Come Disegnare un Albero Genealogico

Tracciare la mappa della tua famiglia cominciando dalle vecchie generazioni è un modo bellissimo per aiutare i bambini a comprendere le loro origini e a conoscere la storia dei loro bisnonni, o di altri membri della famiglia, che non hanno avuto la possibilità di incontrare. Per gli adulti rappresenta l’opportunità di ricordare le persone che ora non ci sono più, creando una rappresentazione della propria famiglia. Continua a leggere per imparare a costruire un albero genealogico.

Metodo 1 di 3:
Parte Prima: Ricercare la Storia della Famiglia

  1. 1
    Vai oltre la genealogia. Alcuni conoscono molto bene la storia della propria famiglia, altri invece non sanno molto dei loro nonni, bisnonni, cugini e così via. Prima di costruire un albero genealogico, cerca di ottenere qualche informazione utile facendo alcune ricerche:
    • Chiedi notizie ai tuoi familiari. Se stai costruendo un albero genealogico per un progetto scolastico, i tuoi genitori saranno in grado di dirti tutto ciò che hai bisogno di sapere sulla tua famiglia. Se il progetto, invece, è di più ampio respiro, dovresti provare alcuni database genealogici. Alcuni siti come Familysearch.org posseggono molte informazioni in merito a parenti che non sapevi neppure di avere.
    • Sii preciso. Un albero genealogico non è utile se qualcuno viene dimenticato. Devi fare controllare le informazioni incrociando le versioni di varie fonti.
  2. 2
    Decidi quante generazioni vuoi ripercorrere. E’ molto interessante cercare di andare il più possibile indietro nel tempo, ma quando si tratta di disegnare un albero genealogico non è molto semplice né pratico scrivere tutte le informazioni riguardanti molte generazioni. Sei limitato dal foglio di carta che usi, poiché devi far stare all’interno di un’unica pagina tutti i nomi dei familiari.
    • Molte persone decidono di arrivare ai trisavoli e relativi fratelli, o ai loro bisnonni e fratelli. Queste sono persone che tu, i tuoi genitori e i tuoi nonni avete incontrato e ai quali siete più legati rispetto ai parenti più lontani.
    • Se fai parte di una famiglia numerosa con un sacco di prozie e zii, cugini e così via, devi fermarti ad una generazione abbastanza recente se vuoi far stare tutti nel tuo albero genealogico. Se hai una famiglia più piccola puoi ripercorrere anche tre o più generazioni passate.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Parte Seconda: Abbozzare il Grafico

  1. 1
    Scegli la carta e gli strumenti da disegno. Dato che hai impiegato molto tempo per raccogliere le informazioni e per ricostruire la storia della tua famiglia, acquista dei buoni materiali per rendere la rappresentazione la più gradevole possibile.
    • I negozi di articoli per l’arte hanno fogli singoli di grandi dimensioni. Scegline uno resistente e con una bella grana, come quelli che si usano per gli acquerelli.
    • Un’alternativa più economica sono i fogli cartonati. Questo tipo di carta è venduta in fogli singoli e sono disponibili diversi colori. Li puoi trovare in cartoleria e nei negozi d’arte.
    • Traccia prima uno schizzo del tuo albero genealogico a matita e poi ripassalo con un pennarello o un pennino a china.
  2. 2
    Decidi che forma preferisci. Alcuni alberi genealogici sono disegnati con la forma di un vero e proprio albero con un ramo per ogni "ramo" della famiglia. Altri invece sono più schematici e sono dei veri e propri diagrammi che non prevedono un disegno realistico di un albero. Usa lo stile che ti richiede il compito per la scuola o semplicemente scegli quello che ti piace di più.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Parte Terza: Disegnare l’Albero

  1. 1
    Disegna l’albero a matita. Immagina come dovrà essere, quanto spazio ti servirà per scrivere ciascun nome e per tracciare le connessioni. La matita ti permette di ricominciare se sbagli e se ti ritrovi con poco spazio.
  2. 2
    Scrivi il tuo nome. Dato che è il tuo albero genealogico, tutto inizia da te. Scrivilo in un punto del foglio abbastanza centrale, in modo da avere molto spazio in tutte le direzioni.
    • Il punto in cui metti il tuo nome rappresenta l’inizio dell’albero. Se lo scrivi nel fondo della pagina, i rami si estenderanno verso l’alto. Puoi anche decidere di metterlo nella parte alta del foglio con i rami che scendono verso il basso, oppure in un lato con il resto dell’albero che si sviluppa nell’altra direzione.
    • Se hai deciso di utilizzare la forma di un albero reale, disegnane uno schizzo con una matita e metti il tuo nome dove preferisci.
  3. 3
    Aggiungi i tuoi genitori e i fratelli. Fai in modo che i nomi di mamma e papà siano direttamente sopra o sotto il tuo, in base alla direzione che hai deciso di dare al tuo albero. Scrivi i nomi dei tuoi fratelli allo stesso livello del tuo, così si ricollegano a quelli dei vostri genitori..
    • Se tu o i tuoi fratelli avete mogli o figli, aggiungi anche i loro nomi. Il nome delle mogli va scritto vicino a quello del partner e quelli dei figli al di sotto dei nomi dei genitori. Puoi disegnare delle linee che collegano i figli ai genitori se vuoi.
    • Traccia un albero su misura per la tua famiglia. Se hai un solo genitore o più di due, inserisci tutti i nomi necessari. Puoi essere molto creativo e, se ti va, puoi includere il patrigno (o la matrigna) e i fratellastri e tutti coloro che fanno parte della tua famiglia. L’unica cosa davvero importante di un albero genealogico è quella di non escludere nessuno.
    • Per avere un albero ben organizzato, usa uno schema specifico e ricorrente per posizionare i fratelli. Per esempio puoi decidere che il più grande sia sempre il primo a sinistra e che i successivi siano in ordine per età verso destra o viceversa. Comunque sia, mantieni questo criterio per tutto l’albero.
  4. 4
    Scrivi i nomi delle zie e degli zii, dei cugini e dei nonni. Questo è il punto in cui l’albero comincia a dividersi in rami. Dal lato di tuo padre scrivi i nomi dei suoi fratelli e delle loro mogli, poi quelli dei loro figli (i tuoi cugini). Ad un livello più alto metti i nomi dei tuoi nonni paterni con delle linee che li collegano a ciascun figlio. Fai la stessa cosa dal lato di tua madre includendo tutti i familiari materni.
  5. 5
    Aggiungi altre generazioni. Se continui ad aggiungere i nomi dei prozii, le loro mogli e figli e poi quelli dei bisnonni e dei trisavoli alla fine avrai un albero genealogico molto grande.
  6. 6
    Miglioralo con più dettagli. Ripassa le linee in nero o con della china colorata per far risaltare i nomi. Puoi aggiungere decorazioni e altri piccoli tocchi personali per rendere il diagramma più interessante. Ecoo alcuni esempi:
    • Usa forme diverse per gli uomini e le donne. Per esempio puoi racchiudere i nomi delle donne in forme ovali e quelli degli uomini in rettangoli. In questa maniera, chiunque guardi il tuo albero può, ad una prima occhiata, individuare le differenze di genere.
    • Usa delle linee tratteggiate per indicare un divorzio. In questo modo evidenzi le connessioni biologiche tra figli e genitori anche se questi non sono più sposati.
    • Aggiungi le date di nascita e (quando è il caso) di morte. Questo semplice dettaglio trasmette molte informazioni e rende il tuo albero più interessante.
    • Inserisci delle note biografiche per ogni membro della famiglia, come il luogo di nascita, il nome da ragazza, il secondo nome e così via.
    Pubblicità

Consigli

  • Puoi trovare dei modelli di albero genealogico online che ti possono aiutare nella rappresentazione grafica.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 20 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Famiglia

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità