Come Giocare a Ping Pong (Tennis Tavolo)

Il tennis tavolo, noto anche come ping pong, è uno sport entusiasmante che può essere giocato da 2 o 4 giocatori. Anche i principianti possono diventare molto abili in poco tempo; il ping pong a livello professionale è un vero spettacolo. Quest’articolo riporta le regole basilari del ping pong, insieme ad alcuni consigli per vincere.

Parte 1 di 3:
Giocare a Ping Pong

  1. 1
    Trova qualcuno con cui giocare. È probabile che tu voglia iniziare con qualcuno al tuo livello o leggermente più esperto di te, e preferibilmente qualcuno non aggressivamente competitivo. In questo modo, potete divertirvi a imparare come si gioca. Potete giocare uno-contro-uno, o in squadre da 2, ovvero in doppio. E vuoi qualcuno provvisto di racchette, palline e un tavolo regolamentari in caso tu non li possieda!
    • Se hai la coordinazione mano-occhi di un cane cieco a tre zampe, potresti voler iniziare facendo pratica contro un muro e prendendo confidenza col funzionamento della racchetta e della pallina. Per la cronaca, è meglio su un tavolo appoggiato a un muro.
    • Gioca o esercitati con palline arancioni o bianche di 40 mm di diametro. Il tavolo dovrebbe essere lungo 2,74 m, largo 1,525 m e a un’altezza di 0,76 m da terra.[1] Le racchette da ping pong non hanno una dimensione regolamentata, in realtà. Le racchette più piccole non sono facili da usare e quelle più grandi pesano troppo e sono scomode. Ma devono essere fatte di legno e gomma e le racchette da competizione devono avere 2 colori.[2]
  2. 2
    Impara a tenere la racchetta. Sono 2 gli stili di presa più comuni: quella a penna e quella a stretta di mano. A prescindere dalla tua presa, è importante che sia allentata per consentire al polso di muoversi liberamente. Stringendo il pugno sul manico, gran parte della tua forza nelle risposte arriverà dal braccio, non dal polso, e non avrai l’accuratezza necessaria. Nessuna presa è una scienza esatta:
    • Con la presa a penna, fondamentalmente reggi la racchetta come se fosse una penna. Con quella a stretta di mano, metti la mano sul manico come se volessi stringergli la mano, e poi avvolgi le dita in modo allentato intorno a esso. La parte principale qui è fare ciò che ti viene più naturale.
  3. 3
    Decidi chi batte per primo. Secondo le regole ufficiali della Federazione Internazionale Tennis Tavolo (ITTF), la scelta su chi batte per primo avviene “a sorte” (lanciando una moneta, a pari-o-dispari…), e il vincitore può scegliere chi batte per primo o quale lato del tavolo preferisce. Se il vincitore sceglie se battere o ricevere, l’avversario può scegliere il campo, e viceversa.
    • In gran parte delle amichevoli, tuttavia, la battuta è determinata da un palleggio veloce, solitamente facendo pronunciare a ciascun giocatore una lettera della parola P-I-N-G a ogni colpo. Una volta completata la parola P-I-N-G, la persona che vince il palleggio batte per primo o sceglie il proprio lato del tavolo.
  4. 4
    Servizio. La pallina dovrebbe essere gettata dalla tua mano libera verticalmente da almeno 16 cm, e poi colpita con la racchetta in modo che faccia prima un rimbalzo sul tuo lato del tavolo e poi superi la rete e colpisca il lato del tuo avversario.
    • Se stai giocando uno-contro-uno, il battitore può servire in qualsiasi punto del campo avversario, e l’avversario dovrebbe poi rispondere. Giocando in doppio, tu e il tuo partner servite a turno, a partire dalla persona sulla destra, e la pallina deve rimbalzare prima sul lato destro del tuo campo e poi dalla parte opposta del campo avversario.
    • Il servizio passa all’avversario ogni 2 punti. Dopo che 2 punti sono stati segnati, al tuo avversario – o nei doppi, la persona della squadra avversaria sul lato opposto al battitore – tocca il servizio. Dopo altri 2 punti, tocca di nuovo al battitore precedente (o nei doppi, al suo partner).
    • Se la pallina colpisce la rete in un servizio altrimenti valido, il servizio è detto let, e si ripete senza assegnare punti. Dopo 2 let consecutivi, l’avversario riceve il punto. Sul punto conclusivo, la persona che sta perdendo dovrebbe battere.
  5. 5
    Rispondi. Dopo un servizio o una risposta, la pallina potrebbe essere mandata sopra o intorno alla rete in qualsiasi punto del campo avversario. La pallina dev’essere colpita dopo un rimbalzo sul proprio lato, ma prima che rimbalzi di nuovo o colpisca il pavimento o qualsiasi oggetto che non sia il tavolo.
    • Se la pallina colpisce la rete dopo una risposta, ma riesce a superarla e colpire il campo avversario, la pallina è ancora in gioco e il tuo avversario deve rispondere.
  6. 6
    Fare punti. Viene assegnato un punto per qualsiasi palleggio che non sia un let, e ogni giocatore può segnare a prescindere da chi abbia battuto. Essenzialmente:
    • Se la tua battuta va a rete, esce dal tavolo senza colpire il campo avversario, o (nei doppi) colpisce il lato spagliato del campo avversario, il giocatore o la squadra in ricezione ottiene un punto.

    • Se non rispondi in modo valido (come descritto sopra – la palla colpisce la rete o non entra nel campo avversario), un punto va al tuo avversario.
    • Se ricevi un servizio valido o rispondi colpendo la pallina più di una volta con la racchetta o la tocchi col corpo, un punto è assegnato al tuo avversario. Nota che se il servizio o la risposta del tuo avversario non colpisce il tuo lato del tavolo, ricevi un punto anche se la pallina ti colpisce o la prendi dopo che ha superato il fondo del tavolo.
    • Se tocchi il tavolo con la tua mano libera o lo sposti, il tuo avversario ottiene un punto.
  7. 7
    Vinci la partita. Molti preferiscono arrivare a 21 o 15 (cambiando battitore ogni 5 punti), che va bene per le amichevoli. Le regole ufficiali, tuttavia, stabiliscono di arrivare a 11 (alternando il servizio ogni 2 punti). Per vincere, bisogna avere un vantaggio di 2 punti. Se i giocatori o le squadre pareggiano 10-10 o 20-20, per esempio, il normale ordine di servizio procede, ma ci si alterna a ogni punto invece che ogni 2.
  8. 8
    Gioca di nuovo. Nelle competizioni ufficiali, le partite sono vinte dal giocatore o dalla squadra che vince 2 partite su 3. I giocatori cambiano il campo dopo ogni partita, e anche nella terza (se necessaria) quando un giocatore o una squadra segna 5 punti.
    • Anche la squadra o il giocatore che batte per primo cambia a ogni partita. In genere, si tende a garantire le stesse condizioni. Nessun giocatore dovrebbe essere avvantaggiato.
    Advertisement

Parte 2 di 3:
Sviluppare le Tecniche

  1. 1
    Esercitati con costanza. Puoi rapidamente diventare un buon giocatore allenandoti regolarmente. Le cose più importanti da allenare all’inizio sono tenere gli occhi sulla pallina, lavorare sul giusto tempismo e tenere bassa la pallina.
    • Dalla primissima volta che prendi una racchetta, dovresti fare uno sforzo concreto per seguire la pallina con gli occhi, dal servizio al momento in cui la colpisci, e così via.
    • Il tuo tempismo migliorerà con l’allenamento – devi solo abituartici – ma aiuta ascoltare e osservare attentamente la pallina.
    • Mantenere bassa la pallina – senza che colpisca la rete – è probabilmente l’abilità più complicata da ottenere, per i principianti. È anche una delle più importanti, poiché una palla alta rende facile la schiacciata da parte del tuo avversario. Cerca di tenere la racchetta più orizzontale possibile e usa il polso per dare energia alla pallina e prendere la mira. In genere, più la pallina è veloce più è facile tenerla bassa.
  2. 2
    Sviluppa solidi dritti e rovesci. Devi essere in grado di colpire la pallina da ogni lato del tuo corpo se vuoi diventare bravo nel tennis tavolo, e solitamente non è pratico cambiare mano, perciò prendi confidenza sia coi dritti che coi rovesci.
  3. 3
    Impara i tiri a effetto. Basta dare un colpetto col polso da parte a parte o dall’alto verso il basso nel momento in cui la pallina viene colpita. Per farla ruotare, dalle un effetto nel verso contrario a quello con cui ti arriva. Se hai del tempo libero, allenati contro un muro, sperimentando con ciò che funziona meglio per te.
    • Pensa a dare un fendente alla pallina – colpendola dal basso mentre scende verso di te. In questo modo la farai ruotare, rallentare e le darai una nuova traiettoria. Allenati sia col dritto che col rovescio.
  4. 4
    Schiaccia sulle risposte alte del tuo avversario. La schiacciata consiste nel colpire la pallina con forza sufficiente a rendere, si spera, impossibile una risposta. È un’arma potente, ma inizialmente può essere difficile da usare con precisione, e all’inizio potresti schiacciare solo contro la rete o ben lontano dal campo avversario. Continua a provare, però. Riuscirai a imparare.
    • Non è diverso dalla pallavolo. Quando schiacci, è virtualmente impossibile per il tuo avversario tenere in gioco la pallina. Sarà una delle abilità più utili una volta appresa – e la più frustrante per il tuo avversario.
  5. 5
    Sviluppa un servizio letale. Un servizio veloce o con molto effetto può diventare la chiave del tuo gioco man mano che affronti giocatori migliori. Con un servizio semplice, rischi di non riuscire a gestire la risposta del tuo avversario. Un servizio semplice gli dà il tempo di prendere la rincorsa e schiacciarti addosso senza che nemmeno te ne accorga.
    • La velocità è sicuramente importante affrontando avversari sempre più forti, ma devi mantenere mira e precisione. Migliorando, sarai in grado di prevedere dove andrà la pallina e come reagirà a ogni colpo.
  6. 6
    Spiazza il tuo avversario. Con l’aumento della difficoltà, non puoi semplicemente aspettarti che il tuo avversario sbagli, anche colpendo la pallina con forza. Devi costringerlo a sbagliare prendendo il controllo del gioco e facendo muovere molto il tuo avversario. Se riuscissi a colpire da un lato e poi subito dopo dall’altro, potresti impedirgli di raggiungere la pallina. Anche le finte, ad esempio dando l’illusione di una schiacciata e poi colpendo piano, o tirando una volta a destra e una a sinistra per un po’ prima di 2 o 3 colpi consecutivi solo a destra, possono sbilanciare il tuo avversario e metterti nella condizione di schiacciare.
    Advertisement

Parte 3 di 3:
Fare sul Serio

  1. 1
    Fai come i professionisti. I giocatori professionisti in genere stanno un po’ indietro rispetto al tavolo, e con l’aumento della velocità degli scambi, anche tu potresti apprezzare questa tecnica. La pallina arriva così velocemente e con forza che la distanza dal tavolo è l’unico modo per rispondere. E se il tuo avversario preferisce un lato, dovresti preferirlo anche tu.
    • Oltre alla posizione, talvolta hanno anche un diverso equipaggiamento. Sono disponibili varie racchette da ping pong, e sebbene quelle economiche da centro commerciale siano adatte a livello amatoriale, col tempo potresti voler acquistare la tua racchetta personalizzata.
  2. 2
    Scegli la strategia. Dopo aver giocato per un po’, noterai automaticamente le tue debolezze e i tuoi punti di forza. Perciò sceglierai una strategia che valorizzi le tue forze e nasconda le tue debolezze. Ecco 4 comuni stili di gioco:
    • Giocatori di controllo. Come dice il loro nome, vogliono avere il controllo in ogni momento e perciò raramente corrono rischi. Non schiacciano troppo spesso e stanno sul sicuro.
    • Giocatori di difesa. Questo tipo di giocatore cerca di far commettere errori all’avversario piuttosto che concentrarsi sul proprio gioco.
    • Giocatori d’attacco. Questo giocatore è solitamente piuttosto aggressivo, si concentra sugli effetti e la costanza. Sa indirizzare e dare effetti molto bene alla pallina.
    • Giocatori di potenza. Non si scherza con loro, confidano principalmente sulla velocità per mettere in difficoltà l’avversario.
  3. 3
    Studia il tuo avversario. Giocando, sarai in grado di capire il tipo di giocatore che hai davanti. Di solito preferisce un certo tipo di risposta e torna sempre a uno stile di gioco predefinito. Ecco alcuni elementi da tenere d’occhio:
    • Il colpo “counterdriver” (contro topspin) si ottiene tramite un saldo contatto con la pallina (quasi senza effetto) nel punto più alto del rimbalzo. Un giocatore che predilige questo colpo si sconfigge più facilmente con colpi di media altezza – costringendolo a decidere velocemente tra dritto e rovescio.
    • Il “chop” avviene quando la parte inferiore della pallina è colpita durante la discesa. La quantità d’effetto può variare. Per rispondere a un tiro simile, resta sul centro e soprattutto sii paziente. L’alternanza dei tuoi colpi eviterà che siano prevedibili e facili da ribattere.
    • I “bloccanti” sono giocatori di difesa. Non amano attaccare, perciò costringili a farlo. Alterna tiri corti e lunghi, e cambia il tuo stile. Non usare tutta la tua forza, in modo che siano loro a doverlo fare.
    • Il “loop” è un tiro che parte dalle tue gambe, con le spalle basse, e sfocia in una schiacciata a effetto rivolta leggermente verso l’alto. Se t’imbatti in questo giocatore, sii aggressivo. Fallo giocare in difesa, generalmente non è il suo forte.
    • I giocatori che tengono la racchetta come fosse una penna generalmente hanno i dritti molto più potenti dei rovesci. Ad ogni modo, sapendolo, sviluppano solitamente un ottimo movimento di gambe. Dovrai forzare un rovescio molto ampio e variare molto in modo che non sappiano dove mettersi rispetto al tavolo.
  4. 4
    Tieni qualche tecnica come assi nella manica. A prescindere dal tuo avversario, è una buona idea avere un paio di piani di riserva. L’effetto-sorpresa è incredibilmente importante in questo sport. Usalo e la vittoria sarà tua.
    • Accertati di variare effetti e colpi. Per i buoni giocatori sarai un libro aperto e sapranno esattamente cosa starai per fare. Vedono come preferisci colpire la pallina, dove preferisci colpirla e come gestisci le diverse situazioni. Per evitare questa lettura, varia il tuo stile. Varia gli effetti, l’altezza che dai alla pallina e la velocità dei tuoi colpi. Tienili in guardia.
    • Cerca d’indirizzare la pallina fuori dall’“area di forza” del tuo avversario. Se stai affrontando un avversario con la presa “a stretta di mano”, la sua area di forza è entro un braccio di distanza dal suo dritto e vicino al corpo sul rovescio. Giocare in mezzo e poi molto all'esterno (apposta) può sfruttare le sue debolezze. Ma non prendere questa guida per oro colato – cerca tu stesso i punti deboli!
  5. 5
    Fai i compiti a casa. Il ping pong è preso molto sul serio in certi ambienti. Se stai cercando un po’ d’ispirazione, cerca tra i video online – tutorial, campionati, ecc. Magari la tua prossima destinazione saranno le Olimpiadi!
    • Il ping pong è un gioco che richiede ore d’allenamento. Cerca squadre o campionati nella tua zona, o un gruppo d’amici interessati e in cerca di competizione. Non richiedendo particolari abilità iniziali, solitamente non è difficile trovare persone disposte a giocare.
    • Facendo sul serio, giocherai al meglio delle tue possibilità quando sarai pieno d’energia e scattante. Per questo motivo, dormi sempre a sufficienza e mangia correttamente! Hai bisogno di tutti i tuoi sensi per essere al 100%.
    Advertisement

Consigli

  • Puoi giocare da solo mettendo il tavolo contro un muro. Il muro (magari in cemento) farà rimbalzare la pallina, permettendoti di aumentare la forza del tuo tiro.
  • Per quanto possibile, evita di giocare all’aperto, poiché il vento può deviare la pallina. Potrebbe essere irritante vedere la pallina atterrare in un punto diverso da quello che t’aspettavi. Potresti decidere di giocare in una palestra o in una grossa stanza dove il vento non possa rovinare il gioco.
  • Quando colpisci con forza, conferisci una traiettoria diagonale alla pallina. Il risultato sarà una maggiore distanza, ma ci sarà ancora forza sufficiente per un buon tiro.
  • Alcuni giocatori amatoriali modificano le regole in modo che il servizio debba uscire dal fondo (e non dal lato) del tavolo perché sia valido. Un’altra “regola fondamentale” è: se il tuo servizio rimbalza due volte sul campo del tuo avversario, il punto è suo. Queste modifiche possono essere utili per rendere meno determinante il servizio all’interno del gioco in modo da esercitarsi maggiormente nel palleggio.
  • Esercitati a colpire al volo; farà impazzire i tuoi avversari.
  • Sapevi che anche la sportività è necessaria in questo gioco? Non dimenticare di sorridere al tuo avversario, e chiedere scusa quando mandi la pallina fuori o la lanci troppo lontano. Già, è importante.
  • Esercitati allo specchio e fai oscillare la mano.
Advertisement

Avvertenze

  • Accertati d’aver concordato le regole col tuo avversario prima di una partita amichevole. Persone diverse usano talvolta regole diverse, e mettendo tutto in chiaro prima di giocare si possono evitare discussioni.
  • Essere colpiti da una pallina da ping pong può essere doloroso. Può lasciare lividi (stai attento soprattutto quando giochi a “killer pong”).
  • I giocatori più esperti potrebbero non prenderti sul serio sentendoti chiamare il gioco “ping pong” invece che “tennis tavolo”.
Advertisement

Cose che ti Serviranno

  • Palline da ping pong (ne perderai molte)
  • Racchette da ping pong
  • Tavolo da ping pong, rete compresa
  • Un avversario (in caso tu voglia fare una partita)

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 55 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Sport Individuali

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement