Come Eliminare le Radici degli Alberi

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Le radici dei grandi alberi possono essere un problema se crescono senza controllo vicino alla casa o a un vialetto molto trafficato. Riuscire a gestire lo sviluppo dell'apparato radicale senza uccidere l'albero è un lavoro complicato che richiede una continua manutenzione; in molti casi, la soluzione migliore è quella di uccidere l'intero albero e sostituirlo con un altro dalle radici meno aggressive.

Metodo 1 di 5:
Uccidere le Radici Invasive nel Terreno

  1. 1
    Taglia le radici meno problematiche. Sebbene sia un compito impegnativo, permette di gestire la questione senza danneggiare le piante circostanti. Scava una buca attorno e sotto la prima radice, recidila con una sega o un tronchese per potatura.[1] Tagliare le radici in maniera aggressiva fa deperire gradualmente l'albero e potrebbe ucciderlo nel corso di molti anni.[2] Rispetta queste regole generali per prevenire tale danno:
    • Moltiplica il diametro dell'albero per tre. Il valore ottenuto corrisponde alla distanza minima dal tronco in cui puoi tagliare senza correre il rischio di causare gravi danni.[3]
    • Taglia le radici su un solo lato dell'albero, soprattutto se devi reciderle a una distanza inferiore rispetto a quella minima di sicurezza.[4]
  2. 2
    Scava un fossato. Il taglio delle radici è solo una soluzione temporanea; per evitare che si estendano nuovamente, devi scavare un fossato e reciderle annualmente o anche ogni sei mesi, nel caso fossero particolarmente aggressive.[5] Puoi risparmiarti questo lavoro scavando una trincea profonda (almeno quanto lo strato superiore di terra) e installando una di queste barriere prima di riempirla nuovamente:
    • Lamiera galvanizzata per il rivestimento dei tetti. Piega la parte superiore su se stessa per evitare di lasciare libero il bordo tagliente e pericoloso.[6]
    • Un doppio strato di HDPE,
      Sovrapponi le sezioni della barriera per almeno 30 cm, in modo che le radici non possano insinuarsi al di sotto.
      che trovi a volte gratuitamente nei magazzini di generi alimentari.[7]
    • Per ottenere degli ottimi risultati, acquista una barriera specifica per le radici che è stata trattata con diserbanti; il trifluralin è un prodotto che viene usato comunemente a questo scopo e difficilmente uccide le piante circostanti.[8]
  3. 3
    Elimina i polloni con un erbicida. Alcuni alberi reagiscono al taglio delle radici o ad altri danni analoghi sviluppando dei nuovi polloni dall'apparato radicale. Per ucciderli in maniera selettiva, recidi la radice in modo che la sostanza chimica non si diffonda al resto dell'albero. Applica con cautela il diserbante con triclopir al pollone, per evitare di spruzzarlo sulle piante vicine.[9] Parecchie piante che sviluppano i polloni crescono molto e in maniera rapida. Se non vuoi uccidere l'albero principale, devi ripetere questo trattamento o estirpare periodicamente i polloni a mano.
    • Se hai abbattuto l'albero principale, ma i polloni continuano a presentarsi, l'unica soluzione potrebbe essere la diffusione di un erbicida per latifoglie; questa sostanza uccide tutta la vegetazione presente nell'area trattata. Ripeti la procedura ogni volta che appare un pollone finché le radici non hanno più nutrenti.[10]
  4. 4
    Sostituisci la pavimentazione danneggiata con ghiaia o pacciame. Potrebbe essere impossibile eliminare apparati radicali estesi senza uccidere tutto l'albero. In questo caso, puoi posare una superficie che l'albero non può superare. Dato che questa soluzione non uccide le radici, non protegge le aree del giardino o i tubi delle fognature.[11]
    • Rimuovi con attenzione tutto il cemento rovinato evitando di danneggiare le radici.
    • Ricopri l'area con del tessuto geotessile lasciando libero il terreno attorno al tronco per un raggio di 15 cm oppure per 30 cm, se l'albero è di grandi dimensioni.[12]
    • Copri la superficie con uno strato di 8-10 cm di ghiaia inerte oppure con 15-20 cm di pacciame grossolano; quest'ultimo è meno efficace e potrebbe venire spazzato via dalla pioggia.
    • Blocca i bordi del materiale con dei sassi per evitare che si sposti.
    Advertisement

Metodo 2 di 5:
Eliminare le Radici dall'Impianto Fognario

  1. 1
    Versa del solfato di rame o della salgemma nel water. Questo è il trattamento più semplice, ma potrebbe uccidere l'intero albero o le piante circostanti. Scarica uno dei due prodotti nel WC (mai nella doccia o nel lavandino) in dosi non maggiori di 250 g alla volta, finché non avrai aggiunto circa 1 kg. Non far scorrere l'acqua nel tubo per 8-12 ore, in modo che il sale abbia il tempo di uccidere le radici.[13] Rispetta le istruzioni di sicurezza che sono riportate sull'etichetta.
    Entrambe queste sostanze chimiche causano gravi danni all'ecosistema acquatico. Il loro utilizzo potrebbe essere soggetto a restrizioni in alcune regioni o comuni, soprattutto se in prossimità di impianti per il trattamento delle acque.[14][15]
  2. 2
    Tratta i tubi con una schiuma erbicida. Si tratta di un prodotto che si espande riempiendo il tubo e si degrada lentamente; questa sua caratteristica lo rende la soluzione più adatta per sbarazzarsi delle radici nell'impianto fognario. I diserbanti da contatto uccidono rapidamente le radici, mentre quelli sistemici impiegano un paio di settimane, ma potrebbero intaccare anche l'intero albero. Esistono diverse schiume con consistenza variabile, in base al diametro del tubo; leggi quindi l'etichetta prima di procedere con l'acquisto.[16]
    • Alcuni diserbanti sono tossici per i pesci e la fauna selvatica; le istruzioni sulla confezione dovrebbero descrivere l'impatto ambientale del prodotto, oltre ad alcuni consigli per minimizzarlo.
    • Per ottenere degli ottimi risultati, incarica un idraulico per applicare il metam-sodium: un composto chimico corrosivo che può essere utilizzato solo da personale qualificato e con gli opportuni dispositivi di sicurezza.
  3. 3
    Fai liberare i tubi meccanicamente da un professionista. Se le radici hanno intasato completamente i condotti, ostruiranno anche il passaggio dei trattamenti chimici.[17] Chiama un idraulico per sbloccare l'impianto con uno strumento specifico. Questa soluzione comporta anche il grande vantaggio di non avere alcun impatto sull'ambiente, come invece accade con i diserbanti.
  4. 4
    Ripara il tubo. A meno che tu non voglia ripetere regolarmente i trattamenti, il tubo ora libero ha bisogno di qualche riparazione strutturale, per evitare che le radici ricrescano al suo interno. Installare un rivestimento dentro il condotto richiede minori lavori di scavo e confusione, ma la sostituzione completa del tubo si rivela spesso più economica.[18]
    • Potresti dover togliere o spostare tutti gli alberi di grosse dimensioni vicini al tubo, o le loro radici continueranno a crescere nell'impianto fognario.
    Advertisement

Metodo 3 di 5:
Rimuovere Fisicamente il Ceppo o l'Albero

  1. 1
    Per prima cosa, fai alcune ricerche sull'albero. Alcune specie producono dei polloni, il che significa che potrebbe spuntare un nuovo tronco a poca distanza dal ceppo. Eliminare il tronco non uccide le radici, ma può addirittura stimolare una nuova crescita. Evita questa tecnica per le specie descritte di seguito (non si tratta di un elenco completo):
    • L'olmo, il ciliegio, il prugno e il lillà possono rigenerarsi dalle radici anche dopo che il tronco è stato danneggiato;[19] in questi casi, devi usare il diserbante.
    • Il pioppo, il pioppo tremulo, il sommacco e la robinia che si è sviluppata da "una colonia di genet" durante la normale crescita.[20] Le radici di questi alberi sono molto difficili da controllare anche con gli erbicidi.[21] Il dipartimento dell'agricoltura del comune o della regione può consigliarti un prodotto efficace per la specie che devi trattare.
  2. 2
    Riduci il tronco in un ceppo. Se deve essere abbattuto, procedi in modo che resti solo un ceppo alto 100-120 cm dal suolo; in questa maniera, il "moncone" è abbastanza grande per offrirti una buona presa per sradicarlo.
    Attenzione:abbattere un albero è un lavoro molto pericoloso. Se non hai l'esperienza e gli attrezzi adeguati, corri il rischio di farlo cadere in una direzione imprevista.[22] Se non l'hai mai fatto finora, affidati a un professionista.
  3. 3
    Rimuovi il ceppo. Scava il terreno circostante usando una pala, una piccozza, una punta di martello pneumatico o un escavatore. Recidi le radici più grandi con un'ascia o una sega non appena le porti alla luce; elimina tutte quelle che si trovano attorno al tronco entro un raggio di 1,2 m o finché non trovi delle radici principali.
    • Prima di usare la motosega per tagliare una radice, metti una tavola sotto di essa per proteggere l'attrezzo dalla terra e dai sassi.[23]
    • Quando hai fatto qualche progresso con il lavoro di scavo, bagna l'area con un tubo da giardino o l'idropulitrice per mettere a nudo le radici.[24]
  4. 4
    Collega il ceppo a un verricello. La maggior parte dei monconi d'albero è troppo radicata nel terreno per riuscire a rimuoverla manualmente, soprattutto se l'abbattimento è avvenuto di recente. Fissa il moncone a un verricello a mano ancorato a un albero robusto oppure usa una catena collegata a un furgone.
  5. 5
    Avvolgi il verricello lentamente. Anche un modello manuale è in grado di sradicare un ceppo con tale violenza da farlo volare in aria in maniera pericolosa; applica lentamente una leggera trazione per evitare questo rischio. Se hai deciso di usare un furgone, guidalo un po' in retromarcia e un po' in avanti in maniera alternata; in teoria, il ceppo dovrebbe allentarsi gradualmente dal terreno e cadere delicatamente di lato.
  6. 6
    Spiana il ceppo, se necessario. È impossibile smuovere i monconi molto grandi, neppure con l'uso di un verricello; in questo caso, devi noleggiare una macchina fresaceppi oppure affidare il lavoro a un professionista. Si tratta di un macchinario pericoloso, indossa quindi degli occhiali di protezione e chiedi alla compagnia di noleggio di mostrartene l'utilizzo. Ecco il procedimento di base:[25]
    • Sbarazzati di tutti i sassi che circondano il ceppo e che potrebbero rovinare la fresa.
    • Metti la ruota smerigliante a pochi centimetri sopra il bordo anteriore del ceppo.
    • Avvia lo strumento e abbassa gradatamente la fresa facendola penetrare nel legno per circa 7-8 cm.
    • Muovi lo strumento lentamente verso destra e verso sinistra, eliminando il legno fino a una profondità di 10 cm; ripeti la procedura con la sezione successiva finché non hai spianato tutto il ceppo.
    • Continua in questa maniera finché la superficie del ceppo non si trova a una profondità di 20-25 cm o anche più, se vuoi piantare un altro albero.[26]
  7. 7
    Riempi la buca. Estrai tutte le radici rimanenti e riempi il foro in cui si trovava l'albero con del terriccio. Semina dell'erba, innaffiala e sei pronto ad avere una zona senza albero che si fonde perfettamente con il resto del prato.[27] Alla fine, le radici dovrebbero smettere di crescere e decomporsi.
    Advertisement

Metodo 4 di 5:
Applicare un Diserbante al Tronco o al Ceppo

  1. 1
    Documentati sui rischi. Le radici degli alberi appartenenti alla stessa specie crescono spesso insieme quando entrano in contatto; questo significa che una sostanza cosparsa su un faggio potrebbe diffondersi attraverso l'apparato radicale e uccidere più faggi presenti nella stessa zona.[28] Tale fenomeno è piuttosto probabile con le specie che tendono a formare delle "colonie di genet", come la robinia.
  2. 2
    Scegli un diserbante. Gli erbicidi che contengono triclopir sono molto efficaci e puoi acquistarli nei negozi di articoli per il giardinaggio.[29] Le specie presenti nel giardino potrebbero essere più suscettibili a un prodotto piuttosto che a un altro; ad esempio, il triclopir è efficace contro la robinia, l'acero, la quercia e il salice, mentre altre sostanze sono più attive con l'olivo di Boemia.[30]
    • Il triclopir dovrebbe essere efficace in una concentrazione pari all'8,8%.[31] Alcuni consigliano anche il glifosato; dovrebbe essere disponibile in una concentrazione del 40% e va poi diluito con una pari quantità di acqua oppure, se trovi solo il prodotto puro, ricorda di mescolarlo con acqua fino a una concentrazione del 20%. C'è molto dibattito in merito a questo diserbante che è soggetto a parecchie restrizioni, raccogli molte informazioni prima di valutarne l'utilizzo.[32]
    • I diserbanti che contengono acido 2,4-diclorofenossiacetico, dicamba o picloram sono rischiosi perché possono diffondersi alla vegetazione circostante e ucciderla, cosa che non accade applicando il triclopir in maniera attenta.[33]
  3. 3
    Indossa i dispositivi di sicurezza. Rispetta le indicazioni presenti sull'etichetta del prodotto per evitare di esporti a sostanze chimiche pericolose. Come minimo, indossa pantaloni lunghi e una camicia a maniche lunghe, scarpe con la punta chiusa, guanti di lattice o nitrile e degli occhiali di protezione;[34] scegli degli abiti che puoi rovinare senza timore.
    • Non è necessario usare una mascherina, dato che non spruzzi il diserbante nell'aria.[35]
  4. 4
    Versa il prodotto sul ceppo. Questo trattamento impedisce lo sviluppo di tutte le radici o almeno della maggior parte e la formazione di nuovi polloni dopo il taglio dell'albero. È necessario che venga applicato su una superficie appena tagliata ma, se l'albero è stato abbattuto da più di alcune settimane, dovresti ritagliare la superficie del moncone per realizzarne una nuova:[36][37]
    • Taglia il ceppo vicino al terreno. Cerca di mantenere la superficie in piano, per evitare che il prodotto coli sulla terra; elimina inoltre tutta la segatura.
    • Applica il diserbante all'interno dell'anello della corteccia usando un vecchio pennello; in questa zona ci sono infatti i tessuti vivi che trasportano la sostanza fino alle radici.
    • Getta il pennello e i contenitori vuoti in cui c'era il diserbante presso il centro di raccolta dei rifiuti pericolosi.[38]
    Advertisement

Metodo 5 di 5:
Applicare un Erbicida sul Tronco

  1. 1
    Uccidi l'albero con un erbicida. Costituisce una semplice alternativa all'abbattimento, anche se potrebbe non essere sicura, dato che un albero morente potrebbe far cadere i rami sulla strada o sul vialetto. Inoltre, potrebbe non essere efficace durante la primavera, quando l'albero produce molta resina che impedisce alla sostanza di penetrare; se però nessuna di queste situazioni rappresenta un problema, applica il diserbante con un metodo che si basa sull'incisione del tronco:[39]
    • Taglia il tronco con movimenti verso il basso e con un angolo di 45° per creare un'apertura a spicchio.
    • Inserisci il beccuccio sottile di una bottiglia a spruzzo nella fessura e rilascia un po' di erbicida, facendo attenzione che non fuoriesca dal taglio.
    • Leggi l'etichetta del prodotto per sapere quante incisioni devi praticare e quanto diserbante devi applicare in ciascuna di esse (in genere basta 1 ml).
    • Con alcuni alberi particolarmente resistenti devi eliminare una fascia di corteccia lungo la circonferenza del tronco e applicare il prodotto sul legno sottostante.[40]
  2. 2
    Rimuovi il legno morto. Dopo alcuni giorni o settimane, il tronco e le radici iniziano a morire e a spezzarsi; man mano che i pezzi di legno si staccano, togligli e buttali via. Quando l'albero è caduto o marcito completamente, scava attorno al ceppo per sradicarlo, usando un badile o un escavatore.
    • Alcuni alberi o apparati radicali devono essere trattati più volte per far penetrare il diserbante nel legno. Se l'albero sopravvive, controlla l'etichetta del prodotto per sapere come applicarne dell'altro; ricorda di esporre il legno vivo alla sostanza.
  3. 3
    Rimuovi il ceppo. Dopo che l'albero è morto, scava intorno al ceppo utilizzando una pala o un piccone. Tieni presente che potrebbero volerci anni all'albero per decomporsi da solo, quindi è meglio non aspettare. Assicurarsi di rimuovere completamente il ceppo per evitare che le radici ricrescano.
    Advertisement

Consigli

  • Per preservare l'albero e tenerlo in buona salute, è importante rispettare un buon equilibrio fra l'apparato radicale e la cima. Tagliare le radici vicino al tronco (entro pochi metri) distrugge fino a un quarto del sistema radicale. Questa è la ragione per cui, uccidendo le radici, si uccide in genere anche l'albero.
  • Per evitare problemi futuri con le radici, studia i diversi tipi di alberi che crescono bene nella tua regione prima di piantarli; è inoltre molto importante conoscere il sistema radicale del proprio albero. Alcuni tipi di alberi, come l'acero e il fico, sono noti per creare qualche problema e non sono adatti a essere interrati vicino alla casa o lungo i marciapiedi.
  • Ci sono diversi modi per uccidere le radici o un ceppo, ma sono troppo lenti o inefficaci per tenere sotto controllo le radici:
    • Rimuovere una fascia spessa di corteccia dal tronco per interrompere l'apporto di nutrienti dalle foglie verso le radici.[41] Per uccidere un grosso albero con questo metodo sono necessari diversi anni, a meno che non venga utilizzato un diserbante in associazione.[42]
    • Seppellire le radici attorno al tronco con il pacciame mette sotto stress l'albero e lo rende vulnerabile; tuttavia, sono necessari diversi anni prima che muoia.[43]
    • Bruciare un ceppo o seppellirlo con compost o fertilizzante sono metodi lenti e inefficaci.[44]
Advertisement

Avvertenze

  • Se togli le radici grandi a un albero vivo potresti causarne la caduta durante le giornate di forte vento.
  • I diserbanti, soprattutto quelli concentrati, possono danneggiare gravemente la pelle e i polmoni; se il liquido entra in contatto con la pelle, segui le istruzioni di primo soccorso riportate sull'etichetta.
  • Alcuni giardinieri consigliano di versare il sale sul terreno per sbarazzarsi delle radici, ma in questo modo si uccide anche tutta la vegetazione della zona, con il grave rischio di inquinare inoltre la falda acquifera.
  • Se piove entro sei ore dall'applicazione del diserbante, questo viene lavato via.[45]
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Giardinaggio
  1. http://aces.nmsu.edu/ces/yard/2004/071704.html
  2. http://www.gfc.state.ga.us/community-forests/ask-the-arborist/treeroots-driveways-sidewalks.pdf
  3. http://www.coldclimategardening.com/2011/11/14/mulch-can-kill-trees/
  4. http://www.superterry.com/kill-tree-roots-sewer-line/
  5. http://www.cdpr.ca.gov/docs/license/pubs/sewrline.pdf
  6. http://www.deercreekalliance.org/pollution
  7. http://www.cdpr.ca.gov/docs/license/pubs/sewrline.pdf
  8. http://www.cdpr.ca.gov/docs/license/pubs/sewrline.pdf
  9. http://www.cdpr.ca.gov/docs/license/pubs/sewrline.pdf
  10. https://www.rhs.org.uk/advice/profile?PID=260
  11. http://www.nativetreesociety.org/multi/index_multi.htm
  12. https://journals.uair.arizona.edu/index.php/rangelands/article/download/10762/10035
  13. http://www.treeremoval.com/tree-removal-safety-guide/
  14. http://articles.chicagotribune.com/2010-11-12/classified/sc-home-1108-diy-clearing-stumps-20101112_1_stump-natural-approach-roots
  15. http://www.treeremoval.com/stump-removal/
  16. http://www.popularmechanics.com/home/lawn-garden/how-to/a129/stump-grinder-tips/
  17. https://www.rhs.org.uk/advice/profile?pid=229
  18. http://www.umass.edu/urbantree/factsheets/26killastump.html
  19. http://arnoldia.arboretum.harvard.edu/pdf/articles/1989-49-4-tree-roots-facts-and-fallacies.pdf
  20. http://edis.ifas.ufl.edu/ag259
  21. http://extension.arizona.edu/sites/extension.arizona.edu/files/pubs/az1401.pdf
  22. http://edis.ifas.ufl.edu/ag259
  23. http://www.aces.edu/pubs/docs/A/ANR-1465/ANR-1465-low.pdf
  24. http://extension.arizona.edu/sites/extension.arizona.edu/files/pubs/az1401.pdf
  25. http://extension.arizona.edu/sites/extension.arizona.edu/files/pubs/az1401.pdf
  26. http://www.fao.org/WAICENT/FAOINFO/AGRICULT/AGP/AGPC/doc/PUBLICAT/FAOBUL3/B3014.htm
  27. https://www.rhs.org.uk/advice/profile?pid=229
  28. http://edis.ifas.ufl.edu/ag259
  29. http://earth911.com/recycling-guide/how-to-recycle-pesticides-containers/
  30. http://edis.ifas.ufl.edu/ag245
  31. http://soundnativeplants.com/wp-content/uploads/Girdling.pdf
  32. http://www.fs.fed.us/t-d/pubs/pdfpubs/pdf99242809/pdf99242809pt01.pdf
  33. http://www.nwtree.com/blog/kill-tree-roots-naturally/
  34. http://www.coldclimategardening.com/2011/11/14/mulch-can-kill-trees/
  35. https://www.rhs.org.uk/advice/profile?pid=229
  36. http://www.aces.edu/pubs/docs/A/ANR-1465/ANR-1465-low.pdf

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement