Come Essiccare le Foglie

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Le foglie vengono spesso essiccate per essere usate come decorazioni nei lavori di bricolage, oppure per conservare le erbe d’uso culinario. Ci sono tanti modi per ottenere entrambi i risultati, quindi prenditi il tempo di selezionare le foglie per trovare quelle che siano funzionali al tuo scopo – o ai tuoi scopi. Fortunatamente la maggior parte dei processi comporta l’uso di risorse che sono facilmente reperibili o che puoi trovare in giro per casa.

Metodo 1 di 3:
Essiccare le Foglie per Lavori di Bricolage

  1. 1
    Fai asciugare le foglie all’aria, se non hai bisogno di tenerle dritte. Sistema le foglie in un contenitore poco profondo oppure legale in un mazzo. Esponile alla luce diretta del sole per qualche giorno, controllandole ogni giorno o ogni due per vedere se si sono essiccate. La luce del sole essiccherà le foglie, ma i loro bordi potrebbero arricciarsi. Questo metodo rende le foglie difficili da usare in alcuni lavori bricolage, ma funziona bene per le composizioni di fiori secchi.
    • Non esporre le foglie alla luce diretta del sole se desideri conservare i verdi pieni e intensi della foglia naturale. La luce diretta del sole farà sì che i colori sbiadiscano e diventino meno brillanti.
    • Il flusso d’aria proveniente da un ventilatore o da una finestra asciugherà le foglie più velocemente.
  2. 2
    Per far diventare le foglie secche e piatte, pressale con questo metodo lento ma semplice. Metti una foglia di grandi dimensioni o svariate foglie piccole tra due stati di carta assorbente da cucina, assicurandoti che nessuna delle foglie si sovrapponga alle altre. Apri un libro grande, per esempio un’enciclopedia, e sistema i due strati tra le sue pagine. Chiudi il libro e adagialo orizzontalmente da qualche parte fuori mano. Sopra impilaci altri libri, o posiziona degli oggetti pesanti. Controlla una volta a settimana per vedere se le foglie si stanno essiccando e cambia la carta da cucina, se la senti umida.
    • Se le foglie sono bagnate di pioggia, prima tamponale con la carta da cucina per asciugarle. Se le foglie sono particolarmente bagnate, o se ti preoccupa macchiare le pagine del libro, utilizza ulteriori strati di carta da cucina.
    • Quando essicchi più foglie nello stesso libro, lascia almeno uno spessore di 3 mm di pagine tra ogni strato di foglie, per fornire un peso sufficiente sopra ogni strato.
  3. 3
    Usa una pressa per fiori per un essiccamento rapido. Puoi comprare una pressa per fiori larga abbastanza da potervi collocare le foglie, o costruirne una tua in compensato e cartone. Fare ciò è più costoso e richiede più materiali rispetto al semplice pressare le foglie in un libro, ma la migliore circolazione dell’aria può accelerare il processo di essiccazione a un paio di giorni.
    • Distendi le foglie tra due strati di carta da cucina. Metti la carta da cucina tra due fogli di carta assorbente o tra più strappi aggiuntivi di carta da cucina. Posiziona l’intero il mucchio sulla pressa per fiori aperta, poi chiudi e stringi. Controlla ogni qualche giorno per sostituire gli strappi umidi e verificare se le foglie sono asciutte.
  4. 4
    Essicca nel forno a microonde le foglie grandi e spesse. Colloca una foglia spessa in mezzo a un doppio strato di carta da cucina sul piatto di un microonde. Inserisci il piatto e una tazzina d’acqua nel microonde e riscalda per 30 secondi. Se la foglia ancora non è asciutta, riscaldala di nuovo per 10 secondi alla volta, estraendo la foglia per controllarla tra uno sessione di microonde e l’altra.
    • Avvertenza: nel microonde la foglia può facilmente prendere fuoco, ed è per questo che dovresti usare questo metodo solo per le foglie grandi e spesse. La tazzina d’acqua contribuisce a prevenire che ciò avvenga, dal momento che parte dell’energia del microonde viene impiegata per scaldare l’acqua.
  5. 5
    Stira le foglie fresche per conservarne il colore. Questo metodo funziona meglio sulle foglie fresche che non hanno ancora cambiato colore o iniziato a essiccarsi, anche se si dovrebbe tamponarle con la carta da cucina per asciugarle, se la superficie è bagnata. Posiziona una foglia tra due strati di carta oleata, e metti uno strato di carta da cucina sulla superficie della carta oleata. Scalda un ferro da stiro, quindi passa il ferro sopra lo strappo, tenendo premuto per 2-5 minuti o fino a quando non senti asciutto quel lato. Capovolgi la pila di carta oleata, mettici di nuovo sopra lo strappo di carta assorbente e ripeti.
    • Avvertenza: i bambini dovrebbero avere un adulto che stiri le foglie al posto loro, dal momento che il ferro può diventare pericolosamente caldo.
    • Assicurati che il ferro da stiro non sia impostato per la produzione di vapore.
    • Una volta stirata la foglia, ritaglia un cerchio attorno alla carta oleata e stacca ciascuno strato della stessa. Questo lascerà sulla foglia la cera che ne preserverà il colore.
  6. 6
    Preserva la consistenza delle foglie sempreverdi grandi mettendole a bagno in acqua e glicerina. Questo metodo farà diventare le foglie marroni, ma le manterrà morbide ed elastiche a tempo indeterminato. Funziona particolarmente bene sulle foglie sempreverdi ampie, come quelle della magnolia. In un piatto non profondo combina una parte di glicerina con due parti d’acqua, riempiendolo solo quanto basta per ricoprire uno strato di foglie. Metti le foglie nel liquido, facendo attenzione che la loro superficie sia completamente ricoperta. Le foglie saranno pronte per essere utilizzate nei lavori di bricolage dopo circa 4 giorni, oppure puoi lasciarle a bagno per diverse settimane se vuoi preservarle in modo permanente.
    • Questo metodo sostituisce parte dell’acqua all’interno di ogni foglia con la glicerina, che non evaporerà come l’acqua.
    • Se le foglie galleggiano in alto, mettici sopra un piatto di carta, o un altro oggetto che non ti dispiaccia si bagni, per appesantirle in modo da tenerle sotto il liquido.
    • Aggiungi più acqua e glicerina se il liquido scende al di sotto delle foglie.
    Advertisement

Metodo 2 di 3:
Essiccare le Erbe o le Foglie di Tè

  1. 1
    Sciacqua via la sporcizia dalle erbe appena colte. Se disponi di un fascio d’erbe fresche che ti sembra pulito e senza polvere, non è necessario lavarle. Tuttavia, se le hai appena raccolte dal tuo giardino, è probabile che contengano un po' di polvere e sporcizia. Sciacquale sotto un getto delicato d’acqua corrente, quindi scrolla via l'acqua in eccesso.
  2. 2
    Prima di usare qualunque altro metodo, sparpaglia le erbe bagnate finché l’acqua non evapora. Sia che tu abbia appena sciacquato le tue erbe, sia che fossero già bagnate quando le hai ricevute, dovresti prima di tutto far asciugare l’umidità evidente. Distribuisci le erbe su di un tovagliolo di carta o su di un canovaccio pulito, fino a quando non ci saranno più gocce d’acqua sulla loro superficie.
  3. 3
    Essicca rapidamente piccole quantità di erbe o foglie di tè nel forno a microonde. Se preferisci utilizzare le erbe subito, usa questo metodo per asciugarle una manciata alla volta. Questo metodo è adatto anche per foglie di tè che sono state appena usate per preparare il tè. Per entrambi i materiali, sparpaglia delle foglie piccole o dei mucchietti di erbe tra due strappi asciutti di carta da cucina. Riscaldali nel microonde per 30 secondi alla volta fino a quando non saranno friabili, prestando particolare attenzione ai primi segni di bruciatura.
    • Le erbe umide e robuste come menta e basilico non si essiccheranno facilmente nel microonde, a meno che non siano già un po’ secche.
  4. 4
    Essicca le erbe spesse o resistenti appendendole in casa. Alcune erbe non hanno molta umidità sin dall’inizio, e si possono essiccare nel corso di poche settimane legando i gambi in dei mazzi e appendendoli a testa in giù. Fallo in casa in un luogo buio, se possibile, perché la luce solare può comprometterne il colore e il sapore.
    • Le erbe in questa categoria tendono ad avere foglie rigide o doppie. Esse includono: rosmarino, prezzemolo, salvia e timo.
    • Se preferisci essiccare le erbe morbide e umide in questo modo, appendile raccogliendole in mazzetti dentro un sacchetto di carta. Pratica dei fori alla base del sacchetto e colloca il sacchetto in una zona ben ventilata, in modo che le erbe si secchino più rapidamente e che la muffa abbia meno possibilità di crescere.
  5. 5
    Essicca le erbe umide in forno a una bassa temperatura. Le erbe con foglie soffici e umide necessitano di essere essiccate in fretta, altrimenti si ammuffiranno. Strappa le foglie dallo stelo e disponile tra strappi di carta da cucina in modo che non ci siano foglie che si tocchino. Puoi sovrapporre fino a cinque strati di foglie, se necessario, alternando carta da cucina ed erbe. Sistemali in una teglia sicura e mettili in forno, impostando quest’ultimo a una temperatura quanto più bassa possibile'. Potrebbero volerci 8 ore per asciugare le erbe.
    • Gira la manopola del forno appena perché si accenda soltanto la luce pilota o la lampadina del forno elettrico.
    • Le erbe che si essiccano bene con questo metodo includono: basilico, salvia, alloro e menta.
  6. 6
    Quando le erbe sono croccanti e friabili, conservale in un contenitore ermetico. Sbriciola le erbe tra le dita prima di conservarle o di aggiungerle al cibo. Conserva le erbe secche in un contenitore ermetico e mettile in un luogo fresco, buio e asciutto per mantenerle saporite il più a lungo possibile.
    • Le erbe secche hanno un sapore più forte rispetto a quelle fresche. Quando in una ricetta che prevede l’uso di erbe fresche si sostituiscono queste ultime con le erbe secche, usa 1/3 della quantità indicata, o metà se si tratta di basilico.
    • Le foglie di tè possono essere essiccate subito dopo averle usate per preparare una teiera. Il metodo del forno a microonde appena descritto funziona meglio, in quanto solitamente si ha una piccola quantità di tè e un tempo di essiccamento più lungo potrebbe portare le foglie alla muffa. Usa le foglie di tè come faresti con le erbe, oppure usale per coprire gli odori sgradevoli in giro per casa.
    Advertisement

Metodo 3 di 3:
Realizzare Scheletri di Foglie

  1. 1
    Scegli delle foglie spesse, con venature visibili. Con questo metodo, rimuoverai la maggior parte della fibra della foglia e lascerai solo una rete di vene al di sotto di essa. Una foglia robusta che non si pieghi o si sgualcisca ai lati è una buona scelta per questo progetto. Le foglie d’acero o di quercia appena cadute in autunno funzionano bene, in quanto questi alberi producono foglie cerose come quelle dell’edera o della magnolia.
  2. 2
    Riempi una pentola con un litro d’acqua. Puoi utilizzare meno acqua se hai solo poche foglie. Se lo fai, ricordati di ridurre in proporzione anche la quantità degli altri ingredienti, o semplicemente utilizza la metà delle quantità di seguito elencate.
  3. 3
    Indossa dei guanti. La miscela che preparerai può danneggiare la pelle, quindi mettiti dei guanti in lattice o in gomma prima di maneggiare gli altri ingredienti. Dopo aver finito, ricordati di lavare accuratamente sotto l’acqua corrente tutti gli utensili usati indossando i guanti.
  4. 4
    Aggiungi un po' di bicarbonato di sodio o di soda cristallina. Queste sostanze chimiche si trovano di solito nei negozi di generi alimentari o nelle farmacie. Qualunque sostanza usi, due cucchiai (o 30 grammi) dovrebbero essere sufficienti. Ciascuna di queste sostanze chimiche trasforma lentamente la foglia in poltiglia, lasciando solamente il gambo e le vene.
  5. 5
    Aggiungi le foglie nella pentola. Puoi inserire circa due o più manciate di foglie, fintanto che puoi facilmente mescolare il contenuto della pentola senza che si versi.
  6. 6
    Riscalda lentamente la pentola. Puoi regolare il fornello al minimo, ed eventualmente lasciar cuocere le foglie a fuoco lento, oppure portare l’acqua a ebollizione e in seguito abbassare il fuoco al minimo. La miscela dovrebbe bollire a malapena, oppure occasionalmente.
    • Se puoi misurare la temperatura, punta a raggiungerne una intorno agli 80 ºC.
  7. 7
    Lascia cuocere a fuoco lento fino a quando non vedrai le foglie disintegrarsi, mescolando di tanto in tanto. A seconda di quanto sono spesse, le foglie potrebbero richiedere fino a un giorno intero per disintegrarsi, ma dovrebbero impiegarci probabilmente solo un paio d'ore. Mescola di tanto in tanto con un movimento delicato, verificando se le foglie sono molli e se si sgretolano.
    • Sarà necessario aggiungere più acqua, dal momento che quest’ultima evapora bollendo. Facoltativamente, ogni quattro ore potresti sostituire il liquido con una miscela fresca di acqua e bicarbonato di sodio per accelerare le cose.
  8. 8
    Trasferisci le foglie che si stanno disgregando in una pentola d’acqua fredda. Per questo passaggio funziona bene una teglia di vetro, dato che ti renderà più facile vedere quello che stai facendo. Rimuovi con cautela ogni foglia usando una spatola, o un altro utensile, e adagiala sulla teglia senza sovrapporla alle altre.
  9. 9
    Utilizza un pennello piccolo e rigido per togliere la poltiglia residua. Le foglie devono essere sottili, con uno strato di cellulosa molle attaccato ad esse. Delicatamente e pazientemente rimuovi questa poltiglia dalle foglie, lasciando soltanto una rete di vene o, a seconda del tipo di foglia, un sottile strato traslucido.
    • Durante questo processo, per rimuovere la polpa, una o più volte potresti aver bisogno di risciacquare le foglie in un filo d'acqua fredda.
  10. 10
    Lava tutti i materiali usati indossando dei guanti. Sciacqua la pentola, l’utensile usato per mescolare e gli altri oggetti che sono venuti in contatto con la miscela bollente. Indossa dei guanti e usa sapone e acqua calda.
  11. 11
    Lascia asciugare le foglie. Puoi lasciarle asciugare sulla carta assorbente, o tamponarle delicatamente e poi pressarle tra le pagine di un libro o in una pressa per fiori. Dopo un giorno o due, avrai un solo modo per modificare l’aspetto del tuo lavoro di bricolage con le foglie secche: poiché queste sono trasparenti, funzionano particolarmente bene sulle superfici di vetro.
    Advertisement

Consigli

  • Quando pressi le foglie con un ferro da stiro, usa un qualche tipo di materiale che funga da barriera tra la superficie del ferro e la parte superiore della carta oleata. Un canovaccio funzionerà molto bene, dal momento che non inibisce il trasferimento di calore ma permette alla carta oleata di creare una efficace guarnizione e di appiattire completamente la foglia. Il canovaccio impedirà anche che i residui di cera si accumulino sulla superficie rovente del ferro.
  • Puoi comprare la glicerina, il bicarbonato di sodio, o la soda cristallina nella maggior parte delle farmacie e dei negozi di alimentari.
Advertisement

Avvertenze

  • Osserva sempre molto da vicino le foglie che vengono essiccate in un microonde. Se cominciano a fumare o ad annerirsi, spegni il microonde. Se altre parti della foglia ancora non sono secche, usa un altro metodo per completare l’essiccamento, per esempio la pressatura.
Advertisement

Cose che ti Serviranno

  • Carta assorbente da cucina
  • Libri pesanti oppure
  • Glicerina ed acqua oppure
  • Forno a microonde oppure
  • Ferro da stiro e carta oleata oppure
  • Luce del sole

Per gli scheletri di foglie

  • Pentola da cucina
  • Acqua
  • Bicarbonato di sodio o soda cristallina
  • Teglia di vetro
  • Spatola e/o utensile per mescolare
  • Piccolo pennello

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Fai da Te

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement