Come Fare una Puntura a un Cavallo

Scritto in collaborazione con: Pippa Elliott, MRCVS

I cavalli, a volte, hanno bisogno di una serie di iniezioni, dai vaccini annuali ai farmaci, e potrebbero esserci delle occasioni in cui devi eseguirle da solo anziché chiamare un veterinario. Se dovessi fare un'iniezione al tuo cavallo, sapresti cosa fare? I cavalli sono animali grandi e forti, pertanto devi sempre mettere la tua sicurezza al primo posto. Fai qualche ricerca, fatti dare molti consigli e trova un amico esperto che possa aiutarti. Prima di iniziare, però, è necessario conoscere le basi di come somministrare un'iniezione a questo animale.

Parte 1 di 4:
Prepararsi per l'Iniezione

  1. 1
    Chiedi a una persona che abbia esperienza con i cavalli di darti una mano. Se stai leggendo questo articolo, probabilmente non hai molta dimestichezza con le iniezioni, pertanto è una buona idea avere vicino qualcuno che possa aiutarti, che sia un esperto di cavalli o il veterinario. La prima volta che ti cimenti con un’iniezione dovresti sicuramente avere accanto un professionista esperto che supervisioni il lavoro. Se il veterinario non è disponibile, cerca l’aiuto di un allevatore esperto.
  2. 2
    Rivolgiti a un professionista se il cavallo ha paura degli aghi. Un cavallo di questo genere è in grado di capire cosa stai per fare, anche se non può vedere l'ago! Si muoverà ancora prima di ricevere l’iniezione, perché sa cosa sta per succedere e vuole impedirlo in tutti i modi. Potrebbe iniziare a impennarsi, mordere e calciare, quindi, per la sicurezza di tutti in questa situazione, è meglio che l’iniezione venga eseguita da un professionista esperto.
    • Se non hai esperienza, potresti fare del male al cavallo, anche se riesci a evitare di essere tu stesso ferito. Molto probabilmente l'ago potrebbe piegarsi, addirittura ancora nella pelle del cavallo, ciò potrebbe danneggiargli il muscolo o persino richiedere la rimozione dell'ago con un intervento chirurgico.
  3. 3
    Chiedi al veterinario in merito alle precauzioni di sicurezza necessarie. Per restare sereno e al sicuro, dovresti sapere se il farmaco può essere pericoloso per te, nel caso dovessi accidentalmente iniettarne un po' nel tuo corpo. Ad esempio, alcuni tranquillanti per cavallo possono provocare l’arresto respiratorio negli esseri umani.
  4. 4
    Usa un ago nuovo per ogni iniezione. Anche il solo gesto di inserire l'ago nel tappo di un flaconcino di farmaco rende la punta meno affilata e, di conseguenza, provoca un’iniezione più dolorosa per l’animale. L'ago deve essere il più affilato possibile, per penetrare rapidamente e facilmente nella pelle. Se il tuo cavallo ha paura dell’ago, la causa di questo suo timore potrebbe essere dovuta al dolore che ha provato in passato provocato da un ago smussato.
  5. 5
    Impara come fare un’iniezione intramuscolare (IM). Questo è il metodo più comune e consiste nel far passare l'ago attraverso la pelle per entrare nel muscolo sottostante. Dato che i muscoli hanno un buon apporto di sangue, il farmaco viene assorbito facilmente nel flusso sanguigno.
    • Alcuni farmaci possono bruciare un po’ quando vengono somministrati per via intramuscolare. La confezione di queste medicine potrebbe riportare una dicitura che sconsiglia la somministrazione IM. In altri casi, invece, alcuni farmaci per via IM contengono conservanti che non sono adatti per l'iniezione nei vasi sanguigni.
    • Sono rari i casi in cui è necessaria un’iniezione endovenosa. Non tentare di farne una, però, se non sei un veterinario qualificato.
  6. 6
    Decidi in quale punto del corpo del cavallo fare l'iniezione. I due siti più comuni sono il collo e le zampe posteriori. Entrambe le zone sono adatte, infatti il più delle volte è puramente una questione di preferenze personali. In ogni caso, se il cavallo è particolarmente vivace e attivo, è meglio fare l’iniezione nel collo, dato che non rischi di ricevere calci da questa posizione. I grandi muscoli degli arti posteriori sono però più indicati se devi somministrare una grande quantità di farmaco (10 ml o più).
    • Chiedi sempre consiglio al veterinario o segui le indicazioni riportate sulla confezione del farmaco, per ottenere maggiori indicazioni sul sito più adatto per l’iniezione.
  7. 7
    Mettiti in una posizione sicura. La persona che ti aiuta (l’addetto o l’addestratore) dovrebbe trovarsi dalla tua stessa parte, rispetto al cavallo, mentre la testa del cavallo dovrebbe essere leggermente girata verso il tuo aiutante. In questo modo si riducono le possibilità che qualcuno possa essere investito o calpestato nel caso il cavallo reagisse male durante la somministrazione del farmaco.
    • È meglio non legare l’animale. Se dovesse reagire in modo violento o brusco potrebbe lesionarsi lui stesso o ferire l’aiutante, senza contare i danni che potrebbe provocare alle attrezzature.
  8. 8
    Calma il cavallo. L’addestratore dovrebbe parlargli dolcemente, mentre tu trovi la giusta posizione per eseguire l’iniezione. Se il cavallo mantiene un comportamento irrequieto, prova a usare un torcinaso per tenerlo fermo mentre procedi con l'iniezione. Anche se può sembrare spiacevole e doloroso, il torcinaso è perfettamente sicuro, non è affatto disumano e viene usato frequentemente per alleviare lo stress nei cavalli. Il tipo più comune di questo dispositivo è un anello di corda attaccato a un bastone.
    • Infila il labbro superiore del cavallo nell’anello di corda.
    • Stringi l’anello ruotando il palo più volte.
    • Questa delicata compressione del labbro superiore ha un effetto calmante, come quando una mamma gatta prende un gattino per la collottola.
    • È consigliato che sia il tuo aiutante a maneggiare il torcinaso, così da permetterti di avere le mani libere per fare l'iniezione.
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Stabilire Dove Fare l’Iniezione nel Collo

  1. 1
    Sappi perché molte persone preferiscono fare l’iniezione nel collo. Una delle principali preoccupazioni quando si fa un’iniezione a un cavallo deve essere la sicurezza di tutti i soggetti coinvolti. Se la fai al collo, ti trovi in una posizione abbastanza sicura accanto alla spalla dell’animale e quindi lontano da possibili calci con gli zoccoli delle zampe posteriori. In questo modo hai anche un maggiore controllo dell’animale, dato che sei vicino alla sua testa. Tutto sommato, quindi, l’iniezione al collo offre un ambiente più sicuro rispetto alla zampa posteriore ed è una buona soluzione.
  2. 2
    Impara a conoscere l'anatomia del sito dell’iniezione. Individua il triangolo tra la punta della spalla dell’animale e l’inclinazione della scapola. Il lato superiore del triangolo figurato è il "legamento nucale", l'arco del muscolo lungo la parte superiore del collo. Il lato inferiore di questo triangolo è formato dalle ossa del collo che proseguono verso l'alto dalla spalla, in una forma a "S".
    • Per trovare questo triangolo, metti il palmo della mano sulla parte anteriore della spalla del cavallo, circa a un terzo della lunghezza del collo.
    • Dove si appoggia il palmo della mano, è un punto sicuro dove fare l'iniezione.
  3. 3
    Individua il sito ideale. Se fai l'iniezione troppo in alto sul collo, il farmaco entra nei legamenti nucali che sorreggono la testa. Questo è estremamente doloroso per il cavallo, che continuerà ad avere dolore ogni volta che muoverà la testa. Ma, se scegli un punto troppo in basso, l'ago potrebbe colpire le ossa delle vertebre del collo, cosa altrettanto dolorosa per l’animale.
    • Se scegli un punto troppo basso rischi anche di colpire la vena giugulare e, se stai somministrando un farmaco inadatto per uso endovenoso, il cavallo potrebbe anche morire.
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Stabilire Dove Fare l’Iniezione nella Zampa Posteriore

  1. 1
    Conosci i vantaggi e gli svantaggi di un’iniezione nella zampa posteriore. Questo sito è sicuramente più efficace rispetto al collo, ma anche più pericoloso, perché devi stare più vicino alla parte posteriore dell’animale, con il rischio di ricevere qualche calcio. Tuttavia, questo è il luogo più indicato se devi somministrare un grande quantitativo di farmaco (10 ml o più) come la penicillina, che deve essere iniettata in grandi dosi.
  2. 2
    Impara l'anatomia di quest’area del cavallo. Il muscolo più indicato per questo tipo di iniezione è il "muscolo semitendinoso", che si trova dietro la groppa dell’animale. Immagina il cavallo seduto come un cane: il muscolo semitendinoso è quello su cui si siede. Nei puledri questo è uno dei muscoli più grandi del corpo, rendendolo uno dei più consigliati per un’iniezione IM.
  3. 3
    Individua il sito ideale. Inizia cercando la punta della natica (la zona ossea estrema del bacino). Traccia una linea verticale immaginaria fino a terra, lungo la parte posteriore della zampa e fai l'iniezione nel muscolo gonfio che si trova lungo questa linea.
    • Sii cauto quando inietti il farmaco nel muscolo, non inserire l’ago nella "cunetta" dove il muscolo si connette a quello accanto.
    • Questo "avvallamento" ha pochi vasi sanguigni e, se lo inietti in questo punto, il farmaco non verrà assorbito bene e sarà meno efficace.
  4. 4
    Evita di fare la puntura nella parte superiore della groppa. Questo sito superiore della groppa/glutei viene considerato comunemente una buona opzione per le iniezioni, perché permette all’operatore di rimanere più avanti rispetto al corpo dell’animale, fuori dalla portata dei suoi calci. Tieni presente però che l'afflusso di sangue in quest’area non è molto intenso, pertanto il farmaco risulta meno efficace, se iniettato qui. Inoltre, se si forma un ascesso nel sito dell’ago, diventa più difficile riuscire a drenarlo ed eliminarlo.
    • Scegli la zona nella parte superiore della groppa solo se non hai altre valide alternative.
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Fare l’Iniezione

  1. 1
    Non "picchiettare" il cavallo sul sito dell’iniezione. Ad alcune persone piace dare dei colpetti un paio di volte nel punto in cui prevedono di fare l’iniezione, ma è una cattiva idea. Questi colpetti sono veloci, come dei piccoli pugni dati con il palmo della mano prima che l'ago venga inserito. Alcuni ritengono che intorpidiscano la pelle, in modo che il cavallo non senta l'ago. Tuttavia, questo comportamento fa solo capire al cavallo che sta per accadere qualcosa, soprattutto se hai già usato la stessa tecnica in precedenza. Il cavallo sarà più tranquillo se non sa cosa sta per succedere.
  2. 2
    Stacca l'ago dalla siringa. La prima volta che inserisci l'ago, devi farlo senza collegarvi il corpo della siringa che contiene il farmaco. Questo ti permetterà di "procedere all’aspirazione" e assicurarti di aver inserito l'ago in modo accurato.
  3. 3
    Inserisci l'ago con un’angolazione di 90 °. Assicurati di usare sempre un ago robusto, nuovo e sterile per ogni iniezione, inseriscilo nel muscolo con un movimento morbido e sicuro. L'ago deve formare un angolo di 90° con il muscolo. Infilalo per tutta la lunghezza fino al cono di innesto (la parte in cui l'ago metallico si unisce alla siringa).
  4. 4
    Esegui l’aspirazione prima di ogni iniezione. Molti farmaci possono essere pericolosi per il cavallo, se entrano nei vasi sanguigni, nel peggiore dei casi possono anche portare alla morte. Per evitare questo, "aspira sempre un po’" prima dell’iniezione, per verificare se esce sangue. Questa semplice azione ti assicura che l'ago sia nel muscolo e non in un vaso sanguigno.
    • Una volta inserito l'ago nel sito individuato, tira un po’ lo stantuffo della siringa.
    • Se l'ago è in un vaso sanguigno, vedrai del sangue entrare nel cono d’innesto dell'ago (la parte dell’ago che spunta dalla pelle).
    • Rimuovi l'ago e non iniettare il farmaco, per ora.
    • Usa un nuovo ago appuntito per trovare nuovamente il sito per l’iniezione, quindi ripeti il processo di aspirazione finché non sei certo di aver individuato il punto giusto.
  5. 5
    Collega la siringa all'ago. Tira indietro lo stantuffo per controllare una volta di più l’eventuale presenza di sangue. Se è pulito, premi con un movimento costante sul pistone per fare l'iniezione. Quando la siringa è vuota, estraila insieme all'ago.
  6. 6
    Gestisci una possibile fuoriuscita di sangue. Nel foro dell’ago potrebbe formarsi una goccia di sangue sulla pelle del cavallo. In questo caso, applica una leggera pressione con un batuffolo di cotone per almeno due minuti. A quel punto, l'emorragia dovrebbe fermarsi, ma, in caso contrario, tieni premuto il cotone contro la ferita finché smette di sanguinare.
  7. 7
    Smaltisci l'ago e le siringhe in maniera scrupolosa e responsabile. Una volta utilizzati, questi strumenti sono considerati "rifiuti ospedalieri", il che significa che non devi limitarti a gettarli nella normale spazzatura, ma devi trovare la maniera idonea di smaltirli.
    • Metti gli aghi e le siringhe usati in un contenitore di plastica con coperchio. La vaschetta del gelato vuota o un contenitore simile va più che bene.
    • Consegna il contenitore al veterinario affinché lo smaltisca in maniera adeguata.
    • Assicurati di tenere il contenitore fuori dalla portata dei bambini quando gli aghi sono ancora sotto la tua custodia.
    Pubblicità

Consigli

  • Resta sempre calmo quando sei vicino al cavallo. Se sei nervoso o hai paura, lo sarà anche l’animale.
  • Non fargli mai un'iniezione se non sei sicuro di come agire o hai poca esperienza e non c’è un supervisore con te.
  • Usa sempre un ago nuovo quando fai un'iniezione.


Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Veterinaria
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Pippa Elliott, MRCVS. Laureata in Scienze Veterinarie e membro del Royal College of Veterinary Surgeons, la Dottoressa Elliott ha oltre 30 anni di esperienza nel settore della chirurgia veterinaria e nella pratica della medicina per animali di compagnia. Ha conseguito la laurea in medicina e chirurgia veterinaria alla University of Glasgow nel 1987. Lavora da più di 20 anni presso la stessa clinica veterinaria della sua città natale.
Categorie: Cavalli

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità