Come Fare Ricrescere l'Attaccatura dei Capelli

Riparare e favorire la crescita di nuovi capelli dall’attaccatura è possibile prendendoti cura di cuoio capelluto e capelli al tempo stesso. Inverti il danno nutrendo l’attaccatura dei capelli dall’esterno e previeni danni ulteriori evitando attività che provocano la caduta di capelli. Nutri infine i capelli dall’interno seguendo una dieta sana e bilanciata.

Parte 1 di 3:
Invertire il Danno

  1. 1
    Usa lo shampoo giusto. In commercio sono disponibili moltissimi shampoo che promettono effetti miracolosi nella ricrescita dei capelli. Mentre alcuni sono molto efficaci, prima dell’acquisto, informati bene sulle caratteristiche di shampoo particolarmente efficaci.
    • Cerca degli shampoo delicati che puliscano i pori senza l’uso di sostanze chimiche aggressive. Gli shampoo alle erbe hanno un effetto particolarmente benefico. Cerca prodotti che contengano camomilla, aloe vera, ginseng, equiseto, rosmarino, biotina, cisteina, proteine, silicio e/o vitamina E.
    • Controlla gli ingredienti dello shampoo e assicurati che non contenga laurilsolfato di sodio, un ingrediente spesso presente negli shampoo che può spezzare o rimpicciolire capelli già indeboliti.[1]
  2. 2
    Idrata i capelli. Dei capelli idratati correttamente sono più forti, spessi ed è meno probabile che si spezzino.
    • Un buon balsamo è fondamentale per mantenere i capelli idratati. I balsami alle erbe sono un’ottima scelta poiché è più probabile che non contengano sostanze chimiche potenzialmente dannose. In particolare, compra dei balsami con aminoacidi, biotina, aloe vera, ginseng e/o tè verde. Applica il balsamo e lascia in posa per 15-30 minuti prima di risciacquarlo con acqua tiepida.
    • Dopo avere messo il balsamo, fai un trattamento al vapore per aprire le cuticole e per liquefare gli attivi in esso contenuto, favorendo l’assorbimento più profondo in ogni ciocca di capelli.[2]
      • Avvolgi i capelli in un asciugamano inumidito con acqua calda, quindi ricoprilo con una cuffia da doccia di plastica.
      • Metti un secondo asciugamano sulla cuffia e ricopri con un’altra cuffia.
      • Lascia in posa per almeno un’ora per favorire la formazione del vapore. Se possibile, usa anche un casco d’aria calda per un po’ di tempo.
  3. 3
    Prova un prodotto commerciale per la crescita dei capelli. Balsami, maschere e sieri per la crescita dei capelli aiutano a proteggere la zona fronte, tempie e nuca. Massaggia il prodotto scelto direttamente sull’attaccatura dei capelli.[3]
    • Cerca un prodotto che contenga un trattamento proteico leggero con un idratante delicato. I prodotti con vitamina E sono l’ideale per nutrire e rimpolpare la cute danneggiata del cuoio capelluto.
    • Massaggia delicatamente il cuoio capelluto durante l’applicazione del prodotto. Il massaggio stimola l’afflusso di sangue e la capacità naturale di ricrescita dei capelli.
  4. 4
    Prepara un olio fatto in casa. Gli oli naturali idratano e ispessiscono i capelli e non contengono sostanze chimiche.
    • Un esempio di formula è: una parte di olio di semi di ricino, tre parti di olio extra vergine di oliva e cinque gocce di olio organico al tè verde.[4]
      • L’olio di oliva agisce come vettore facilitando l’applicazione uniforme del prodotto sul cuoio capelluto, inoltre, contiene preziose sostanze anti-ossidanti e vitamina E. L’olio di semi di ricino stimola i follicoli dormienti, mentre l’olio al tè verde libera i follicoli bloccati.
    • Un’altra formula è la seguente: 60 ml di olio di cocco, 10 gocce di olio di rosmarino e 10 gocce di olio di lavanda.
      • L’olio di cocco nutre intensamente; l’olio di lavanda deterge e rilassa il cuoio capelluto, mentre l’olio di rosmarino stimola l’afflusso di sangue e risveglia i follicoli addormentati.
  5. 5
    Applica l’olio fatto in casa. Massaggialo sul cuoio capelluto per attivarne le proprietà.
    • Prova a mescolare gli oli in una bottiglietta di plastica comprimibile con applicatore lungo e usala per l’applicazione su tutta la testa.
    • Se preferisci usare il prodotto solo sull’attaccatura dei capelli, prova ad applicarlo con un cotton fioc o con il pennellino pulito del mascara.
    • A prescindere dal metodo di applicazione, massaggia l’olio con le mani per almeno 10 minuti, concentrandoti sull’attaccatura dei capelli. Un buon massaggio è in grado di stimolare e migliorare la circolazione, favorendo la ricrescita dei capelli.
  6. 6
    Parla con un medico. Se nonostante tutti i tuoi sforzi non vedi nessun miglioramento, fissa un appuntamento dal dermatologo o dal medico di base.
    • Il dermatologo è la scelta migliore dal momento che si tratta di un medico specializzato nelle condizioni di pelle e capelli. Consulta il medico di base se il danno non è troppo esteso.
    • Il dottore sarà in grado di capire se è possibile o meno fare ricrescere i capelli e in questo caso potrebbe prescriverti delle medicine specifiche o consigliarti i metodi più efficaci.[5]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Prevenire Danni Ulteriori

  1. 1
    Taglia i capelli corti. Pettinare e asciugare i capelli esercita molto stress sull’attaccatura. Tagliandoli corti dovrai pettinarli meno frequentemente riducendo tale stress.
    • Potresti anche raderti a zero come opzione a lungo termine per riparare l’attaccatura dei capelli.
  2. 2
    Pettina delicatamente. Al momento del bisogno, pettina i capelli il più delicatamente possibile per evitare di spezzarli alla radice.
    • Fai molta attenzione a spazzolare i lati. Usa una spazzola a dentelli morbidi sull’attaccatura dei capelli. Se particolarmente danneggiata, puoi usare uno spazzolino al posto della spazzola.
  3. 3
    Asciuga delicatamente. Dopo il lavaggio, è consigliabile asciugare i capelli naturalmente o con un asciugamano morbido.
    • Non strofinare i capelli per asciugarli e non attorcigliarli per evitare di sottoporli a stress ulteriore.[6]
  4. 4
    Evita acconciature che stressano i capelli. Trecce, treccine, ricci, raccolti aderenti e persino la semplice coda di cavallo sono acconciature che mettono sotto stress il cuoio capelluto. Lasciali quindi sciolti.
    • Quando tiri i capelli all’indietro, le ciocche possono rompersi alla radice causando perdita di capelli dalla zona tempie, dai lati e dalla fronte.
    • Se per qualunque motivo devi per forza tirare indietro i capelli, cerca di ridurre lo stress facendo raccolti non troppo aderenti. Fai la coda o il raccolto legando i capelli all’altezza delle orecchie per diminuire la tensione alla radice.[7]
    • Se indossi le extension, chiedi al parrucchiere di attaccarle a una retina invece che nei capelli. Anche se non è la soluzione ideale, aiuta a ridurre lo stress e il danno al cuoio capelluto.[8]
  5. 5
    Limita l’uso di sostanze chimiche. Permanenti, liscianti e tinte sono molto dannose su capelli già fragili, peggiorandone lo stato.
    • Fai molta attenzione anche all’uso di sostanze chimiche più delicate. Ad esempio, molti gel per capelli contengono alcool, che rimuove l’umidità dal capello rendendolo più fragile.
  6. 6
    Non usare parrucche. I tuoi capelli hanno bisogno di respirare per poter crescere. Soffocando il cuoio capelluto, bloccherai l’afflusso di ossigeno e restringerai le cuticole indebolendo tutta la capigliatura.
    • Lo stesso discorso vale per i capelli finti attaccati a un a retina o cappellino. Anche se questo tipo di extension è meno dannoso rispetto a quelle tradizionali, riduce comunque l’afflusso di ossigeno al cuoio capelluto.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Consumare le Sostanze Nutritive Giuste

  1. 1
    Capisci il ruolo importante dell’alimentazione. Molti trattamenti per il cuoio capelluto sono caratterizzati dall’uso di prodotti topici. Tuttavia, ricorda che i capelli crescono dall’interno del corpo, pertanto la sua salute è molto importante.
    • Il corpo veicola le sostanze nutritive che ingerisci per prima cosa verso gli organi e verso i tessuti, pertanto, anche se ingerisci nutrienti per rimanere in salute, è possibile che essi non siano sufficienti per mantenere in forma i capelli.[9]
    • Alcune sostanze esplicano un ruolo più diretto nella cura dei capelli rispetto ad altre.
    • Gli integratori alimentari sono di aiuto, tuttavia l’effetto sarà migliore se ingerisci le sostanze nutritive direttamente dal cibo.
  2. 2
    Consuma più acidi grassi essenziali omega 3. Cibi ricchi in omega 3 includono: pesci grassi (come salmone e tonno), semi di lino, noci, cavolo riccio e cavoletti di Bruxelles.
    • Gli omega 3 si attaccano al fusto dei capelli e alle membrane cellulari del cuoio capelluto rafforzando i follicoli e promuovendo la crescita. Inoltre, rendono i capelli meno fragili e quindi è meno probabile che si spezzino.
  3. 3
    Includi più zinco nella tua dieta. Cibi ricchi in zinco includono: ceci, germe di grano, manzo, fegato di vitello e ostriche.
    • Lo zinco promuove la crescita dei tessuti e li ripara, pertanto se i tuoi problemi sono causati da un cuoio capelluto danneggiato, un consumo maggiore di zinco può fare la differenza.
    • Lo zinco stimola la produzione di oli benefici da parte delle ghiandole attorno al cuoio capelluto.
  4. 4
    Mangia molte proteine. Carni e legumi sono la fonte primaria di proteine. Mangia molto pollo, tacchino, uova, arachidi, fagioli, piselli, lenticchie e persino yogurt greco.
    • I capelli sono quasi totalmente composti da proteine, di conseguenza, senza un consumo adeguato sarà impossibile fare ricrescere l’attaccatura dei capelli. Inoltre, una carenza di proteine, può assottigliare e fare diventare grigi i capelli rimasti.
  5. 5
    Consuma cibi ricchi in ferro. Il ferro si trova in molti alimenti, come verdure a foglia verde, cereali integrali, carni rosse, ostriche, fagioli e vongole.
    • Il ferro aumenta l’afflusso di sangue in tutto il corpo. Senza di esso il sangue non è in grado di trasportare abbastanza ossigeno alle cellule del cuoio capelluto e quindi non potrà stimolare i follicoli addormentati.
  6. 6
    Assumi molta vitamina A e C. Le patate dolci, le carote, le verdure a foglia verde, zucche e albicocche sono tutti alimenti ricchi in vitamina A. Guava, peperoni, kiwi, arance e uva sono ricchi in vitamina C.
    • Entrambe le vitamine favoriscono la produzione di oli naturali da parte dei follicoli, conosciuti come "sebo", che mantiene i capelli idratati e riduce il rischio che si spezzino.
    • Nota che un consumo quotidiano eccessivo di vitamina A (superiore a 15.000 UI) può provocare ulteriore perdita di capelli.
  7. 7
    Consuma magnesio e selenio. Noci e pesce sono ricchi di entrambi i nutrienti; mentre halibut, mandorle e anacardi sono ricchi in magnesio. L’halibut è anche ricco in selenio, come pure tonno, gamberoni, sardine e noce brasiliana.
    • Il magnesio ha un ruolo importante in molte funzioni biochimiche del corpo, inclusa la crescita di capelli.
    • Il selenio favorisce la produzione di selenoproteine, che stimolano i follicoli addormentati.
    Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Shampoo alle erbe
  • Balsamo alle erbe
  • Salvietta
  • Cuffie di plastica per la doccia
  • Maschera, balsamo o sieri per la crescita dei capelli
  • Olio
  • Bottiglietta di plastica con applicatore
  • Cotton fioc
  • Spazzola a dentelli morbidi
  • Asciugamano morbido
  • Cibi nutrienti
  • Integratori di vitamine

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Cura dei Capelli

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità