Come Far Scomparire le Cicatrici dell'Acne

L'acne rappresenta già un problema, perciò non sembra giusto che, anche quando i brufoli sono guariti, ti rimangano delle cicatrici a ricordarti dove si trovavano gli sfoghi. Non disperare! Le cicatrici dell'acne non sono permanenti ed esistono molti metodi per accelerare il processo di guarigione, come creme da banco, rimedi casalinghi o trattamenti medici. Continua a leggere per scoprire di più.

Parte 1 di 3:
Rimedi Casalinghi

  1. 1
    Usa il miele. Puoi usarlo non solo per trattare le cicatrici, ma anche l'acne stessa. È delicato sulla pelle, riduce gli arrossamenti e l'irritazione. Il miele contiene proprietà antibatteriche che aiutano a far svanire le cicatrici e i punti neri, idratando e ammorbidendo la pelle. Versa un po' di miele direttamente sulle cicatrici di notte, e lavalo via al mattino.
  2. 2
    Usa l'olio di rosa canina. Quest'olio è ricco di vitamine e antiossidanti che aiutano a mantenere la pelle liscia e sana. Anche se l'uso dell'olio di rosa canina sui brufoli attivi deve ancora essere valutato, è stata dimostrata la sua efficacia nella riparazione delle cicatrici, dovute all'acne o meno. Grazie all'uso regolare, i segni e le cicatrici svaniranno, diventando meno evidenti nel tempo. Ti basterà massaggiare delicatamente l'olio sulla zona colpita una o due volte al giorno.[1]
  3. 3
    Usa l'olio di cocco. Grazie alla vitamina E e all'acido laurico, caprilico e caprico presenti in quest'olio, agisce come un'eccellente crema per ridurre le cicatrici dovute all'acne. L'olio di cocco inoltre aiuta a prevenire la comparsa di nuove cicatrici. Massaggialo sulle zone colpite almeno una volta al giorno, meglio se 2 o 4 volte.[2]
  4. 4
    Usa l'aloe vera. È un prodotto rinomato nel campo dei cosmetici per le sue proprietà di guarigione, e può essere usato per risanare delicatamente, ma in modo efficace, le cicatrici dovute all'acne nel tempo. Anche se puoi acquistare molti gel a base di aloe in commercio, la scelta migliore è quella di acquistare una pianta di aloe.
    • Per usare l'aloe di una pianta, spezza una foglia e strofina il suo contenuto simile a gel direttamente sulla pelle. Lascia asciugare e agire per 30 minuti. Lava via con un detergente delicato. Prova a farlo ogni giorno.[3]
  5. 5
    Usa un cubetto di ghiaccio. Questo trattamento dà i migliori risultati sulle cicatrici nuove o infiammate, perché il ghiaccio riduce il gonfiore e fa stringere i vasi sanguigni. Con il tempo, inoltre, il ghiaccio aiuta a ridurre l'evidenza delle cicatrici più piccole e la loro decolorazione.[4]
    • Avvolgi un cubetto di ghiaccio in un pezzo di stoffa e strofinalo sulla zona infiammata per 10-15 minuti al giorno.
  6. 6
    Usa una maschera a base di aspirina. Questo farmaco ha proprietà antinfiammatorie e contiene una forma di acido salicilico che viene usato in molti trattamenti contro l'acne. Puoi usare una maschera con aspirina per ammorbidire la pelle e ridurre la decolorazione.
    • Per preparare la maschera, rompi 4-5 aspirine fino a ridurle in polvere, poi mescolala con dello yogurt naturale o del gel di pura aloe. Applica la maschera sul viso e lasciala riposare per 15 minuti.
    • Lavati con acqua tiepida, tampona il viso per asciugarlo e usa una crema idratante.[5]
  7. 7
    Usa l'olio d'oliva. Si tratta di un altro ottimo prodotto per ridurre le cicatrici dovute all'acne, grazie alle sue naturali proprietà di guarigione. Ti basterà massaggiare l'olio sulle cicatrici più volte al giorno.
  8. 8
    Usa l'olio con vitamina E. Quest'olio ha incredibili proprietà idratanti ed è un trattamento efficace contro le cicatrici dovute all'acne. Applica l'olio puro di vitamina E sulla pelle 2-3 volte al giorno, dovresti notare dei risultati in due settimane.[6]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Trattamenti Medici

  1. 1
    Prova qualche crema da banco. Per uniformare l'arrossamento o la decolorazione, scegli una crema da banco in grado di far svanire le cicatrici o di schiarirle. Cerca delle creme che contengano ingredienti come acido kojico, estratto di liquirizia, arbutina, estratto di gelso e vitamina C. Questi ingredienti esfoliano la pelle per ridarle tono e consistenza.[7]
  2. 2
    Consulta un dermatologo. Se i prodotti da banco non bastano, puoi consultare un dermatologo, che ti potrà prescrivere creme più potenti. Puoi anche chiedere informazioni in merito ad altre opzioni per ridurre le cicatrici, come trattamenti laser o peeling chimici.
  3. 3
    Sottoponiti a un trattamento laser. Questa procedura può essere svolta nell'ufficio di un medico o di un dermatologo. Il laser rimuoverà lo strato superiore danneggiato della pelle e stringerà lo strato medio, lasciando la pelle più morbida. Serviranno solitamente tra i 3 e i 10 giorni perché la pelle guarisca completamente.[8]
    • Il dottore cercherà di ridurre il dolore addormentando la pelle con un anestetico locale.[8]
    • Possono essere necessari pochi minuti, un'ora o diverse sessioni per il trattamento, in base alla gravità delle cicatrici.
  4. 4
    Prova un filler dei tessuti. Se il viso è costellato di piccole rientranze, un dermatologo può iniettarti un filler (solitamente acido ialuronico) per gonfiare la pelle e renderla più liscia. Vedrai risultati immediati (le rientranze scompaiono virtualmente subito dopo la procedura), ma dureranno solo per pochi mesi.[7]
    • Un altro tipo di filler, micro-gocce di silicone, stimola la produzione di collagene, in maniera che la pelle nuova cresca da sola. Questo trattamento richiede iniezioni multiple nel corso di un mese, e per questo i risultati richiedono più tempo, ma sono solitamente permanenti. [7]
  5. 5
    Sottoponiti a un peel chimico. Si tratta di soluzioni acide concentrate che esfoliano lo strato più esterno della cute, esponendo la pelle più liscia e morbida al di sotto. Sono trattamenti efficaci per ridurre le cicatrici dovute all'acne e per uniformare la tonalità di colore della pelle, per migliorare i lineamenti e curare i danni dovuti al sole. I peel chimici sono disponibili dal tuo dermatologo locale o nell'ufficio di un chirurgo plastico.[9]
  6. 6
    Prova la dermoabrasione. Questo trattamento prevede l'uso di una spazzola rotante o di uno strumento rotante di diamante per rompere la superficie della pelle. Quando la pelle guarisce, un nuovo strato più liscio sostituirà la pelle rimossa. Può servire tempo perché la pelle guarisca dopo un trattamento di dermoabrasione - solitamente tra i 10 giorni e le tre settimane.[8]
  7. 7
    Se tutto il resto non ha funzionato, ricorri a un intervento chirurgico. Chiedi al tuo dermatologo quali sono le tue opzioni chirurgiche, che sono riservate alle cicatrici più profonde ed evidenti. Anche se alcune procedure possono essere eseguite in studio e richiedono meno di mezz'ora, la chirurgia è solitamente l'opzione che presenta i rischi maggiori (alcuni interventi richiedono l'anestesia) e la più costosa.[7]
    • Nella maggior parte dei casi, le cicatrici verranno rimosse singolarmente e la pelle viene ricostruita. In altri casi, il chirurgo opererà sotto la superficie della pelle per rompere i tessuti fibrosi che provocano le cicatrici.[7]
    • La pelle avrà bisogno di tempo per guarire dopo l'intervento e potrebbe essere necessario un ulteriore trattamento per renderla nuovamente liscia.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Prendersi Cura della Pelle

  1. 1
    Usa ogni giorno una crema solare. Esporre le cicatrici al sole può farle diventare più scure e rallentare il processo di guarigione. Questo perché i raggi ultravioletti stimolano le cellule che producono i pigmenti nella pelle, portando a una maggiore decolorazione. Per evitarlo, indossa sempre una protezione solare, d'estate e d'inverno.
    • Prima di uscire all'aperto, applica una crema solare ad ampio spettro con un fattore di protezione 30 o superiore che contenga ossido di zinco. Applicala di nuovo dopo aver nuotato, sudato, o dopo aver passato due ore al sole.[10]
  2. 2
    Esfolia la pelle ogni giorno. Questo ti aiuterà a far sparire i segni dell'acne più velocemente, rimuovendo la pelle vecchia e facendo emergere quella nuova. Esistono molte opzioni per esfoliare, come gli scrub e gli asciugamani. Fai attenzione però al prodotto che usi, perché alcuni tipi di esfolianti topici possono provocare irritazioni come arrossamenti, spellamenti e secchezza.
    • Prova un esfoliante da banco contenente gli ingredienti attivi AHA o BHA, che hanno potenti proprietà antinfiammatorie e che possono aiutarti a ridurre la decolorazione.[11]
  3. 3
    Usa prodotti delicati per la cura della pelle. Puoi essere tentato di usare scrub abrasivi e ogni tipo di trattamento irritante nel disperato tentativo di liberarti delle decolorazioni dovute all'acne, ma le irritazioni provocano solo altri problemi e impediscono alla pelle di guarire da sola. Limitati a usare prodotti delicati e non irritanti, che siano gentili sulla pelle.
  4. 4
    Evita di strizzare o toccare i brufoli. Le cicatrici sono costituite soprattutto di collagene e sono il metodo che il corpo utilizza per guarire. Se però strizzi o tocchi i brufoli, potresti provocare l'ingresso in profondità nella pelle di pus e batteri, danneggiando il collagene naturale. Rimuovere i brufoli porta inoltre a danni alla pelle e infiammazioni, che rallentano il processo di guarigione. Evita di scavare o schiacciare i brufoli e alla fine le cicatrici scompariranno da sole.[10]
  5. 5
    Mantieni un buon livello di idratazione. Bere acqua non basterà per liberarsi delle cicatrici dovute all'acne, ma rimanere idratati è fondamentale per avere una pelle sana e favorisce il naturale processo di ringiovanimento della pelle. Cerca di bere 1 o 2 litri d'acqua al giorno e di mangiare molta frutta e verdura fresche.
    Pubblicità

Avvertenze

  • Prova sempre i nuovi trattamenti per la pelle su piccole zone, per verificare che non diano origine a sfoghi allergici.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Cura della Pelle

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità