Come Fermare un'Emorragia

L'emorragia si riferisce alla perdita di sangue dai vasi sanguigni del corpo. Se qualcuno è stato ferito e perde sangue è importante intervenire velocemente per fermare l'emorragia. Nella maggior parte dei casi dovresti essere in grado di tenerla sotto controllo senza troppe difficoltà. Nei casi più gravi, però, un'emorragia incontrollata o intensa può portare a uno shock, a problemi di circolazione o addirittura al danneggiamento di tessuti e organi, che può essere fatale. Segui i passaggi di questo articolo.

Parte 1 di 3:
Ferite Minori

  1. 1
    Usa l'acqua. L'acqua corrente non solo pulisce la ferita, ma aiuta a fermare il sanguinamento. Fai scorrere acqua fredda sul taglio per costringere i vasi sanguigni e per fermare l'emorragia. La stessa procedura eseguita con acqua molto calda cauterizza la ferita e fa coagulare il sangue. Non usare entrambe, sia l'acqua calda sia quella fredda: una delle due è sufficiente per risolvere il problema.
    • Puoi usare dei cubetti di ghiaccio al posto dell'acqua per chiudere il vaso sanguigno. Tieni il ghiaccio per un paio di secondi finché la ferita non si chiude e il sangue smette di fuoriuscire.
    • Se hai diversi piccoli tagli su tutto il corpo, fai una doccia calda per lavare via il sangue e cauterizzare tutte le ferite simultaneamente.
  2. 2
    Applica una pressione sul taglio. Dopo aver pulito il taglio, esercita una pressione su di esso con un fazzoletto di carta pulito o una garza per diversi minuti, quindi controlla se l'emorragia si è arrestata.
    • Se il sangue penetra attraverso il fazzoletto o la garza, sostituiscilo con uno pulito e asciutto.
  3. 3
    Utilizza una matita emostatica. Queste matite di cera sono nate per i tagli e le abrasioni da rasoio, ma funzionano alla perfezione su tutte le piccole ferite. Strofina la matita sulla pelle e lascia che i minerali astringenti facciano il loro effetto. Proverai un po' di bruciore al contatto, ma dopo un paio di secondi dolore e sanguinamento scompariranno.
  4. 4
    Metti della vaselina. La sua consistenza cerosa permette di fermare le piccole emorragie e di chiudere la ferita, se applicata in piccole quantità. Puoi usare anche un normale burro cacao per le labbra, se non hai della vaselina a portata di mano.
  5. 5
    Strofina un prodotto antitraspirante. Proprio come la matita emostatica, il tuo deodorante contiene cloruro di alluminio, che agisce da astringente e ferma il sangue. Mettine una piccola quantità sulle dita e tampona la ferita, oppure (se hai un deodorante a stick) strofinalo direttamente sulla pelle.
  6. 6
    Tampona con del dopobarba. Versane un po' direttamente sulla ferita oppure usa un batuffolo di cotone imbevuto. Dovresti notare una diminuzione del sanguinamento dopo un minuto o due.
  7. 7
    Prova l'allume. Sembra un pezzo di sapone, ma in realtà è composto da minerali che aiutano a fermare l'emorragia. Inumidisci il blocco di allume e strofinalo delicatamente sul taglio. Non è necessario fare pressione, i minerali agiranno da soli.
  8. 8
    Applica dell'aceto bianco. Le proprietà astringenti dell'aceto aiutano a disinfettare i piccoli tagli. Tampona la ferita con un batuffolo di cotone imbevuto di aceto e aspetta che smetta di sanguinare.
  9. 9
    Prova con l'amamelide. L'azione è simile a quella dell'aceto, dato che l'amamelide è astringente. Versane un po' direttamente sulla ferita o su un batuffolo di cotone.
  10. 10
    Metti dell'amido di mais. Spolvera la ferita con l'amido di mais, ma non strofinare, per evitare ulteriori abrasioni. Puoi premere leggermente la polvere per accelerare il processo. Quando non esce più il sangue, usa l'acqua corrente per ripulire la ferita.
  11. 11
    Usa una tela di ragno. Questo è un valido consiglio se stai facendo escursionismo. Prendi alcune ragnatele (senza ragno però!) e mettile sulla ferita; se necessario, arrotolale attorno all'arto. La tela tampona il flusso di sangue e dà alla ferita il tempo di chiudersi internamente.
  12. 12
    Copri il taglio. Metti un bendaggio sterile per aiutare la ferita a chiudersi e per ripararla dalla sporcizia. Puoi usare un semplice cerotto o una garza sterile.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Ferite Gravi

  1. 1
    Fai stendere la persona. Aiuta a diminuire la probabilità di uno shock alzare le gambe o collocare la testa al di sotto del livello del torace. Controlla la respirazione e la circolazione della vittima prima di procedere.
    • Leggi questo articolo per imparare a riconoscere e a gestire i sintomi di uno shock.
  2. 2
    Solleva l'arto ferito. Se possibile, è opportuno che la ferita si trovi più in alto del cuore per ridurre il sanguinamento. Tuttavia, se sospetti che ci sia anche una frattura, non cercare di muovere l'arto.
  3. 3
    Rimuovi i detriti. Pulisci la ferita da ogni corpo estraneo visibile, ma non farlo troppo in profondità per evitare di aggravare la situazione. La tua priorità è fermare l'emorragia. La pulizia della ferita può aspettare.
    • Se il corpo estraneo è grande (un grosso pezzo di vetro, un coltello o simili), non toglierlo. Ci sono molte possibilità che stia fermando l'emorragia. Applica pressione con un bendaggio attorno al corpo estraneo, facendo attenzione che non penetri ulteriormente.
  4. 4
    Applica pressione diretta e costante sulla ferita fino a quando si arresta l'emorragia. Usa un tampone di garza pulita, un panno o un abito. Puoi usare anche semplicemente le mani, se non hai nulla a disposizione. Metti le mani sopra al tampone e mantieni la pressione sulla ferita.
  5. 5
    Mantieni una pressione costante. Se la ferita è su un arto puoi usare un abito o del nastro adesivo come fasciatura compressiva (un panno piegato a triangolo è la cosa migliore). Per l'inguine e le zone che non possono essere fasciate usa le mani per tenere premuto.
  6. 6
    Controlla la garza. Se la prima è troppo imbevuta di sangue, aggiungine altre. Ma non creare strati di fasciature, c'è il rischio che la forza della compressione diminuisca. Se temi che il bendaggio non sia efficace, toglilo e sostituiscilo con uno migliore. Anche se hai la sensazione che il sanguinamento sia sotto controllo, non smettere di tenere premuta la ferita fino all'arrivo dei soccorsi, a meno che non sei più che certo che l'emorragia si è fermata.

  7. 7
    Usa i punti di pressione, se necessario. Se non riesci a fermare l'emorragia premendo direttamente sulla ferita, prova a stimolare contemporaneamente dei punti precisi di compressione. Usa le dita per premere il vaso sanguigno contro l'osso, I punti tipicamente più utili sono i seguenti:
    • L'arteria brachiale, per le ferite sotto il gomito. Corre all'interno del braccio tra l'ascella e il gomito.
    • L'arteria femorale, per le ferite alla coscia. Corre lungo l'inguine vicino alla linea dello slip.
    • L'arteria poplitea, per le ferite sotto al ginocchio. Puoi trovarla dietro il ginocchio.
  8. 8
    Continua a esercitare pressione finché l'emorragia non si ferma o fino all'arrivo del personale medico.
    • Non applicare pressione su un'arteria per più di 5 minuti dopo che l'emorragia si è interrotta.
    • Utilizza un laccio emostatico se l'emorragia mette a rischio la vita della vittima. Di solito i lacci emostatici interrompono immediatamente il sanguinamento, se applicati correttamente, ma un loro uso scorretto può danneggiare il paziente.
  9. 9
    Controlla le vie respiratorie e la respirazione della vittima regolarmente. Controlla che le bende non siano troppo strette; se la vittima è molto pallida e ha la pelle fredda, le dita di mani e piedi non riacquistano il loro colore dopo una pressione, o la vittima avverte formicolii o indolenzimenti, è probabile che le bende siano troppo strette.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Emorragie Interne

  1. 1
    Chiama al più presto un'ambulanza. Porta la vittima in ospedale il più velocemente possibile. Le emorragie interne non possono essere trattate a casa ed è necessario un intervento medico. Sintomi di una emorragia interna possono includere:
    • Battito cardiaco accelerato.
    • Bassa pressione sanguigna.
    • Pelle fredda e sudata.
    • Vertigini o senso di confusione.
    • Dolore e infiammazione nell'area dell'infortunio.
    • Irritazione sulla pelle.
  2. 2
    Mantieni calma la vittima, falla riposare e previeni ulteriori infortuni. Non farla muovere e, se puoi, falla sdraiare.
  3. 3
    Controlla le vie respiratorie del ferito, la sua respirazione e la circolazione. Cura le emorragie esterne come indicato in precedenza, se ce ne sono.
  4. 4
    Mantieni la vittima alla giusta temperatura corporea. Evita che stia troppo al caldo o troppo al freddo e applica dei panni imbevuti di acqua sulla sua fronte.
    Pubblicità

Consigli

  • NON controllare sotto il bendaggio per verificare che l'emorragia si sia fermata. Se le bende sono imbevute di sangue, probabilmente la ferita sanguina ancora. Continua invece ad applicare pressione.
  • Le emorragie arteriose richiedono una pressione più specifica sul vaso sanguigno che perde sangue rispetto a quelle venose. Potrebbe essere necessario premere con la punta delle dita sul punto di fuoriuscita del sangue. Questo è dovuto all'alta pressione del sangue all'interno delle arterie. In caso di emorragia arteriosa, chiedi subito l'aiuto di un medico.
  • Se li hai a portata di mano, indossa dei guanti di lattice o gomma prima di entrare in contatto con il sangue di un'altra persona. Puoi usare anche dei sacchetti di plastica se non hai nient'altro a disposizione.
  • Per le emorragie gravi, chiama i soccorsi o chiedi a qualcuno di farlo il prima possibile.
  • Se la vittima prende degli anticoagulanti, servirà più tempo per fermare l'emorragia. Controlla che non indossi un braccialetto che indichi l'assunzione di questo tipo di farmaci.
  • Se una persona ha subìto una grave ferita all'addome, non riposizionare gli organi. Coprili con una benda finché verrà soccorsa da personale medico esperto.
Pubblicità

Avvertenze

  • Come detto nell'articolo, non è consigliato usare un laccio emostatico. Tuttavia, in caso di ferite molto gravi o arti amputati, può essere necessario usarlo per salvare una vita. Tieni comunque presente che potrebbe compromettere irrimediabilmente un arto.
  • Per prevenire la trasmissione di malattie tra te e la vittima è importante prendere delle precauzioni specifiche:
    • Usa una barriera tra il sangue e la tua pelle. Indossa dei guanti (preferibilmente non di lattice, per prevenire complicazioni dovute ad allergie), o un pezzo di stoffa pulito.
    • Lava le mani accuratamente con acqua e sapone dopo avere prestato soccorso alla vittima. Usa un lavandino che non è destinato alla preparazione degli alimenti.
    • Non bere né mangiare e non toccarti il viso finché non ti sei lavato le mani.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 36 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Incidenti & Ferite
Sommario dell'Articolo

Per fermare una lieve emorragia da una ferita superficiale, passala sotto l’acqua fredda, per far restringere i vasi sanguigni, e poi puliscila. Fai pressione con una garza pulita per rallentare il flusso, poi disinfetta il taglio con aceto o amamelide prima di applicare una benda. In caso di ferite più gravi, solleva la parte del corpo interessata e premi su di essa con forza, utilizzando una garza pulita o la mano, finché il sangue non si sarà fermato. Se l'emorragia continua anche dopo alcuni minuti o sospetti che sia interna, chiama subito un’ambulanza.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità