Come Far Ingrassare un Cane

Scritto in collaborazione con: Pippa Elliott, MRCVS

Se il tuo cane è dimagrito in modo significativo, devi sapere come farlo ingrassare correttamente. Il trucco sta nel nutrirlo poco e spesso, dandogli degli integratori per sopperire a eventuali insufficienze alimentari e assicurandoti che sia adeguatamente sverminato. Tuttavia, se noti che ha poco appetito, la diarrea o sembra in ogni caso manifestare malessere e non riesci a spiegarti la perdita di peso, devi portarlo dal veterinario per un controllo. Qualunque sia la causa, è importante mantenere il cane nel suo peso forma, in modo da garantirgli la salute e una lunga vita.

Metodo 1 di 4:
Capire la Causa della Perdita di Peso del Cane

  1. 1
    Cerca di capire se c'è una ragione logica per cui il cane è sottopeso. Se conosci il motivo, ad esempio è una femmina che ha appena partorito tanti cuccioli forti e affamati, oppure si tratta di un cane recuperato al canile che è stato maltrattato, fargli guadagnare peso sarà relativamente semplice.
    • Tieni monitorato il cane sottopeso, in modo da riuscire a trovare eventuali problemi facili da risolvere. Ad esempio, se hai diversi esemplari, tra le cause potrebbero esserci gli altri animali che sottraggono cibo al più debole.
  2. 2
    Valuta lo stato di salute del cane. Tutte le malattie possono interferire con la capacità del corpo di elaborare il cibo, di assimilare le sostanze nutritive e portare di conseguenza alla perdita di peso. Se questo è il tuo caso, molto probabilmente l'animale manifesta alcuni sintomi, tra cui un ridotto appetito, aumento della sete, mancanza di energia, vomito, diarrea o cambiamenti nella forma del corpo.
    • Le patologie che possono causare la perdita di peso sono la mancanza di enzimi pancreatici, il diabete mellito, le malattie epatiche o renali, il cancro e le malattie infiammatorie intestinali.
    • Anche in questo caso, se noti la presenza di uno di questi sintomi, è opportuno portare l’animale dal veterinario per una visita accurata.
  3. 3
    Fai visitare il cane dal veterinario. Se temi che sia malato, o se noti una perdita di peso inspiegabile, è meglio consultare il medico. Se il tuo amico a quattro zampe improvvisamente ha poco appetito senza validi motivi apparenti è consigliabile rivolgerti a un professionista prima che il problema possa diventare più grave. Quando il veterinario ti rassicura circa il suo stato di salute e ti comunica che si tratta semplicemente di un cane esigente, puoi mettere in atto una serie di strategie che possono contribuire a migliorare il suo appetito.
    Pubblicità

Metodo 2 di 4:
Modificare la Quantità di Calorie da Somministrare al Cane

  1. 1
    Controlla il peso effettivo del cane in relazione al peso ideale della sua razza. Potresti essere indotto facilmente a pensare che il tuo amico fedele sia sottopeso, mentre pesa semplicemente meno di un cane obeso della stessa razza che hai avuto modo di conoscere. Forse il tuo animale è più che sano mentre è l’altro a essere troppo grasso!
  2. 2
    Controlla le informazioni nutrizionali che trovi sull’etichetta del cibo in relazione al peso ideale del cane. Per i cani piuttosto magri, ma pieni di energia e che producono delle feci regolari, la prima cosa da fare è quella di verificare se stanno assumendo sufficienti calorie a ogni pasto. Infatti una causa della perdita di peso potrebbe essere perché brucia più calorie di quelle che assimila mangiando. Questo potrebbe essere lampante, come quando non viene alimentato con cibo sufficiente. Se questo è il tuo caso, puoi risolvere il problema semplicemente aumentando le porzioni.
    • Il modo più semplice per farlo è confrontare il peso ideale del tuo cane con le dosi consigliate sull’etichetta del cibo.
    • Se si tratta di una razza specifica, puoi trovare un’infinità di informazioni online in merito a tale argomento. Punta al peso che desideri che raggiunga, piuttosto di quello attuale. Ad esempio, se hai un Labrador maschio, il peso medio ideale dovrebbe essere fino a 40 kg.
  3. 3
    Confronta la quantità di cibo che stai fornendo al cane rispetto a quella raccomandata. Pesa la razione tipica che gli stai dando ogni giorno. Annota questo valore e confrontalo con la quantità consigliata riportata sulla confezione dell’alimento.
    • È interessante notare che alcune di queste raccomandazioni in realtà sono superiori del 25% rispetto al vero fabbisogno del cane (infatti tendono a essere piuttosto abbondanti).
    • Se per esempio stai dando al tuo Labrador 400 g di crocchette al giorno, mentre sulla confezione sono consigliati 500 g, allora il cane assume il 20% in meno di calorie rispetto a quelle raccomandate, pertanto tende a perdere peso. In questo caso, il problema si risolve facilmente aumentando la quantità giornaliera di cibo.
  4. 4
    Stabilisci di quanto devi incrementare la razione di cibo del tuo animale. Questa può essere una decisione difficile, perché ogni alimento contiene diverse quantità di calorie e i cani variano molto in dimensione e peso. Come regola empirica, dovresti aumentargli il cibo non oltre il 10% della razione iniziale.
    • Quindi, se lo stavi alimentando con 400 g al giorno, aumentarlo del 10% significa aggiungere 40 g, da dividere in 2 pasti, integrando così ogni pasto giornaliero di 20 g.
    • Nutrilo in questo modo per 2-3 giorni e controlla che non abbia la diarrea, a questo punto puoi aggiungere un altro 10% e così via.
  5. 5
    Aumenta gradualmente la quantità di cibo che fornisci al cane. Se la aumenti in modo considerevole e repentino, sappi che quasi certamente altererai l'equilibrio dell'intestino e gli provocherai la diarrea. È molto più sicuro aumentare gradualmente le porzioni e controllare le feci, per essere certo che il cane risponda bene alla nuova quantità.
    • Se la differenza della razione non è molta, suddividila tra i due pasti. Se invece è considerevole, è meglio inserire un ulteriore pasto (piuttosto che esagerare le quantità dei due esistenti), in modo che l’impatto sull’intestino sia più distribuito.
    • Se il cane dovesse soffrire di diarrea perderebbe tutti i principi nutritivi aggiunti e tutti i tuoi sforzi verrebbero annullati.
    Pubblicità

Metodo 3 di 4:
Cambiare la Dieta del Cane

  1. 1
    Nutri il tuo amico peloso con alimenti ricchi di vitamina B. Il fegato è uno dei cibi migliori da questo punto di vista. Puoi dargli del fegato di manzo o di pollo 2-3 volte a settimana, come spuntino tra i pasti.
    • Per esempio, se il tuo animale pesa 10 kg, puoi dargli delle porzioni da 50-70 g di fegato cotto.
    • Anche le uova sono ricche di vitamina B12, inoltre contengono molta vitamina A, riboflavina, acido folico, ferro, selenio e acidi grassi. Puoi dare al tuo cane delle uova crude, aggiungendo un uovo tre volte alla settimana alle sue crocchette.
    • Ricordati di integrare gradualmente questi alimenti nella dieta, in modo da non disturbare il suo apparato digestivo.
  2. 2
    Cambiagli gradatamente l'alimentazione sostituendola con cibo per cani particolarmente energetico. Questo tipo di alimento ha un alto contenuto calorico e viene assorbito e assimilato facilmente nel corpo. In questo modo eviti che l'animale possa dimagrire e andare sottopeso, dandogli invece un aiuto facendolo aumentare di peso se è già magro.
    • Dei validi prodotti presenti in commercio che puoi inserire nella sua dieta sono quelli di marca Hills® e Royal Canin.
    • Puoi anche cambiargli il cibo orientandoti su quello per cuccioli. Questo infatti contiene più calorie rispetto al cibo normale per i cani aduli, perché è stato progettato specificamente per soddisfare le esigenze nutrizionali dei cuccioli in crescita che consumano più energie. L’aspetto negativo di questa scelta è che il cibo per cuccioli tende a essere molto ricco e può alterare le normali funzioni digestive di alcuni cani.
    • Introducigli questo alimento gradualmente, aggiungendone un cucchiaio al cibo attuale, e aumenta la quantità poco a poco nell’arco di 4-5 giorni. Monitora le feci del cane, e se vedi che ha la diarrea interrompi l’assunzione del nuovo cibo.
  3. 3
    Passa dal cibo umido a quello secco, o viceversa. Prova a pensare se tu dovessi mangiare lo stesso cibo secco o gli stessi cereali o zuppa, giorno dopo giorno: sicuramente ti saresti già annoiato. Lo stesso vale per i cani, anche loro possono stancarsi di mangiare sempre lo stesso alimento. A volte passare dalle crocchette al cibo in scatola più umido, o viceversa, è un semplice modo per far tornare al tuo cane l’appetito e il gusto di mangiare.
    • Tuttavia, tieni presente che il cibo in scatola contiene molte meno calorie rispetto alle crocchette. Per lo stesso volume di cibo, quello umido contiene solo un quarto della quantità del cibo secco, quindi poche crocchette secche equivalgono a molto cibo umido. Questo perché il cibo umido contiene il 60-80% di acqua; pertanto, anche se potrebbe essere più appetitoso, c’è il rischio di riempire lo stomaco del cane di acqua senza fornirgli una quantità adeguata di calorie.
  4. 4
    Nutri il tuo amico a quattro zampe con del cibo preparato in casa approvato dal veterinario. Dandogli degli alimenti cucinati in casa, gli consenti di seguire un’alimentazione varia, rendendo così più interessanti i suoi pasti.
    • Un esempio di ricetta per il tuo cane viene dalla Clinica Veterinaria di Brea, in California. Questa è stata ideata per un cane di 10 kg, ma puoi dimezzare le dosi se il cane pesa 5 kg o raddoppiarle se pesa 20 kg. Questo pasto è composto da 100 g di pollo cotto senza pelle; 200 g di riso cotto; 140 g di piselli e carote; 1 cucchiaio di olio di semi e 1/4 di cucchiaino di un sostituto del sale. Cuoci insieme tutti questi ingredienti e mescolali per amalgamarli.
    • Prova altre ricette come pollo e riso o una dieta a base di cibi crudi.
    Pubblicità

Metodo 4 di 4:
Gestire la Salute di Base del Cane

  1. 1
    Dagli degli integratori vitaminici. Le vitamine del gruppo B sono le più coinvolte nel sistema enzimatico, che a sua volta stimola l'appetito del cane e il metabolismo energetico di grassi, proteine e carboidrati. In sostanza, aiutano la conversione delle fonti di energia come i grassi, le proteine e i carboidrati in energia disponibile, indispensabile all’animale per la sua crescita e il sostentamento. L'energia in eccesso, indotta dall’aumento dell'appetito e dal maggior consumo di cibo, verrà convertita in grassi ed eviterà al cane il catabolismo muscolare.
    • Tra le migliori vitamine del complesso B per cani presenti in commercio si trova Attivo Tabs® e Stimulfos®. Assicurati di seguire le istruzioni riportate sulla confezione.
    • Per i cuccioli, dovresti usare dei multivitaminici liquidi come Idroplurivit®.
    • Un'altra possibile soluzione è quella di portare il cane dal veterinario per somministrargli un’iniezione di vitamine del complesso B, se non hai il tempo di dargli gli integratori ogni giorno. Il trattamento prevede un'iniezione una volta a settimana per quattro settimane. Se l'appetito del cane non migliora al termine di questo periodo, difficilmente altre iniezioni potranno portare risultati positivi.
  2. 2
    Sottoponi il cane a una terapia farmacologica contro i vermi. È opportuno sverminarlo regolarmente, in quanto i parassiti assorbono il cibo nel suo intestino, privandolo dei valori nutritivi e di conseguenza indebolendolo fisicamente, “succhiandogli” silenziosamente tutto il nutrimento di cui ha bisogno. Paradossalmente, un cane con una grave infestazione di vermi potrebbe avere una bella pancia, ma le ossa delle costole e le anche potrebbero perdere il grasso e rivelare il deperimento.
    • Puoi scegliere tra diversi prodotti contro i vermi efficaci per tutti i tipi di parassiti intestinali. Un farmaco comune ad ampio spettro è il Praziquantel.
    • Puoi somministrargli il farmaco specifico per cani di stazza media in dose da 1 compressa ogni 10 kg di peso corporeo. Il farmaco specifico per cani di stazza grande invece può essere dato alla dose di 1 compressa ogni 20 kg di peso corporeo. Se il tuo cane è più piccolo puoi somministrargli mezza compressa di quelle per cani di stazza media.
    • Se è la prima volta che gli fai il trattamento per sverminarlo, puoi fargli seguire la terapia tre volte con un intervallo di due settimane. Dopo la prima volta, potrai sottoporlo al trattamento ogni 6-12 mesi.
  3. 3
    Dai al tuo amico fedele degli integratori energetici. Se il cane è particolarmente attivo, fa esercizio fisico, se è una femmina che sta allattando, se lo porti spesso in viaggio o si deve ambientare a una nuova casa, tende a dimagrire e perdere l'appetito. In questo caso puoi somministrargli degli integratori energetici che sono ricchi di carboidrati e vitamine facilmente assorbibili.
    • Un buon esempio di integratore energetico è Nutri-Plus Gel®. Puoi dare al cane 1-2 cucchiaini ogni 5 kg di peso corporeo o 10 cm di gel al giorno (usando l'applicatore di plastica o il dosatore in dotazione).
    Pubblicità

Avvertenze

  • Fai attenzione a non nutrire eccessivamente il tuo animale. I cani in sovrappeso in genere hanno maggiori problemi di salute.
  • Se anche dopo aver messo in atto tutti questi consigli il cane non aumenta di peso, portalo subito dal veterinario per una visita accurata.


Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Veterinaria
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Pippa Elliott, MRCVS. Laureata in Scienze Veterinarie e membro del Royal College of Veterinary Surgeons, la Dottoressa Elliott ha oltre 30 anni di esperienza nel settore della chirurgia veterinaria e nella pratica della medicina per animali di compagnia. Ha conseguito la laurea in medicina e chirurgia veterinaria alla University of Glasgow nel 1987. Lavora da più di 20 anni presso la stessa clinica veterinaria della sua città natale.
Categorie: Cani

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità