua vita e chiederGli di renderti più simile a Gesù. Questo è il motivo per cui faresti bene a chiedere la benedizione di Dio, prima di leggere le Sacre Scritture.
  4. 4
    Leggi la Bibbia. In Salmi 119:9 si dice: "Come potrà un giovane tenere pura la sua via? Osservando la tua parola".[4] È estremamente importante trovare ogni giorno il tempo per leggere la Bibbia. Fai in modo che il tuo pensiero sia costantemente rivolto alle Sacre Scritture e consenti al tuo cuore di innestarsi in Cristo, facendo in modo che venga plasmato. La Bibbia è la parola di Dio e all’interno si racconta la storia dell’opera di redenzione di Dio nel mondo! Quando inizi a vedere il tuo posto dentro tale storia, capirai perché è importante la vita e la direzione in cui ti stai incamminando. Leggendo la Bibbia, aprirai l'orecchio per ascoltare Dio. In Giovanni 17:17 si legge: " Consacrali nella verità. La tua parola è verità".[5]
  5. 5
    Rendi grazie e gioisci! Nella Lettera di Giacomo 1:17 Dio ci dice che "ogni buon regalo e ogni dono perfetto vengono dall'alto e discendono dal Padre".[6] Ciò significa che abbiamo centinaia di motivi per ringraziare Dio! Perché respiriamo, mangiamo, lavoriamo, abbiamo amici, la famiglia di Dio, il perdono dei peccati, il potere di superare il male e molto altro ancora! Il motivo più grande per gioire costantemente e ringraziare Dio è che, se ti affidi a Gesù, sarai resuscitato nel giorno del Giudizio affinché tu possa godere della vita eterna nei Nuovi Cieli e nella Nuova Terra, dove Dio dimorerà con noi. Non esiste una speranza migliore.
  6. 6
    Dio ha piacere di soddisfare i suoi figli tramite Gesù! Possiamo appellarci al Signore dicendo: "Abbiamo desiderio di conoscerTi, essere pieni del Tuo Spirito e liberi dalle pene dei nostri peccati! Vogliamo Gesù perché ci appaga anche più del cibo!". Il digiuno è un modo per affidarsi a Dio ed evitare il piacere fisico. I cristiani sono tenuti a digiunare, non per obbligo, ma perché conoscere Gesù vuol dire aver bisogno di trovare soddisfazione in Lui come non mai.
  7. 7
    Chiedi a Dio la forza di osservare i suoi comandamenti. In Giovanni 15:10 si legge: "Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore".[7] Nessuno è in grado di fare qualcosa per Dio contando sulle proprie forze: Dio è la nostra forza. Senza di Lui non possiamo fare nulla di importante! Può essere difficile non cadere nel peccato, ma con l'aiuto del Signore per mezzo della Sua Grazia, possiamo fare del nostro meglio. Abbi fiducia in Lui.
    • Renditi conto che c'è libertà in Cristo Gesù per vivere nello Spirito, per non essere tentati più di quanto non si riesca a sopportare, per non essere più schiavi di se stessi e orgogliosi della propria vita. Abbandona gli atti consueti della carne, come la concupiscenza dello sguardo, l'invidia, l'avidità, il giudizio sugli altri, il pregiudizio e l'odio.
  8. 8
    Studia le parole di Gesù nei quattro vangeli. Leggi "Matteo", "Marco", "Luca" e "Giovanni", ma anche gli "Atti degli Apostoli", la "Lettera ai Romani" e le altre scritture, se il tempo te lo permette. Rafforzati e ricorda il sussurro di una brezza leggera[8] proveniente da Dio, come è scritto in 1Re 19:12. Infatti, se la vita di Dio è in te, avrai l'amore di Dio, quindi "comprenderai". I tuoi pensieri devono allinearsi con gli insegnamenti di Gesù e i comandamenti del Signore, tra cui c’è quello che ordina "che vi amiate gli uni gli altri".[9] Segui la Sua parola e la Sua autorità:

    E se lo Spirito di Dio, che ha risuscitato Gesù dai morti, abita in voi, colui che ha risuscitato Cristo dai morti darà la vita anche ai vostri corpi mortali per mezzo del suo Spirito che abita in voi (Lettera ai Romani 8:11).[10]
    Pubblicità

Consigli

  • Unisciti a coloro che si impegnano a dimorare in Cristo.
  • Cerca esempi di persone che dimorano in Cristo.
  • Sii umile. Non essere orgoglioso di niente, se non di Cristo.
  • Fai pieno affidamento su Dio. Se pensi a questo, le frustrazioni quotidiane sembreranno più insignificanti.
Pubblicità

Avvertenze

  • Non fidarti di te stesso! Il braccio della carne ti farà cadere!
  • In Geremia 17:9 si legge: "Niente è più infido del cuore e difficilmente guarisce! Chi lo può conoscere?".[11] Riconosci la malvagità (mancanza della vera bontà) che alberga in ognuno di noi! È importante per poter essere umili davanti a Dio!
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 19 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Religione

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità