Come Essere Assertivi senza Essere Arroganti

L’assertività è uno strumento molto importante per comunicare le proprie esigenze in modo equilibrato per te e per gli altri. Purtroppo, per alcune persone insicure, le persone assertive appaiono talvolta minacciose ed è più facile considerarle arroganti, egoiste o inutili quando ricevono un "no" di risposta, o quando tendono a stabilire confini. In particolare, le persone che hanno la preoccupazione di essere raggirate o hanno problemi di fiducia o di indigenza possono interpretare le risposte assertive come una minaccia al proprio calendario delle cose da fare e cercheranno di rispondere negativamente al comportamento di una persona assertiva. Questo è il punto in cui le cose possono essere un po' complicate per i neofiti dell’assertività, ma non c’è motivo di cominciare improvvisamente a preoccuparsi di essere arrogante!

Passaggi

  1. 1
    Verifica che stia utilizzando in modo appropriato la comunicazione assertiva. Se hai abbracciato l’assertività da poco, o non ti senti come sei di solito a causa di malattia o di stress, ecc., potresti usare tecniche che sono più aggressive, passive aggressive, o fare supposizioni dove non c’è niente da supporre, piuttosto che essere assertivo. Un rapido controllo che potresti fare è riflettere sui tuoi commenti e il tuo atteggiamento con la persona in questione e scrivere quello che hai detto. Rileggi quello che hai scritto: suona per te assertivo, o il contrario? Sii onesto - riguarda te!
    • Qui c’è un buon sistema per esprimere se stessi senza essere arrogante: How to Practice Nonviolent Communication (Come Praticare la Comunicazione non Violenta).
  2. 2
    Controlla il contesto. A volte alcuni fattori entrano nel problema, quando non dovrebbero. Razza, genere, stato coniugale, età, disabilità, malattie e così via, a volte possono far pensare a un altro che tu abbia un "atteggiamento", piuttosto che uno stile assertivo di comunicazione. Se sospetti che questa sia la situazione, continua con la tua comunicazione assertiva, e considera se vale la pena alimentare la preoccupazione che il tuo stato possa essere la causa delle risposte negative da parte della persona che ti accusa di essere arrogante, o se questo può essere qualcosa che richiede una reazione da parte tua nel posto di lavoro, a scuola, nel vicinato, ecc.
  3. 3
    Sii un ascoltatore attivo. Far conoscere alle persone quali sono i tuoi confini e sentimenti, dando allo stesso tempo spazio per parlare, discutere, ed essere disponibili a considerare i loro sentimenti è importante. L’assertività riguarda il dare e il ricevere; prendi un po' del loro tempo per chiarire tuoi sentimenti e destina molto del tuo tempo a sentir parlare dei loro. Ricorda che un buon ascoltatore è anche uno che lusinga, ed è difficile trovare arroganza in questo!
  4. 4
    Sii umile e modesto. L’assertività e l’umiltà formano un buon connubio. Una persona assertiva non ha bisogno di gridare "Io, io, io, guarda cosa ho fatto!" dai tetti. Le persone assertive colpiscono perché continuano a sostenere un’opinione, perché le loro esigenze e gli interessi sono chiari agli altri, e perché sono affidabili; inoltre, diventano spesso una forma di modello per altri che cercano di imporsi in modo efficace. Prendi a cuore questo ruolo ma non vantartene, non farlo notare o diventare invadente, non importa quanto intelligente, benvoluto, o affermato possa essere.
  5. 5
    Rifletti sulle tue comunicazioni con gli altri e sullo scopo. Mentre l’assertività è garantire che gli altri rispettino te e ciò che vuoi dalla vita, la comunicazione cessa di essere assertiva quando utilizzi tecniche assertive per confondere o sbalordire qualcuno in cose in cui sei più informato, hai più disponibilità di denaro o stai meglio di lui. La comunicazione assertiva non è su come "fare a modo proprio". Questo trasforma l'assertività in tecniche aggressive di comunicazione ed è questo il momento in cui potrai essere considerato arrogante. Tieni sempre in mente lo scopo delle tue comunicazioni - ti faranno capire meglio, garantiranno che le tue esigenze siano completamente comunicate, e rispetteranno ancora il bisogno di un’altra persona di essere chiaramente compresa e ben informata? Ad esempio, quale di questi esempi preferisci:
    • Ciao, io sono "Arrogante". Ho comprato questo iPhone qui la settimana scorsa. È un bidone. Rimescola i miei messaggi, si è mangiato il mio hard disk, ed emette questo suono alto e penetrante che fa impazzire il mio cane. Ora so solo che un iPhone non dovrebbe comportarsi in questo modo, ma ho il sospetto che il vostro negozio abbia rimosso il fattore X che lo fa funzionare correttamente quando il download del software dal sito di Herod viene aggiunto alla struttura complessiva. Intendo dire, voi pensate di essere molto intelligenti ma io sono un passo davanti a voi e questo puzza veramente. Voglio dire, nell'89 praticamente ho inventato l’idea, ma mi è stata rubata, quindi non intendo farmi menare più per il naso. Questa è un’inadempienza così grave del servizio clienti del vostro negozio che voglio il manager, non semplicemente un addetto alle vendite!"
    • Ciao, io sono "Assertivo". Oh, vedo che ti chiami Giovanna – Ciao Giovanna! Non credo che ci siamo già incontrati - credo di essere stato servito da Angelo la volta scorsa. Comunque, ho comprato questo iPhone la settimana scorsa ed è un bidone. Rimescola i miei messaggi, si è mangiato il mio hard disk, ed emette questo suono alto e penetrante che fa impazzire il mio cane. Ora so solo che un iPhone non dovrebbe comportarsi in questo modo e speravo che potesse dargli un’occhiata per metterlo a posto, o forse, meglio ancora, darmene uno nuovo? Ne vorrei davvero uno nuovo, perché così non dovrei preoccuparmi che possa guastarsi di nuovo. Ho sempre comprato i miei gadget in questo negozio e ho sempre davvero apprezzato il vostro servizio clienti. Così Giovanna, pensa di essere in grado di aiutarmi?"
    • Nel primo esempio, l’Arrogante inizia OK e poi inizia a divagare e finisce per essere aggressivo. Nel secondo esempio, l’Assertivo prende le cose alla leggera e in modo premuroso ma resta focalizzato sul punto, chiede soltanto il coinvolgimento dell'assistente di vendita e non manca di rispettare il suo ruolo. Nota anche come l’ha chiamata per nome all'inizio - stabilire rapporti con qualcuno per quello che è, non solo per il suo ruolo, conta davvero. E questo è un modo incredibile per evitare che gli altri ti considerino arrogante quando pratichi la comunicazione assertiva – che tu tratti gli altri come persone importanti (perché senti che lo sono).
  6. 6
    Ricordati che le tecniche assertive richiedono tempo per essere acquisite e nessuno le pratica sempre in modo giusto. Tuttavia, scusarsi è una buona risposta quando hai sbagliato una comunicazione assertiva e c'è sempre spazio per riaprire le porte a una migliore comunicazione. Leggi articoli su come scusarsi.
  7. 7
    Non prendere a cuore i rimbecchi negativi. Quando hai di fronte una delle personalità più impegnative della tua vita, la cosa migliore da fare è quella di non prenderla su un piano personale. A volte è la sicurezza di sé che è causa d’irritazione per le persone meno sicure e la loro risposta è cercare di insistere sulla propria strada attraverso la critica. Questo non è mai un buon motivo per ricadere nei vecchi schemi degli stili di comunicazione malsana. Semplicemente riafferma il tuo punto di vista, qualunque sia, e scegli di piantarla lì. È qualcosa che può aiutare a fare comprendere in pieno il punto in cui ti trovi. Leggi articoli su come trattare con le persone impossibili e su come smettere di prendere le cose su un piano personale.
  8. 8
    Cerca la via di mezzo. A volte se sei in una situazione in cui devi scegliere tra differenti punti di vista in un gruppo, potrebbero esserci accuse di arroganza da parte di alcuni. Considera sempre la possibilità di essere in grado di apprezzare entrambi i lati dell'argomento e trovare la via di mezzo per mediare le apprensioni. Non devi necessariamente risolvere la situazione, ma puoi aiutare efficacemente il gruppo a trovare una risposta alle sue divisioni attraverso la comunicazione assertiva. In tali situazioni, informa tutti che non si tratta di cercare colpe, di recriminare, e di stabilire responsabilità. Invece, aiuta le persone a vedere se c'è una possibilità di compromesso, dimostrando dove ognuno ha fatto supposizioni sull’altro o sui fatti, mentre ancora sostieni il tuo convincimento o la tua opinione. E suggerisci che hanno un’altra prospettiva per raggiungere un compromesso. Per approfondimenti leggi articoli su come ottenere il consenso.
    Pubblicità

Consigli

  • L’arroganza include sentimenti di superiorità, elitarismo, snobismo o compiacimento. Se ti capita di provare uno di questi, rischi di essere scortese con gli altri piuttosto che stabilire una connessione autentica attraverso la comunicazione assertiva e l’ascolto attivo. È più probabile che la tua assertività sia appropriata per ottenere quello che vuoi, ma non per creare un rapporto di reciprocità con un altro che ritieni al di sotto del tuo livello per qualsiasi motivo. Quella mancanza di schiettezza mina completamente i fondamenti della comunicazione assertiva e significa che è tempo per riflettere sulle insicurezze o gli atteggiamenti elitari che possono essersi insinuati senza che ti rendessi conto. Anche i più esperti comunicatori assertivi possono avere un momento di debolezza quando si danno per vinti e hanno bisogno di riprogettare il loro percorso; nessuna vergogna in questo, preoccupati semplicemente di farlo.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 11 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Interazioni Sociali

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità