Come Far Smettere a un Gatto di Graffiare i Mobili

Scritto in collaborazione con: Pippa Elliott, MRCVS

Graffiare mobili e arredi, tappeti e oggetti vari è un atteggiamento distruttivo, dal tuo punto di vista. Tuttavia, per come la vedono i gatti, è un comportamento del tutto naturale, che segue il bisogno biologico di mantenere le unghie in ottima forma e lasciare i loro marchi visivi e olfattivi sugli oggetti, per comunicare l'estensione del proprio territorio ad altri gatti e animali. Inoltre, graffiare è una forma di attività fisica per i gatti, che permette loro di contrarre ed estendere spalle, gambe e zampe.[1] Dato che graffiare è un'attività naturale per i gatti, proteggere i tuoi mobili e altri oggetti della casa richiede sforzo e ingegno, ma non è impossibile.

Metodo 1 di 4:
Comprendere e Reindirizzare i Graffi

  1. 1
    Impara perché i gatti graffiano. Non lo fanno per infastidirti, ma perché è una forma di esercizio per i muscoli che vanno dagli artigli, attraverso le zampe, fino alle scapole e alla schiena.[2] Inoltre, graffiare serve ad affilare le unghie e tenerle pulite.
    • I gatti inoltre graffiano per marcare aree territoriali con le loro zampe, che hanno ghiandole odorifere che emanano una traccia generalmente indistinguibile dagli umani ma molto chiara per altri gatti, cani e molti altri animali.
  2. 2
    Sii paziente e comprensivo. Ami il tuo gatto e il prezioso legame che avete l'uno per l'altro: i gatti capiscono quando ti prendi cura di loro, e cercheranno di ricambiare in ogni modo per compiacere il loro compagno umano, se si sentono elogiati e sostenuti.
    • Con il tempo e il tuo affetto, il tuo gatto dovrebbe abituarsi a non graffiare i mobili e usare delle alternative.
  3. 3
    Compra almeno un tiragraffi (un oggetto di legno che potrà graffiare) per il tuo gatto. Un tiragraffi è la risposta al tuo problema, ma ci vorrà un po' di tempo perché il tuo gatto si abitui a usarlo.
    • Quando acquisti un tiragraffi, devi considerare alcuni aspetti. Cercane uno che sia alto almeno quanto il tuo gatto quando sta sulle zampe posteriori. Assicurati che sia resistente e che non oscilli quando il gatto ci si appoggia. Assicurati che non sia pesante e alto, o potrebbe cadere sul gatto.
    • Esistono tiragraffi di moltissimi tipi e dimensioni. Alcuni sono piatti a terra, altri sollevati. Alcuni sono costruiti in sughero. Provane diversi; meglio averne uno di troppo che non abbastanza.
    • Alcuni gatti preferiscono farsi le unghie su superfici orizzontali, come i tappeti, perciò in questi casi acquista uno strumento che sia disposto a terra. Esistono opzioni di cartone, sisal e moquette per le superfici orizzontali. [3]
    • Qualunque cosa tu scelga, evita le cose morbide. Il tiragraffi del tuo gatto deve essere come la corteccia di un albero (il loro elemento naturale con cui affilare gli artigli), cioè duro e ruvido.[4] I paletti di legno con della corda in fibra di sisal avvolta intorno sono i migliori. Più il tiragraffi sarà allettante per il gatto, più i tuoi mobili saranno al sicuro.
  4. 4
    Posiziona i tiragraffi in modo strategico. Scopri quali mobili il gatto graffia più spesso e dove si trovano. Assicurati che il tiragraffi sia bene in vista nelle stanze e vicino a dove si trovano quei mobili.
    • Se hai appena adottato un gatto, metti il tiragraffi vicino a dove un gatto potrebbe graffiare.
    • Se il gatto graffia e marchia molte aree, crea "buone" opportunità di graffiare in ogni zona. La soluzione migliore è acquistare più di un tiragraffi, soprattutto se la tua casa si sviluppa su due piani, è molto grande o se hai più di un gatto. In questo modo ridurrai le probabilità che il tuo gatto graffi i mobili.
    • Se il gatto graffia sempre la sedia dove siedi più spesso, metti un tiragraffi vicino a essa. Potresti anche lasciare un tuo capo sul paletto per qualche tempo, o lasciare nel cassetto superiore del tiragraffi i tuoi oggetti personali, così che il gatto lo interpreti come parte del tuo territorio, come la tua sedia preferita. Questo è particolarmente importante nel caso in cui il gatto sia molto legato a una persona della casa. Mettere il tiragraffi o l'albero vicino al divano o alla sedia preferita da quella persona può renderlo ancora più allettante.
  5. 5
    Addestra il gatto all'uso del tiragraffi. Cerca di far capire al tuo gatto che per farsi le unghie deve usare il tiragraffi e nient'altro. Incoraggia il gatto a sfoderare gli artigli contro il nuovo tiragraffi mettendolo delicatamente davanti a esso. Al contempo, accarezzalo con affetto e aspetta che reagisca al tiragraffi.
    • Se vuoi rendere il tiragraffi ancora più allettante, strofinalo con erba gatta o spruzzaci sopra dell'olio di erba gatta.[5]
    • Ogni volta che il gatto usa il tiragraffi, elogialo, accarezzalo e dagli un premio in cibo.[6] Alcune persone suggeriscono di incoraggiare il gatto mettendo delicatamente le sue zampe anteriori sul paletto e persino muovendole su e giù, ma fai attenzione, perché molti gatti odiano essere costretti a fare qualcosa e questo può avere un impatto molto negativo sul loro addestramento.[7]
    • In alternativa, potresti persino mostrare al gatto come graffiare usando le tue unghie.
    • Puoi anche far penzolare un giocattolo sopra il paletto in modo da colpirlo. Questo dovrebbe attirare l'attenzione dell'animale; cercando di colpire il giocattolo, potrebbe scoprire i benefici del tiragraffi dietro di esso.
    • Un altro metodo per convincere il gatto ad apprezzare il tiragraffi è non salutarlo finché non raggiungi lo strumento. Graffia il tiragraffi con le tue unghie e di’ al gatto quanto sei felice di vederlo. Quando si avvicina al paletto e comincia a graffiarlo, smetti di farlo tu e inizia ad accarezzarlo, mentre lo elogi.[8]
  6. 6
    Modifica la posizione e il tipo di tiragraffi secondo le tue necessità. Prova a spostare il tiragraffi, se il tuo gatto non lo considera. Non provare a costringere il gatto ad apprezzarlo così com'è, e cerca invece di adattarlo alle preferenze del tuo animale.
    • Se, ad esempio, noti che il tuo gatto è nervoso o non apprezza il tiragraffi, prova a inclinarlo di lato. Questo lo renderà più piccolo e meno minaccioso, permettendo al gatto di abituarcisi con più facilità.[9]
    • I gatti sviluppano delle preferenze per alcune superfici da grattare. Trova un tiragraffi costruito con la superficie preferita dell'animale. Potrebbe trattarsi di corda in sisal, di moquette, di cartone, di stoffa o di qualunque altra cosa. Sarà molto più facile abituare il gatto a un tiragraffi se andrai incontro alle sue preferenze.
    Advertisement

Metodo 2 di 4:
Fermare i Comportamenti Indesiderati

  1. 1
    Usa il tono di voce per correggere i comportamenti del gatto. Un secco "NO!" detto ad alta voce ogniqualvolta il tuo gatto si avvicina a un mobile graffiato può aiutare a diminuire il suo interesse nel farsi lì le unghie.[10]
    • Se non ti piace urlare o avere un tono cattivo con il gatto, fai suonare una lattina piena di sassolini o di monetine per spaventarlo, oppure batti le mani. Poi, prendilo e portalo vicino al tiragraffi per indurlo a usarlo. Non sembrare troppo aggressivo e non rimproverarlo troppo duramente; ricorda che sta semplicemente seguendo il proprio istinto e tu sei un essere superiore con l'abilità di controllare i suoi scatti emotivi.
    • Non sgridare mai il tuo gatto quando si trova vicino al tiragraffi o lo sta usando. Deve associare il tiragraffi solo a cose piacevoli e felici.
  2. 2
    Usa l'acqua per fermare il comportamento indesiderato del gatto. Se hai una bottiglia spray con dell'acqua, potresti provare a spruzzare il gatto ogni volta che si avvicina a un mobile per graffiarlo.[11] Cerca di farlo prima che inizi a farsi le unghie, non durante. Non gli farai male, ma lo aiuterai ad associare i graffi sui mobili con uno spiacevole spruzzo d'acqua!
    • Puoi anche usare un mix all'olio di agrumi per scoraggiare il gatto. A molti gatti non piace l'odore dell'olio di arancio. Mescola olio di eucalipto e di arancio in parti eguali, circa un misurino pieno per ciascuno, e mettili in uno spruzzino d'acqua. Puoi provarne l'efficacia sul tuo gatto mettendone una piccola quantità su un panno pulito e avvicinandolo al suo naso. Dovrai agitare il contenuto dello spruzzino prima di ogni uso poiché gli oli e l'acqua si separano entro poco tempo. Con questo metodo non solo dissuaderai il gatto dal distruggere mobili e muri, ma darai inoltre alla tua casa una piacevole fragranza.
  3. 3
    Sposta l'attenzione del gatto. In alcuni casi dovrai solo fermare fisicamente il gatto quando graffia. Spostalo da dove si trova e trovagli qualcos'altro da fare. Prova a dargli un giocattolo con cui giocare o accarezzalo per un po', secondo le sue preferenze.
    Advertisement

Metodo 3 di 4:
Limitare l'Accesso del Gatto agli Oggetti che Vuoi Graffiare

  1. 1
    Copri i mobili che il gatto graffia più spesso. Alcuni mobili attirano i graffi del gatto più di altri, perché sono perfetti per le sue esigenze. In questo caso, puoi provare diverse strategie:
    • Metti del nastro biadesivo sul mobile.[12] I gatti non gradiscono la sensazione dell'adesivo sotto le zampe e non graffieranno più il mobile, perché la pelle senza peli delle zampe è estremamente sensibile al tatto.[13]
    • Per mobili più grandi, applica nastro isolante sui braccioli o sul retro del mobile, dove il gatto spesso gioca (e si nasconde dallo spruzzino).
    • Per un'area più grande, come un tappeto, lascia dei fogli adesivi, con il lato appiccicoso verso l'alto sopra la superficie da proteggere.[14]
    • Puoi anche acquistare un prodotto chiamato "Sticky Paws", delle strisce sanitarie adesive che puoi applicare su tappeti, tende, stoffe e tutti gli altri oggetti che attirano l'animale.[15]
    • Usa il lato "nodoso" di un tappetino in plastica o in vinile sul retro del divano per scoraggiare il gatto. Il gatto non gradirà la sensazione dei nodi appuntiti sulle zampe.
    • Per i gatti che sembrano spassarsela solo quando sei a lavoro o lontano da casa, puoi coprire i mobili con rivestimenti di plastica. I gatti non amano molto camminare sulla plastica a causa del suo odore e della sensazione al tatto.[16] Potresti anche provare a mettere dei palloncini sotto il rivestimento che copre il mobile di modo che scoppino quando graffiati, causando uno spavento al gatto che assocerà a quel mobile per molto tempo dopo lo scoppio.[17]
    • Puoi prendere in considerazione l'idea di usare uno “Scat mat”[18] (un tappetino sgradevole per i gatti) per tenere il gatto lontano da alcune superfici e aree.
  2. 2
    Considera se creare un deterrente per alcune zone con l'ausilio di un sensore di movimento collegato a uno spruzzino o a un allarme a ultrasuoni. Generalmente, è consigliato correggere il comportamento del gatto a distanza, così che non associ la punizione con te o altri umani. In caso contrario, genereresti nel gatto paura verso gli umani e lo addestrerai a graffiare in segreto.
    • Puoi trovare su internet questi prodotti da vari rivenditori.[19][20]
  3. 3
    Chiudi le porte delle stanze che contengono mobili o oggetti di grande valore. Se hai mobili antichi o altri articoli che per te hanno molto valore, mettili in una zona dove il gatto non può accedere. Assicurati che tutti i membri della famiglia sappiano di dover negare l'accesso al gatto a quelle stanze e quindi tenere sempre le porte chiuse. Chiedi a tutti gli inquilini di fare attenzione e non sperare che il gatto capisca la differenza tra un mobile importante e uno sacrificabile.
    • Se il gatto entra in una delle stanze proibite, scaccialo prontamente, così che capisca di trovarsi fuori dal suo territorio.
    Advertisement

Metodo 4 di 4:
Limitare l'Abilità del Gatto di Graffiare

  1. 1
    Tieni le unghie del gatto ben tagliate. Due dei motivi per cui i gatti graffiano sono affilare le unghie e accorciare la loro crescita, perciò puoi dare una mano all'animale con un attento e regolare taglio degli artigli.
    • Se non sai come curare le unghie di un gatto, chiedi al tuo veterinario di mostrarti come si fa per la prima volta, poiché è facile fare molto male al micio se non sai quello stai facendo.[21][22]
    • Un gatto non abituato a questo trattamento inizialmente sarà infastidito, ma devi perseverare finché non si trova a suo agio nel farlo. Anche in questo caso, accarezzalo mentre gli stai tagliando le unghie, così che sappia che ti stai prendendo cura di lui.
    • È utile smussare la punta delle unghie di un gatto casalingo che non ha mai accesso agli alberi all'esterno. Puoi farlo con una forbice da unghie (mai usare quelle per cani), ma devi conoscere la giusta linea lungo cui tagliare per evitare di fargli del male. Chiedi al veterinario di mostrarti la procedura, la prima volta che lo devi fare.[23]
  2. 2
    Usa dei cappucci di plastica per coprire le unghie del gatto. Dei “Soft Paws” incollati sulle unghie del gatto impediranno che possa danneggiare le superfici, perché il cappuccio copre la parte affilata.[24] Puoi applicarli da solo, o farlo fare al veterinario. Questi cappucci svolgeranno la loro funzione per 3-6 settimane, prima di cadere e dover essere riapplicati.
  3. 3
    Lascia che il tuo gatto esca all'esterno, se possibile. Se il tuo gatto è già libero di andare e venire dalla casa, è molto probabile che si sia già trovato un albero o due su cui farsi le unghie. Incoraggialo a fare questo (se non sta danneggiando l'albero) e continua a lasciare che passi sufficiente tempo all'aperto, perché usare come tiragraffi degli elementi naturali ridurrà sicuramente il suo desiderio di usare i tuoi mobili come fosse uno di questi.
  4. 4
    Considera i lati negativi e le alternative alla rimozione delle unghie del gatto, prima di adottare questa procedura. Rimuovere le unghie dell'animale può essere un mezzo rapido e semplice per prevenire i danni ai mobili, però si tratta di un intervento chirurgico che, come tutte le operazioni mediche, presenta dei rischi.
    • Anche se è ancora legale rimuovere le unghie dei gatti in quasi tutti i Paesi del mondo, dovresti fare delle considerazioni etiche. Fai delle ricerche e assicurati di capire tutti gli aspetti della procedura per prendere la decisione migliore per il tuo gatto.[25][26]
    • La procedura di rimozione degli artigli prevede di amputare le dita delle zampe anteriori del gatto all'ultima articolazione. Parla con il tuo veterinario se pensi che sia la soluzione giusta per il tuo caso. Alcuni gatti recuperano bene dall'intervento, mentre altri soffrono di dolori cronici e, più avanti, di artrite.[27]
    • Nota che, se il tuo gatto esce all'aperto, rimuovendone gli artigli potresti limitare la sua capacità di arrampicarsi e di difendersi.[28]
    • Controlla il contratto di adozione o d'acquisto del tuo gatto. Alcuni gruppi di soccorso e agenzie di adozione inseriscono clausole di "non rimozione degli artigli" nei contratti che fanno firmare ai nuovi proprietari.
    Advertisement

Consigli

  • I tiragraffi ad albero con fibre da graffiare, piccole casette e postazioni rialzate in cui riposare sono particolarmente interessanti per i gatti. Sono un po' costosi, ma possono soddisfare sia gli istinti di marcatura del territorio che quelli di affilatura delle unghie. Forniscono anche più occasioni di fare esercizio tramite arrampicamento e salti.
  • I gatti odiano gli agrumi, come arance e limoni. Prova a circondare i mobili di bucce d'arancia per tenere lontano il gatto. Se continua a graffiare, spruzza del liquido aromatizzato all'arancia o al limone sul mobile.
  • Non coprire mai i tiragraffi con la stessa moquette del pavimento o con la stessa stoffa dei mobili di casa.[29] Se lo facessi, l'animale potrebbe associare le due superfici.
  • Potresti anche costruire da solo un tiragraffi, se sei in grado di eseguire lavori di falegnameria di base. Leggi questo articolo per trovare istruzioni su come fare.
  • In alcuni casi, le rivalità tra gatti possono interferire con l'uso dei tiragraffi. Se un gatto è scacciato da un altro, assicurati che l'animale che ha perso la posizione di dominio abbia il suo tiragraffi in un'altra area. Ogni gatto della casa potrebbe avere diversi territori personali e luoghi preferiti. Lo stesso vale per le lettiere.
Advertisement

Avvertenze

  • Metti il tiragraffi su terreno solido, così che non possa cadere mentre il gatto lo usa.
  • Non urlare mai a un gatto. Serve solo a indebolire la tua relazione con lui. Non capiscono che si tratta di una punizione o un atteggiamento che possono evitare comportandosi bene; penseranno solo che tu sia rumoroso e irascibile. La loro risposta più comune sarà allontanarsi finché non ti sarai calmato e poi riprendere a fare quello che stavano facendo.
  • Sii paziente con il gatto. Se credi di non riuscire più a sopportarlo, contatta il tuo veterinario, che potrà consigliarti un comportamentista animale. Un addestratore di gatti o il taglio delle unghie chirurgico non dovrebbero essere soluzioni necessarie, se hai pazienza e diligenza nell'addestrare il tuo animale.
Advertisement

Cose che ti Serviranno

  • Tiragraffi o superficie orizzontale o verticale, a seconda delle preferenze del gatto
  • Erba gatta, olio o essenza di erba gatta
  • Nastro biadesivo
  • Giocattoli per gatti
  • Spruzzino con acqua
  • Asciugamano per tenere il gatto durante il taglio delle unghie (se necessario)
  • Olio d'arancia (facoltativo)

Informazioni su questo wikiHow

Veterinaria
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Pippa Elliott, MRCVS. Laureata in Scienze Veterinarie e membro del Royal College of Veterinary Surgeons, la Dottoressa Elliott ha oltre 30 anni di esperienza nel settore della chirurgia veterinaria e nella pratica della medicina per animali di compagnia. Ha conseguito la laurea in medicina e chirurgia veterinaria alla University of Glasgow nel 1987. Lavora da più di 20 anni presso la stessa clinica veterinaria della sua città natale.
Categorie: Gatti

Riferimenti

  1. Caroline Davis, The Essential Cat, p. 35, (2005), ISBN 0-7621-0496-1
  2. Anitra Frazier, The Natural Cat: The Comprehensive Guide to Optimum Care, p. 111, (2008), ISBN 978-0-452-28975-8
  3. http://www.catbehaviorassociates.com/horizontal-scratching/
  4. Anitra Frazier, The Natural Cat: The Comprehensive Guide to Optimum Care, p. 111, (2008), ISBN 978-0-452-28975-8
  5. Caroline Davis, The Essential Cat, p. 35, (2005), ISBN 0-7621-0496-1
  6. Bash Dibra, Cat Speak, p. 178, (2001), ISBN 0-399-14741-1
  7. Anitra Frazier, The Natural Cat: The Comprehensive Guide to Optimum Care, p. 114, (2008), ISBN 978-0-452-28975-8
  8. Anitra Frazier, The Natural Cat: The Comprehensive Guide to Optimum Care, p. 115, (2008), ISBN 978-0-452-28975-8
  9. Anitra Frazier, The Natural Cat: The Comprehensive Guide to Optimum Care, p. 114, (2008), ISBN 978-0-452-28975-8
  1. Bash Dibra, Cat Speak, p. 179, (2001), ISBN 0-399-14741-1
  2. Bash Dibra, Cat Speak, p. 179, (2001), ISBN 0-399-14741-1
  3. Bash Dibra, Cat Speak, p. 179, (2001), ISBN 0-399-14741-1
  4. Caroline Davis, The Essential Cat, p. 128, (2005), ISBN 0-7621-0496-1
  5. Bash Dibra, Cat Speak, p. 179, (2001), ISBN 0-399-14741-1
  6. Anitra Frazier, The Natural Cat: The Comprehensive Guide to Optimum Care, p. 33, (2008), ISBN 978-0-600-61724-2
  7. Bash Dibra, Cat Speak, p. 179, (2001), ISBN 0-399-14741-1
  8. Bash Dibra, Cat Speak, p. 179, (2001), ISBN 0-399-14741-1
  9. http://www.scat-mat.com/
  10. http://catrepellentguide.com/ultrasonic-cat-repellents/catscram-electronic-cat-repellent/
  11. http://scraminal.com/
  12. Paddy Cutts, The Complete Cat Book, p. 52, (2003), ISBN 1-84309-089-9
  13. Caroline Davis, The Essential Cat, p. 35, (2005), ISBN 0-7621-0496-1
  14. Paddy Cutts, The Complete Cat Book, p. 53, (2003), ISBN 1-84309-089-9
  15. http://www.softpaws.com/
  16. https://www.avma.org/KB/Policies/Pages/Declawing-of-Domestic-Cats.aspx
  17. Jen Swiderski, Onychectomy and its alternatives in the feline patient; Clinical Techniques in Small Animal Practice, Vol 17, No 4 (November), 2002: pp 158-161.
  18. http://www.veterinarypartner.com/Content.plx?P=A&S=0&C=0&A=568
  19. http://www.veterinarypartner.com/Content.plx?P=A&S=0&C=0&A=668
  20. Paddy Cutts, The Complete Cat Book, p. 52, (2003), ISBN 1-84309-089-9

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement