Come Giocare a Basket

Il basket fu inventato da James Nesmith nel 1891. La prima partita fu giocata tirando la palla in un cesto per le pesche appeso a una ringhiera: dopo ogni canestro la sfera veniva recuperata con una pertica. Il basket è uno degli sport più divertenti del mondo e si fregia di eroi immortali come Michael Jordan, Shaquille O'Neal, Kobe Bryant e LeBron James. Anche tu puoi imparare le basi di questo gioco e divertirti con i tuoi amici.

Parte 1 di 6:
Le Regole

  1. 1
    Procurati una palla e un canestro. Per giocare a basket non serve altro che una palla della giusta misura e una rete per farcela passare attraverso, posta a un'altezza sufficientemente impegnativa. La storia del basket è la storia di chi si arrangia con quello che ha: il primo canestro è stato un cesto appeso a una staccionata. Usa una scatola vuota, o qualsiasi altro oggetto che pensi faccia al caso tuo.[1]
    • I palloni da basket sono disponibili in quattro misure: per giovani, intermedi e adulti maschi e femmine. Sono fatti di gomma e pelle sintetica. Procurati un pallone che sia della misura giusta per te, altrimenti stancherai troppo il polso durante l'esecuzione dei tiri.
    • I canestri regolamentari sono a 3,05 m d'altezza, e hanno un diametro di 45 cm. Sono attaccati a un pannello di plexiglas sul quale si può far rimbalzare il pallone. Il basket si gioca con due canestri da una parte e dall'altra di un campo di 28 m, ma frequentemente gruppetti di amici giocano partite con un solo canestro. Può essere divertente, oltre che un ottimo allenamento, anche solo praticare tiri liberi a turno.
  2. 2
    Raccogli i tuoi amici e dividetevi in due squadre. Una squadra regolamentare è composta da cinque giocatori. È molto frequente vedere due squadre di tre giocare con un solo canestro, ma a prescindere da quanti siete, è fondamentale che entri nel campetto un numero pari di giocatori. Leggi l'ultima sezione per sapere come giocare partite alternate, se siete in numero dispari.
  3. 3
    I punti si fanno facendo passare la palla nel canestro. Nel basket, con un tiro si possono fare da uno a tre punti, a seconda della zona del campo da cui tiri.[2]
    • In un campo regolamentare è tracciata una linea a una distanza di raggio di 6,25 m dal centro del canestro (6,75 m nell'NBA): si tratta della "linea dei 3 punti". Un canestro con i piedi all'interno di questa zona vale 2 punti, da fuori 3.
    • I tiri liberi valgono un punto e si tirano da una "lunetta" all'interno della linea dei 3 punti, a 5,80 m dal canestro. Un giocatore che ha subito un fallo può tirare due o tre tiri liberi, se il fallo è stato commesso durante un tentativo di tiro o se la squadra avversaria ha accumulato il numero massimo di scorrettezze.
  4. 4
    Tieni la palla in movimento palleggiando o passandola. Quando sei in possesso della palla e non la muovi, devi da regolamento stare fermo con un piede piantato sul quale puoi fare pivot (cioè usarlo come perno sul quale spostare l'orientamento del corpo). Dopo che hai fermato la palla puoi ancora tirare, passarla o saltare, ma quando atterri devi essertene liberato.
    • Quando ricevi la palla devi palleggiare senza soluzione di continuità mentre ti sposti per il campo. Se ti fermi e afferri la palla con le due mani non puoi ricominciare a palleggiare, è una irregolarità detta "doppio passo": la devi passare a un compagno, tirare o piantare un piede perno. Un'altra irregolarità è sollevare la palla dal basso, rovesciare la mano e palleggiare: è come se l'avessi bloccata con entrambe le mani.
    • Se sei lanciato a canestro, puoi afferrare la palla con due mani e fare due passi prima di tirare o passare. Più di due passi costituiscono un'infrazione che viene chiamata "passi". Se invece stai palleggiando e ti fermi, è il caso descritto al punto precedente: non puoi rimetterti in movimento.
    Advertisement

Parte 2 di 6:
Palleggio e Passaggio

  1. 1
    Assumi la corretta postura. Se la tua squadra attacca e hai la palla, la devi proteggere tenendo il busto un po' inclinato in avanti, le ginocchia leggermente piegate e larghe, bilanciandoti sugli avampiedi.
    • Come esercizio per sviluppare sensibilità e riuscire a padroneggiare la sfera, palleggia facendola rimbalzare tra le gambe cambiando mano, mantenendo la posizione un po' incurvata e orientando il corpo in modo da puntare il canestro con un fianco e non frontalmente.[3]
  2. 2
    Il palleggio si esegue con le punte delle dita. Solo in questo modo hai il controllo del rimbalzo. I principianti tentano di palleggiare con il palmo, sostanzialmente tirando schiaffi alla palla. Con la pratica ti sentirai di comandare la sfera, come se fosse collegata alla mano con un elastico.
    • Comincia da fermo. Ricorda che il movimento è quasi tutto a carico del polso: muovi il gomito il meno possibile mantenendolo vicino al fianco.
    • Assicurati che la palla sia gonfia, altrimenti non sarà possibile farla rimbalzare in modo appropriato. Segui le indicazioni riportate sul pallone stesso e aggiungi, aria all'occorrenza.
  3. 3
    Dovresti mantenere la palla all'altezza del bacino. I principianti fanno fatica a palleggiare senza fissare la palla costantemente: con la pratica dovresti riuscire a farlo naturalmente senza guardare. Allenati a palleggiare il più basso possibile. Un palleggio alto, fino al petto per esempio, è sbagliato perché in una partita l'avversario può facilmente rubarti la palla.
  4. 4
    Tieni la testa alta. Un allenatore te lo ripeterà in continuazione: è fondamentale imparare a guardarsi intorno e non fissare l'attenzione sulla palla. Un buon giocatore sa tenere sott'occhio contemporaneamente compagni, avversari e canestro: è difficile sapere dove andare se ti stai guardando le scarpe.
    • Se stai basso con il bacino sarà più difficile per un avversario rubarti la palla, ma soprattutto sarà più facile per te mantenerne il controllo.
  5. 5
    Impara a muoverti palleggiando. Il basket si gioca per lo più in movimento, palleggiando mentre ti sposti. Comincia camminando: quando riuscirai a farlo con sicurezza, prova a correre piano. Col tempo dovresti riuscire anche a fare brevi sprint mentre palleggi. Ricorda di concentrarti sul controllo della palla più che sulla velocità.
    • Posiziona dei coni o delle sedie in fila: fai slalom tra loro palleggiando più veloce che puoi, ma sempre avendo come obiettivo il controllo della palla. Tieni la sfera bassa, la testa alta e le ginocchia piegate, per aumentare stabilità e slancio.
  6. 6
    Allena entrambe le mani. All'inizio avrai più successo e ti verrà naturale palleggiare con la mano dominante. A meno che tu non abbia intenzione di muoverti sempre nella stessa direzione (che ti renderebbe un giocatore molto prevedibile!) ti conviene imparare a dominare la palla alla perfezione anche con l'altra mano.
    • Ogni esercizio che fai, come quello descritto sopra, va ripetuto con entrambe le mani: per i giocatori professionisti non c'è differenza tra una mano e l'altra quando si tratta di palleggiare.
  7. 7
    Allenati a fare diversi tipo di passaggio. È fondamentale fare passaggi accurati: un buon passaggio è sempre meglio di un tiro mediocre. I tuoi passaggi devono essere rapidi e precisi, in modo da arrivare dritti al compagno, senza costringerlo a muoversi.
    • Passaggi al petto: afferra con entrambe le mani la palla dal lato dove stai palleggiando; tenendola saldamente portala al centro del petto e spingi in avanti le braccia facendo schizzare la palla con un rapido movimento dei polsi, diretta a un compagno abbastanza distante. I palmi delle mani dovrebbero girarsi verso l'esterno, come nella bracciata a rana.
    • Passaggi con rimbalzo: afferra la palla all'altezza del petto e passala facendola rimbalzare una volta circa a metà della distanza che vi separa, in modo che arrivi al compagno con precisione all'altezza del suo petto. Puoi praticare questo passaggio anche con una sola mano, allenando ovviamente sia la destra che la sinistra.
    Advertisement

Parte 3 di 6:
Tirare

  1. 1
    Quando tiri devi metterti in linea con il canestro. Punta i piedi verso l'obiettivo e allinea i fianchi di conseguenza. Solo da questa posizione puoi imparare la tecnica corretta.
    • Quando decidi che è il momento di tirare, fermati, afferra la palla con entrambe le mani e allineati col canestro. Allenati per riuscire ad allinearti col canestro, cioè a posizionare i piedi e ruotare il bacino, mentre compi l'ultimo palleggio.
  2. 2
    Bilancia la palla sulla mano dominante. La mano con cui tiri è quella forte, l'altra è di sostegno. Il gomito deve stare vicino al fianco mentre sollevi la palla reggendola con i polpastrelli. Piega un po' tutto il corpo mentre ti porti la palla all'altezza del mento.
    • Sarà la mano dominante a lanciare la palla, mentre la mano debole è solo di sostegno: deve essere appoggiata sul fianco della sfera con leggerezza.
    • Per allenare questo movimento, prova a stenderti per terra e solleva la palla con la mano con cui tiri. Spingendo con la punta delle dita fai alzare la palla di qualche centimetro imprimendole una rotazione all'indietro.
  3. 3
    Fai "girare" la palla dalla mano verso il canestro. Dalla posizione di tiro, estendi il braccio verso l'alto e in avanti, muovendo il polso in avanti, come se dovessi prendere un biscotto da un vaso su una mensola alta. Completa bene il movimento: la palla deve schizzare in avanti e in alto, e nello stesso tempo ruotare su se stessa all'indietro. Il braccio, dopo il tiro, è teso e il polso piegato in avanti (ora la mano è dentro il vaso di biscotti).
  4. 4
    Spingi con i piedi. Per mettere più forza nel tiro, abbassa il bacino e fai un saltino nel momento in cui spingi la palla. Quando il braccio ha raggiunto la sua massima estensione, dovresti fare un leggero salto, allungando le gambe e trasferendo l'energia, attraverso il braccio, alla mano che tira la sfera.
    • Non saltare in avanti verso il canestro, salta verso l'alto. È un errore comune tra i principianti, ma la tecnica serve per far compiere alla palla un arco verso il canestro, non lanciarla dritta in modo che percorra la minor distanza possibile.
    • Per effettuare i tiri liberi di solito non si salta. In ogni caso è molto difficile fare centro con la sola spinta del braccio, perciò la maggior parte dei tiri si effettuano con il salto.
  5. 5
    Mira a una moneta immaginaria sul bordo del ferro. La maggior parte dei tiri, se hai appena iniziato, rimbalzerà sul tabellone o sul ferro (il cerchio cui è appesa la rete). È naturale: fare centro in un canestro posto così in alto è obiettivamente difficile. Avere come fine far cadere una moneta immaginaria nel canestro con la palla può aiutare un principiante.
    • Una ragione per questo è che la maggior parte dei principianti mira troppo in alto. Se tiri troppo in basso, mira al punto in cui il canestro è fissato al tabellone.
  6. 6
    Esercita il sottomano (lay-up in inglese) dai due lati. Il sottomano è una parte importante del basket, e un buon giocatore non sbaglia mai in una partita questo tipo di tiro: dovrebbero essere due punti facili.
    • Parti dall'angolo della lunetta. Palleggia in corsa fino a vicino al canestro, afferra la palla con due mani (sempre in corsa), continua per due passi (non commettere infrazione di "passi"!) e salta sulla gamba sinistra se parti dal lato destro del canestro (viceversa dall'altro lato). Stendi il braccio e fai centro appoggiando la palla sul tabellone.
    • Può essere utile per alcuni principianti immaginare un cordino che collega braccio dominante e gamba dello stesso lato, così da ricordarsi con quale staccare e di sollevare il ginocchio per aumentare l'elevazione.
    • Ti conviene cominciare a esercitarti nel sottomano dal lato con la mano dominante, una volta che ti sei familiarizzato con il meccanismo prova dal lato opposto.
  7. 7
    Tira da ogni angolazione e distanza. Allenarsi al tiro è inoltre un buon modo per fare esercizio e divertirsi. Spostati palleggiando, così ti alleni anche in questo aspetto. Allenati a tirare sia da stanco che da riposato.
    • Allenati ai tiri liberi. Un buon giocatore li tira in modo quasi automatico. Esercitati finché non fa parte della tua memoria muscolare.
    • Non perdere tempo provando a tirare da 3 punti come i giocatori dell'NBA, concentrati sui fondamentali e ambisci piuttosto a fare dieci canestri di fila dalla lunetta.
    Advertisement

Parte 4 di 6:
Imparare a Difendere

  1. 1
    Impara il tuo ruolo in fase difensiva. L'obiettivo della difesa è impedire agli avversari di fare punti: ostacola i passaggi, ruba la palla e blocca i tiri. Il tuo lavoro è rovinare le ambizioni dell'avversario, impedirgli di muoversi liberamente e offuscare i piani tattici che può avere.
    • La maggior parte delle squadre gioca la difesa a uomo. Significa che ti verrà assegnato un avversario da seguire per tutta la partita. Spesso si tratta del giocatore che ricopre il tuo stesso ruolo.
    • La difesa a zona è una tattica più avanzata. In questo tipo di difesa ti verrà assegnata una porzione di campo da difendere contro qualsiasi avversario vi entri. Pensala come una bolla immaginaria che devi proteggere.
  2. 2
    Impara la corretta postura difensiva. Non fare l'errore di allenare solo la fase offensiva. Devi diventare basso e largo: abbassa il baricentro e tieni i piedi larghi, più dell'ampiezza delle spalle. Allarga le braccia e tieni sempre gli occhi fissi sulla palla. Allenati a compiere movimenti laterali da questa posizione spostandoti sugli avampiedi.
    • La posizione ideale per impedire all'avversario di mettersi tra te e il canestro che difendi è leggermente di sbieco rispetto alla linea di fondo. Se immagini una linea che passi attraverso i due punti costituiti dalle tue anche, questa dovrebbe incrociare la linea del fallo laterale da una parte e il tuo canestro dall'altra. In questa posizione aumenti la tua mobilità e puoi fare pressione sull'avversario. Allena questa postura finche non ti viene naturale.
  3. 3
    Allenati negli spostamenti laterali. Può sembrare difficile riuscire a mantenere la postura difensiva e nello stesso tempo stare incollato all'avversario. Per riuscire a spostarti lateralmente con agilità allenati con la corsa laterale: fai un grande passo lateralmente, porta l'altro piede a fianco del primo, spingi di nuovo. Allenati così, alternando il verso, finché le gambe non ti reggono più.
    • Un altro esercizio che si fa in coppia è avere un compagno che palleggia e tu a difendere posizionandoti a seconda della sue intenzioni di attacco.
  4. 4
    Tieni i piedi a terra il più possibile. I principianti commettono spesso l'errore di saltare troppo: non devi cercare di bloccare il tiro dell'avversario ogni volta che accenna a farlo. È facile per un attaccante fintare il tiro, e dribblarti mentre tu sei per aria con le braccia alzate sperando di bloccarlo. Saltare inoltre richiede molte energie, e potresti trovarti a essere stanco, oltre che prevedibile come difensore.
    • Invece di saltare, quando l'avversario si raccoglie per tirare, raddrizzati e alza le braccia tenendole inclinate verso l'avversario. L'effetto sarà di bloccare o almeno far cambiare idea all'avversario, restando pronto per difendere ancora.
  5. 5
    Prendi i rimbalzi. È essenziale che, dopo aver sbagliato un tiro, gli avversari non abbiano una seconda possibilità a portata di mano: mettiti sotto il canestro e prendi la palla quando rimbalza sul ferro o sul tabellone. I rimbalzi sono fatti apposta per essere presi: sta a te essere quello più rapido.
  6. 6
    Evita i falli. Se attaccando carichi un difensore ti verrà chiamato un fallo in attacco. La maggior parte dei falli comunque viene commessa dai difensori. È importante conoscere le regole e non danneggiare la propria squadra compiendo falli evitabili.
    • Colpire, spingere o schiaffeggiare le braccia dell'avversario sarà considerato fallo ogni volta. Tieni gli occhi sulla palla: se la tocchi assieme al braccio dell'avversario, è regolare.
    • Anche tirare un avversario è irregolare: se ti ha rubato la palla non è una bella cosa prenderlo per la maglietta.
    • É assolutamente vietato mettere la mano dentro al canestro per difendere
    Advertisement

Parte 5 di 6:
Giocare Bene

  1. 1
    Impara le caratteristiche tattiche di ogni ruolo. Se fai parte di una squadra allora saprai che tutte le posizioni hanno particolari regole e ruoli all'interno dell'economia della squadra. Imparare le caratteristiche di ogni posizione è un modo per migliorare e diventare più affidabile per i compagni e l'allenatore.
    • I centri sono giocatori grandi che difendono il canestro. Tipicamente il centro è il più alto e possente della squadra, e il suo compito è prendere i rimbalzi sia in difesa che in attacco, e fare canestro con brevi tiri da 2 punti. Celebri centri sono Kareem Abdul-Jabbar, Shaquille O'Neal e Yao Ming.
    • Le ali sono secondi al centro per dimensioni: sono abbastanza fisici da giocare bene la difesa e abbassarsi, ma abbastanza abili a tirare da fuori. Una buona ala sa inserirsi bene ed è una presenza minacciosa nell'area dei due punti. Giocatori famosi sono Charles Barkley, Kevin Garnett e Tim Duncan.
    • Le guardie sono gli architetti dell'attacco. Una guardia porta palla verso il canestro avversario, imposta il gioco e tira da fuori. Le guardie sono quelli che generalmente fanno più punti e sono valutati in base alla loro agilità, accuratezza nei passaggi e precisione al tiro. I più famosi giocatori della storia dell'NBA sono guardie: Michael Jordan, Kobe Bryant e Magic Johnson, per citarne alcuni.
  2. 2
    Esercita i fondamentali. Se vuoi diventare un buon giocatore allenati a palleggiare, tirare e difendere. Non allenare passaggi dietro la schiena o schiacciate finché non riesci a fare il sottomano con entrambe le braccia 10 volte su 10 e i tiri liberi 20 volte su 20.
  3. 3
    Passa spesso la palla e tienila in movimento. Una buona squadra fa circolare la palla costantemente senza permettere alla difesa avversaria di organizzarsi. Quando siete in possesso della sfera fai passaggi rapidi e precisi e continua a tenerla in movimento finché non vedi un'apertura.
    • È un'idea distorta che il basket sia giocato da virtuosi simili a maghi o giocolieri della palla: un buon giocatore passa, un giocatore egoista se la tiene per sé e finisce per perderla.
  4. 4
    Allenati a prendere i rimbalzi. L'importanza di questa abilità non viene mai sottolineata abbastanza. Di tiri sbagliati ce ne sono moltissimi durante una partita, e ogni volta la palla rimbalza in modo diverso e imprevedibile, a volte persino impennandosi. Quando la palla impazzisce entrambe le squadre hanno la possibilità di prenderla, e la capacità di impossessarsene è fondamentale. Quando ti alleni a tirare puoi cercare di prendere il tuo stesso rimbalzo.
    • Se stai giocando basso in difesa, come ala o come centro, allenati a usare la schiena per farti spazio tra i giocatori e mantenere una posizione vantaggiosa. Abbassati e stai basso, allarga le braccia e tieni gli occhi sulla palla, pronto a impossessartene e partire all'attacco.
  5. 5
    "Pick and roll". Se ti alleni con una squadra verrà il momento in cui proverete tattiche e strategie particolari che spesso includono il "Pick and roll". "Pick" è il blocco, cioè usare il tuo corpo come una barriera per bloccare un difensore e permettere a un compagno di farsi spazio nella sua corsa sotto canestro con la palla. Tutti i giocatori in attacco possono fare un blocco, mentre di solito è una guardia a inserirsi.
  6. 6
    Impara i tagli. Quando un compagno ha la palla tu devi muoverti e offrirgli possibilità di attacco. Non devi mai stare fermo ad aspettare il passaggio! Taglia sotto canestro liberandoti del difensore e tenendo d'occhio la palla. Abituati a cercare opportunità per inserirti.
    Advertisement

Parte 6 di 6:
Variazioni del Basket

  1. 1
    Gioca a “horse”. Per chi non volesse giocare una partita completa, ci sono altri modi di giocare in compagnia e allenarsi. Uno di questi si chiama in inglese "horse" o "pig" basket, e si dice che Michael Jordan, anche quando giocava questa variazione, lo facesse con la dedizione che riservava agli allenamenti veri e propri.
    • Il numero di giocatori non è rilevante: il primo tira da un qualsiasi punto del campo. Se fa centro, il secondo deve tirare dallo stesso punto. Se sbaglia gli viene attribuita una lettera della parola "horse" (cavallo) o "pig" (maiale). l'unica differenza tra le due varianti è il numero di lettere.
  2. 2
    "21" è una variante perfetta per un numero dispari di giocatori, per quanto l'ideale siano tre. Ognuno gioca contro tutti, l'obiettivo è raggiungere 21 punti. Ogni tiro dalla zona da 2 vale 1 punto, quelli da fuori 2 punti.
    • Dopo un canestro il giocatore tira tiri liberi (un punto per canestro) finché non sbaglia. Se fai un punto e poi 20 tiri liberi, hai vinto.
    • Se sbagli un tiro e un altro giocatore prende il rimbalzo e lo mette dentro con la corretta tecnica, il tuo punteggio si azzera se hai totalizzato meno di 15 punti, ma se ne hai di più il conteggio ritorna a 15. Se il 15° tiro libero viene sbagliato, nessun punto viene assegnato.
  3. 3
    "Knockout" è un altro bel gioco da fare in tanti. Tutti in fila dalla lunetta. Il primo tira un tiro libero. Se sbaglia deve correre a prendere il rimbalzo e continuare a tirare finché non fa centro. Appena la palla tocca il bordo o il tabellone, il secondo tira a sua volta: se fa centro prima del primo, questi è eliminato (knockout!).
  4. 4
    Gioca a "Baseketball". Questa variante è stata ideata per il film omonimo dagli autori di South Park. È un esercizio per l'accuratezza al tiro misto al punteggio del baseball e con le caratteristiche grida della squadra avversaria per far sbagliare i tiratori. Una squadra alla volta cerca di fare punti tirando da 3 diverse postazioni mentre gli avversari cercano di far perdere loro la concentrazione. Ogni errore significa l'eliminazione del giocatore.
    Advertisement

wikiHow Video

Guarda

Consigli

  • Indossa scarpe specifiche per il basket e abbigliamento sportivo che non ti impedisca i movimenti.
  • Non scordarti di bere mentre stai giocando.
  • Sii sportivo e non litigare con gli avversari.
  • Non rimproverare i compagni quando commettono un errore: lascia che sia l'allenatore a farlo.
Advertisement

Avvertenze

  • Il basket, se giocato bene, è uno sport estremamente impegnativo che richiede una sviluppata capacità a sostenere uno sforzo intenso.
  • Non distrarti: se non ti accorgi di un passaggio e la palla ti colpisce potrebbe farti male.
Advertisement

Cose che ti Serviranno

  • Pallone da basket
  • Un terreno duro sul quale la palla rimbalzi bene.
  • Un canestro
  • Scarpe da basket

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 15 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Sport di Squadra
Sommario dell'Articolo

Per giocare a basket, avrai prima bisogno di creare due squadre. L'obiettivo del gioco è di fare più punti della squadra avversaria tirando la palla nel loro canestro. Secondo le regole ufficiali, ogni squadra è composta da 5 giocatori e il gioco si sviluppa in quattro tempi da 15 minuti ciascuno. I giocatori si muovono da un lato del campo all'altro dribblando e passando la palla. Se fai canestro dentro l'area delimitata dall'arco, vale 2 punti; se lo fai tirando da fuori area, vale 3 punti. Se un giocatore subisce un fallo mentre tira, ha diritto a tre tiri liberi dalla linea e ogni canestro vale 1 punto. Se sei un principiante, è una buona idea cominciare a prendere familiarità con le basi del gioco, come il palleggio, il tiro e i passaggi. Inoltre, prova ad allenarti ricoprendo posizioni diverse del campo da gioco, come centrale, attacco o difesa per avere un'idea in quale sei più bravo.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement