Come Fare una Visita Ginecologica

Scritto in collaborazione con: Lacy Windham, MD

Per una donna è fondamentale prendersi cura della salute del proprio apparato sessuale e riproduttivo. Non c'è nulla di strano a sentirsi un po' nervosa o ansiosa per una visita ginecologica, soprattutto se si tratta della prima volta. Se sai esattamente che cosa accadrà, potrai sentirti un po' più a tuo agio e trovare sollievo dalla tensione. Prepara un elenco di domande in merito a tutti i problemi che hai o alle diverse tecniche contraccettive. Ricorda che tutta la conversazione che avrai con il medico sarà strettamente confidenziale, quindi devi sentirti tranquilla e discutere con il ginecologo di tutti i tuoi problemi.

Parte 1 di 4:
Prepararsi alla Visita

  1. 1
    Fissa l'appuntamento. Dovresti programmare l'esame di routine a metà fra due periodi mestruali. Il medico non sarà in grado di procedere a un esame completo, se sei mestruata.
    • Se hai un problema urgente, informa la segreteria di questa necessità e fissa la visita alla prima data disponibile. Continua a cercare un ambulatorio medico che possa garantirti una visita in tempi brevi.
    • Se questa è la tua prima visita ginecologica, devi informare la persona che fissa gli appuntamenti. La procedura dello studio medico potrebbe essere diversa, dato che si dovrà procedere alla raccolta dell'anamnesi e provvedere a tutte le necessità di una giovane donna durante la prima visita ginecologica.
    • L'American College of Obstetrics and Gynecology consiglia di sottoporsi alla prima visita ginecologica intorno ai 13-15 anni di età. Molte ragazze attendono fino a quando sono un po' più grandi, ma a 18 anni dovrebbero comunque recarsi dal ginecologo e a 21 sottoporsi a un esame completo.
    • Tutte le adolescenti e le giovani donne sessualmente attive, che hanno problemi con il ciclo mestruale o che a 16 anni di età non hanno ancora avuto il menarca, dovrebbero programmare una visita di controllo presso l'ambulatorio ginecologico.
    • Fai il bagno o la doccia come sempre. Lavati entro le 24 ore precedenti la visita e non usare prodotti detergenti diversi dal solito.
  2. 2
    Evita i rapporti sessuali nelle 24 ore precedenti l'esame. L'irritazione provocata dall'attività sessuale potrebbe rendere difficile l'interpretazione di alcuni test.
    • Non usare prodotti particolari per l'igiene intima prima dell'appuntamento. Non fare lavande vaginali, non applicare deodoranti intimi, spray o creme nelle 24 ore antecedenti.
    • Vestiti in maniera appropriata. Ricorda che dovrai spogliarti, quindi non indossare vestiti difficili da togliere e rimettere.
  3. 3
    Chiedi a un'amica di accompagnarti. Se questo ti fa sentire meglio, chiedi a un membro della famiglia, come la mamma o una sorella maggiore, oppure a un'amica di venire con te.
  4. 4
    L'accompagnatrice potrà rimanere in sala d'attesa o entrare nell'ambulatorio con te.
  5. 5
    Preparati una serie di domande. Questa è la tua occasione per chiedere al medico tutto ciò che vuoi sapere sulla tua salute sessuale e riproduttiva. Ciò significa informarsi in merito alla contraccezione, le pratiche di sesso sicuro, le malattie sessualmente trasmissibili, i cambiamenti del corpo e cosa potrai aspettarti in futuro.
    Advertisement

Parte 2 di 4:
Discutere l'Anamnesi

  1. 1
    Aspettati delle domande sulla tua salute generale. Rispondi in maniera onesta ed esaustiva. Il ginecologo ha bisogno della maggior quantità possibile di informazioni per curare in modo efficace ogni problema e aiutarti a prevenire future complicazioni.
  2. 2
    In alcuni studi medici ti verrà dato un questionario da compilare in merito alla tua storia clinica, mentre in altri ambulatori si provvede con un colloquio di persona.
    • Fra le varie domande ti verrà chiesto anche il nome e il recapito del tuo medico di base, la data della tua ultima visita, eventuali allergie, interventi chirurgici a cui ti sei sottoposta, ricoveri ospedalieri e tutte le patologie di cui soffri.
    • Dovrai anche indicare tutti i farmaci che assumi, incluse le vitamine e gli integratori che prendi regolarmente. Dovrai dichiarare se fumi e se bevi alcolici.
  3. 3
    Anticipa le domande in merito al tuo ciclo mestruale. L'infermiere o il ginecologo ti chiederà la data dell'ultima mestruazione e l'età in cui hai avuto il menarca. Potrebbe anche voler sapere quando ha iniziato a svilupparsi il seno.
  4. 4
    Dovrai comunicare la regolarità del tuo ciclo, se segue un andamento di 28 giorni, quanto durano in media le mestruazioni e se causano particolari problemi, come crampi molto dolorosi.
    • Il medico ti chiederà anche se hai mai presentato episodi di spotting, cioè delle perdite di sangue a metà del ciclo. Inoltre, dovrà sapere se le tue mestruazioni sono abbondanti, quindi potrebbe essere necessario indicargli quanti assorbenti o tamponi devi usare, soprattutto nelle prime 48 ore del ciclo.
  5. 5
    Informa il medico di tutti i tuoi problemi attuali. Questi includono delle perdite vaginali anomale, cattivi odori, prurito vaginale, dolore addominale o vaginale, dolenzia durante i rapporti sessuali e ogni cambiamento, dolore o problemi al seno.
  6. 6
    Il medico ha la possibilità di ordinarti dei test per le infezioni a trasmissione sessuale, se tu o il vostro medico avete delle preoccupazioni in merito. Un test delle urine può essere fatto per la clamidia e/o la gonorrea, e un esame del sangue per l'HIV, l'herpes, e/o la sifilide.
    • Non c'è nulla di male nel fare dei test per le infezioni a trasmissione sessuale, se hai qualche dubbio, in quanto ci sono trattamenti efficaci se si ha di un'infezione, e trattarla in una fase iniziale può aiutare a evitare complicanze a lungo termine. Ad esempio, il trattamento di clamidia e/o gonorrea fin dall'inizio impedisce lo sviluppo a lungo termine della malattia infiammatoria pelvica, che avviene quando l'infezione ha agito per un po' e può portare anche ad altre complicazioni, come problemi di fertilità o sviluppo del dolore pelvico cronico.
  7. 7
    Se pensi di essere incinta, comunicalo al medico. Verranno eseguiti degli esami delle urine o di laboratorio per confermare il tuo sospetto. Se sei davvero incinta, la visita procederà con altri esami.
    Advertisement

Parte 3 di 4:
Sottoporsi alla Visita

  1. 1
    Chiedi al ginecologo di spiegarti le procedure. Parte della visita ti metterà a disagio, ma se parli con il medico, potrai sentirti più rilassata e tranquilla. Chiedigli di spiegarti che cosa succede e che cosa sta facendo.
  2. 2
    Se il medico è un uomo, un'infermiera donna sarà presente nell'ambulatorio per tutto il tempo della visita. Se non c'è nessun altro nella stanza, chiedi che sia presente una infermiera.
    • Verrà esaminato il tuo sistema riproduttivo, sia i genitali esterni sia quelli interni. Quelli esterni includono il clitoride, le labbra, l'apertura vaginale e il retto.
    • L'esame interno prevede l'utilizzo di uno speculum che permette il controllo del canale vaginale e della cervice, l'esecuzione del Pap-test e il prelievo di campioni di tessuto, se necessario. Verrà anche eseguita una palpazione addominale interna per sentire l'utero e le ovaie.
    • Tutta la procedura richiede solo pochi minuti.
  3. 3
    Spogliati. Dopo esserti sottoposta a tutti gli esami preliminari e avere compilato il questionario, ti verrà dato un camice chiedendoti di spogliarti. Togli tutti gli abiti, inclusi reggiseno e collant, a meno che l'infermiere non ti indichi diversamente.
  4. 4
    Indossa il camice. Quelli che si utilizzano durante le visite ginecologiche sono aperti sul davanti, per permettere al medico di esaminare anche il seno.
  5. 5
    Solitamente si tratta di un camice di carta; l'infermiere potrebbe darti un piccolo lenzuolo di carta per coprirti il basso addome.
    • Sottoponiti a un controllo al seno. Questo di solito viene eseguito per primo. Il medico ti toccherà il seno con le mani seguendo movimenti circolari e lineari.
  6. 6
    Verrà controllata anche la zona delle ascelle, così come i capezzoli, alla ricerca di anormalità.
    • La palpazione del seno ha lo scopo di cercare anomalie o masse. Se provi dolore o disagio durante la procedura, informane il medico.
    • Scivola fino all'estremità inferiore del lettino. Devi spostarti in modo che i piedi possano entrare nei sostegni specifici chiamati staffe.
  7. 7
    In questo modo le gambe restano divaricate e puoi sottoporti alla prossima fase della visita. Rilassa le gambe e lasciale cadere, aperte, sui supporti.
  8. 8
    Esame esterno. In questa fase il ginecologo controlla la zona della vulva alla ricerca di segni di irritazione, infezione o anomalie tessutali attorno alla vagina e uretra (il condotto attraverso cui la pipì passa dalla vescica all'esterno).
  9. 9
    Il medico esegue un controllo visivo della zona e potrebbe toccare i tessuti per esaminarli meglio. Ad esempio, se le labbra fossero rosse o infiammate, il medico potrebbe aprirle alla ricerca di anormalità.
    • Lo speculum eserciterà un po' di pressione nella vagina. Si tratta di uno strumento, in plastica o metallo, che il medico inserisce per procedere all'esame interno. Lo speculum di metallo potrebbe essere freddo.
  10. 10
    Questo dispositivo viene inserito nella vagina e aperto gradatamente per consentire al ginecologo di esaminare il canale vaginale e la cervice.
    • Dovresti percepire un po' di pressione, ma non dovrebbe farti male. Se provi dolore, comunicalo al medico. Esistono speculum di diverse misure, quindi il medico potrebbe passare a uno strumento più piccolo, se il primo ti causa sofferenza.
  11. 11
    Informati sul Pap-test. Dopo avere controllato la cervice e il canale vaginale, il medico inserirà un piccolo tampone o spazzolino attraverso l'apertura dello speculum per prelevare alcune cellule dalla cervice. Questo esame viene detto Pap-test e non è consigliato prima dei 21 anni di età.
  12. 12
    Il campione verrà inviato presso un laboratorio che provvederà a controllare le cellule alla ricerca di anomalie o segni cancerosi. L'esito del Pap-test generalmente è del tutto normale per la maggior parte delle ragazze.
    • Di solito i risultati di questo esame sono pronti nell'arco di 10-14 giorni.
    • Se ci sono dei problemi, il medico potrebbe prelevare altri campioni per permettere al laboratorio di effettuare ulteriori controlli.
  13. 13
    Documentati sull'esame digitale. La parte successiva della visita prevede che il medico inserisca nella vagina uno o due dita, applicando una certa pressione sull'addome.
  14. 14
    In questo modo il ginecologo è in grado di percepire la presenza di masse o anomalie attorno alle ovaie e agli altri organi come la cervice, le tube di Falloppio e l'utero.
    • Tieni presente che il dottore potrebbe eseguire anche un esame rettale. In questo caso inserirà un dito nel retto per controllare una tensione anomala del muscolo fra il retto e la parete vaginale.
  15. 15
    Parla con il medico prima di andartene. Al termine dell'esame puoi toglierti il camice e rivestirti. L'infermiere ti accompagnerà nell'ufficio o nello studio del medico dove il ginecologo ti spiegherà i risultati della procedura.
    • Ti verranno mostrati i risultati e il medico risponderà alle tue possibili domande. Inoltre ti rilascerà le prescrizioni scritte di cui hai bisogno, come quella per gli anticoncezionali orali.
    Advertisement

Parte 4 di 4:
Proseguire con i Controlli

  1. 1
    Chiedi al tuo medico quando puoi prenotare il prossimo appuntamento. Prove come il Pap-test vengono generalmente fatte una volta ogni due anni; tuttavia, per le donne appena agli inizi, è consigliato sottoporsi a Pap-test ogni anno, per stabilire una sana base di partenza. Chiedi al tuo medico quando dovresti tornare per il successivo esame di routine.
  2. 2
    Vai dal medico il prima possibile in caso di problemi. Se provi dolore addominale, presenti secrezioni vaginali anomale o abbondanti, bruciore, percepisci un odore forte o diverso dal solito, i crampi mestruali sono molto intensi o si manifestano episodi di spotting, allora vale la pena fissare un appuntamento presso l'ambulatorio ginecologico.
    • Puoi anche consultare il medico prima, se hai altre domande riguardanti la riproduzione, come il desiderio di iniziare a usare la pillola anticoncezionale, o domande intorno a sesso sicuro e/o infezioni trasmesse sessualmente, o ancora domande sulla gravidanza.
    • Quando sei sessualmente attiva, il ginecologo ti può aiutare a scegliere il metodo anticoncezionale più adatto a te, che può anche essere un farmaco su prescrizione. Il medico, inoltre, ti controllerà per essere certo che utilizzi il prodotto in modo corretto.
    • I metodi contraccettivi tradizionali sono gli anticoncezionali orali (la pillola), i cerotti, le iniezioni, i profilattici e i dispositivi vaginali, come la spirale e il diaframma.
    • Ricordati che il tuo medico è sempre pronto a fornire a donne e ragazze le informazioni di cui hanno bisogno per fare le scelte migliori in qualsiasi settore della loro salute intima, per cui sarà sempre disposto a vederti e offrire consigli, anche se hai solo delle domande circa questioni di sessualità e non per un esame di routine.
  3. 3
    Esegui l'autopalpazione del seno. Il ginecologo ti mostrerà come controllare da sola le tue mammelle alla ricerca di masse potenzialmente cancerose. Esegui questo esame regolarmente e informa tempestivamente il ginecologo, se pensi di avere percepito un nodulo o una neoformazione nel tessuto del seno.
    Advertisement

Consigli

  • Sii onesta con il ginecologo, anche se ti senti imbarazzata. Tutte le informazioni in merito a che cosa ti provoca dolore o disagio, incluso il sesso, sono di grande utilità per trovare la terapia adatta alle tue esigenze.
  • La visita ginecologica è condotta da un medico ginecologo, sebbene l'infermiere e l'ostetrico possano provvedere ad alcuni esami preliminari.
  • Puoi chiedere a un genitore o a un'amica di accompagnarti per avere sostegno. Accertati di poter rispondere onestamente alle domande in merito alla tua vita sessuale, alle abitudini come il fumo o l'utilizzo di droghe di fronte al tuo accompagnatore.
  • Respira lentamente e in maniera controllata per rilassarti durante la visita. Inspira lentamente e profondamente dal naso e poi espira altrettanto lentamente dalla bocca.
  • Ricorda che il ginecologo potrebbe essere un uomo; tuttavia, si tratta di un professionista che esegue questo genere di esami ogni giorno. Durante la procedura, nella stanza, ci sarà anche un'infermiera; se non vuoi essere visitata da un medico uomo, fallo presente quando fissi l'appuntamento.
  • Se hai freddo ai piedi puoi tenere i calzini.
  • In alcuni casi si programma anche una mammografia di routine nella stessa data della visita ginecologica. Le linee guida per la prevenzione del cancro al seno indicano di iniziare a sottoporsi a delle mammografie di screening a partire dai 50 anni di età, poiché il rischio aumenta con l'avanzare degli anni.
  • Se si tratta della tua prima visita ginecologica e non vuoi che i tuoi genitori siano coinvolti, puoi fissare l'appuntamento presso un consultorio familiare competente per la tua zona. Il personale medico e amministrativo di queste strutture pubbliche rispetterà la tua privacy e saprà aiutarti a gestire ogni problema di carattere ginecologico.
  • Non temere di fare domande. Questo è il tuo tempo a disposizione con il medico, quindi supera l'imbarazzo, il disagio e informati su tutto quello che hai bisogno di sapere.
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

Ostetrica e Ginecologa
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Lacy Windham, MD. La Dottoressa Windham lavora come Ostetrica e Ginecologa Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Tennessee. Ha completato l’internato alla Eastern Virginia Medical School nel 2010, dove ha ricevuto un premio per il suo eccezionale operato come medico interno.
Categorie: Salute Donna

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement