Come Eseguire un'Autopsia su un Essere Umano

L'autopsia viene eseguita su una persona deceduta da un anatomopatologo (un medico specializzato) o da un medico legale. La procedura serve generalmente per determinare quattro cose specifiche: l'ora della morte, la causa del decesso, la presenza di qualunque danno presente sul corpo (inclusi quelli causati dalle malattie) e il tipo di morte (suicidio, omicidio o cause naturali). Non si deve tentare questa operazione senza avere alle spalle anni di esperienza professionale.

Parte 1 di 2:
Passaggi Preparatori prima di Eseguire l'Autopsia

  1. 1
    Comprendi in cosa consiste la procedura. L'autopsia è un esame dettagliato (e una dissezione) post-mortem del corpo umano. Viene eseguita per determinare con una certa esattezza l'ora e la causa del decesso, oltre alla presenza di traumi e/o malattie.[1]
    • La procedura viene effettuata da un anatomopatologo o da un medico legale altamente specializzato che sa come analizzare correttamente i tessuti e i fluidi corporei.
    • Se la morte della persona è oggetto di investigazione forense, allora l'autopsia è un obbligo di legge.
    • Allo stesso modo, se l'individuo muore durante una sperimentazione clinica, allora l'autopsia è necessaria per ottenere le informazioni sulla causa della morte.
    • In caso contrario, la scelta di eseguire la procedura è lasciata ai parenti del defunto. Le cause comuni che inducono i familiari a chiedere un'investigazione post-mortem sono l'incertezza della causa del decesso o il timore della presenza di patologie genetiche che potrebbero colpire gli altri parenti.
  2. 2
    Ottieni l'autorizzazione. In genere, il consenso viene fornito dai familiari, ma nel caso la morte rientri nelle indagini di polizia, sarà il tribunale a richiedere e autorizzare l'autopsia.[2]
    • L'ottenimento del permesso a procedere è un passaggio fondamentale e spesso è necessario un modulo firmato alla presenza di testimoni.
    • Accertati di aver adempiuto a tutte le formalità burocratiche prima di iniziare un'autopsia.
  3. 3
    Ottieni i dati necessari prima di avviare la procedura. Esistono molti fattori che ruotano attorno al decesso di un individuo ed è importante conoscerne la storia clinica completa, oltre a una descrizione dettagliata degli eventi che hanno condotto alla morte. In questo modo lo studio e la dissezione del corpo si renderanno ancora più utili.[3]
    • La polizia gioca un ruolo importante sull'investigazione della "scena del crimine", se un crimine c'è stato, e dell'analisi di ulteriori prove che possono supportare il potenziale motivo della morte.
    • In base alla sospetta causa di morte, l'autopsia potrebbe essere condotta solo in certe parti e non su tutto il corpo; questo dettaglio varia in base al caso. Per esempio, se una persona è deceduta a seguito di una malattia polmonare, sarà sufficiente un'analisi dei polmoni per confermare il motivo della morte.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Eseguire l'Autopsia

  1. 1
    Inizia l'esame esterno.[4] Per prima cosa annota l'altezza, il peso, l'età e il sesso del cadavere. Scrivi anche ogni caratteristica particolare, come le voglie congenite, le cicatrici o i tatuaggi.[5]
    • A questo punto dovresti anche rilevare le impronte digitali, perché potrebbero essere utili per le investigazioni della polizia.
    • Controlla gli abiti e la cute alla ricerca di qualcosa fuori dal comune. Osserva eventuali gocce di sangue, tracce di materiale organico o ogni residuo che si trova sui vestiti. Scrivi nella relazione anche ogni livido, ferita o segno cutaneo.
    • Le fotografie si rivelano utili per documentare l'aspetto di ogni rilevamento significativo o dettaglio anomalo che osservi durante l'esame. Ricorda di scattare foto del corpo sia vestito sia nudo.
    • Prendi appunti scritti a mano o attraverso un programma di registrazione vocale, in modo che un trascrittore medico possa redigere il referto in un secondo momento.
  2. 2
    Esegui delle radiografie. Questo esame ti permette di individuare ogni frattura ossea o impianto medico, come il pace-maker.[6] Ciò che viene rivelato dalle lastre è di aiuto anche durante il processo di identificazione del cadavere.
    • Osserva eventuali lavori dentali. Questi spesso sono usati per identificare i corpi.
  3. 3
    Ispeziona l'area genitale alla ricerca di indizi che possano far pensare a violenza sessuale. I lividi e le lacerazioni sono molto comuni in questi casi.
  4. 4
    Prendi un campione di sangue. Può rivelarsi utile per uno studio del DNA oppure per capire se la vittima era sotto l'influenza di droghe, se ha abusato di alcool oppure se ci sono tracce di veleni correlate con il decesso.
    • Dovresti prelevare anche un campione di urina direttamente dalla vescica aspirandolo con una siringa. Proprio come il sangue, è possibile controllare l'urina alla ricerca di sostanze stupefacenti o veleni.
  5. 5
    Terminata l'ispezione esterna, apri il torace e l'addome del cadavere. Usando un bisturi pratica una grande incisione a "Y" da ciascuna spalla verso il centro del torace e poi verso il basso fino all'osso pubico. Divarica la cute e controlla se ci sono delle costole rotte.[7]
    • Taglia la cassa toracica con il costotomo, aprila ed esamina i polmoni e il cuore.[8] Osserva eventuali anomalie e poi prendi un secondo campione di sangue direttamente dal cuore.
  6. 6
    Ispeziona individualmente ogni organo della cassa toracica.[9] Pesali uno alla volta, annota ogni caratteristica particolare e prendi un campione di tessuto, nel caso fossero necessari ulteriori esami.
    • Quindi, ripeti lo stesso procedimento per gli organi della cavità addominale, come la milza e gli intestini, dato che in certi casi il cibo parzialmente digerito può essere d'aiuto per determinare l'ora della morte.
  7. 7
    Osserva attentamente gli occhi. La presenza di petecchie (piccole macchie rosse causate dai vasi sanguigni rotti) può essere indizio di soffocamento o strangolamento.
  8. 8
    Controlla la testa. Cerca la presenza di traumi sul cranio, inclusi ematomi e fratture. In seguito rimuovi la calotta cranica e il cervello.[10] Segui la medesima procedura che hai applicato nello studio degli altri organi.[11] Pesa il cervello e prendine un campione.
  9. 9
    Termina di prendere appunti o di registrare le note vocali una volta conclusa l'autopsia. Dichiara la causa della morte e i motivi per cui sei giunto a questa conclusione. Menziona ogni dettaglio, non importa quanto piccolo, dato che potrebbe rappresentare l'indizio determinante per fermare un omicida oppure per tranquillizzare i parenti.
    • Deposita il referto in tribunale (dando per scontato che hai dovuto eseguire un'autopsia forense); in base ai tuoi risultati verrà ufficializzata la causa del decesso.
    • Infine, il corpo verrà restituito alla famiglia che potrà predisporre i funerali.[12]
    Pubblicità

Avvertenze

  • Non eseguire un'autopsia o delle dissezioni se non sei un anatomopatologo abilitato (un medico specialista), in caso contrario potresti essere accusato di vilipendio di cadavere (un reato penale).
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 19 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Salute

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità