Come Eliminare l'Arrossamento di un Brufolo

Scritto in collaborazione con: Laura Martin

Prima o poi capita a tutti di avere un brufolo che irrita la pelle e la rende arrossata. Quel rossore è la risposta antinfiammatoria dell'organismo ed è solo temporaneo. Di fatto, l'infiammazione favorisce la rigenerazione delle cellule tessutali ed è una fase normale del processo di guarigione. Ciononostante, se la zona infiammata appartiene al viso ed è sotto gli occhi di tutti, potrebbe causarti parecchio disagio. Per fortuna esistono molti rimedi casalinghi che puoi usare per alleviare o nascondere l'arrossamento provocato dall'infiammazione finché il brufolo non sarà guarito.

Metodo 1 di 3:
Rapidi Rimedi Casalinghi

  1. 1
    Usa il ghiaccio per alleviare l'infiammazione. Avvolgine un paio di cubetti in un fazzoletto di stoffa, quindi appoggialo direttamente sul brufolo. Raffredda la parte per 5-10 minuti alla volta, ripetendo l'operazione diverse volte al giorno, in base alle necessità. Lascia riposare la pelle per almeno due ore tra un'applicazione e l'altra per evitare che il freddo possa danneggiarla.[1]
    • Non spingere il ghiaccio contro il brufolo. Applicando una pressione eccessiva potresti rischiare di farlo scoppiare, causando un peggioramento delle condizioni della pelle e l'espandersi dei batteri.
    Laura Martin

    Laura Martin

    Cosmetologa Autorizzata
    Laura Martin è una Cosmetologa Autorizzata che vive in Georgia. Lavora come parrucchiera dal 2007 e insegnante di cosmetologia dal 2013.
    Laura Martin
    Laura Martin
    Cosmetologa Autorizzata

    Laura Martin, cosmetologa autorizzata, consiglia: "Per ridurre l'arrossamento, è necessario lenire il brufolo. Il ghiaccio funziona bene, soprattutto se combinato con un prodotto contenente un ingrediente antinfiammatorio, come l'acido salicilico".

  2. 2
    Usa una fetta di cetriolo. È noto che il cetriolo abbia proprietà rinfrescanti e funziona inoltre come un tonico astringente, quindi può servire a ridurre il gonfiore e il rossore cutaneo. Taglia una fetta sottile di cetriolo e tienila a contatto con il brufolo per 5-10 minuti.[2]
    • Otterrai un effetto ancora migliore usando un cetriolo freddo. Tienilo nel frigorifero prima di affettarlo per combattere l'infiammazione della pelle in maniera ancora più efficace.
  3. 3
    Prepara una maschera lenitiva con l'aspirina. Frantuma 4-5 aspirine e mescolale con alcune gocce d'acqua per formare una pasta. Applica la miscela sull'area infiammata usando un cotton fioc. Spalmala sul brufolo con delicatezza e attendi che si sia seccata prima di risciacquare.[3]
    • Se sei allergico all'aspirina, stai assumendo dei farmaci che possono generare interazioni indesiderate o se soffri di qualche patologia che ti impedisce di assumerla, utilizza un rimedio differente per eliminare l'arrossamento causato dai brufoli.
  4. 4
    Riduci l'infiammazione con una maschera a base di yogurt e miele. Mescola i due ingredienti in parti uguali, avendo cura di scegliere uno yogurt intero e un miele grezzo. Una volta pronta la maschera, applicane uno strato sottile su ciascuna area infiammata del viso. Lasciala agire per 10-15 minuti prima di risciacquare la pelle con l'acqua tiepida.[4]
  5. 5
    Applica una compressa o un panno caldo sul brufolo. Mentre il ghiaccio può ridurre temporaneamente il rossore, una compressa calda agisce alleviando l'infiammazione a lungo termine. Favorisce inoltre l'apertura dei pori, consentendo che il sebo e i batteri fuoriescano dai brufoli infiammati. Tieni una compressa calda sul brufolo per 10-15 minuti alla volta. Riapplicala fino a quattro volte al giorno per favorirne la guarigione.[5]
    • Puoi creare una compressa calda molto facilmente immergendo un panno pulito nell'acqua calda, ma non bollente. Se hai da poco preparato il tè o una tisana, puoi usare la bustina al posto del panno.
    • Dopo aver applicato la compressa calda, lava la pelle del viso con un detergente delicato. Eliminerà il sebo e i batteri che il calore ha estratto dai pori.
    • Puoi versare alcune gocce di olio essenziale di melaleuca o di lavanda sulla compressa per ridurre ulteriormente l'infiammazione.
  6. 6
    Usa un correttore di colore verde per mascherare velocemente il rossore. Se non hai il tempo di applicare uno dei precedenti rimedi, puoi coprire il brufolo con una piccola quantità di correttore verde. Sfumalo sul brufolo con una spugna o un pennello da trucco pulito e poi fissalo con un velo di cipria trasparente. Il correttore verde è quello più indicato per neutralizzare il rossore provocato dai brufoli.[6]
    • Il correttore verde non si armonizza bene con tutti i tipi di carnagione. Potresti doverlo mascherare con un po' di fondotinta o di un correttore dello stesso colore della tua pelle.
    • Il correttore può aiutarti a celare il rossore causato dal brufolo, ma non è in grado di nascondere il gonfiore. Alcuni prodotti tuttavia contengono acido salicilico, un ingrediente cosmetico che contribuisce a curare l'acne a lungo termine.
  7. 7
    Nascondi i brufoli con indumenti e accessori. Anche se non sono in alcun modo utili per curare l'acne, i vestiti e gli accessori possono aiutarti a rendere meno visibili i brufoli. Se il brufolo arrossato è sul corpo, coprilo con un indumento. Se è sul volto, prova a usare un accessorio per nasconderlo, per esempio un paio di grossi occhiali da sole.
    • Se hai i capelli lunghi, puoi provare ad acconciarli in modo che coprano il brufolo.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Usare i Farmaci

  1. 1
    Applica una pomata che contenga acido salicilico. Esistono molti prodotti che contengono questo ingrediente in grado di curare l'acne; chiedi consiglio in farmacia. Applica la pomata direttamente sul brufolo infiammato, l'acido seccherà gradualmente gli oli e il sebo presenti, attenuando il rossore.[7]
    • Creme e pomate presuppongono un uso prolungato di diversi giorni per guarire completamente un brufolo infiammato, ma il rossore potrebbe ridursi entro breve tempo.
  2. 2
    Utilizza una crema antiacne che contenga perossido di benzoile. Quest'ultimo uccide i batteri all'interno del brufolo, i quali tra le altre cose causano l'arrossamento cutaneo; questo tipo di creme sono quindi utili per ridurre anche il rossore.[8]
    • Leggi la lista di ingredienti sulla confezione per cercare una crema che contenga il perossido di benzoile.
  3. 3
    Usa il collirio come trattamento localizzato contro i brufoli. I colliri che contengono tetraidrozolina cloridrato sono formulati per attenuare il rossore oculare. Lo stesso ingrediente può contribuire a ridurre l'arrossamento causato comunemente dall'acne. Versa qualche goccia di collirio su un cotton fioc, quindi usalo per tamponare delicatamente il brufolo.[9]
    • In alternativa, bagna un cotton fioc con qualche goccia di collirio e poi mettilo nel congelatore prima di andare a dormire. Il mattino dopo usalo per tamponare con delicatezza il brufolo arrossato. Il freddo contribuirà a ridurre l'infiammazione.
    • Il collirio non cura effettivamente il brufolo, serve solo a ridurre temporaneamente il rossore cutaneo.
  4. 4
    Usa un farmaco da banco studiato per ridurre l'arrossamento della pelle. Puoi farti consigliare un prodotto idoneo dal tuo farmacista di fiducia, in special modo se hai la pelle sensibile o stai già usando una crema o una pomata contro l'acne. Generalmente questi farmaci sono in grado di ridurre le discromie entro dodici ore.[10]
    • I prodotti più usati per calmare il rossore e lenire le irritazioni includono quelli delle linee Eucerin, Avène e Bioderma.
  5. 5
    Prova a usare una crema che contiene idrocortisone per ridurre temporaneamente l'arrossamento del brufolo. Solitamente questo ingrediente viene prescritto in caso di prurito, ma può essere utile anche per calmare il rossore. Applicane una piccola dose direttamente sul brufolo infiammato.
    • Puoi acquistare una crema anti prurito all'idrocortisone (1%) in qualunque farmacia.[11]
  6. 6
    Usa una maschera all'argilla per seccare il brufolo. Miscela 2-3 cucchiai di polvere di argilla con una quantità di acqua sufficiente per ottenere una crema spalmabile. Applicane uno strato sottile sul volto e lascia asciugare completamente la maschera prima di risciacquare la pelle con l'acqua tiepida. Aggiungi qualche goccia di olio essenziale di melaleuca alla maschera prima di applicarla per potenziarne l'effetto antiacne.[12]
    • Puoi acquistare l'argilla in polvere in qualunque farmacia, erboristeria, nei negozi che vendono alimenti e prodotti naturali oppure online.
    • In alternativa, puoi comprare una maschera all'argilla già pronta al supermercato o in profumeria.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Prevenire gli Sfoghi dell'Acne

  1. 1
    Consulta un dermatologo se gli sfoghi sono ripetuti. Potrebbero essere causati da diversi fattori interni o esterni all'organismo, a partire dagli ormoni fino alle condizioni ambientali. Se non riesci a risolvere il problema da solo, prendi appuntamento con un dermatologo. Saprà aiutarti a sviluppare un piano di cura olistico che potrebbe richiedere dei cambiamenti nell'alimentazione o nello stile di vita, una routine di cura quotidiana della pelle diversa o potenziata e l'eventuale uso di farmaci.[13]
    • Un medico è l'unico che può prescriverti dei farmaci antiacne più forti rispetto a quelli da banco, se questi e i rimedi casalinghi o erboristici non hanno funzionato.
  2. 2
    Lavati il viso ogni giorno con un detergente di buona qualità. L'igiene quotidiana serve a rimuovere le cellule morte, il sebo e i batteri che favoriscono la comparsa dell'acne. Cerca un detergente formulato per le esigenze della pelle acneica. Il dermatologo o il tuo medico curante sapranno aiutarti a scegliere il prodotto più appropriato nel tuo caso.[14]
    • Dovresti lavarti il viso una o due volte al giorno. Se fai uso del trucco, una di queste volte dovrebbe essere a fine giornata, per rimuovere i prodotti di make-up dal volto e dal collo. Cerca di non lavarti il viso più spesso di così, dato che una pulizia eccessiva potrebbe favorire l'insorgere dell'acne.
    • Non strofinare la pelle con troppa forza e non usare materiali ruvidi per farlo, come un panno o una spugna. È molto meglio usare le mani o un morbido pennello. Quando è il momento di asciugarti il viso, tamponalo delicatamente con un asciugamano pulito invece di strofinare.
  3. 3
    Usa un tonico sulla pelle pulita. Versalo su un dischetto in cotone, quindi passalo dolcemente sul viso. La funzione del tonico è quello di rimuovere gli eventuali residui di sporco o di trucco che sono rimasti sulla pelle, oltre che di bilanciarne il pH. Aiuta inoltre a chiudere i pori.
    • Puoi acquistare un tonico di qualità in profumeria, in farmacia o nei supermercati più forniti.
  4. 4
    Idrata la pelle del viso ogni giorno. Dopo averla lavata e aver usato il tonico, dovresti applicare una crema, una lozione o un gel ad azione idratante. Lo scopo di questi prodotti è quello di restituire alla cute l'umidità di cui gli altri prodotti cosmetici l'hanno privata. Anche se hai la pelle grassa o tendente all'acne, una crema idratante può contribuire a ridurre la quantità di oli e di sebo prodotta dalle ghiandole sebacee, diminuendo pertanto anche l'intensità degli sfoghi.[15]
    • I prodotti idratanti disponibili sul mercato sono incredibilmente numerosi, quindi per trovare quello più adatto a te potresti doverne provare diversi. Per ottenere i migliori risultati possibili, cercane uno formulato specificamente per il tuo tipo di pelle (grassa, mista, eccetera).
    • Se hai la pelle impura e tendente all'acne, cerca un prodotto idratante non comedogeno, ovvero che contenga ingredienti che non occludono i pori.
  5. 5
    Mantieni la tua pelle idratata. Un buon prodotto cosmetico idratante può aiutarti a ottenere un buon risultato, ma c'è molto altro che puoi fare. Alcune delle strategie più efficaci sono di carattere preventivo e includono limitare l'esposizione all'aria secca o fredda, evitare il contatto prolungato con l'acqua calda o che contiene cloro e non usare prodotti cosmetici che includono alcol nella lista degli ingredienti. Ogni giorno, fai del tuo meglio per mantenere la pelle del viso idratata sia dall'interno sia dall'esterno.[16]
    • Molti esperti raccomandano di bere almeno 3 litri d'acqua al giorno, se sei un uomo, o 2,2 litri se sei una donna.[17]
    • Usa un'acqua spray idratante nell'arco del giorno per mantenere la pelle idratata dall'esterno. Se trascorri molto tempo in un ambiente dove l'aria è secca, potresti usare anche un umidificatore per salvaguardare la salute della tue pelle.
  6. 6
    Assicurati che il tuo organismo stia ricevendo una quantità sufficiente di vitamine. Gli studi in materia non sono ancora conclusi, ma alcuni dati suggeriscono che certe vitamine siano utili per combattere le infiammazioni e migliorare la salute della pelle.[18] Le vitamine che si ritiene possano promuovere una cute sana includono:
    • Vitamina A - questa vitamina è un antiossidante; questo significa che è in grado di contrastare l'azione delle molecole nocive chiamate radicali liberi. Questi ultimi possono danneggiare le cellule cutanee e accelerarne l'invecchiamento. Gli alimenti ricchi di vitamina A includono carote, patate dolci, spinaci, zucca, albicocche e meloni.[19]
    • Vitamina C - è imprescindibile per la produzione di collagene, l'elemento costituente della pelle. I risultati di alcuni studi suggeriscono che abbia anche proprietà antinfiammatorie. Gli alimenti ricchi di vitamina C includono frutti come la guava, gli agrumi, i kiwi e le fragole e verdure come i broccoli e i cavoli.[20]
  7. 7
    Esfolia la pelle settimanalmente. Il processo di esfoliazione consente di rimuovere le cellule morte o danneggiate dalla superficie dell'epidermide, lo strato più esterno della pelle. Fare uno scrub delicato una o due volte alla settimana è un buon modo per eliminare le cellule morte, che altrimenti finirebbero nei brufoli, e per promuovere il ricambio cellulare che consente di avere un volto dall'aspetto sano e luminoso.[21]
    • Dovresti esfoliare la pelle dopo averla pulita, prima di applicare il tonico.
    • Sia gli esfolianti meccanici, come gli scrub per il viso, sia quelli chimici, come le salviette per il peeling enzimatico, sono ampiamente disponibili in commercio. In caso di pelle matura, tendente all'acne o sensibile, è meglio optare per un esfoliante chimico dato che gli scrub possono irritarla e addirittura danneggiarla.
    • Se hai la pelle grassa o tendente all'acne, potrebbe essere utile esfoliarla due o tre volte alla settimana.
    Pubblicità

Consigli

  • I dermatologi sconsigliano di usare il dentifricio per far seccare i brufoli. Questo vecchio rimedio rischia infatti di irritare la pelle e di peggiorare le cose.
  • Come il dentifricio, anche il succo di limone, sebbene sia molto usato per combattere i brufoli, può danneggiare la pelle. I rischi sono molteplici: potrebbe bruciarla, causare l'insorgere di cicatrici o discromie e renderla più sensibile ai raggi del sole.
  • Se è possibile, evita di schiacciare i brufoli.
  • Se schiacciare un brufolo è proprio necessario, lavati prima accuratamente le mani. Usa un fazzoletto di carta quando è il momento di farlo scoppiare, dopodiché applica una crema antisettica per eliminare i batteri.
  • I cerotti idrocolloidali possono servire a seccare i brufoli dopo averli schiacciati.
  • Aggiungi qualche goccia di olio essenziale di tea tree nella crema idratante o nella maschera facciale, contribuirà a seccare i brufoli.
Pubblicità

Avvertenze

  • Schiacciandoti i brufoli potresti causare la comparsa di antiestetiche cicatrici. Inoltre spanderai lo sporco, il sebo e i batteri sulla pelle circostante, quindi la situazione dell'acne potrebbe peggiorare.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Cosmetologa Autorizzata
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Laura Martin. Laura Martin è una Cosmetologa Autorizzata che vive in Georgia. Lavora come parrucchiera dal 2007 e insegnante di cosmetologia dal 2013.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità