Come Evitare di Urinare sul Filo dell'Assorbente Interno

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Gli assorbenti interni sono molto comodi in quanto permettono di continuare a nuotare, praticare sport e condurre una vita normale anche durante il periodo mestruale, senza che nessuno se ne accorga. Tuttavia, come comportarsi quando devi usare il bagno? È possibile fare pipì senza bagnare il filo dell'assorbente oppure bisogna cambiarlo ogni volta? Impara un semplice trucco rapido per tenere la cordicella pulita e a sapere quando è il momento di cambiare il tampone.

Parte 1 di 2:
Spostare il Filo di Lato

  1. 1
    Siediti sul WC, ma non urinare per il momento. Se stai usando un bagno pubblico, devi accovacciarti sul water senza appoggiarti. In alternativa, puoi usare un copriwater monouso oppure strappare diversi segmenti di carta igienica e sovrapporli sulla tavoletta prima di sederti.
    • Prima di procedere ricordati di abbassare i pantaloni, le mutandine o di sollevare l'abito o la gonna.
    • Contrai i muscoli che circondano l'uretra (l'apertura attraverso cui esce l'urina). Devi farlo solo per un momento, ma accertati di applicare una forza decisa, per evitare di fare pipì non appena ti siedi.
  2. 2
    Metti una mano fra le gambe e sposta su un lato la cordicella dell'assorbente. Tienila aderente alla coscia, in modo che sia fuori dalla traiettoria del flusso di urina.[1]
    • Puoi anche raggiungerla dal retro e tirare il filo verso l'ano. Scegli questo metodo solo se non devi anche defecare e assicurati che la cordicella non entri effettivamente in contatto con l'apertura anale.[2]
  3. 3
    Chinati leggermente in avanti e inizia a urinare. Fai in modo che la mano e il filo non entrino in contatto con la pipì.
  4. 4
    Asciugati come al solito. Continua a tenere la cordicella in posizione laterale e strappa un po' di carta igienica con la mano libera, per poi pulirti strofinando dalla zona anteriore verso quella posteriore.
    • Tira lo sciacquone, solleva i pantaloni e non dimenticarti di lavare le mani.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Affrontare i Problemi Comuni

  1. 1
    Non preoccuparti se il filo si bagna. Non ci saranno ripercussioni sulla salute, se lo dovessi bagnare accidentalmente con l'urina.[3] Puoi strizzarlo delicatamente con un pezzo di carta igienica per asciugarlo prima di rivestirti.[4]
    • Si tratta davvero solo di questioni di preferenza personale; se la sensazione della cordicella bagnata è motivo di disagio o temi che si possa sprigionare cattivo odore, puoi cambiare l'assorbente interno.
    • Non ci sono mai stati casi documentati di infezioni dovute alla minzione durante l'uso degli assorbenti interni.[5]
  2. 2
    Cambia l'assorbente se si è bagnato. Se il tampone vero e proprio è entrato in contatto con l'urina, significa che non è stato inserito per bene e deve essere sostituito. La parte assorbente deve trovarsi in profondità, in modo che non spunti dall'apertura vaginale, mentre il filo deve essere visibile.[6]
    • Non è necessario cambiare l'assorbente interno ogni volta che urini. Sostituiscilo in base al numero di ore che sono trascorse dal suo inserimento (mai più di otto) oppure se è completamente imbevuto di flusso mestruale e causa delle perdite.
    • Se non è giunto il momento di cambiarlo, dovresti sentire un po' di resistenza quando tiri la cordicella.
    • Cerca di scegliere sempre il tipo di assorbente che si adatta meglio al tuo flusso – non usare un modello "super assorbente" per i giorni di ciclo leggero. In caso contrario, proverai qualche disagio durante l'estrazione.
  3. 3
    Tieni la cordicella di lato o in avanti se devi defecare. Sebbene non sia un problema bagnare il filo con la pipì, le feci contengono invece moltissimi batteri che possono scatenare un'infezione.[7]
    • Se sporchi il filo con gli escrementi, usa un po' di carta igienica per afferrare l'assorbente, rimuoverlo e gettarlo via.
    • Verifica che le mani siano pulite prima di inserire un nuovo tampone; se ci sono tracce di feci, potresti diffondere un'infezione batterica alla vagina o al tratto urinario.
  4. 4
    Non avere timore di fare pipì quando indossi un assorbente interno. Prima di usare questo tipo di protezione, le ragazze hanno spesso dei dubbi in merito alla possibilità di urinare e avere contemporaneamente un tampone. Questa preoccupazione impedisce ad alcune di usare gli assorbenti interni, perché pensano che siano in qualche modo pericolosi, che possano alterare le mestruazioni o perché non vogliono cambiarli a ogni minzione.[8]
    • Il corpo della donna ha un'apertura specifica per l'urina che si chiama uretra; le feci fuoriescono dall'ano; il sangue mestruale esce invece dalla vagina che si trova fra queste due aperture.[9]
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Igiene Personale

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità