Come Dire A Tua Madre Che Ti Piace Un Ragazzo

Scritto in collaborazione con: Trudi Griffin, LPC

Prendersi una cotta può generare un miscuglio di emozioni. Potresti sentirti insicura su come comportarti riguardo al ragazzo che ti piace o su cosa dire in merito. Se vuoi iniziare a uscire con lui, potresti sentirti in ansia per ciò che penserebbero i tuoi genitori. Tua madre può aiutarti a gestire i sentimenti che provi, oltre a spiegarti le regole della tua famiglia quando si tratta di uscire con un fidanzatino. Inizia la conversazione trovando un posto e un momento adatti per parlare e ascolta con rispetto quello che ti dice. Se siete in disaccordo, affronta il conflitto in maniera educata; arrabbiarsi o mettersi sulla difensiva impedirà alla conversazione di svolgersi agevolmente.

Parte 1 di 3:
Iniziare la Conversazione

  1. 1
    Affronta la conversazione con calma. Potresti sentirti nervosa quando arriva il momento di confidare la tua cotta a tua madre. Parlare di un argomento così intimo con un genitore può mettere in imbarazzo. Potrebbe anche preoccuparti il fatto che tua madre sia ansiosa perché stai crescendo. Cerca di affrontare la conversazione in maniera rilassata.[1][2]
    • È normale essere nervosi quando si tratta di affrontare questo argomento con i genitori; può sembrare strano parlare di una cosa del genere. Tua madre ha vissuto una vita intera sino al momento in cui sei nata, quindi molto probabilmente avrà i consigli migliori da darti. I genitori di solito apprezzano quando i figli chiedono il loro consiglio, quindi potrebbe essere un'occasione per entrare ancora più in confidenza con tua madre.
    • Crescendo, anche tua madre avrà avuto le sue cotte e forse ricorda ancora come ci si sente alla tua età. Comprende che anche tu, a volte, hai bisogno della guida di un adulto, quindi non temere di confidarti con lei.
    • Ricorda che tua madre potrebbe sembrare preoccupata o impensierita mentre le parli. Potrebbe avere molte domande o preoccupazioni. Non prenderlo come un segno di disapprovazione: sta semplicemente cercando di assicurarsi che tu sia felice e al sicuro.
  2. 2
    Scegli un posto e un momento adatti per parlare. Dovrai essere sicura che tua madre non sia impegnata o distratta. Cerca di trovare un orario e un luogo che vadano bene con gli impegni di tua madre.[3]
    • Potreste parlare in un posto pubblico, se ti senti a tuo agio, ma potrebbe essere più semplice parlare in privato. Per esempio, potreste conversare in camera tua o in una stanza tranquilla della casa.
    • Considera gli impegni di tua madre nel decidere quando discutere. Se tua madre è sempre impegnata il mercoledì e il giovedì sera, non scegliere quei giorni. Scegli invece un momento nel fine settimana quando di solito è a casa.
  3. 3
    Pensa a cosa vuoi dire. Raccogliere le idee un po' prima può aiutarti a gestire lo stress della conversazione. Riservati del tempo prima di parlare con tua madre per organizzare il discorso.[4][5]
    • Stilare una lista può aiutare. Elenca tutto ciò che intendi discutere assieme ai sentimenti che provi. Puoi anche scrivere i tuoi sentimenti in una lettera o sul tuo diario.
    • Se ti senti troppo nervosa, esercitati davanti allo specchio o prova a dire ad alta voce da sola quello che intendi esprimere. Sembrerà banale, ma può aiutare a prepararti.
  4. 4
    Inizia la conversazione. Avvicinati a tua madre e dille che hai bisogno di parlarle. Se sei nervosa, fai qualche respiro profondo prima.[6]
    • La conversazione va avviata in modo semplice. Puoi iniziare dicendo a tua madre che desideri parlarle.
    • Di' qualcosa come: "Mamma, possiamo parlare?"; oppure: "Mamma, ti devo dire una cosa".
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Avere una Conversazione Produttiva

  1. 1
    Sii onesta. Non nascondere le informazioni. Devi costruire una relazione basata sulla fiducia, soprattutto se speri di ottenere il permesso di uscire con il ragazzo che ti piace. Se ti comporti in modo onesto è più probabile che tua madre abbia fiducia in te e ti creda.[7]
    • Parlale del ragazzo per cui ti sei presa una cotta: raccontale come lo hai conosciuto e che tipo è. Se temi che a tua madre potrebbero non piacere alcune cose su di lui, digliele lo stesso. È meglio se le viene a sapere da te anziché da altre persone o in altri modi.
    • Ricorda che tua madre potrebbe avere delle riserve sul ragazzo per tanti motivi. Anche se può essere demoralizzante, è sempre meglio essere onesti. Mentendo in questa fase, finiresti per danneggiare il tuo rapporto con tua madre nel tempo. Se ti preoccupa dire una certa cosa, prova con una frase come: "So che potresti non prenderla bene, ma Marco è due anni più grande di me".
  2. 2
    Introduci l'argomento. Arrivare al dunque può essere difficile, quindi stai calma. Di' a tua madre quello che provi verso il ragazzo e perché ti piace. Essere diretti è sempre la scelta migliore.[8]
    • Fai qualche respiro profondo se ti senti agitata. Di' qualcosa come: "Mamma, è da un po' che penso a Marco. Credo di provare qualcosa per lui".
    • La conversazione proseguirà in maniera distesa se non costringi tua madre a tirare a indovinare. Non girarci attorno: dille semplicemente che ti piace quel ragazzo.
  3. 3
    Ascolta il suo punto di vista. Potresti pensare che tua madre non ricordi più come ci si sente alla tua età, ma non è così. Anche se non ti dice esattamente quello che vorresti sentirti dire, ascoltala.[9]
    • Se non sei d'accordo con lei, prova a metterti nei suoi panni. Per esempio, poniamo il caso che tu sia al primo anno di superiori e il tuo ragazzo all'ultimo; tua madre potrebbe avere delle riserve sul fatto che si tratti di un ragazzo più grande e con più esperienza. Potrebbe anche preoccuparsi per i tuoi sentimenti: per esempio, se il ragazzo scegliesse di trasferirsi in un'altra città per frequentare l'università l'anno prossimo, tu ti ritroveresti con il cuore spezzato.
    • Cerca di ascoltare tanto quanto parli. Evita di interrompere, anche se tua madre dice qualcosa che a te non piace.
  4. 4
    Comprendi cosa pensa tua madre del fatto che tu veda un ragazzo. Genitori e figli non sono sempre d'accordo quando si tratta di uscire con un fidanzatino. Se vuoi vedere il ragazzo che ti piace, tua madre potrebbe importi delle regole precise. Fai attenzione a quello che ti dice in modo che non ci siano fraintendimenti tra voi.[10]
    • Se frequenti ancora la scuola media, tua madre potrebbe impedirti del tutto di uscire con il ragazzo. Se lo permette, avrà regole ferree. Per esempio, potrebbe permetterti di andare con lui solo agli eventi scolastici come recite e partite, non di uscirci da sola.
    • Se frequenti ancora la scuola elementare, tua madre non ti permetterà affatto di uscire. Anche se dovessi rattristarti per questo divieto, ricorda che tua madre vuole solo il tuo bene. Sei ancora troppo piccola e devi crescere.
  5. 5
    Sii disponibile al compromesso. Tu e tua madre potreste essere in disaccordo sul permesso di uscire. Per motivi culturali, religiosi o personali, nella tua famiglia ci potrebbero essere regole ferree quando si tratta di uscire con un ragazzo. Se tua madre dice di no, cerca di capire se potete trovare un compromesso.[11][12]
    • Prova a chiederle il permesso di frequentare il ragazzo in circostanze controllate. Per esempio potrebbe venire a casa tua, oppure potresti andare con lui in posti pubblici dove ci siano anche altre persone.
    • Potresti anche chiedere se puoi instaurare solo un'amicizia con il ragazzo. Magari i tuoi genitori ti permetteranno di fare nuove amicizie, a patto che per il momento tu non cerchi un fidanzatino con cui uscire.
  6. 6
    Parla della sessualità con tua madre. Se stai considerando di affrontare la tua prima volta, allora è opportuno discuterne prima con tua madre.[13] Anche se la tua è solo curiosità e non hai ancora intenzione di fare questa esperienza, è sempre meglio consultarti con lei. Sarà in grado di rispondere alle tue domande e potrebbe anche apprezzare la tua volontà di parlarne con lei.
    • Prova a dire qualcosa come: "Penso di essere pronta per la mia prima volta, ma ho delle domande. Posso chiedere a te?"; oppure: "Non ho ancora intenzione di affrontare la mia prima volta, ma avrei delle domande in merito. Ti dispiacerebbe se chiedessi a te?".
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Affrontare il Conflitto

  1. 1
    Evita di fare il paragone con i tuoi fratelli. I tuoi genitori potrebbero avere regole differenti per te e i tuoi fratelli o sorelle. Tutti i ragazzi sono diversi, quindi non sorprenderti se ti trattano in maniera diversa. Per esempio, se hai un fratello più grande, a lui potrebbe essere permesso frequentare una ragazza, a te no.[14]
    • Evita di metterti sulla difensiva. Non dire: "Però, a Paolo permetti di uscire con la sua ragazza. Perché io non posso?". Questo potrebbe farti sembrare polemica ed esasperare tua madre.
    • Cerca di tenere i fratelli fuori dalla discussione quanto più possibile. Concentrati sul tuo rapporto con tua madre e non coinvolgere fratelli e sorelle.
  2. 2
    Non metterti a discutere o a lamentarti. Fare così servirà solo a irritare tua madre e non ti aiuterà a trovare una soluzione al problema. Nel caso in cui tua madre non volesse trovare un compromesso per certe regole, cerca di lasciare stare e vai avanti.[15]
    • Litigare non serve a migliorare una situazione. Anche se ritieni ingiusta la regola di tua madre, trascinandola in un litigio non la aiuterai a vedere il tuo punto di vista. Al contrario, sarebbe ancora più demotivata. Potrebbe pensare che non sei matura e, di conseguenza, potrebbe importi delle regole più restrittive.
    • Anziché litigare, comportati da persona matura. Di' qualcosa come: "Va bene. Non sono d'accordo, ma rispetto il tuo punto di vista". In futuro potrai provare a riaffrontare l'argomento. Tua madre potrebbe cambiare idea in seguito.
  3. 3
    Cerca delle soluzioni realistiche a una divergenza. Il compromesso è possibile, ma devi tenere sotto controllo le tue aspettative. Per esempio, se i tuoi genitori sono molto religiosi e non ti permettono affatto di uscire con un ragazzo, non puoi aspettarti che abbandonino completamente tale regola. Tuttavia, ci potrebbero essere modi più realistici per trovare una soluzione.[16]
    • Comportati da persona matura. Prova a dire qualcosa come: "Di certo non abbiamo le stesse identiche idee sulla questione. Come pensi dovremmo procedere?".
    • Cerca di capire se c'è un modo per cambiare leggermente le regole. Supponiamo che tu abbia 13 anni e tua madre non voglia che tu esca con un ragazzo finché non ne compi 16. Potresti chiederle che ti permetta di uscire almeno a 14 o a 15 anni.
  4. 4
    Accetta se tua madre disapprova la tua cotta. È possibile che a tua madre non piaccia il ragazzo per il quale ti sei presa una cotta. Ci sono molti motivi per cui potrebbe disapprovare. In questa situazione, ci sono cose che puoi fare per adattarti.[17]
    • Cerca di comprendere il punto di vista di tua madre. Appartiene a una generazione diversa dalla tua e, di conseguenza, ha valori diversi. Se critica il ragazzo che ti piace, tu non criticare il suo punto di vista.
    • Evita di prendere posizione. Non fa niente se a te piace qualcuno che ai tuoi genitori non piace; le relazioni, specialmente quando si è giovani, possono essere transitorie. Non c'è bisogno di impuntarsi in questa situazione. Riconosci semplicemente i sentimenti di tua madre pur accettando che a te piace quel ragazzo.
  5. 5
    Non nascondere una relazione alla tua famiglia. È una cattiva idea. I tuoi genitori devono sapere chi frequenti; si sentiranno esclusi se nascondi loro qualcosa. Anche se tua madre disapprova la tua cotta, devi comunque dirle se ti piace qualcuno e intendi vederlo.[18]
    Pubblicità


Consigli

  • Prova a chiedere a tua madre della sua prima cotta. Potrebbe darti degli spunti di riflessione molto utili su come gestire i tuoi sentimenti.


Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Counselor Professionale Registrata
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Trudi Griffin, LPC. Trudi Griffin lavora come Counselor Professionale Registrata nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Counseling Psicologico Clinico alla Marquette University nel 2011.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità