Come Essere Molto Tranquillo e Riservato

Scritto in collaborazione con: Trudi Griffin, LPC

Essere una persona tranquilla ha i suoi vantaggi, ma anche qualche svantaggio. In genere, chi ha questo temperamento viene considerato eccessivamente timido o addirittura distaccato, anche se spesso non è vero. Calma e riservatezza non sono tanto frutto di condizionamenti sociali quanto più una scelta personale. Con un po' di pratica e pazienza riuscirai a diventare una persona tranquilla e riservata, pur conservando tutte le tue amicizie e rimanendo fedele a te stesso.

Parte 1 di 2:
Essere Tranquillo e Riservato

  1. 1
    Trova amici comprensivi. Erroneamente si crede che le persone tranquille e riservate non abbiano amici. Non è per niente vero. In realtà, a volte chi ha questo carattere trova più facile coltivare solide amicizie, in parte perché è convinto che i rapporti si basino sulla conoscenza anziché su chiacchiere futili o su sterili racconti personali.[1]
    • Non sei costretto a frequentare persone altrettanto tranquille e riservate, ma cerca di circondarti di amici capaci di comprendere il tuo temperamento.
    • Cerca persone in grado di capirti e accettarti. Se non conosci nessuno che abbia queste qualità, prova a parlare con la gente e approfondire la loro conoscenza.
  2. 2
    Arriva a conoscerti meglio. Talvolta, chi è tranquillo e riservato ritiene che il suo carattere gli dia una carta in più per mettersi in comunicazione con la sua interiorità.[2] È importante riconoscere e capire che idea farsi riguardo a una persona, un concetto o un argomento, perché in questo modo ci si arriva a conoscere meglio e si maturano gli strumenti giusti per affrontare il mondo.
    • Prenditi del tempo necessario per riflettere su come è andata la giornata. Se stai cercando di diventare un tipo più tranquillo e introspettivo, dovresti trovare un po' di tempo per riflettere su te stesso e la tua vita quotidiana.[3]
    • Scopri quali esperienze di vita sono state le più significative o illuminanti, e valuta perché e come ti hanno cambiato.[4]
    • Quando hai l'occasione di parlare con le persone che ti stanno accanto, chiedi loro un parere onesto sui tuoi comportamenti e sulle tue idee. Di' loro che vuoi acquisire maggiore consapevolezza di te stesso e del tuo modo di pensare e agire, e che, quindi, il punto di vista di un estraneo ti permetterebbe di conoscerti meglio.[5]
  3. 3
    Coltiva i tuoi interessi. Spesso, le personalità introverse dedicano molto tempo ed energie alle loro passioni.[6] Anche se ovviamente non vale per tutti gli individui calmi e schivi, è un tratto comune che può aiutare a maturare un maggiore equilibrio e un temperamento più tranquillo e riservato.
    • Ripensa alla tua infanzia. Che cosa preferivi fare? Se ti piaceva disegnare o dipingere con le dita, forse potresti intraprendere un percorso artistico. Se adoravi leggere e scrivere, prova a seguire un corso di scrittura. Gli interessi che sono emersi durante le prime fasi della crescita probabilmente sono ancora presenti dentro di te, se guardi sotto la superficie.[7]
    • Se non riesci ancora a scoprire quali sono le tue passioni, pensa a tutto quello che oggi stimola la tua curiosità. Che cosa ti emoziona nella vita di tutti i giorni?[8]
  4. 4
    Impara a gestirti nelle situazioni sociali. Se sei un tipo tranquillo e riservato, è probabile che ti senta intimidito o frustrato quando sei tra la gente. Per alcuni persino lo shopping può essere stressante perché li obbliga a interagire con persone che non conoscono. Fortunatamente, puoi ricorrere ad alcuni metodi per ridurre lo stress e il disagio che sopraggiungono quando hai a che fare con la gente. Eccone alcuni:
    • Indossare gli auricolari mentre cammini per strada, prendi i mezzi pubblici o vai in giro per negozi;[9]
    • Evitare le persone che sembrano nervose o irritate;[10]
    • Evitare le circostanze in cui qualcuno potrebbe attaccare bottone o liberarsi garbatamente da questo genere di situazioni.[11]
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Conversare con gli Altri

  1. 1
    Trova un ambiente confortevole. Se sei un tipo tranquillo e riservato, di certo non ti sentirai a tuo agio all'idea di tenere una conversazione personale all'interno di un centro commerciale o in un bar affollato. Molte persone tendenzialmente introverse ritengono più facile e meno stressante conversare in luoghi tranquilli e più rilassanti. Se puoi, cerca un posto più accogliente in cui parlare prima ancora di cominciare.[12]
    • Di solito gli ambienti rumorosi e caotici non aiutano a dialogare in maniera profonda e riflessiva. Il chiasso potrebbe costringere gli interlocutori a parlare ad alta voce e in modo più diretto, il che di per sé può intimidire certe persone.[13]
    • Alcune persone ritengono che persino gli ambienti troppo caldi non siano adatti ai ragionamenti più complessi.[14]
    • Scopri quale tipo di ambiente ti è più congeniale e, se puoi, cerca di organizzare i tuoi incontri in contesti simili.
  2. 2
    Allena la tua capacità di ascolto. Di solito, chi è tranquillo e riservato è anche un ottimo ascoltatore,[15] perché grazie al suo temperamento è portato a pensare ed elaborare le informazioni prima di parlare.[16] Spesso quando le persone hanno un problema, si rivolgono a chi ha un carattere più introverso per ricevere un aiuto o qualche consiglio.[17]
    • Ascolta attentamente tutto ciò che il tuo interlocutore ti dice.[18]
    • Decidi quando reagire e cosa dire. Rispondi in maniera breve e concisa.[19]
    • Rifletti prima di dare una risposta.[20]
    • Se prima di rispondere hai bisogno di un po' di tempo per raccogliere le tue idee, prova a dire: "Mhmm. Avrei qualcosa da aggiungere in proposito, ma dammi un momento per pensare".[21]
  3. 3
    Non esitare a porre domande. Se hai un carattere tranquillo e riservato, è un ottimo modo per fare conoscenza: ti consente di conversare con l'interlocutore senza sentirti costretto a parlare continuamente di cose insulse, rischiando si stare sulle tue o annoiarti.[22]
    • Le migliori domande da porre sono quelle a risposta aperta. Non portare il tuo interlocutore a rispondere con un semplice sì o no. Piuttosto, ascolta attentamente quello che ti dice e rivolgi domande che ti consentano di approfondire la discussione, mostrare interesse per il suo racconto e manifestare il desiderio di conoscere meglio chi hai di fronte.[23]
    • Invece di fare domande a risposta chiusa, come: "Ti è piaciuto crescere in una capitale?", chiedi qualcosa che incoraggi la conversazione, ad esempio: "Com'è stato crescere in una capitale? Quali aspetti preferivi o detestavi di quello stile di vita?".
  4. 4
    Sii te stesso. Ricorda che non devi vergognarti di essere tranquillo e riservato. In alcuni Paesi questo temperamento è persino ben accetto![24] Inoltre, parlando di meno e ascoltando di più, non correrai il rischio di offendere involontariamente il tuo interlocutore a causa di fraintendimenti.[25] Oltretutto, è un atteggiamento che ti permetterà di rendere tue conversazioni molto più interessanti quando sei a contatto con le persone con cui ti piace parlare.
    Pubblicità

Consigli

  • Sii sempre te stesso.
  • Adotta una via di mezzo. Probabilmente dovrai trovare un equilibrio tra la tua discrezione e le interazioni con gli altri, soprattutto se i tuoi impegni lavorativi o scolastici ti portano a parlare con persone che non conosci. Trova una soluzione che ti consenta di gestirti nelle conversazioni e conservare la tua personalità.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Counselor Professionale Registrata
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Trudi Griffin, LPC. Trudi Griffin lavora come Counselor Professionale Registrata nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Counseling Psicologico Clinico alla Marquette University nel 2011.
Categorie: Salute Mentale
  1. https://www.psychologytoday.com/blog/fulfillment-any-age/201403/nine-signs-you-re-really-introvert
  2. https://www.psychologytoday.com/blog/fulfillment-any-age/201403/nine-signs-you-re-really-introvert
  3. https://www.psychologytoday.com/blog/communication-success/201410/confident-communication-skills-introverts
  4. https://www.psychologytoday.com/blog/communication-success/201410/confident-communication-skills-introverts
  5. https://www.psychologytoday.com/blog/communication-success/201410/confident-communication-skills-introverts
  6. https://www.psychologytoday.com/blog/shyness-is-nice/201108/quiet-is-not-four-letter-word
  7. https://www.psychologytoday.com/blog/wired-success/201205/why-it-s-time-quiet-introverted-leaders
  8. https://www.psychologytoday.com/blog/shyness-is-nice/201108/quiet-is-not-four-letter-word
  9. https://www.psychologytoday.com/blog/how-do-life/201405/how-become-better-listener
  10. https://www.psychologytoday.com/blog/how-do-life/201405/how-become-better-listener
  11. https://www.psychologytoday.com/blog/how-do-life/201405/how-become-better-listener
  12. https://www.psychologytoday.com/blog/communication-success/201410/confident-communication-skills-introverts
  13. https://www.psychologytoday.com/blog/communication-success/201410/confident-communication-skills-introverts
  14. https://www.psychologytoday.com/blog/communication-success/201410/confident-communication-skills-introverts
  15. https://www.psychologytoday.com/blog/shyness-is-nice/201108/quiet-is-not-four-letter-word
  16. https://www.psychologytoday.com/blog/fulfillment-any-age/201403/nine-signs-you-re-really-introvert

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità