Come Fare il Nodo dell'Impiccato

Il nodo dell'impiccato è probabilmente il più conosciuto al mondo, dato che compare continuamente negli show televisivi, nei film e nei giochi di ogni genere. Tale fama è dovuta alla sua resistenza anche se sottoposto a carichi pesanti e movimenti improvvisi, risultando quindi ottimo nei casi di emergenza; è molto valido anche per agganciare gli ami alla lenza da pesca. Se hai intenzione di usare questo nodo per fare del male a te stesso o ad altre persone, clicca prima questo link.

PassaggiModifica

  1. 1
    Impara la terminologia di base, in modo da riuscire a realizzare i tuoi nodi in un lampo. Imparare online come realizzare un nodo può essere complicato se non conosci la terminologia di base; per questo nodo in particolare, ecco che cosa dovresti sapere:
    • Doppino: un ripiegamento semplice della fune, in modo che la corda ritorni indietro parallela a se stessa.[1]
    • Dormiente: la parte in eccesso della corda, che non partecipa all'esecuzione del nodo. Ad esempio, se stai annodando il termine di un gomitolo di filo, così si identifica la parte che conduce al gomitolo. [2]
  2. 2
    Prendi almeno 1 – 1,5 metri di fune per iniziare. Più corda prendi, più grande sarà il cappio; inoltre, riuscirai ad annodare più corda attorno all'asola, rendendo l'insieme più resistente.
  3. 3
    Impugna i 60 centimetri terminali e realizza due doppini, creando una S. Prendi la fine della corda e piegala due volte, in modo che abbia la forma di una S; dovresti conservare una parte dormiente piuttosto lunga, avanzando abbastanza fune.
  4. 4
    Prendi l'altra parte di corda e passala sotto i tre tratti paralleli della S. Impugna l'altro capo e passa la fune sotto al resto, in modo che i due doppini ne stiano al di sopra; non preoccuparti che rimanga tutto in una forma perfetta, l'importante è che ci siano due piegature a 180°.
  5. 5
    Fai passare la parte libera della fune sopra la piegatura a S e portala poi nuovamente al di sotto. Questo sarà il primo di molti avvolgimenti che dovrai eseguire per chiudere il nodo; tieni la corda sempre ben tesa, in modo da conservare la forma del cappio.
  6. 6
    Ripeti il punto precedente altre sei volte. Solitamente il nodo dell'impiccato viene eseguito con sette avvolgimenti, ma puoi fare come preferisci in base alle tue esigenze; dovranno comunque essere in un numero dispari, altrimenti non riuscirai a completare l'esecuzione.
    • Dovrai mantenere 5 – 7,5 centimetri di corda libera.
  7. 7
    Passa il capo della fune nell'anello inferiore del cappio. Infila il capo della corda nell'asola che giace a fianco del dormiente, ovvero la parte di filo che si allontana dal nodo.
  8. 8
    Tira il cappio e il dormiente per fissare il nodo. Così facendo allargherai l'asola e stringerai il resto, in modo da rimanere solo con la corda non utilizzata, gli avvolgimenti e il cappio. Una volta che avrai stretto a dovere, sarà molto difficile guastarlo.
    • Se il cappio non fosse abbastanza ampio per le tue esigenze dovrai ricominciare da capo, partendo da una forma a S più grande di prima.
    Advertisement

ConsigliModifica

  • La fune è molto più adatta a questo scopo rispetto a un filo.
  • Ricorda che puoi avvolgere la corda attorno alla S a piacere, purché il numero di avvolgimenti sia sempre dispari.

AvvertenzeModifica

  • Non stringere il nodo attorno al collo delle persone: potrebbe essere difficile toglierlo rischiando di uccidere il malcapitato.
  • In alcuni luoghi appendere un cappio è considerato un gesto razzista. Impiccare l'effige di un tuo rivale può essere considerato incitazione alla violenza.
  • Se stai pensando al suicidio cerca aiuto immediatamente.

Cose che ti ServirannoModifica

  • Una fune

Hai trovato utile questo articolo?

No