Come Diventare un Leader

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Per diventare un leader non devi necessariamente essere nominato ufficiale o amministratore delegato. Un leader è qualcuno che gli altri prendono a modello. Un titolo può renderti temporaneamente un leader, ma un vero capo ispira una lealtà duratura attraverso i passaggi seguenti!

Parte 1 di 3:
Pensare Come un Leader

  1. 1
    Sii fiducioso. Questo passaggio non ha nulla a che fare con il sapere quello che stai facendo — finché sei fiducioso, poche persone si faranno domande. La gente presume le cose: quando ti comporti in modo sicuro, pensano che tu agisca. Pertanto, quando dimostri sicurezza, gli altri credono di sapere che sai ciò che stai facendo. Questo ti fa guadagnare fiducia, responsabilità e rispetto.
    • Si può dimostrare sicurezza in qualsiasi situazione. Immagina di dire: "Non so la risposta" guardando verso il basso, giocherellando con i pollici e agitando le gambe. Ora immagina di dire: "Non so la risposta" con la testa dritta, le spalle indietro e guardando l'interlocutore negli occhi. Non sapere qualcosa va bene — basta ostentare sicuri di non saperlo! Una mancanza di conoscenza non ha nulla a che fare con la sicurezza (o la capacità di guidare).
  2. 2
    Sii fermo ma gentile. Poiché tu stai guidando, sei tu quello che deve impostare le regole e i limiti. Sta a te stabilire un sistema e una logica per la situazione. A tale scopo, è necessario che tu stia fermo nelle tue convinzioni e mantenga la tua posizione. Tuttavia, essendo dittatoriale potresti istigare una rivoluzione. Sii logico e comprensivo quando asserisci il tuo ruolo.
    • Ecco esempio di leadership inconsistente: le forchette di una compagnia aerea scompaiono e nessuno sa perché. Dopo un'indagine, si scopre che i lavapiatti le hanno gettate via perché hanno avuto problemi nel pulirle adeguatamente ed erano spaventati per la punizione che avrebbero subito se avessero messo le forchette sporche.[1] Se sei troppo direttivo, il team butterà via le tue forchette. Una migliore gestione avrebbe evitato questo problema. Così sii comprensivo e mantieni tutte le posate.
  3. 3
    Diventa un esperto. Dire: "Non so" come leader va bene. Dire: "Non so" ripetutamente a ogni domanda che ti viene posta non lo è. Quando non sai qualcosa, trova la risposta. Diventa un esperto di ciò che è necessario per essere un professionista in merito. Alla fine, avrai tutte le risposte. Non è necessario averle tutte ora, ma avrai bisogno di ciascuna di esse alla fine.
    • Avere un certo livello di conoscenza ti aiuterà a sentirti sicuro e più adatto alla leadership. Anche se puoi farne a meno, è una questione di tempo prima che qualcun altro con più conoscenza e carisma arrivi e ti rubi il titolo da sotto i piedi. Quindi di qualunque cosa si tratti, chiunque tu stia cercando di guidare, mettiti a studiare! Ne avrai beneficio a lungo termine.
  4. 4
    Sii decisivo. Stai nel mezzo di un gruppo di amici, discutendo su che cosa fare quella sera. Tutti esitano, si lamentano, osteggiano le idee di tutti gli altri fino a quando una persona finalmente se ne esce fuori e dice: "Ragazzi, stiamo facendo questo." Quella persona sale in cima, vede in quale direzione deve muoversi la situazione e prende il controllo. È un leader.
    • Detto questo, devi conoscere il tuo posto. Ci saranno momenti in cui dovrai prendere le decisioni da solo e momenti in cui dovrai dare il tempo alla squadra per creare un consenso. Rispetta i tuoi seguaci — cosa potrebbe succedere se mettessi un veto alle loro opinioni?
  5. 5
    Preoccupati dei tuoi seguaci. Solo perché non sono leader non significa che siano idioti. Essi saranno in grado di dire se sei compassionevole e sinceramente preoccupato per loro. E, se non lo sei, ti faranno scendere dal tuo piedistallo. Ricordati chi ti dà da mangiare! Senza di loro, non avrai nessuno da guidare e non sarai più un leader.
    • Preoccuparti per loro non è come accondiscendere ai loro desideri. Tu stai guidando (si spera) perché sai che cosa è meglio per la squadra; loro potrebbero non saperlo. Solo perché qualcuno non è d'accordo con te non significa che tu debba dargli quello che vuole. Consenti loro di non essere d'accordo con te, ascolta le loro argomentazioni e fai loro sapere perché pensi che sia corretto ciò che fai. Far loro sapere che t’interessano, ma che stai agendo nel modo che ritieni più adatto alla situazione.
  6. 6
    Devi credere che chiunque può diventare un leader. A dire la verità, ognuno cerca di essere guidato. Pensa la vita come un percorso oscuro - più leader ci sono, più persone sono davanti a voi tenendo la una torcia di potenza industriale. Quale preferiresti avere? Non solo la gente vuole i capi, ma addirittura lo cerca. Per questo motivo, chiunque può farlo. Devi solo riempire il vuoto.
    • Pensa di andare in un nuovo ristorante (il ristorante è la vita). Un cameriere ti saluta con un sorriso e ti descrive i sapori di tre dei loro migliori piatti, garantisce la tua soddisfazione e ti dice che improvviserà personalmente qualcos'altro per te se non ti piace. Da qualche parte nella tua testa, stai emettendo un sospiro del pensiero "Oh ... sì! Questa sarà una serata rilassante — io sono in buone mani.". Questo è quello che tutti vogliono 'nella vita' (e anche nella maggior parte dei ristoranti).
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Comportarsi Come un Leader

  1. 1
    Mantieni le promesse. Sai che i politici sono visti come quelli che non mantengono le promesse? Bene. Sai anche che le persone odiano i politici? Beh, adesso hai capito. Se non mantieni le tue promesse, perderai il rispetto. Di netto. Puoi adattare l'abito, puoi avere tutto il carisma di questo mondo e anche tutta la conoscenza, ma, se mantieni ciò che hai promesso, la gente ti porterà in palmo di mano.
    • Parte integrante di mantenere le promesse è sapere che cosa è fattibile e che cosa non lo è. L’unico altro ostacolo è essere onesto. Pratica questo con i tuoi bambini, con i tuoi colleghi e in ogni occasione. Lo sviluppo di un forte codice morale toglie di mezzo chi pone in discussione la tua capacità di guidare e detenere il potere.
  2. 2
    Vesti in modo adatto al tuo ruolo. Se cammini per l’ufficio in giacca e cravatta, dando costantemente un'occhiata al tuo orologio, le persone penseranno che tu stia aspettando qualche idiota che è in ritardo per una riunione d'affari. Cammina per l’ufficio in t-shirt e cappellino da baseball e la gente inizierà a chiederti dove è la loro pizza. Se vuoi essere un leader, devi attenerti al tuo ruolo.
    • C’è bisogno di fare una distinzione tra vestirsi per impressionare e vestirsi per influenzare. Non devi necessariamente vestirti per impressionare - potrebbe non essere appropriato al contesto in cui ti trovi (se consegni delle pizze, per esempio, non è il caso di indossare un completo). Vuoi semplicemente influenzare le percezioni che la gente ha di te. Quale immagine desideri dare? Puoi controllare in gran parte ciò che gli altri percepiscono di te e il tuo atteggiamento tramite quello che indossi (triste, ma vero).
  3. 3
    Tratta bene il tuo team. Va bene, sai prenderti cura del tuo gruppo di lavoro, ma devi anche agire. Se predichi al tuo team di essere coesi, di agire come se si stessero divertendo e di essere amichevoli con i vostri clienti, ma cambi atteggiamento e gridi loro ogni cinque minuti appena abbozzano un sorriso, non sei coerente con il tuo messaggio. Incarna un esempio buono e premuroso e loro ti seguiranno.
    • Il vecchio adagio "Fa' come ti dico, non come faccio" è ridicolo. Potrebbe funzionare se foste dei bambini, ma non funziona su una squadra di adulti. Potrebbero non fartelo sapere in modo esplicito, ma saranno infelici, alla fine se ne andranno e questo si riverserà nel tuo risultato. Potrebbero non esserci ripercussioni immediate, ma, alla fine, qualsiasi ipocrisia da parte tua ti si ritorcerà contro.
  4. 4
    Dimostra il tuo impegno per migliorare il tuo team. Affinché la tua organizzazione cresca, ognuno deve migliorare. Questo non ha nulla a che vedere con il fatto che tu sia grande — è la tua squadra che devi rendere grande. Idealmente, raggiunto l’obiettivo, sarà il team a esclamare "Ce l’abbiamo fatta!", non sarai tu a dire "Ci sono riuscito!". Si tratta di tutto il gruppo, non di una persona sola.
    • Per far crescere la tua squadra, devi prestare loro attenzione. Forzando i numeri e lasciando loro di capire i ruoli non farai loro giustizia. Cerca di conoscerli a livello individuale e impegnati perché diventino i membri più intraprendenti del tuo gruppo (A quale ruolo si adattano meglio? Quali risorse potrebbero usare?). Aiutali a imparare, a crescere e a prendere le redini quando hai bisogno di supporto.
  5. 5
    Fai delle domande. Come capo, sei una sorta di intoccabile. Le persone potrebbero non rivolgersi a te perché sei il grande uomo dell'organizzazione. Non vogliono aprir bocca e causare un putiferio. Sappi che hai a che fare con un livello costante di intimidazione percepita che devi abbattere. Come puoi farlo? Innanzitutto facendo domande!
    • Non aspettare risposte dalla tua squadra — potrebbero non offrirtela mai. Dopo tutto, sei tu quello che detta come devono andare le cose; possono pensare che loro opinione non conti. Chiedi loro come stai andando ‘tu’, come stanno andando ‘loro’ e come credono di poter migliorare l'intero processo. Solo perché non stanno guidando non significa che siano privi di grandi idee!
  6. 6
    Guida solo quando è necessario. Un leader naturale non entra in una stanza e proclama "Eccomi." Non tratta di afferrare una situazione per le corna e plasmarla secondo la tua visione: no, niente del genere. Si tratta di vedere che qualcosa deve essere fatto adattandosi all'occasione.
    • Nella maggior parte delle situazioni, nessun leader sarà chiamato come tale. È solo una posizione a cui qualcuno viene attirato naturalmente. Le persone non ti concederanno il privilegio a titolo definitivo, ma possono impedirti di averlo. Evita di sembrare una persona intraprendente e dominante e aspetta il momento giusto. Lo capirai.
  7. 7
    Inizia a ‘vedere’ oltre che a fare di più. Come probabilmente ti sei accorto, essere un leader è più una qualità innata che una serie di azioni. Per portare avanti una situazione, è necessario ‘vederla’ crescere, ‘vedere’ come è possibile favorirla e ‘vedere’ il percorso in discesa. Lascia che sia il tuo team a prendersi cura di come farlo. Solo tu devi avere una ‘visione’.
    • Questo è simile a "colui che grida più forte viene sentito.". Solo perché quella persona urla, certamente non significa che abbia ragione. Per essere un buon leader non devi andare a 200 chilometri all’ora lasciando una scia di macerie dietro di te. In realtà, non dovresti farlo. Il tempo dovrebbe essere speso interpretando, plasmando e offrendo soluzioni.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Mettere Tutto Insieme

  1. 1
    Risolvere i problemi. Il primo passo per diventare un leader è guardarsi intorno e trovare un modo per rendere il mondo un posto migliore. Osserva ciò che ti circonda e ascolta la gente. Come puoi essere d'aiuto? Che cosa potrebbe fare l’organizzazione?
    • Scopri quali sono i tuoi talenti, falli emergere e utilizzali per fare la differenza. Pensa ai problemi da un punto di vista ampio - non sempre sono facili da definire.
    • Cerca quali sono i bisogni, i conflitti, i vuoti che bisogna riempire, le inefficienze. Le soluzioni non saranno sempre creative e originali; a volte basta qualcosa di semplice.
  2. 2
    Pensa al contesto. Quando risolvi diversi problemi, potresti accorgerti che hanno caratteristiche in comune e chiederti se non siano tutti sintomi di un problema più grande e profondo. Thoreau una volta disse: "Sono in migliaia a combattere le ramificazioni del male, ma solo uno ad attaccarne le radici." . Fai un passo indietro e cerca di trovare la radice. Il difficile nell'affrontare problemi profondi è che non si tratta di cose che qualcuno può risolvere da solo; richiedono uno sforzo di gruppo, il che ti permette di emergere come leader.
    • Se lavori strettamente con una squadra, usala a tuo vantaggio. Per quali ruoli si 'sentono' adatti? Come viene utilizzato il loro tempo? Quali idee hanno che devono ancora essere attuate? In molti casi, la crescita è una questione di riorganizzare e raffinazione - non necessariamente un problema.
  3. 3
    Prendi l'iniziativa Se hai un'idea di quali siano i problemi più profondi, sei probabilmente in grado di predire quelli che potrebbero saltar fuori in seguito. Se non puoi prevenirli, puoi almento prepararti ad affrontarli. Questa è la differenza fondamentale tra un leader e un manager. Un buon manager sa rispondere in modo efficace a una varietà di situazioni; un buon leader ricorre ad azioni concrete per prevenire e risolvere determinate situazioni prima ancora che si verifichino.
    • Non avere paura di assegnare i ruoli alla tua squadra! I tuoi collaboratori possono sentirsi confortati dall’avere un ruolo. Se vedi un potenziale problema, costruisci una task force per questo scopo. Dopo tutto, è ciò per cui esiste il tuo team.
  4. 4
    Prendi delle decisioni e assumiti le responsabilità per le conseguenze. Per esercitare un'influenza e gestire grandi problemi, avrai bisogno di un certo potere decisionale, e quelle decisioni avranno delle ripercussioni su chi ti riconosce tale potere. Si tratta più di una responsabilità che di un onore. Non solo dovrai essere in grado di fare delle scelte, ma dovrai anche essere disposto di prendertene la responsabilità. Se le cose andranno male, la gente penserà che è colpa tua (a prescindere che lo sia davvero oppure no).
    • Pensa a te stesso come al capitano di una nave; il destino di una nave è principalmente nelle tue mani ed è compito tuo indicare a tutti la giusta direzione.
    • Sii saggio quando prendi delle decisioni; spera per il meglio e preparati per il peggio.
    • Se non sei pronto a rendere conto delle tue decisioni - se ti ritrovi a esitare e dubiti di te stesso - può essere una buona idea fare un passo indietro. Un leader insicuro si trasforma spesso in un tiranno.
  5. 5
    Condividi ciò che vedi. Come leader, riesci a vedere quali sono i problemi maggiori, ma puoi anche vedere quanto andrebbero meglio le cose se si riuscisse a rimuovere quegli ostacoli. Per ottenere che gli altri ti aiutino a cambiare le cose, devi condividere questa visione ottimista con loro. Sii una fonte di ispirazione. Motivali. Guidali. Mostragli come le loro azioni avvicinino tutti a quel sogno.
    • John Gardner ha detto che "Ancora più importante, un leader riesce a concepire ed elaborare degli obiettivi che privino le persone delle proprie solite preoccupazioni e le unisce nel perseguire dei fini giusti, che giustifichino gli sforzi fatti." Fai in modo di essere così.
  6. 6
    Ricorda che non gira tutto intorno a te. Il più grande leader vede il suo ruolo come un mezzo per raggiungere un obiettivo, e se stesso come uno strumento per ottenere uno scopo più grande; tutta la gloria, il prestigio o il benessere sono un effetto collaterale, piuttosto che una motivazione. Dopo tutto, non basta lo sforzo di un singolo individuo!
    • Se vuoi realizzare un sogno, il modo migliore per farlo non è esercitando il tuo potere sugli altri. Quel potere non durerà a lungo. Per ottenere dei risultati duraturi, condividi il tuo sogno, lascia che la gente lo adotti come suo e lascia che si diffonda.
    • Pensa a te stesso come a colui che ha avviato una reazione a catena - una volta che è partita, puoi tirarti indietro ed essa continuerà senza che tu faccia alcuno sforzo.
    • Un’altra citazione, questa volta di Lao Tzu: "Un leader è migliore quando la gente sa a malapena della sua esistenza; quando la sua opera sarà compiuta, il suo obiettivo raggiunto, la gente dirà: siamo stati noi a farlo."
    Pubblicità

Consigli

  • "Se le tue azioni spingono gli altri a sognare di più, imparare di più e diventare migliori, allora sei un leader."[2]
  • Aiuta gli altri a raggiungere i loro obiettivi.
  • Il carisma è senz'altro d'aiuto, ma non essenziale. Nella storia dell'umanità ci sono stati molti leader che non erano certo le più carismatiche, amichevoli e affascinanti persone del mondo. Ciò che è invece importante, è che la gente si fidava di loro, ed era ispirata dal loro sogno. Ciò di cui avrai bisogno è una buona capacità comunicativa (a prescindere che tu la esprima attraverso la scrittura, il dialogo o altre forme artistiche), in modo che tu possa articolare in modo efficace le tue idee.
  • Aiuta il tuo team a raggiungere i suoi obiettivi.
  • Pratica sempre ciò che predichi. Non c'è modo migliore per perdere la tua credibilità come leader che essere un ipocrita.
Pubblicità

Avvertenze

  • Come leader, sarai sotto le luci dei riflettori, il che implica che perderai buona parte della tua privacy.
  • Potrebbe anche diventare difficile per te stabilire dei rapporti profondi di ogni genere con le persone che appartengono al tuo gruppo. Devi sempre tener conto del rischio di essere visto come una persona che pratica favoritismi o trattamenti preferenziali.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Interazioni Sociali

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità