Come Essere Meno Noioso con gli Amici

È naturale sentirsi messi da parte dai compagni o dagli amici. A volte le persone agiscono così perché si sentono infastidite dal modo in cui sono trattate, soprattutto all’interno di un gruppo di amici. Ci sono molti fattori, più o meno importanti, che fanno sì che gli altri percepiscano le tue azioni come irritanti. Se sospetti di annoiare i tuoi amici, puoi migliorare sotto alcuni aspetti per sentirti più a tuo agio con i tuoi compagni e anche con te stesso.

Passaggi

  1. 1
    Rispetta i limiti. Tutti hanno dei limiti che devi imparare a conoscere e che devi cercare di non oltrepassare. I limiti variano molto da cultura a cultura e persino da persona a persona.
  2. 2
    Non parlare alle spalle delle persone, soprattutto se non hai discusso il problema con i diretti interessati per prima cosa. Ciò vale in particolare per le persone imparentate con te o con cui hai una relazione affettiva o di amicizia.
  3. 3
    Non cercare sempre il contatto con le persone. Al contrario, non toccarle affatto se sai che a loro non piace. Naturalmente, se siete buoni amici e non se ne curano, allora non c’è niente di male. Diversamente, però, tieni le mani a posto.
  4. 4
    Non essere prepotente e non presentarti senza invito. Cerca di controllare le tue emozioni e non essere troppo invadente, ma dai agli altri lo spazio di cui hanno bisogno senza telefonare tutti i giorni.
  5. 5
    Non rovistare negli oggetti degli altri. Anche se le loro cose non sono private, potrebbero sentirsi offesi se tocchi gli oggetti che si trovano nel loro spazio personale. Se desideri prendere qualcosa in prestito, chiedi prima permesso e aspetta che il proprietario ti dia l’oggetto.
  6. 6
    Fatti gli affari tuoi. Evita di intrometterti in una conversazione dicendo per esempio: “Di cosa state parlando?”. Se qualcuno sta discutendo di qualcosa con un’altra persona e tu cogli solo l’ultima frase, lascia stare.
  7. 7
    Sii umile. Il semplice fatto che tu ti senta sicuro di te non vuol dire che tu debba agire come se fossi migliore di chiunque altro. Non dire o fare cose che potrebbero farti apparire arrogante, come vantarti della tua ricchezza o del tuo successo, e non fare come quelle persone che devono dimostrare che loro e soltanto loro sono gli esperti in una certa materia. Si tratta di un atteggiamento detestabile per tutti, noto come “one-upping”, ossia “competizione con sopraffazione” verso gli amici. Se lo fai spesso, le persone finiranno per deriderti; vantarsi non porta gli amici a pensare che tu sia superiore, ma si stuferanno di te ed è nella natura umana evitare i boriosi.
  8. 8
    Non essere colui che cerca sempre attenzioni e ha bisogno di essere posto ogni volta al centro dell’interesse.
  9. 9
    Non correggere troppo spesso gli errori di grammatica o di ortografia, i difetti di espressione o le imprecisioni degli altri. Alla maggior parte delle persone non piace essere corrette.
  10. 10
    Non lamentarti in continuazione. Ricorda che il mondo non gira attorno a te; se ti lamenti troppo, gli altri ti eviteranno. Lo stesso vale anche nel caso in cui tu screditassi costantemente te stesso, il che non significa essere umili, ma è solo un altro modo per attirare l’attenzione. È normale sentirsi giù una volta ogni tanto ed esprimere lo sconforto, ma devi anche capire quando superare e andare avanti, impegnandoti a essere ottimista.
  11. 11
    Sii consapevole se ostruisci un ingresso restando lì per conversare, o se ostacoli la circolazione delle persone mettendoti in mezzo a un luogo di passaggio (nei negozi, nei centri commerciali o in aeroporto) o se i tuoi bambini stanno facendo chiasso in un luogo pubblico. Inoltre, non cantare ad alta voce o non mettere su musica che altri potrebbero trovare fastidiosa, ma valuta piuttosto gli effetti delle tue azioni sulle persone che ti circondano e otterrai il loro rispetto.
  12. 12
    Sii pulito ed educato. Per esempio, non guardare nella scollatura delle signore e non parlare di funzioni biologiche in pubblico. Copriti il naso e la bocca con l’interno del gomito quando starnutisci o tossisci; cura l’igiene orale lavandoti i denti e/o passando il filo interdentale dopo i pasti per non fare subire agli altri gli effetti del tuo alito cattivo; fai la doccia ogni giorno e indossa sempre indumenti puliti.
  13. 13
    Non assillare. Se qualcuno sta attraversando un momento difficile, non stargli sempre addosso cercando di tirarlo su (a meno che non sia lui a chiederlo, naturalmente). Se fossi tu a passare un brutto momento, non vorresti avere altri attorno a infastidirti con tentativi inutili di tirarti su. Chiedigli se vuole che tu lo conforti, ma ricorda che “no” vuol dire “no”. Parla solo di cosa lo infastidisce se è lui a toccare l'argomento.
  14. 14
    Evita le ripetizioni inutili. Ripetere sempre le stesse azioni in continuazione (come emettere versi inappropriati o tirare i capelli a qualcuno, tamburellare con la matita sul tavolo, succhiare un cubetto di ghiaccio con la bocca aperta, tirare calci verso qualcosa ecc.) non è il modo corretto di attirare l’attenzione. Se una persona dice “basta” vuol dire che la devi smettere e, se continuassi, potresti perdere un amico.
  15. 15
    Non copiare gli altri. Le persone si irritano se cerchi di copiare sempre quello che fanno. Non solo farai sentire gli altri a disagio, ma darai anche l’impressione di essere insoddisfatto di te stesso e di non saper valorizzare la tua personalità.
  16. 16
    Non inviare stati da “copia e incolla” e non inoltrare e-mail o messaggi di testo a una lista di dieci persone. Non solo non hanno senso, ma annoieranno e irriteranno sempre i tuoi amici.
  17. 17
    Non polemizzare senza motivo. Alla maggior parte delle persone non piace discutere. Esprimi genuinamente il tuo disaccordo ed evita di proporti come un esperto dell’argomento perché l’atteggiamento da “so-tutto-io” irrita parecchio le persone. Ovviamente puoi sempre intrattenere dibattiti seri o discussioni sensate con una o più persone, a patto che le circostanze siano adatte e che gli altri siano disposti a partecipare. Non forzare mai una persona a discutere: se ti dice che preferisce non parlare di un certo argomento, non insistere.
  18. 18
    Le conversazioni sono strade a doppio senso e la comunicazione scorre in entrambi i versi con due o più persone che inviano e ricevono messaggi. È interessante se tutti contribuiscono liberamente e apertamente agli argomenti o ai temi di interesse reciproco; nel momento in cui qualcuno vuole controllare o dominare la conversazione, invece, gli altri vengono esclusi. Se parli sempre tu, esaspererai gli altri che a loro volta smetteranno di provare a comunicare con te; quindi, come regola di base, ascolta sempre più di quanto parli, pensa a ciò che dici prima di dirlo ed evita di interrompere qualcuno mentre sta esprimendo un concetto, anche se ti ha appena fatto venire in mente qualcosa da dire. Ricorda le parole famose: “È meglio rimanere in silenzio ed essere considerati imbecilli piuttosto che aprire bocca e togliere ogni dubbio”. Ascolta attivamente e comprendi il punto di vista degli altri per avere nuove prospettive di ragionamento e diventare un interlocutore migliore.
  19. 19
    Non bisbigliare. Parlare a voce troppo bassa può annoiare i tuoi amici, che dovranno chiederti sempre: “Che hai detto?”. Se parli troppo velocemente e non pronunci bene le parole, allora prenderanno l’abitudine di annuire e sorridere quando parlano con te semplicemente perché sono stanchi di dire: “Scusami, non ho sentito; ripeti, per favore”.
  20. 20
    Fare una battuta o un riferimento privato con un amico quando un terzo amico è presente potrebbe fare sentire quest’ultimo escluso. Se lo fai, dovresti spiegare all’altro di cosa stai parlando o quello che intendi dire. Nella maggior parte dei casi ciò non innervosisce le persone; tuttavia, se avviene più volte nella stessa conversazione, irriterà la terza persona al punto tale che non vorrà mai più parlare con te.
  21. 21
    Se fai qualcosa che gli altri non fanno in tua presenza e che sai che non gradiscono, smettila.
  22. 22
    Quando segui uno sport, non fare troppe domande sulle regole, ma guarda e impara lentamente chiedendo solo qualcosa ogni tanto.
  23. 23
    È di fondamentale importanza non mostrarti esagitato o eccessivamente entusiasta per ogni cosa. Tuttavia, se sminuisci tutto o ti atteggi a essere superiore verso tutto e tutti, finirai con l’essere additato come quello che non sa divertirsi e diranno di te che sei pesante. C’è un equilibrio naturale tra questi due estremi.
  24. 24
    Se qualcuno si comporta male con te, perdonalo. Sii comprensivo anziché portargli rancore o rinfacciarglielo per ripicca o per riconquistarlo.
  25. 25
    Non pretendere di essere perfetto. Chiedi scusa quando ti comporti male con qualcuno; hai commesso un errore, quindi accettalo e sii abbastanza umile da chiedere scusa. Ciò aiuta le persone a fidarsi di più l’uno dell’altro.
  26. 26
    Non essere superbo con i tuoi amici; non agire mai con presunzione e non mancare di rispetto alle persone.
  27. 27
    Non comportarti come se fossi il genitore del tuo amico mentre guida, dicendogli di fare attenzione a ogni ostacolo e pericolo. Se ha la patente, evidentemente sa guidare; altrimenti, perché sei in macchina con lui mentre è alla guida?
  28. 28
    Non ricordare in continuazione a qualcuno quello che non può fare. Se offri a un amico un alimento che contiene noccioline e lui o lei rifiuta, non c’è bisogno di dire: “Ah, già, è vero, sei allergico alle noccioline”. Oppure, se qualcuno ha le vertigini e tu continui a chiedere: “Perché non puoi andare sulle montagne russe?”, ci rimarrà male seriamente.
  29. 29
    Non interrompere qualcuno che è preso dal raccontare una storia con brio per fargli notare che ha sbagliato qualcosa. Dare un suggerimento è giusto e naturale, ma interrompere di proposito solo per correggere qualcuno per un errore che ha fatto è assolutamente il modo peggiore di ascoltare una storia.
  30. 30
    Tra amici si possono fare battute e scherzi innocui, cosa piuttosto comune e accettabile. Tuttavia, alcuni esagerano; un legame tra due persone non si costruisce con gli insulti gratuiti e le derisioni.
  31. 31
    Le persone evitano chi non conosce limiti morali. Non è per niente attraente, anzi, è irritante avere a che fare con qualcuno che ignora i principi morali e gli standard etici. Considera gli ideali altrui.
  32. 32
    I modi peggiori per far saltare i nervi a qualcuno sono: (a) agire in modo indelicato e urtare i loro sentimenti; (b) essere ipersensibili e annoiare costantemente gli amici ingigantendo questioni che non hanno importanza e offendendosi per cose irrilevanti. Le soluzioni per entrambi i problemi sono: (a) smettere di comportarsi come un rompiscatole; (b) smettere di farsi troppe paranoie. Il mondo non gira attorno te.
  33. 33
    Sii consapevole del modo in cui gli altri recepiscono le cose che dici. Anche se le tue parole sono importanti e significative, il tono di voce potrebbe indicare esasperazione, irritazione o un atteggiamento presuntuoso, oppure impertinenza o arroganza o qualsiasi altra cosa che dà l’impressione sbagliata alle persone e fa sì che odino la tua schiettezza. Impara a interpretare il linguaggio del viso e del corpo, facendo attenzione alle espressioni facciali e alla gestualità di chi ti circonda. Cerca di capire se stai facendo qualcosa che annoia gli altri e smettila immediatamente.
    Pubblicità

Consigli

  • Prova a non dare troppa attenzione ai tuoi amici, perché così si incuriosiranno e cercheranno la tua compagnia.
  • Non far notare i difetti fisici di un tuo amico, come deficit visivi, uditivi o di memoria.
  • Non copiare quello che fa il tuo amico: è irritante oltre ogni limite.
  • Non fare commenti sgarbati senza motivo.
  • Non insistere su un argomento se l’altra persona è palesemente non interessata.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 29 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità