Come Identificare un Pedofilo

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Qualunque genitore vuole proteggere suo figlio dai predatori sessuali, ma come si fa a tenere al sicuro i propri bambini se non si sa come riconoscerli? Chiunque può essere un pedofilo, quindi identificarne uno può essere difficile, soprattutto perché la maggior parte dei pedofili sono persone di cui i bambini molestati inizialmente si fidano. Leggi come imparare quali sono i comportamenti e i tratti che devono far scattare un campanello d'allarme, quali situazioni evitare e come scoraggiare i pedofili dal prendere tuo figlio come bersaglio.

Ricorda tuttavia che non tutti i pedofili sono molestatori di bambini, e che dovrebbero essere trattate come persone normali, perché non riescono a correggere questo loro comportamento. Inoltre, qualcuno che interagisce meglio con i bambini piuttosto che con gli adulti non è necessariamente un pedofilo. Accusare erroneamente qualcuno di pedofilia può avere serie ripercussioni, come causare depressione e ansietà sociale (oltre a essere un reato).

Parte 1 di 2:
Conoscere il Profilo di un Pedofilo

  1. 1
    Cerca di capire che chiunque potrebbe essere un pedofilo. I pedofili non hanno in comune nessuna caratteristica fisica, professione o tipo di personalità. I pedofili possono essere di qualunque sesso o razza, e le loro passioni, religioni e professioni sono tanto diverse quanto quelle di chiunque altro. Un pedofilo può apparire piacevole, amabile e benevolo mentre cova pensieri predatori che ha imparato a nascondere. Ciò significa che non devi mai scartare l'ipotesi che qualcuno possa esserlo.
  2. 2
    Sappi che la maggior parte dei pedofili non erano degli sconosciuti ai bambini molestati. Il 30% dei bambini vittime di abuso vengono molestati sessualmente da un membro della famiglia, mentre il 60% viene molestato da un adulto che conoscono che non è un membro della famiglia. Ciò significa che solo il 10% dei bambini molestati sessualmente sono stati vittima di persone assolutamente sconosciute.
    • Nella maggior parte dei casi si scopre che il pedofilo è qualcuno che il bambino conosce a scuola o in altre attività, come un vicino, un insegnante, un allenatore, un membro del clero, il maestro di musica o il babysitter.
    • Perfino alcuni membri della famiglia, come padri, nonni, zii, cugini, patrigni o matrigne, potrebbero essere predatori sessuali.
  3. 3
    Impara a riconoscere le caratteristiche comuni di un pedofilo. Anche se può esserlo chiunque, la maggior parte sono uomini, a prescindere dal sesso della vittima. Molti predatori sessuali hanno un passato di abusi a loro volta, fisici e sessuali.
    • Alcuni soffrono anche di malattie mentali, come disturbi dell'umore o della personalità.
    • Un pedofilo ha la stessa probabilità di essere omosessuale o eterosessuale. L'idea che gli uomini omosessuali siano più inclini a essere pedofili è un mito.
    • Le donne pedofile sono più inclini a molestare i ragazzi, rispetto alle ragazze.
  4. 4
    Sii consapevole dei comportamenti comuni manifestati dai pedofili. I pedofili spesso non mostrano molto interesse negli adulti, quanto invece mostrano nei bambini. Possono avere un lavoro che permette loro di stare vicino ai bambini di una certa fascia d'età, o escogitano altri modi per passare del tempo con i bambini facendo gli allenatori, i babysitter o comportandosi come vicini desiderosi di aiutare.
    • I pedofili tendono a parlare dei bambini e a trattarli come se fossero adulti. Potrebbero rivolgersi a un bambino come si rivolgerebbero a un amico o a un amante.
    • I pedofili spesso dicono di amare tutti i bambini o di sentirsi ancora bambini.
  5. 5
    Fai attenzione ai segni di adescamento. Il termine "adescamento" si riferisce al processo che il pedofilo porta avanti per guadagnare la fiducia del bambino, e a volte anche quella dei genitori. Nel corso di mesi, o persino di anni, il pedofilo diventa un amico fidato della famiglia, offrendosi di fare il babysitter, di portare il bambino a fare compere, in viaggio, o passando del tempo con il bambino in altri modi. Molti pedofili non iniziano ad abusare sessualmente di un bambino finché non ha conquistato la sua fiducia. Alcuni possono usare l'opinione di chi li circonda per corroborare la propria affidabilità per portare il bambino a fare compere.
    • I pedofili cercano dei bambini vulnerabili alle proprie tattiche, che mancano di supporto emotivo o non godono di molta attenzione da parte dei genitori, o provano a convincere i genitori che i bambini sono al sicuro con loro e che non andranno lontano. Il pedofilo proverà a diventare una figura "genitoriale" per il bambino.
    • Alcuni pedofili tentano di adescare i bambini di genitori single che non sono in grado di sorvegliarli correttamente, oppure convincono i genitori che sono abbastanza affidabili da poterli sorvegliare senza di loro.
    • Un molestatore di bambini usa spesso una serie di giochi, trucchi, attività o linguaggi per ottenere la fiducia del bambino e/o ingannarlo. Questi includono: mantenere un segreto (i segreti sono molto preziosi per i bambini, vengono visti come qualcosa di "adulto" e come strumento di potere), giochi sessualmente espliciti, carezze, baci, palpeggiamenti, comportamenti sessualmente allusivi, esposizione a materiale pornografico, coercizione, corruzione, adulazione e, la cosa peggiore, affetto e amore. Comprendi che queste tattiche vengono fondamentalmente utilizzate per confondere e isolare il tuo bambino.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Proteggere il Bambino dai Predatori Sessuali

  1. 1
    Informati se ci sono predatori sessuali nella zona dove vivi. Negli Stati Uniti c'è un database curato dal Dipartimento di Giustizia nel quale sono registrati i nomi di molti molestatoti sessuali. Se vivi negli USA puoi consultarlo all'indirizzo http://www.nsopw.gov/en-US, per scoprire se ce n'è qualcuno che vive vicino a te. In Italia non c'è niente del genere, anche se ci sono associazioni che spingono per creare qualcosa di simile anche nel nostro Paese.
    • Tramite un registro del genere è possibile anche fare una ricerca partendo da un nome, per capire se una persona su cui hai dei sospetti è un molestatore registrato nel database.
    • È giusto informarsi se ci vivono predatori sessuali nella tua zona, ma ricorda che è illegale farsi qualunque tipo di giustizia da soli.
  2. 2
    Supervisiona le attività extrascolastiche di tuo figlio. Essere coinvolto il più possibile nella vita di tuo figlio è il modo migliore per proteggerlo dai pedofili. Cercheranno un bambino vulnerabile, che non gode di molta attenzione da parte dei genitori o tenteranno di convincere i genitori che non sono pericolosi per loro figlio. Fatti vedere durante le partite, gli allenamenti e le prove, accompagnali durante le scampagnate e le gite, e trova del tempo per conoscere gli adulti che fanno parte della vita di tuo figlio. Fai capire di essere un genitore coinvolto e presente.
    • Se non riesci a essere presente durante una scampagnata o una gita, assicurati che ci siano come accompagnatori almeno due adulti che conosci bene.
    • Non lasciare tuo figlio da solo con adulti che non conosci bene. Anche un parente può rappresentare una minaccia. La chiave è essere il più presente possibile.
  3. 3
    Installa una telecamera di sicurezza, se assumi una persona come babysitter. Ci sono delle volte in cui non è possibile essere presente, perciò devi usare degli strumenti che ti assicurino che tuo figlio sia al sicuro. Installa delle videocamere nascoste a casa, in modo che ogni attività inappropriata possa essere registrata. Non importa quanto pensi di conoscere bene qualcuno: devi prendere delle precauzioni per la sicurezza di tuo figlio.
  4. 4
    Insegna a tuo figlio a navigare su internet in sicurezza. Assicurati che sappia che i predatori spesso fanno finta di essere bambini o adolescenti su internet per poter adescare le proprie vittime online. Controlla in che modo tuo figlio usa internet, stabilendo delle regole per limitare il tempo per le chat. Parlaci regolarmente per sapere chi "frequenta" online.
    • Assicurati che tuo figlio sappia che non deve mai mandare foto a persone che ha conosciuto online, o che non deve mai incontrare qualcuno con cui comunica online.
    • Sappi che i bambini sono spesso riservati riguardo al proprio comportamento online, soprattutto quando vengono incoraggiati da altri a mantenere dei segreti; è quindi importante essere coinvolto nelle attività online di tuo figlio.
  5. 5
    Assicurati che tuo figlio si senta supportato emotivamente.
    • I pedofili chiedono ai bambini di mantenere segreti che non devono essere rivelati ai genitori.
    • Assicurati che tuo figlio sappia che se qualcuno gli ha chiesto di mantenere un segreto, è perché la persona che glielo ha chiesto sa di fare qualcosa di sbagliato, non perché lui potrebbe finire nei guai.
    • Visto che i bambini che non ricevono sufficienti attenzioni sono vulnerabili per un predatore, assicurati di passare molto tempo con tuo figlio e di farlo sentire supportato. Prenditi del tempo per parlare con lui ogni giorno e impegnati a costruire una relazione aperta e di fiducia.
    • Esprimi interesse per tutte le attività di tuo figlio, inclusi i compiti a casa, le attività extracurricolari, le sue passioni e i suoi interessi.
    • Fai capire a tuo figlio che può confidarti qualsiasi cosa, e che sei sempre disposto ad ascoltarlo.
  6. 6
    Insegna a tuo figlio a riconoscere i tipi di contatto inappropriati. Molti genitori usano il metodo "contatto buono, contatto cattivo, contatto segreto". Con questo metodo si insegna al bambino che c'è un contatto appropriato, come le pacche sulla spalla o i batti cinque; c'è un contatto cattivo, come le botte o i calci, e che c'è un contatto segreto, quando viene chiesto ai bambini di mantenerlo segreto. Usa questo metodo o uno simile per insegnare a tuo figlio che c'è un contatto che non è appropriato, e che quando avviene, deve dirlo immediatamente.
    • Insegna a tuo figlio che a nessuno è permesso toccare le sue parti intime. Molti genitori identificano le parti intime come quelle che vengono coperte dal costume da bagno.
    • Insegna a tuo figlio a dire di "no" e di allontanarsi, se qualcuno prova a toccarlo nelle parti intime.
    • Di’ a tuo figlio di venire immediatamente a riferirti se qualcuno lo tocca in maniera inappropriata.
  7. 7
    Riconosci che c'è qualcosa che non va nel tuo bambino. Se noti che si comporta in maniera diversa, cerca di capire cosa c'è che non va. Chiedigli sempre com'è andata la sua giornata, se qualcuno lo ha trattato male o toccato in maniera inappropriata; ciò lo aiuterà ad aprire un canale di comunicazione stabile. Se tuo figlio ti dice che è stato toccato in maniera inappropriata o che non si fida di un adulto, non lo ignorare. Fidati sempre.
    • Non ignorare mai le affermazioni di un bambino solo perché l'adulto in questione è un membro rispettato della società o ti sembra impossibile che sia capace di fare cose del genere. Questo è esattamente ciò su cui fa forza un molestatore.
    • Ricorda che la cosa più importante che puoi fare per proteggere tuo figlio è di prestargli attenzione. Cerca di assecondare i suoi bisogni e i suoi desideri, parlagli e, in breve, cerca di essere un genitore migliore. Morale della favola da ricordare: se non sei tu a prestare attenzione a tuo figlio, lo farà qualcun altro.
    • Ricorda che i ragazzi intorno ai 12 anni dovrebbero aver già ricevuto un'educazione sessuale dai propri genitori, e conoscere il significato di ogni cosa. Questo previene che un amico/insegnante pedofilo possa intromettersi per insegnare loro tutta un'altra serie di aspetti. Assicurati che tuo figlio sappia tutto quello che c'è da sapere prima che gli venga insegnato che determinate parole o comportamenti inappropriati siano invece permessi.
    • Se tuo figlio è molto giovane o comunque ha meno di 14 anni, potrebbe non essere in grado di distinguere la differenza tra un insegnante irascibile che assegna un sacco di compiti per casa e uno che si comporta in maniera strana che pretende un bacio sulle guance prima che gli alunni escano dall'aula. Per un ragazzino, entrambi sono "fastidiosi". Assicurati quindi che, ogni volta che tuo figlio ti racconta delle storie vaghe sull'insegnante che fa sempre battute a sfondo sessuale o che lo tocca, o su un insegnante "fastidioso" che chiede sempre di cose private, non ci sia sotto qualcosa.
    • Non appena il bimbo ti racconta che l'insegnante si comporta in maniera strana o chiede informazioni o foto private dei fratelli, è necessario intanto insegnargli come reagire a questo tipo di comportamento. Sii realistico e abbi un po' di buon senso; dire al bimbo di urlare quando l'insegnante gli tocca semplicemente la spalla non sarebbe molto utile. Assicurati semplicemente che il bimbo dica chiaramente all'insegnante in questione che siete al corrente della situazione e che il suo comportamento non è gradito. In ogni caso, è ancora più importante che il bimbo sappia distinguere la differenza tra una semplice pacca sulla spalla e un comportamento non appropriato.
    Pubblicità

Avvertenze

  • Chiarificazione dei termini: un pedofilo è una persona attratta principalmente da bambini in età prepuberale (un errore comune dei media è quello di identificare come pedofilo chiunque sia attratto da minorenni, estendendo la definizione alle persone attratte dagli adolescenti, cosa non corretta). Un ebefilo è una persona principalmente attratta da adolescenti dagli 11 ai 13 anni, e un efebofilo è una persona attratta dagli adolescenti dai 14 ai 18 anni. Un molestatore è, ovviamente, chiunque molesti un bambino, a prescindere dalle sue preferenze o attrazioni sessuali.
  • Ricorda: se un bambino sembra isolato o triste, diventa un bersaglio facile per un predatore. Chiedi a tuo figlio come va a scuola, scopri chi sono i suoi amici. Se non ne ha, impegnati per cambiare la situazione. La forza numerica è estremamente importante e in molto casi può salvargli la vita, se non puoi essere presente in quel momento.
  • Bisogna essere consapevoli che a prescindere da come vogliano dipingere la questione i media; c'è una distinzione netta tra un pedofilo e un molestatore di bambini. Non tutti i pedofili sono molestatori di bambini attivi. Allo stesso modo, non tutti i molestatori di bambini sono pedofili. Ci sono ulteriori moventi per i comportamenti criminosi, e alcuni sono molestatori occasionali. Contrariamente a quanto si crede, molti pedofili sono terrorizzati dalle proprie attrazioni tanto quanto chi è disgustato da loro.
  • Per colpa del problema sempre crescente della disinformazione e della copertura mediatica di alcuni casi, molte persone che provano queste attrazioni sono spesso terrorizzate dal fatto di venire allo scoperto per farsi aiutare. Allo stesso modo, i terapisti non sono sempre tanto oggettivi quanto dovrebbero esserlo, e alcuni pedofili sviluppano la propria deviazione in maniera disperata perché non sono in grado di ricevere l'aiuto di cui hanno bisogno. La disperazione a sua volta porta il pedofilo ad agire negativamente.
  • Ciò non significa che bisogna avere compassione per un molestatore di bambini, significa semplicemente che dobbiamo essere sempre coscienti dei fallimenti della società e che ci dobbiamo battere per correggerla, per quanto sia possibile, prestando la massima attenzione nei confronti dei nostri figli, aprendo canali di comunicazione e fiducia.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Altro

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità