Come Far Scendere un Gatto da un Albero

Scritto in collaborazione con: Pippa Elliott, MRCVS

Per i gatti solitamente è molto facile salire sugli alberi, ma scendere si rivela una faccenda del tutto diversa.[1] I loro artigli sono un grande aiuto nell’arrampicata, ma non altrettanto efficaci in discesa. Un micio bloccato su un albero si spaventa e, a volte, più gli dici di scendere e più la sua paura aumenta. Per riuscire a calmarlo e riportarlo a terra in sicurezza, puoi provare diversi metodi.

Metodo 1 di 3:
Convincere il Gatto a Scendere

  1. 1
    Determina con precisione dove si trova il gatto, se non riesci a vederlo immediatamente. In che zona dell’albero è rimasto bloccato e quanto in alto si trova? Capire la posizione precisa del micio ti permetterà di decidere come aiutarlo a scendere dall’albero.
  2. 2
    Rinchiudi nei propri recinti tutti i cani presenti nelle vicinanze.[2] Il tuo obiettivo è quello di calmare il piccolo scalatore felino e farlo sentire abbastanza tranquillo affinché scenda da solo. I cani non farebbero altro che innervosirlo ancora di più, costringendolo a rimanere sull’albero e causando dello stress inutile.
  3. 3
    Cerca di convincerlo a scendere prima di andare a prenderlo fisicamente. Chiama il micio con il suo nome. Se non è il tuo animale domestico, cerca di trovare il suo padrone e chiedigli di richiamarlo. È molto più probabile che il gatto si avvicini alla persona che conosce.[3]
    • L’addestramento con il clicker si rivela piuttosto utile con i gatti che restano più volte bloccati sugli alberi. Il clicker serve per rinforzare un comportamento e puoi sfruttarlo per insegnare al gatto a venire da te quando lo chiami. L’impulso a obbedire al comando sviluppato da questo genere di addestramento, a volte, è più forte della paura e dell’esitazione del gatto.
  4. 4
    Usa del cibo o altri incentivi per convincere l’animale a tornare a terra. Se si tratta del tuo micio, usa le prelibatezze che gli piacciono di più. Se non lo conosci, allora prova un alimento dall’odore molto intenso come il tonno.
    • Lascia una ciotola di crocchette alla base della pianta e allontanati. Se il gatto non ti conosce, è meglio andare via e consentirgli di scendere per mangiare il cibo.
  5. 5
    Usa una penna laser per attirare il micio a terra. Se all’animale piace giocare con il puntino luminoso di un laser, allora potresti attirarlo lungo il percorso per farlo scendere, dato che vorrà “cacciare” la luce. Procurati una di queste penne e punta la luce in una zona dove il gatto possa vedere il puntino luminoso, Quasi tutti i mici sono attratti dalla luce emessa da un puntatore di questo tipo.
    • Muovi il puntino laser lungo il tronco, verso il basso. Ripeti questa azione finché non riesci a catturare l’attenzione del micio. Con un po’ di fortuna, l’animale inizierà a seguire la luce fino a terra.
  6. 6
    Controlla il gatto, ma dagli il tempo di scendere da solo. Prova ad aspettare prima di procedere con altri metodi per riportarlo a terra. I gatti domestici, molto spesso, scendono di loro spontanea volontà, se viene concesso loro lo spazio e il tempo per farlo. L’animale potrebbe aver bisogno solo di un po’ di spazio, di quiete e la sicurezza che non ci siano altri animali o persone intorno che gli diano fastidio.
    • Inoltre, se aspetti, il gatto comincerà ad avere fame e alla fine troverà il coraggio per tornare a terra.
  7. 7
    Decidi di passare a metodi più concreti per far sì che il felino scenda dall’albero. Dovresti valutare questa possibilità solo dopo aver atteso per un certo periodo di tempo (non più di 24 ore) che l’animale scenda da solo. Ricorda che gli artigli dei mici sono perfetti per arrampicarsi, ma non altrettanto validi per scendere. A questo punto potrebbe essere davvero bloccato lassù e bisognoso di aiuto![4]
    Advertisement

Metodo 2 di 3:
Aiutare il Gatto a Scendere

  1. 1
    Appoggia qualcosa all’albero in modo che il micio possa tornare a terra. Dovrebbe trattarsi di un lungo ramo caduto o una scala allungabile. Se l’inclinazione di questo oggetto è più graduale, allora il micio potrebbe trovare il coraggio per scendere.
    • Anche in questo caso concedigli il tempo di decidere di usare questa nuova via di uscita. Verifica che lo “scivolo” sia sicuro e ben appoggiato alla pianta prima di andartene.[5]
  2. 2
    Prova a portare un trasportino sull’albero. Lancia una fune sul ramo su cui si trova il micio e lega il trasportino a un’estremità. Accertati che la porticina sia aperta e poi tira la corda per issare il trasportino sulla pianta.
    • Dovresti mettere il cibo preferito del tuo animale, quello con un forte odore, dentro la gabbietta.
    • Attendi che il gatto entri nel trasportino. Sii paziente; se dopo molte ore il gatto ancora non è entrato, allora dovrai arrampicarti e mettere il micio nella gabbia.
    • Una volta che l’animale è al sicuro nel contenitore, portalo a terra rapidamente, ma con delicatezza.
  3. 3
    Usa un panno e una scopa per far scendere il gatto dall’albero. Questo metodo è adatto quando non puoi raggiungere l’animale, ma si trova comunque abbastanza vicino da poterlo afferrare e hai già tentato di tutto. Sappi che questo metodo potrebbe traumatizzare il micio e ci sono diverse probabilità che cada e si faccia del male. Lega fermamente un asciugamano alla spazzola di una scopa. Da una posizione sicura, come da terra o da una scala robusta, tocca il micio con la scopa, quanto basta per destabilizzarlo un po’. Non appena ha la sensazione di barcollare, il gatto si avvinghierà con le unghie, per istinto, al tessuto sulla scopa restando agganciato.
    • Tira la scopa in maniera continua prima che il micio abbia il tempo di scappare e si possa avvinghiare sia al panno che al ramo con gli artigli. Con un po’ di fortuna, le unghie anteriori resteranno incastrate nel panno molto più di quanto quelle posteriori saranno nel ramo e tu avrai una scopa con un gatto aggrappatovi sopra.
    • Sii pronto a supportare il peso della scopa e del gatto.
    • Con rapidità fai scorrere la scopa fra le mani. Afferra il gatto per la collottola prima che possa risalire sulla pianta e accertati di avere una presa sicura sulla scala o sull’albero; puoi anche passare la scopa e il micio a un aiutante.
  4. 4
    Chiama un giardiniere per farti aiutare. Nonostante quello che si pensi, la maggior parte dei dipartimenti dei vigili del fuoco non interviene per recuperare un micio sull’albero, ma a volte i giardinieri lo fanno. Probabilmente ti verrà chiesto un piccolo compenso per l’uscita e il recupero, ma ne varrà la pena, dato che questo professionista ha gli strumenti e le conoscenze adatte per arrampicarsi sull’albero e recuperare l'animale.
    Advertisement

Metodo 3 di 3:
Salire sull’Albero

  1. 1
    Se non funziona nessuno dei metodi descritti finora, sali sull’albero per recuperare il micio. Avvaliti solo di una scala robusta, a meno che tu non abbia molta esperienza nell’arrampicata. Fai in modo che ci sia almeno un’altra persona con te, se decidi di salire sulla pianta. Il tuo aiutante ti può avvisare nel caso l’animale si spostasse e potrebbe chiamare aiuto nel caso cadessi.
    • Se sei determinato a inseguire il micio sull’albero, allora dovresti sempre usare dell'equipaggiamento di sicurezza, in modo da non rischiare di ferirti; inoltre accertati che ci sia sempre un’altra persona che possa chiamare aiuto in caso di emergenza.
  2. 2
    Controlla il terreno attorno all’albero prima di salire. Verifica che non ci sia nessun ostacolo che possa dimostrarsi molto pericoloso in caso di caduta.
    • Accertati anche che la scala sia molto robusta. L’ultima cosa che vuoi è quella di ferirti mentre cerchi di aiutare un gatto a scendere dall’albero.
  3. 3
    Indossa degli abiti a manica lunga e dei guanti prima di arrampicarti. A prescindere dal fatto che tu stia recuperando un gatto che conosci o uno che non hai mai visto prima, sappi che l’animale molto probabilmente è spaventato e potrebbe aggredirti. Gli abiti a manica lunga e i guanti ti proteggeranno dai suoi artigli e denti, ma ti consentiranno anche di bloccare con maggior facilità l’animale agitato, una volta che l’avrai raggiunto.
  4. 4
    Afferra il micio e tienilo con decisione quando l’hai raggiunto. È meglio prenderlo per la collottola, dato che i gatti si calmano e restano fermi quando sono afferrati in questa parte del corpo.
  5. 5
    Sii delicato ma deciso con il gatto. Non permettergli di scappare prima di averlo messo nel trasportino o prima di averlo afferrato con una buona presa.
    • Resta calmo, se ti fai prendere dal panico l’animale reagirà male e non si farà prendere.
  6. 6
    Metti il gatto dentro a un contenitore per rendere più agevole la discesa. Se puoi, ad esempio, mettilo in un trasportino e abbassa quest’ultimo a terra con una fune.
  7. 7
    Scendi e poi controlla se tu o l’animale presentate delle ferite. Il micio potrebbe essere in stato di shock per l’esperienza traumatica, quindi verifica che stia bene prima di lasciarlo andare.
    Advertisement

Consigli

  • Se nessuno dei metodi descritti in questo articolo funziona, chiama i volontari di un rifugio per animali o l’associazione per la protezione animali. Queste persone potrebbero offrirti ulteriori consigli oppure darti il nome di un rocciatore o un arrampicatore professionista che possa prendere il micio.
  • Non chiamare i pompieri per recuperare il gatto dall’albero. La maggior parte dei dipartimenti non esegue questo tipo di intervento, dato che deve concentrarsi sulle emergenze che coinvolgono le persone.[6]
Advertisement

Avvertenze

  • Non tentare di arrampicarti su un albero senza aiuto e senza possedere le giuste abilità per farlo in tutta sicurezza!
  • Si pensa che i gatti abbiano nove vite, ma se il tuo micio cadesse dall’albero si farebbe molto male, quindi dovresti portarlo rapidamente dal veterinario. Potrebbe soffrire di qualche lesione interna che il veterinario sarebbe in grado di diagnosticare più facilmente di quanto potresti fare tu.
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

Veterinaria del Royal College of Veterinary Surgeons
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Pippa Elliott, MRCVS. La Dottoressa Elliott è una veterinaria con oltre trenta anni di esperienza. Si è laureata all'Università di Glasgow nel 1987 e ha lavorato come specialista in chirurgia veterinaria per sette anni. In seguito, ha lavorato per più di dieci anni come veterinaria in una clinica per animali.
Categorie: Gatti

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement