Come Eliminare le Verruche del Cane

Scritto in collaborazione con: Pippa Elliott, MRCVS

Quasi tutte le verruche nei cani sono benigne e non è necessario toglierle. Rimuoverle senza motivo potrebbe, in effetti, creare dello stress inutile nell'animale e addirittura innescare la crescita di altre verruche. Tuttavia, se decidi di toglierle, ci sono alcuni rimedi olistici che puoi provare prima di portare il tuo amico peloso dal veterinario e dover spendere soldi per un intervento professionale.

Metodo 1 di 3:
Osservare la Verruca

  1. 1
    Verifica se la neoformazione è una verruca. Le verruche nei cani sono delle masse cutanee benigne che colpiscono questi animali con il passare degli anni, un po' come si formano i nei nelle persone. Ci possono essere anche altre crescite anomale che si formano sulla pelle dei nostri amici a quattro zampe. Alcuni esempi sono i fibromi penduli, i mastocitomi, gli istiocitomi, i tumori dei follicoli piliferi, i nevi di collagene e i fibromi.
    • Se non sei certo che la crescita sulla pelle del tuo amico fedele sia una semplice verruca, rivolgiti al veterinario. Egli potrà prelevare un campione della neoformazione e analizzarlo al microscopio per fornirti una diagnosi accurata.
  2. 2
    Esamina l'aspetto della verruca. Le vere verruche sono causate dal papilloma virus e si formano più spesso nei cuccioli o nei cani anziani che hanno uno squilibrio nel loro sistema immunitario. Queste verruche assomigliano un po' ai cavolfiori ed è più facile vederle attorno al naso, alle labbra o sulle gengive. In genere spariscono da sole dopo qualche mese, quando il sistema immunitario si fortifica, ma possono essere contagiose e creare al cane qualche difficoltà di deglutizione e respirazione.
    • Le verruche più comuni e benigne sono piccole, di color carne; sembrano un po' come dei piccoli funghi.
    • Se una verruca benigna inizia a crescere o ti sembra infiammata, è necessario rimuoverla. Non puoi sempre capire se una neoformazione è cancerosa o meno limitandoti a osservarla. Molte volte una verruca cancerosa è nera, cresce velocemente ed è infiammata. Di solito si forma attorno alle palpebre o sulle labbra e deve essere tolta il prima possibile.
  3. 3
    Monitora la crescita della verruca. Finché non aumenta di dimensione o non cambia aspetto, in genere non c'è bisogno di toglierla. Tuttavia, informa il veterinario in merito a qualunque nuova verruca si sviluppi sul cane, in modo che possa controllarla.
    • Molte verruche spariscono da sole, ma anche quelle persistenti il più delle volte non sono pericolose.
  4. 4
    Valuta se la verruca crea o meno qualche problema. Potresti decidere di toglierla per un puro motivo estetico, ma di solito non viene consigliato un intervento chirurgico solo per questa ragione. Se però inizia a dare qualche problema, provoca prurito, il cane continua a grattarsi o comunque mostra disagio, potrebbe essere opportuno farla rimuovere.
    • Il veterinario può anche darti delle indicazioni circa l'opportunità di una rimozione. Se provoca irritazione e l'animale continua a grattarsi o la verruca strofina contro il collare, è meglio toglierla per evitare che si ripresentino infezioni e infiammazioni. A volte il prurito può anche essere un indicatore di una verruca cancerosa che deve essere rimossa.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Trattare la Verruca con Rimedi Olistici

  1. 1
    Prendi nota dei miglioramenti dopo ogni trattamento applicato. Inizia a monitorare la neoformazione già il giorno prima di iniziare una cura. Fai una foto della verruca (o del neo) per avere un punto di riferimento. Usa un righello per calcolarne la lunghezza in millimetri. Scrivi la data in cui hai fatto la foto, segna sul calendario il primo giorno in cui inizi il trattamento e annota tutti i riferimenti e le misurazioni.
    • Se sei certo che il cane abbia solo una verruca benigna (non cancerosa), puoi provare alcuni di questi rimedi olistici. Per la maggior parte di loro, non sono stati fatti molti studi per definirne la reale efficacia, ma possono essere di aiuto per il cane.
  2. 2
    Prova la Thuja. Si tratta di un rimedio omeopatico che deriva da un tipo di albero ed è considerato sicuro per la maggior parte dei cani. È disponibile in formato liquido o in granuli e deve essere somministrato per via orale.
    • È necessaria solo una singola dose. Se però dopo le prime due settimane non noti alcun miglioramento, devi somministrargli una seconda dose.
    • Tieni presente che la Thuja è un rimedio omeopatico che viene dato anche ai cani che soffrono di vaccinosi, ossia una malattia da vaccino. Ci sono alcune ipotesi circa la possibilità che le verruche siano causate da questa patologia; se pensi che questo sia il caso del tuo animale, la Thuja si dimostra ancora più efficace.
    • Sappi che può indurre l'aborto, quindi non darla al tuo amico peloso, se è una femmina incinta.
  3. 3
    Il Psorinoheel è un integratore che contiene psorinum e zolfo, oltre alla Thuja. Tutti questi ingredienti svolgono una funzione antivirale.
  4. 4
    Rafforza il sistema immunitario del tuo amico fedele con degli integratori di vitamine. La verruca potrebbe essere l'indicatore di un sistema immunitario debole, quindi potrebbe scomparire da sola, se riesci a risolvere questo problema. Gli integratori che forniscono sostegno al sistema immunitario contengono diversi elementi come l'arabinogalattano, la luteina e i funghi shiitake.
  5. 5
    Somministra al cane la L-Lisina. È disponibile in compresse; dagli 500 mg due volte al giorno finché la verruca non scompare.
  6. 6
    Applica la vitamina E sulla verruca. Usa un ago o un coltello sterile per rompere la compressa e applica la vitamina E direttamente sulla zona interessata usando un dito pulito o un batuffolo di cotone. Ripeti la procedura tre o quattro volte al giorno per tre settimane, finché non inizi a notare dei miglioramenti.
  7. 7
    Strofina dell'olio di ricino sulla verruca. Quello comune che trovi in quasi tutti i supermercati può ammorbidire la verruca e ridurre notevolmente l'irritazione, così che il cane non la gratti e non la rompa. Usa un dito pulito o dell'ovatta per applicare l'olio direttamente sull'area. Ripeti la procedura una volta ogni uno o due giorni, o al bisogno, per ridurre l'irritazione finché la verruca non sparisce.
  8. 8
    Prova l'aceto di mele. Si tratta di un rimedio molto efficace per rimuovere le verruche o i nei. Inizialmente non è doloroso, ma proseguendo con il trattamento può provocare un lieve formicolio pungente man mano che la sostanza acida elimina la neoformazione. Evita assolutamente di applicare l'aceto di mele attorno agli occhi o nella zona genitale del cane.
    • Versa una piccola quantità di aceto in una tazza.
    • Spalma un po' di vaselina attorno alla verruca per proteggere la pelle circostante.
    • Fai sedere o sdraiare il cane in maniera tale che la verruca sia proprio di fronte a te. Prendi un contagocce e applica due o tre gocce di aceto di mele sulla verruca e lasciale agire. Se un po' di liquido bagna la pelle circostante, asciugala con un tovagliolo di carta.
    • Distrai l'animale con un giocattolo o accarezzalo mentre lasci che la verruca si impregni di aceto per 10 minuti; al termine lascia andare il cane.
    • Applica questo rimedio tre o quattro volte al giorno. Man mano che il trattamento procede, l'animale potrebbe iniziare a provare una sensazione pungente sulla punta della verruca, che comincia a sfaldarsi; continua però con la procedura 3-4 volte al giorno finché non raggiungi la "radice". Alla fine la verruca si seccherà e cadrà.
    • Quando la radice si secca, lascia una macchia rossa o una bolla sulla pelle. Puliscila delicatamente con acqua tiepida o un panno umido e poi applica dell'olio di cocco sulla zona una volta al giorno finché la vescica non guarisce. L'olio di cocco ha delle proprietà antimicotiche e favorisce la guarigione rigenerando le cellule della pelle.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Togliere la Verruca con i Farmaci

  1. 1
    Somministra l'azitromicina al tuo amico a quattro zampe. Questo è un tipo di antibiotico che viene prescritto per trattare le malattie di origine batterica negli uomini, ma che viene usato anche in campo veterinario per contrastare le verruche. È fondamentale che venga prescritto dal veterinario. La formulazione è per uso orale (la dose viene calcolata in base al peso del cane) e va somministrato una volta al giorno fino a 10 giorni.
  2. 2
    Valuta un trattamento a base di interferone da somministrare per via sottocutanea, se la verruca è causata da un'infezione virale. Si tratta di una terapia antivirale che viene prescritta dal veterinario e che deve essere messa in atto quando la verruca non si risolve con altri rimedi o se è particolarmente estesa. Il veterinario inietta il farmaco nel corpo del cane diverse volte a settimana oppure ti darà le istruzioni e ti mostrerà come fare tu stesso l'iniezione.
    • Questo trattamento può durare fino a otto settimane.
    • Sebbene tu voglia evitare un intervento chirurgico e i rischi a esso associati, tieni presente che questa procedura comporta diversi effetti collaterali, tra cui febbre e perdita di appetito.
  3. 3
    Chiedi al veterinario di eseguire l'elettrocauterizzazione. Durante l'intervento, chiamato anche elettrochirurgia, il veterinario usa un piccolo strumento che diffonde una quantità minima concentrata di elettricità sulla verruca. L'elettricità brucia i tessuti malati in modo da rimuovere la verruca.
    • La procedura di solito viene eseguita in anestesia locale, quindi è una valida soluzione, se sei preoccupato dei rischi che possono derivare dall'anestesia generale.
  4. 4
    Valuta con il veterinario la possibilità della criochirurgia. Durante tale processo il medico usa uno strumento specifico per congelare la verruca. Il congelamento distrugge i tessuti malati, riducendo la verruca in maniera significativa e, in molti casi, facendola scomparire completamente.
    • Come l'elettrocauterizzazione, anche questa procedura viene eseguita in anestesia locale, così il cane non deve essere completamente sedato.
  5. 5
    Opta per l'escissione. Si tratta del metodo più tradizionale per le verruche, ma in questo caso potrebbe essere necessaria un'anestesia generale. Durante l'intervento, il veterinario taglia la verruca e i tessuti malati usando un bisturi.
    • Il medico potrebbe decidere di rinviare l'intervento alla prima occasione in cui il cane dovrà essere sedato, in quanto questo tipo di anestesia è piuttosto invasivo e potrebbe non valere la pena correre tale rischio per rimuovere semplicemente una verruca.
  6. 6
    Prova l'ablazione laser. Scegli questo trattamento se la verruca è particolarmente ostinata e non si riduce con altre cure. Anche in questo caso è necessaria l'anestesia generale, ma l'ablazione laser colpisce direttamente la radice, dimostrando così di essere la procedura più efficace contro le verruche particolarmente resistenti o ricorrenti.
    Pubblicità

Consigli

  • Grazie all'analisi delle verruche provocate dal papilloma virus il veterinario può stabilire lo stato attuale del sistema immunitario del cane. Questo metodo può dimostrarsi particolarmente utile per i cani anziani, il cui sistema immunitario è più soggetto a squilibri. Per questo motivo, potresti valutare seriamente la possibilità di non intervenire sulle verruche, purché o almeno finché queste non creano problemi all'animale.
Pubblicità

Avvertenze

  • Se le verruche sono causate da un virus, devi tenere il tuo amico peloso lontano dagli altri cani. Questa precauzione è ancora più importante per le verruche che si sono formate in bocca. Assicurati che l'animale abbia la sua ciotola dell'acqua individuale e che non la condivida con altri cani. Inoltre devi tenerlo lontano dai parchi pubblici o da altre aree molto frequentate dai cani finché le verruche non saranno scomparse.


Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Veterinaria del Royal College of Veterinary Surgeons
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Pippa Elliott, MRCVS. La Dottoressa Elliott è una veterinaria con oltre trenta anni di esperienza. Si è laureata all'Università di Glasgow nel 1987 e ha lavorato come specialista in chirurgia veterinaria per sette anni. In seguito, ha lavorato per più di dieci anni come veterinaria in una clinica per animali.
Categorie: Cani

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità