Come Identificare il Coronavirus

Scritto in collaborazione con: Erik Kramer, DO, MPH

La recente epidemia del coronavirus viene ormai coperta da tutte le testate giornalistiche e questa è una situazione che potrebbe essere fonte di preoccupazione. Si tratta di una famiglia di virus che causa disturbi come la comune influenza, la MERS, la SARS e altre malattie respiratorie. Oltre a queste, nel gennaio del 2020, le autorità sanitarie cinesi hanno confermato la diffusione di una nuova forma di coronavirus che sta causando gravi complicazioni come la polmonite.[1] Se sospetti di esserne affetto, è estremamente importante che tu rimanga a casa in maniera da evitare il rischio di contagiare gli altri. Sebbene non ci siano ancora delle cure, puoi trattare i sintomi per stare comunque un po' meglio.

Parte 1 di 3:
Identificare i Sintomi

  1. 1
    Fai attenzione ai sintomi respiratori come tosse e naso che cola. Dal momento che il coronavirus è un'infezione delle vie respiratorie, tosse e naso che cola sono i sintomi più comuni. La tosse può essere grassa o secca. Chiama il tuo medico se pensi che tali sintomi siano dovuti al virus in questione.[2]
    • Tosse e naso che cola potrebbero essere sintomi di allergie o infezione di altro tipo, quindi cerca di non preoccuparti. Il medico ti aiuterà a scoprire di che cosa si tratta.
    • Considera la possibilità di essere stato vicino a una persona malata. Se questo è il caso, è molto probabile che tu sia stato contagiato da una malattia.
    • Fai del tuo meglio per stare lontano da persone che hanno un sistema immunitario debole o che hanno il rischio di complicazioni, come anziani, neonati, bambini, donne incinte e da chi sta seguendo una terapia a base di farmaci immunosoppressori.
    • La gestione e il trattamento del coronavirus è solamente una terapia di supporto, in quanto si tratta di un'infezione che non risponde agli antibiotici. Se soffri di gravi problemi respiratori, recati al pronto soccorso per essere curato immediatamente.

    Lo sapevi? Certi ceppi del coronavirus sono limitati a una particolare area del mondo, quindi cerca di preoccuparti se nella zona in cui vivi non sono stati confermati dei casi gravi di tale infezione. Finora, gennaio 2020, solo i residenti o chi ha viaggiato in Cina sono a rischio di incontrare il nuovo ceppo di virus che viene riportato dalle news, sebbene ci siano già dei casi in Thailandia, Giappone, Canada e Corea del Sud.[3] È stato anche confermato un caso negli Stati Uniti, nello Stato di Washington, di un viaggiatore di ritorno dalla Cina.[4]

  2. 2
    Nota se la tosse è accompagnata dal mal di gola. Il coronavirus causa anche il mal di gola e, di conseguenza, anche questo può essere sintomo di un'infezione. Il mal di gola, tipicamente, si manifesta nei primi stadi del coronavirus e non è causato dalla tosse frequente; quando cominci a sentire ad avvertire i primi segnali del mal di gola assicurati che non sia causato dall'infezione in questione.[5]
    • Per alleviare il mal di gola potresti bere del tè caldo o prendere delle pastiglie per la gola.
  3. 3
    Riposa se avverti mal di testa, dolori nel corpo o fatica in generale. Similmente ad altre infezioni delle vie respiratorie, il coronavirus potrebbe causare mal di testa, dolore in tutto il corpo e spossatezza. In generale, proprio non ti senti bene. Questi sintomi potrebbero essere un segno del coronavirus se avverti anche altri sintomi di malattie respiratorie.[6]
    • Il tuo medico dovrà determinare quale virus potrebbe essere la causa dei tuoi sintomi. Sebbene sia possibile che si tratti del coronavirus, potresti essere affetto da un tipo diverso di infezione, come un comune raffreddore o l'influenza.
  4. 4
    Verifica se hai la febbre. Dal momento che la febbre è un sintomo comune del coronavirus, controlla sempre la tua temperatura corporea se sospetti di essere infetto dal virus. Una febbre oltre i 38 °C potrebbe essere comunque il segno di un'infezione virale.[7] Se hai la febbre, discuti dei tuoi sintomi con il tuo medico.[8]
    • Se hai la febbre, potrebbe essere contagiosa; evita quindi il contatto con altre persone.
  5. 5
    Fai attenzione a problemi respiratori o fiato corto. Il coronavirus può causare problemi nella respirazione, cosa che è sempre un sintomo grave. Chiama subito il tuo medico o recati al pronto soccorso se hai difficoltà a respirare. Potrebbe trattarsi di una grave infezione, proprio come il coronavirus.[9]
    • Potresti avere bisogno di cure aggiuntive per i problemi respiratori, quindi consulta sempre il medico se hai il fiato corto.

    Consiglio: l'epidemia di coronavirus cominciata in Cina nel 2020 sta causando la polmonite in alcuni pazienti; non esitare quindi a consultare il tuo medico se hai problemi di respirazione.[10]

    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Ottenere una Diagnosi Ufficiale

  1. 1
    Chiama il tuo medico se sospetti di essere affetto dal coronavirus. Comunica al medico che ne avverti i sintomi e chiedigli se è necessario fissare un appuntamento per la visita. Il dottore potrebbe consigliarti di stare a casa e di riposare, ma potrebbe anche prescriverti degli esami per determinare di che cosa si tratta. Segui le sue istruzioni, in maniera che tu possa stare meglio ed evitare le possibilità di diffondere l'infezione.[11]
    • Tieni a mente che al momento non esistono farmaci per curare il coronavirus, quindi il medico non può prescriverti alcun trattamento.

    Consiglio: comunica al medico se hai viaggiato di recente o se sei entrato in contatto con degli animali. Questo può aiutarlo a determinare se i tuoi sintomi sono causati dal coronavirus.[12]

  2. 2
    Sottoponiti a degli esami per il coronavirus, se il medico lo raccomanda. Il dottore potrebbe prelevare un campione di muco dal tuo naso da esaminare o richiedere un esame del sangue. Questo lo aiuterà ad escludere altre infezioni e, in teoria, confermare che si tratta del coronavirus. Lascia che il medico esegua gli esami in maniera che possa fare una diagnosi accurata.[13]
    • Il prelievo di un campione di muco o del sangue dovrebbe essere indolore, ma potresti provare un po' di fastidio.
    • Il medico potrebbe metterti in isolamento e notificare immediatamente il dipartimento per la salute pubblica mentre effettuano gli esami e registrano la malattia. Il dottore confronterà i risultati con il nuovo ceppo venuto alla luce in Cina e li manderà immediatamente al Centro per la Prevenzione e Controllo delle Malattie (CDC) per confermare la tua situazione.

    Lo sapevi? In data odierna, gennaio 2020, la World Health Organization (Organizzazione per la Salute Mondiale) sta correntemente tenendo traccia della diffusione del coronavirus originato in Cina. Se il tuo medico sospetta che tu ne sia infetto, ti sottoporrà a degli esami in maniera che possano mandare i risultati al Centro.

  3. 3
    Ricorri a un trattamento medico d'emergenza in caso di dispnea (mancanza di fiato). Cerca di non preoccuparti, ma una grave infezione da coronavirus può causare delle complicazioni, come la polmonite. Se hai difficoltà respiratorie, consulta il tuo medico o recati immediatamente al pronto soccorso. Se sei da solo, chiama aiuto in maniera che tu possa arrivare lì in tutta sicurezza.[14]
    • I problemi respiratori possono essere un sintomo di complicazioni e il tuo medico può prescrivere il trattamento di cui hai bisogno per farti stare meglio.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Trattare il Coronavirus

  1. 1
    Rimani a casa, in maniera da non correre il rischio di contagiare gli altri. Potresti essere contagioso, quindi non uscire da casa mentre stai male. Stai comodamente a casa mentre recuperi. Fai sapere agli altri che sei malato, in modo che evitino di farti visita.[15]
    • Se vai dal medico, indossa una mascherina per non diffondere il virus.
    • Consulta il medico in merito a quando è sicuro per te tornare alla tua normale routine. Potresti essere contagioso per qualche giorno, fino a circa 10.
  2. 2
    Stai a riposo, in modo che il tuo corpo possa recuperare. La cosa migliore che puoi fare per te stesso è quella di riposare e rilassarti mentre il tuo corpo combatte l'infezione. Stai sdraiato sul letto o sul divano tenendo il corpo rialzato con dei cuscini. Tieni da parte una coperta per coprirti se hai freddo.[16]
    • Tenere sollevata la parte superiore del corpo ti aiuta a evitare gli attacchi di tosse. Se non hai abbastanza cuscini, usa delle coperte ripiegate o degli asciugamani per rialzarti.
  3. 3
    Prendi degli antidolorifici e antipiretici da banco. Il coronavirus causa spesso dolori in tutto il corpo e febbre. Per fortuna, farmaci da banco come ibuprofene, naproxene, paracetamolo. Consulta il medico per sapere se puoi prendere uno di questi farmaci in sicurezza. Quindi segui attentamente le indicazioni del bugiardino per quanto riguarda la posologia.[17]
    • Evita di assumerne più della dose suggerita, anche se non stai meglio.
  4. 4
    Usa un umidificatore per calmare gola e vie respiratorie. È probabile che tu abbia mal di gola e formazione di muco; un umidificatore può aiutarti ad alleviare il fastidio che ne consegue. Le particelle di umidità generate dall'umidificatore manterranno idratate gola e vie respiratorie, cosa che può alleviare il mal di gola. Tale umidità, inoltre, aiuta a diluire il muco.[18]
    • Segui le istruzioni a corredo dell'umidificatore per usarlo in sicurezza.
    • Lavalo con cura con acqua e sapone tra un utilizzo e l'altro per evitare che si formi della muffa all'interno.
  5. 5
    Consuma molti liquidi per aiutare il tuo corpo a guarire. I liquidi aiutano il tuo corpo a combattere l'infezione e a sciogliere il muco. Bevi acqua, acqua calda o tè per mantenerti idratato. Integra dei cibi a base di brodo per incrementare l'assunzione di liquidi.[19]
    • Fluidi caldi sono il miglior rimedio e potrebbero aiutare anche ad alleviare il mal di gola. Prova con l'acqua calda o tè con del succo fresco di limone e una cucchiaiata di miele.
    Pubblicità

Consigli

  • Dal momento che il periodo di incubazione del coronavirus è 5 giorni, è probabile che tu non avverta i sintomi subito dopo essere stato contagiato.[20]
  • Gli aeroporti in tutto il mondo hanno cominciato a controllare i passeggeri che arrivano dalla Cina da quando si è scoperto il primo caso negli Stati Uniti nel gennaio 2020. Questo sta limitando in qualche modo la diffusione del virus.[21]
Pubblicità

Avvertenze

  • Il coronavirus può causare gravi complicazioni, quindi chiama subito il medico se ti manca il respiro o senti che la situazione peggiora.[22]
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Erik Kramer, DO, MPH. Il Dottor Kramer lavora come Medico di Base alla University of Colorado ed è specializzato in controllo del peso, diabete e medicina interna. Si è diplomato in Osteopatia presso il Touro University Nevada College of Osteopathic Medicine nel 2012.
Categorie: Vie Respiratorie
Sommario dell'Articolo

Se sospetti di essere stato esposto al coronavirus, ecco cosa devi fare. Prima di tutto, monitora i sintomi: il coronavirus si manifesta come un'infezione alle vie respiratorie. I sintomi comuni includono tosse e naso che cola. Potresti avere mal di testa, mal di gola e febbre. Se presenti una qualsiasi combinazione di tali sintomi, consulta il tuo medico in modo da sottoporti a un test per il virus. Secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), il coronavirus può inoltre causare mancanza di fiato e difficoltà respiratorie. Se hai difficoltà respiratorie, cerca immediatamente assistenza medica. Comprendi che molti tra questi sintomi possono indicare infezioni alle vie respiratorie meno gravi, come un comune raffreddore o l'influenza. Tuttavia, se pensi di essere stato esposto al coronavirus, contatta immediatamente un medico per determinare se è il caso di sottoporti a una serie di accertamenti. Negli Stati Uniti, il CDC (Centro per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie) provvederà a somministrare il test per il nuovo ceppo di coronavirus del 2019. Al di fuori degli Stati Uniti, è necessario contattare l'Organizzazione Nazionale della Sanità Pubblica per ottenere informazioni dettagliate su come sottoporsi all'esame.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità