Come Evitare che Tuo Figlio Sia Vittima del Cyberbullismo

Il concetto di bullismo è noto: spesso i ragazzi e le ragazze sfogano le loro insicurezze e la loro aggressività su coloro che considerano più deboli o diversi. Tuttavia, con il progresso tecnologico i fenomeni di bullismo possono verificarsi anche nel mondo virtuale, a volte con conseguenze tragiche. Il bullismo online o “cyberbullismo” si verifica quando i giovani usano i mezzi tecnologici per molestare, minacciare, mettere in imbarazzo o altrimenti prendere di mira un’altra persona. I genitori devono intervenire per evitare che i loro figli diventino vittime dei cyberbulli.

Parte 1 di 3:
Parlare del Mondo Virtuale con i Figli

  1. 1
    Discuti con i tuoi figli dei rischi potenziali del mondo virtuale. A volte i bambini pensano che internet sia un tipo di luogo “fittizio” che non provoca conseguenze nel mondo reale. Non appena i tuoi figli saranno abbastanza grandi da navigare su internet dovresti chiarire questo malinteso. Accenna alla minaccia del cyberbullismo e assicurati inoltre che i tuoi figli sappiano che non dovrebbero né parlare con gli sconosciuti online né tentare di incontrarsi con persone conosciute online.
  2. 2
    Stabilisci dei limiti alle informazioni che i tuoi figli possono mettere online. Dissuadi i tuoi figli dall’inserire all’interno dei siti internet il loro nome completo, indirizzo o altre informazioni che li rendano identificabili. Tali abitudini rappresentano importanti precauzioni di sicurezza per loro stessi e contribuiscono inoltre a infondere il concetto che il mondo virtuale e il mondo reale sono collegati e che quello che fanno online può avere conseguenze offline.
  3. 3
    Spiega i pericoli derivanti dalla pubblicazione online di alcuni tipi di foto. I bambini e gli adolescenti a volte non si rendono conto che qualsiasi foto pubblicata online non è più privata; perdono il controllo di chi li può vedere e diventano vulnerabili di fronte ai malintenzionati. Assicurati che i tuoi figli si rendano conto che le foto imbarazzanti, sexy o qualsiasi foto che riveli il loro corpo nudo non dovrebbero essere condivise online.
  4. 4
    Ricorda ai tuoi figli di non comunicare la loro password. Spiega ai tuoi figli che non dovrebbero comunicare a nessuno la loro password, nemmeno agli amici più stretti. La condivisione della password toglie la capacità di mantenere il controllo su quello che viene pubblicato dagli account personali.
    • Tuttavia, considera la possibilità di richiedere ai tuoi figli di condividere con te la loro password, soprattutto se sono ancora piuttosto immaturi e/o hanno dimostrato di essere irresponsabili riguardo al mondo virtuale. Avere a disposizione la password di tuo figlio ti consentirà di tenere sotto controllo le sue attività su internet.
  5. 5
    Infondi il concetto di netiquette non appena i tuoi figli iniziano a usare internet. Utilizzare internet è, sotto vari aspetti, proprio come interagire nel mondo reale: i tuoi figli devono essere educati e rispettare i sentimenti altrui.
    • In particolare, incoraggia i tuoi figli a fermarsi a pensare a quello che vogliono dire prima di pubblicare qualcosa online. La distanza sociale percepita connessa alle attività online può a volte indurre i bambini e gli adolescenti a dire qualcosa che non direbbero mai a qualcuno di persona. Ricorda loro che quello che fanno su internet è “reale”. Consiglia loro di astenersi dall’inviare messaggi quando sono arrabbiati o turbati.
  6. 6
    Favorisci un dialogo aperto. Comunica ai tuoi figli che vuoi che vengano da te se hanno problemi online. Se sono vittime dei cyberbulli lo devi sapere.
    Advertisement

Parte 2 di 3:
Insegnare ai Figli a Individuare il Cyberbullismo

  1. 1
    Spiega che le email o gli sms maligni sono considerati cyberbullismo. I tuoi figli potrebbero non percepire alcuni comportamenti come atti di bullismo a meno che tu non lo renda chiarissimo. Spiegagli che inviare email o sms maligni, indipendentemente dal fatto che il contenuto sia vero o falso, è una forma di cyberbullismo.
  2. 2
    Enfatizza il fatto che cercare di mettere in imbarazzo qualcuno online è inaccettabile. I cyberbulli potrebbero pubblicare contenuti imbarazzanti per messaggio, email o attraverso il canale dei social media; potrebbero anche pubblicare foto o video imbarazzanti, a volte di natura sessuale. Queste azioni sono assolutamente inaccettabili.
  3. 3
    Spiega ai tuoi figli che creare siti internet o bacheche online al solo scopo di turbare, mettere in imbarazzo o parlare male di un’altra persona rappresenta una forma di cyberbullismo. Creare spazi online con l’obiettivo di molestare, mettere in imbarazzo o minacciare qualcuno non dovrebbe essere tollerato.
  4. 4
    Assicurati che i tuoi figli sappiano che i cyberbulli potrebbero assumere altre identità. Creare falsi profili per qualcun altro o pubblicare contenuti potenzialmente imbarazzanti o sconvolgenti usando il nome di un’altra persona dovrebbe essere considerato cyberbullismo.
    Advertisement

Parte 3 di 3:
Prendere di Mira il Cyberbullismo

  1. 1
    Stabilisci delle regole di base. Se sei alle prime armi, dovresti chiedere a tuo figlio di dirti se lui (o qualcuno che conosce) è vittima di bullismo online.
    • È una buona idea rassicurare tuo figlio sul fatto che non verrà punito se viene da te a raccontarti il problema. Se ad esempio reagisci requisendogli i suoi dispositivi elettronici, sarai sicuro soltanto del fatto che tuo figlio non verrà mai più da te.
  2. 2
    Prendi sul serio qualsiasi prova di cyberbullismo. Se tuo figlio viene preso di mira online, devi intervenire. Non ignorare il problema e non aspettare che si aggravi prima di agire.
  3. 3
    Contatta i genitori o le autorità scolastiche. Se sai chi è il responsabile degli atti di bullismo online nei confronti di tuo figlio, valuta la possibilità di contattare i genitori di questa persona o le autorità scolastiche. Tuttavia, assicurati di discutere di questa linea d’azione con tuo figlio.
    • Sono sempre di più le scuole che hanno delle politiche precise riguardo al fenomeno del cyberbullismo. Controlla se anche la scuola di tuo figlio è una di queste.
  4. 4
    Dissuadi tuo figlio dal gettare benzina sul fuoco. Indipendentemente dal fatto che tuo figlio sia il bersaglio o meno, dovrebbe sapere di non far circolare nessun messaggio classificato come facente parte del fenomeno del cyberbullismo. Insisti affinché tuo figlio non risponda a questi messaggi né cerchi di “reagire”, poiché questo non farà altro che inasprire la situazione.
  5. 5
    Adotta delle misure di difesa. Se tuo figlio è vittima di cyberbullismo, fai in modo che blocchi i bulli o li rimuova dalla sua lista di amici laddove possibile. Indirizza qualsiasi messaggio a delle cartelle specifiche, non leggerli e non rispondere. Se possibile, blocca gli indirizzi email e i numeri di cellulare dei cyberbulli.
  6. 6
    Documenta tutte le prove di cyberbullismo. Salva tutte le prove, compresi messaggi, foto e sms.
  7. 7
    Non biasimare tuo figlio. Fai sapere a tuo figlio che le angherie che subisce online non sono colpa sua. Offri il tuo sostegno senza esprimere giudizi morali e controlla che tuo figlio non presenti segnali di sofferenza emotiva. Chiedi aiuto all’occorrenza.
  8. 8
    Denuncia il fenomeno del cyberbullismo. Se tuo figlio è vittima di bullismo online, dovresti segnalare il problema al tuo provider di servizi internet, alla tua compagnia telefonica e ai team di supporto dei siti internet coinvolti.
  9. 9
    Considera la possibilità di adottare misure formali. Richiedi un’adeguata consulenza legale e con in mano qualsiasi prova documentata di cyberbullismo, valuta la possibilità di andare alla polizia. È consigliabile contattare la polizia soprattutto nel caso in cui il bullismo riguardi contenuti di natura sessuale, truffe, minacce o estorsioni.
    Advertisement

Consigli

  • Il termine “cyberbullismo” è specifico dei bambini e degli adolescenti. Gli adulti che seguono questo tipo di comportamento potrebbero essere colpevoli di cyber-molestie o cyber-stalking, reati contro i quali è possibile intraprendere un’azione penale e per i quali è previsto un periodo di reclusione.
  • Renditi conto che i bambini e gli adolescenti vittime dei cyberbulli potrebbero subire gravi sofferenze emotive. Una faccenda che potresti essere tentato di liquidare come “una cosa da bambini” potrebbe avere ripercussioni profonde su tuo figlio; controlla quindi che non emergano segnali di ansia o depressione e richiedi una consulenza psicologica per tuo figlio se necessario.
Advertisement

Avvertenze

  • Il cyberbullismo è un fenomeno molto grave e non dovrebbe essere ignorato soltanto perché si manifesta online e non di persona. In realtà molti giovani si tolgono la vita perché non sono in grado di combattere i sentimenti di vergogna, solitudine, paura e isolamento che devono affrontare quando diventano vittime di un cyberbullismo particolarmente crudele. Se tuo figlio è vittima del cyberbullismo, devi intervenire immediatamente.
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Gioventù | Internet

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement