Come Fumare il Sigaro

Fumare il sigaro è un ottimo modo per rilassarsi o celebrare un'occasione speciale. Prima di fumare il sigaro, dovrai imparare a tagliarlo e ad accenderlo, nonché a riconoscerne le differenti qualità. Fumare il sigaro consiste nell'assaporarne il gusto evitando di inalarne il fumo. Se vuoi imparare a fumare il sigaro come un vero esperto ed in poco tempo, segui i passaggi di questo articolo.

Parte 1 di 4:
Scegliere il Sigaro
Modifica

  1. 1
    Impara a conoscere i vari tipi di sigaro in commercio. Invece di acquistare il primo prodotto che ti capita sott'occhio, impara a riconoscere le diverse qualità di sigaro e fatti indirizzare dal tuo tabaccaio nella scelta di quello giusto per te. Conoscere le differenze tra i vari tipi di sigaro ti renderà un fumatore più consapevole. Ecco alcune varietà di sigaro che potrebbero interessarti:[1]:
    • Corona. Questo sigaro è lungo all'incirca 15 cm ed ha un diametro di 1,7 cm; ha il piede (la parte che si accende) aperto ed è chiuso da una testa (la parte che si mette in bocca) rotonda.
    • Piramide. Questo sigaro ha la testa appuntita e chiusa.
    • Torpedo. Questo sigaro presenta un rigonfiamento a metà ed ha la testa appuntita ed il piede chiuso.
    • Perfecto. È simile al Torpedo, a parte il fatto che, oltre al rigonfiamento a metà, ha entrambe le estremità chiuse, il che gli conferisce un aspetto arrotondato.
    • Panatelas. Questo sigaro è lungo circa 17 cm ed ha un diametro di 1,5 cm; assomiglia ad un Corona lungo e stretto.
    • Culebra. È composto da tre Panatelas intrecciati assieme ed assomiglia ad una spessa corda.
  2. 2
    Scegli un sigaro leggero. Per iniziare, dovrai sperimentare diversi tipi di sigaro. Non buttarti a capofitto su un'intera scatola di sigari dello stesso tipo per poi scoprire che il primo che fumi neanche ti piace! Al contrario, acquista diverse varietà di sigaro che pensi possano incontrare i tuoi gusti. Dovresti cominciare da un sigaro poco costoso ed adatto ad un principiante, dall'aroma meno intenso ed il gusto dolce.
    • Più un sigaro è lungo e largo, più il suo aroma è intenso. Se sei un principiante, dovresti iniziare con un sigaro lungo e stretto invece che con uno piccolo e tozzo (fumando il quale saresti più portato a tossire).
  3. 3
    Esamina il sigaro. Prima di acquistare il sigaro, dovresti schiacciarlo delicatamente per assicurarti che non sia troppo duro o soffice in alcuni punti. Ciò potrebbe significare che il sigaro ha un pessimo tiraggio o che è addirittura infumabile. Assicurati anche non abbia protuberanze lungo la superficie e che l'etichetta e il tabacco alle estremità non siano scoloriti.
  4. 4
    Conserva i sigari nella maniera corretta. Se possiedi o hai acquistato un portasigari umidificato, riponi i sigari al suo interno non appena torni a casa. Se ne sei sprovvisto, acquista pochi sigari per volta, perché si asciugheranno in un paio di giorni. Non rimuovere l'incarto di cellophane ed evita di lasciarli a contatto con l'aria. Conservarli piuttosto in un contenitore Tupperware o qualcosa di simile.[2]

Parte 2 di 4:
Tagliare il Sigaro
Modifica

  1. 1
    Poggia la lama sul sigaro. Per tagliare un sigaro dovrai recidere il suo cappello, l'involucro che ricopre la testa per evitare che si asciughi. La cosa migliore è usare un taglia-sigari a ghigliottina a lama singola, ma puoi servirti anche di un coltello molto affilato. Non usare forbici dalle lame smussate, i denti o un coltellino da burro o rischierai che il tuo bel sigaro diventi infumabile. Poggia la lama sulla testa del sigaro per posizionarla correttamente. Aspetta a tagliare![3]
    • Posiziona la lama dove il sigaro incontra la capa, la fascia esterna di tabacco che tiene assieme il sigaro.
  2. 2
    Fai un taglio netto. Lo scopo è di tagliare il sigaro senza alterarne la forma. Tieni il sigaro con una mano ed il taglia-sigari con l'altra. Metti la testa del sigaro nel taglia-sigari e recidila a 1-3 mm dalla sua estremità. Fai un taglio netto!
    • Tagliando lentamente o per tentativi danneggerai, con ogni probabilità, la capa.

Parte 3 di 4:
Accendere il Sigaro
Modifica

  1. 1
    Scegli il sistema di accensione più adatto. I fiammiferi di legno e gli accendini a butano sono gli strumenti più adeguati, perché non alterano il sapore del sigaro. Non usare cerini di carta, accendini a gas o – il peggio del peggio – candele aromatizzate. Puoi anche acquistare un accendino per sigari dal tabaccaio.[4]
  2. 2
    Scalda il tabacco in prossimità del piede del sigaro. Il piede del sigaro è la parte che si accende. Tieni la fiamma sotto il piede senza toccarlo e ruota il sigaro un paio di volte per fare in modo che il piede si scaldi in maniera uniforme. Scaldando il tabacco sarà più facile accendere il sigaro.
  3. 3
    Accendi il sigaro. Tieni la fiamma davanti al sigaro senza toccarlo. Ora aspira in modo da accendere il sigaro e, nello stesso tempo, evita di inalare il fumo.
  4. 4
    Soffia delicatamente sul piede del sigaro (opzionale). Ciò aiuta ad accenderlo in maniera uniforme. Per assicurarti che il sigaro sia ben acceso, giralo verso di te e soffia leggermente sul piede; le parti accese si illumineranno di una calda luce arancione.

Parte 4 di 4:
Fumare il Sigaro
Modifica

  1. 1
    Fuma. Tieni il sigaro in bocca ed aspira, poi trattieni il fumo per alcuni secondi prima di buttarlo fuori. Non inalare il fumo. Un sigaro non è una sigaretta ed il fumo va assaporato, mai inalato.
  2. 2
    Ogni 30-60 secondi dai delle boccate ripetute ruotando il sigaro. Ciò manterrà il sigaro “in ottima forma”. Ricorda che un sigaro può durare dalle due alle tre ore.
  3. 3
    Rimuovi la fascetta dopo una dozzina di boccate. La fascetta serve ad evitare che il tabacco si laceri ma, una volta acceso il sigaro, diventa inutile. Dopo una dozzina di boccate, dovrebbe iniziare a staccarsi da sola a causa del calore.
  4. 4
    Goditi la fumata in compagnia di una buona bevanda alcolica. Nonostante non sia strettamente necessario, accompagnare la fumata con una bevanda a base di alcol aiuta ad apprezzare ancora di più l'aroma del sigaro. Bevande più che adatte includono il porto, il cognac, il bourbon, lo scotch ed il vino rosso (in particolare il Cabernet Sauvignon).[5]
    • Anche una bevanda a base di caffè – o un semplice caffè – va ugualmente bene.
    • Nonostante il sigaro possa esaltare il gusto di qualsiasi tipo di birra, l'India Pale Ale (IPA) è quella ideale da assaporare durante una bella fumata.
    • Qualunque drink a base di Kaluha si accompagna ugualmente bene a una fumata di sigaro.
    • Puoi anche goderti il tuo sigaro in compagnia di un Martini.
  5. 5
    Lascia spegnere il sigaro dopo averlo fumato. Poggialo semplicemente sul posacenere ed il sigaro si spegnerà da solo dopo un paio di minuti. Prima di posarlo, soffiaci dentro per rimuovere il fumo che, altrimenti, rimarrebbe intrappolato al suo interno. Un sigaro riacceso acquista un sapore più pungente ed è per questo motivo che molti aficionado preferiscono gettar via un sigaro piuttosto che accenderlo una seconda volta.

ConsigliModifica

  • Comportati da fumatore beneducato e non lasciare mozziconi in giro. A differenza delle sigarette, i sigari autentici sono degradabili al 100%, ma non è detto che la loro fascia lo sia.
  • Non sei costretto a buttare costantemente la cenere, anzi, il marchio di fabbrica di un sigaro ben confezionato è di mantenere uno spesso strato di cenere alla sua estremità (anche di 2-4 cm!) Stai comunque attento che la cenere non ti cada addosso.
  • Ogni marca è differente. Alcuni sigari restano accesi più a lungo, altri hanno un aroma più ricco. Almeno all'inizio, prova sigari leggeri (il Cameroon, ad esempio, è un ottimo sigaro col quale iniziare).
  • Prova due o tre sigari prima di decidere che una data marca non ti piace; sigari differenti, anche all'interno della stessa confezione, possono avere un aroma leggermente diverso.
  • Riaccendere un sigaro dopo un po' di tempo può alterarne il sapore, anche se, in genere, i sigari migliori mantengono l'aroma più a lungo.
  • Acquista un portasigari umidificato se vuoi conservare i tuoi sigari nella maniera migliore.
  • Fai attenzione quando sei all'aperto. Il vento può far bruciare rapidamente il tuo sigaro, e in maniera poco omogenea. Inoltre, il fumo potrebbe finirti dritto in faccia.
  • Se il tuo sigaro si spegne di continuo, potrebbe non essere di buona qualità oppure non stai tirando a dovere.
  • Arrotolare i propri sigari permette, in primis, di essere certo del loro contenuto e, secondariamente, di spendere meno dal tabaccaio (divertendoti anche, magari).
  • A meno che tu non sia un fumatore incallito, evita di inalare il fumo. Il colore di un sigaro può dare indicazioni importanti su quant'è forte; ad esempio, un sigaro nero, o comunque scuro, avrà un sapore più intenso. Scegli un bel sigaro color ambra se sei un principiante.

AvvertenzeModifica

  • Non preoccuparti esclusivamente degli effetti a lungo termine causati dal fumo, perché ce ne sono anche di temporanei ed a breve termine! Il fumo contiene monossido di carbonio, un gas che riduce la quantità di ossigeno nel corpo e debilita il fisico per circa 6 ore, finché non si disperde.
  • Il sigaro può causare giramenti di testa e nausea. Si tratta di disturbi piuttosto comuni tra i neo fumatori e possono provocare anche il vomito. Se succede anche a te, ciò non significa che sei in overdose da nicotina, ma che dovresti cambiare sigaro, optando per una varietà più leggera, almeno inizialmente.
  • Non inalare il fumo del sigaro! I rischi per la salute possono essere minimizzati (ma mai eliminati del tutto) se aspiri inspiri il fumo. Le sigarette, a differenza dei sigari, hanno il filtro ed è per questo che il loro fumo può essere aspirato (nonostante ci siano anche sigarette senza filtro).
  • Anche solo dando qualche boccata, la nicotina e le altre sostanze nocive vengono assorbite dalle pareti del cavo orale.
  • I sigari non sono per niente salutari. Contengono 10-40 volte il quantitativo di nicotina di una sigaretta. La quantità di nicotina assorbita dipende dal numero di boccate, da quanto fumo viene inalato, ecc. Anche se le modalità di assorbimento della stessa non sono ancora ben note.
  • Se proprio senti il bisogno di fumare e sei in grado di farti da te i tuoi sigari, confezionali con qualcosa di più leggero del tabacco.
  • I rischi per la salute sono direttamente proporzionali all'esposizione al fumo.

Hai trovato utile questo articolo?

No