Come Eseguire la Tecnica della Coppettazione

La coppettazione (o cupping) è una pratica della medicina tradizionale cinese, usata per trattare dolori cronici e altre algie. È meglio eseguirla con l'aiuto di un'altra persona, facendo in modo che assista il paziente durante l'applicazione delle coppette, anziché cercare di svolgere da soli questa operazione.

Parte 1 di 3:
Parte prima: Preparazione

  1. 1
    Individua l'area da trattare. Stabilisci il punto del corpo in cui posizionare le coppette. Per lenire un dolore o un indolenzimento con l'uso delle coppette, è necessario applicare questa tecnica direttamente sulla zona interessata.
    • Concentrati sui gruppi muscolari che circondano tutta l'area dolorante.
    • Tieni presente che le aree muscolari del corpo quali schiena, stomaco, braccia e gambe sono le zone ideali da sottoporre a questo trattamento.
    • Non applicare le coppette su un'area in cui senti battiti. Dovresti anche evitare di applicarle su zone colpite da trombosi arteriosa, venosa o ulcere.[1]
    • Quando usi questa tecnica per trattare un'algia diversa dal dolore cronico – ad esempio, per risolvere una sindrome ansioso-depressiva o curare una congestione bronchiale – è necessario consultare un agopuntore autorizzato per stabilire il punto migliore su cui applicarle.
  2. 2
    Pulisci la pelle. Lava il sito da trattare con acqua e sapone. Asciuga bene con un panno pulito.
    • Prova anche a rimuovere tutti i peli dalla zona. Il risucchio che si crea durante il procedimento può tirare i peli sparsi e causare dolore inutile.
  3. 3
    Applica l'olio sulla pelle. Spalma una piccola quantità di crema o olio per la pelle sulla zona che intendi trattare. Strofina accuratamente il prodotto sulla cute.
    • Questo passaggio è facoltativo, perciò se desideri puoi saltarlo.
    • Tuttavia, seguendolo, puoi ridurre il rischio di eventuali irritazioni e facilitare il compito di spostare e riposizionare le coppette, qualora dovesse rivelarsi necessario durante il trattamento.
    • Per ottenere risultati migliori, utilizza una crema medicata o un olio formulato per lenire la pelle irritata, come l'olio di calendula. Evita prodotti che la riscaldano o che aumentano l'afflusso di sangue, dal momento che la coppettazione di per sé attira sangue verso gli strati cutanei più superficiali.
  4. 4
    Prepara le coppette. Lava le coppette di vetro che intendi utilizzare con acqua tiepida, leggermente salata. Dopodiché asciugale per bene.
    • Sarà meglio se il vetro delle coppette è doppio, ma puoi anche ricorrere a vasetti di plastica, bambù, ferro o ceramica.
    • Avrai bisogno almeno di due diverse dimensioni di coppette. Metà dovrebbe avere una capienza di 125 ml, l'altra metà di 60 ml. Se hanno un'apertura più stretta, andranno anche meglio rispetto a quelle con la bocca più ampia.
    • Sciogli 1,5 ml di sale in 500 ml di acqua per pulire le coppette. Utilizza questa soluzione per strofinarle accuratamente. Sciacquale sotto l'acqua corrente, dopodiché asciugale bene con un panno pulito.
    Advertisement

Parte 2 di 3:
Parte Seconda: Applicazione

  1. 1
    Immergi un batuffolo di cotone nell'alcol. Prendi un batuffolo di cotone sterile, usando un paio di pinzette mediche lunghe. Mettilo in un piatto dove avrai precedentemente aggiunto dell'alcol e lascia che si impregni.[2]
    • Puoi anche usare altri materiali infiammabili al posto del cotone. Le alternative più comuni includono carta ed erbe secche.
    • Raccogli qualsiasi traccia di alcol nel piattino. Il materiale deve essere impregnato di alcol, ma non gocciolare.
  2. 2
    Accendi con cautela il cotone. Con un accendino o una candela dai fuoco al cotone, facendo attenzione. Reggilo con le pinzette precedentemente usate.
    • Assicurati che la bottiglia dell'alcol sia chiusa prima di accendere il cotone. Lasciandola aperta, rischi che si sprigioni un incendio.
    • Tieni lontani altri materiali infiammabili dall'area di lavoro al fine di ridurre ulteriormente il rischio di incendi o ustioni involontarie.
    • Devi riuscire a controllare la fiamma durante tutto il procedimento. Se cresce a dismisura e non riesci a gestirla, chiudi il materiale in fiamme in un contenitore ignifugo, in modo da eliminare l'ossigeno e soffocare il fuoco.
  3. 3
    Posiziona la fiammella nella coppetta. Mentre brucia, metti il cotone nella prima coppetta di vetro. Tienilo al suo interno per 2-5 secondi, o finché il vetro non sarà sensibilmente caldo.[3]
    • Non lasciare che la coppetta diventi rovente. Dovrebbe essere calda al tatto, ma non così tanto da non poterla prendere a mani nude. Se si surriscalda, c'è il rischio che provochi pericolose ustioni sia sul corpo del paziente che alla persona che esegue il trattamento.
    • Se utilizzi più coppette, continua a tenere il cotone con le pinzette mediche durante tutto il trattamento. Non abbandonarle finché non applicherai tutte le coppette. Se usi solo una coppetta, puoi lasciare il cotone all'interno del vasetto e farlo bruciare. Svuotalo prima di applicarlo sulla pelle.
    • Il fuoco brucia parte dell'ossigeno presente all'interno della coppetta. Questo aspetto è importante, perché se vi fosse troppo ossigeno, si perderebbe l'effetto di aspirazione necessario per farla aderire alla cute.
  4. 4
    Applica rapidamente la coppetta sulla pelle. Non appena rimosso il cotone che brucia, capovolgi il vasetto e posizionalo sulla cute dell'area da trattare.
    • Quando la coppetta si raffredda, all'interno si crea un vuoto. Il vuoto, a sua volta, produce un risucchio sufficiente a tenere la coppetta sul punto prescelto e ad alzare la pelle attraverso l'apertura del vasetto in direzione dello spazio vuoto.
    • Il risucchio della pelle apre i pori e stimola la circolazione sanguigna. Infatti, il sangue stagnante presente nei vasi della zona trattata viene effettivamente rimosso attraverso l'afflusso di sangue nuovo. Grazie alla presenza di sangue nuovo nei tessuti, il punto sottoposto al trattamento riceve una quantità di ossigeno migliore e più salutare.[4]
  5. 5
    Ripeti l'operazione, se necessario. Lavora con un vasetto alla volta. Riscalda ogni coppetta con la fiamma sprigionata dal cotone, quindi capovolgila e posizionala sulla pelle. Continua fino a collocare tutte le coppette previste.
    • Nelle zone delle articolazioni utilizza le coppette più piccole (da 60 ml).
    • Nelle zone con maggiore presenza muscolare utilizza le coppette più grandi (da 125 ml).
  6. 6
    Spegni il fuoco. Spegni la fiamma facendo cadere il cotone in un contenitore ignifugo e coprendola con un coperchio.
    • In sostanza, devi soffocare la fiamma, togliendole ossigeno.
    • Di solito, quando è piccola, la fiamma si spegne da sola, anche se lasciata in un contenitore aperto resistente al fuoco, ma è meglio soffocarla quando non è più necessaria, giusto per essere sicuri. Se è abbastanza piccola, puoi anche spegnerla semplicemente soffiando.
  7. 7
    Lascia le coppette al loro posto per circa 5-10 minuti. Tienile sulla pelle non più di 10 minuti, o finché la cute sottostante non comincia a diventare di colore rosso-violaceo. Rimuovi i vasetti sollevandoli semplicemente con le mani.
    • Dieci minuti sono il tempo ideale per trattare la maggior parte delle algie, ma cinque minuti potrebbero bastare per offrire qualche beneficio al paziente. Tuttavia, non tenere le coppette per più di 15 minuti.
    • Se il risucchio è troppo doloroso da sopportare, rimuovi le coppette prima del tempo previsto.
    Advertisement

Parte 3 di 3:
Parte Terza: Cure Post-Trattamento

  1. 1
    Aspettati qualche livido. Quasi sempre la coppettazione produce dei lividi. Nella maggior parte dei casi, le ecchimosi causate da questa pratica sono poco dolorose e spariscono entro 3-4 giorni senza la necessità di ricorrere a ulteriori trattamenti.
    • Tieni presente che in alcuni individui i lividi provocati dalla coppettazione possono durare fino a una settimana. Se i segni non si riducono dopo questo periodo di tempo o addirittura peggiorano, consulta il tuo medico.
    • In realtà, queste contusioni possono fornire un ausilio diagnostico. Se i segni si presentano con una tonalità di viola più intenso, generalmente indicano una maggiore stagnazione di sangue, e probabilmente l'origine dei dolori avvertiti dal paziente si trova appena sotto quella zona che, pertanto, costituisce il punto in cui bisognerebbe concentrare l'applicazione delle coppette o altri trattamenti in futuro.
  2. 2
    Cura le vesciche che possono formarsi. In rari casi, la coppettazione può produrre vesciche lievi o moderate. Cura quelle gravi o dolorose, pungendole, drenando il liquido accumulato sotto la pelle e disinfettando la zona.
    • Disinfetta un ago integro o uno spillo non deformato, strofina un po' di alcol isopropilico e con la dovuta attenzione pratica un foro sul bordo della vescica usando la punta dell'ago.[5]
    • Dopo aver punto la vescica, premi delicatamente cercando di drenare il liquido verso il foro.
    • Applica una pomata antibiotica e una benda pulita sulla zona dopo aver fatto uscire il liquido.
  3. 3
    Fai un uso moderato della coppettazione. È possibile eseguire questa tecnica regolarmente, ma un uso esagerato può essere controproducente per la salute. Ricorri a questo trattamento 1-2 volte al giorno, per non più di 15 minuti sulla zona prescelta.[6]
    • Puoi ripetere la coppettazione quotidianamente per un massimo di 10 giorni. Dopo il decimo, aspetta uno o due giorni prima di fare un'altra applicazione.
    Advertisement

Consigli

  • Se trovi che sia un metodo utile, compra un kit per la coppettazione. È dotato di speciali vasetti per il risucchio dell'aria e una pompa che permette di aspirarla senza l'uso del fuoco.
Advertisement

Avvertenze

  • Non usare questa tecnica se sei incinta o durante il ciclo mestruale. Dovrebbero astenersi anche le persone affette da cancro metastatico, spasmi muscolari o che presentano fratture ossee.
  • Sottoponiti alla coppettazione solo dopo aver ricevuto la diagnosi di un professionista. È probabile che non sia efficace in tutte le circostanze. Infatti, in alcuni casi, può anche peggiorare la situazione.
  • Il "wet cupping", ovvero una variazione di questa tecnica che comprende il salasso, deve essere eseguito solo da un professionista e mai fatto in casa.
Advertisement

Cose che ti Serviranno

  • Sapone
  • Acqua calda
  • Sale
  • Asciugamani di carta
  • Crema medicata per la pelle oppure olio vegetale (facoltativo)
  • 1-6 coppette di vetro da 60 ml ciascuna
  • 1-6 coppette di vetro da 125 ml ciascuna
  • Batuffoli di cotone
  • Alcol
  • Pinzette mediche lunghe
  • Recipiente ignifugo con coperchio

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement