Come Individuare ed Evitare lo Stress Passivo

Lo stress passivo è una fonte di stress reale, ma spesso non riconosciuta nella nostra vita. È causata dall'esposizione ad altre persone stressate – si, lo stress è contagioso, proprio come un comune raffreddore, solo che è molto meno probabile incolpare qualcun altro per averlo preso! In questo articolo imparerai come individuare lo stress passivo e come iniziare a immunizzarti più efficacemente.

Passaggi

  1. 1
    Tratta lo stress come una malattia contagiosa. Quando qualcun altro è stressato, è molto facile lasciare che l’ansia o il senso di impellenza di qualcun altro aumenti la tua sensazione di stress, a meno che non hai un legame molto forte con questa persona e sei capace di essere vigile rispetto alla fonte esterna che ti dà fastidio. Lo stress passivo è l’assorbimento inconsapevole di emozioni negative, instillate dal fuoco dei “neuroni specchio” nel nostro cervello che cercano di tenerci in sincronia con quello che ci circonda.[1]
    • Nota come ti senti quando qualcuno intorno a te cammina sul posto, guardandosi intorno, mostrando impazienza, tamburellando il piede o compiendo azioni similmente negative. Nota quanto ci vuole per iniziare a sentirti ansioso o impaziente quanto l’altra persona. Per molti, ci vuole davvero poco.
    • È anche possibile che i feromoni del sudore di una persona ansiosa e impaziente possano indurti a reagire allo stesso modo.[1]
  2. 2
    Identifica le persone della tua vita che sono “malate” di stress. Di solito viene emesso dalle persone a te più vicine, sia in termini di relazione che di tempo trascorso insieme. Perciò potrebbe essere il tuo partner, i tuoi figli, i tuoi colleghi e supervisori e chiunque con cui trascorri molto tempo, come cari amici o vicini di casa.
    • In molti casi le donne sono più suscettibili allo stress passivo, sentendosi in dovere di essere sempre a disposizione per prendersi cura degli altri e per alleviare la loro sofferenza. A prescindere dal genere, questo desiderio di esserci per gli altri, anche quando ci si sente tesi in prima persona, può indurci a prenderci il fardello degli altri e con esso anche le emozioni negative. Quanto più si è empatici, tanto più probabile sarà soffrire di stress passivo.
  3. 3
    Riconosci le situazioni in cui può verificarsi dello stress passivo. Molte volte si può assorbire lo stress altrui inconsciamente, ma alcune delle più comuni situazioni includono:
    • Un collega, un capo o un cliente fa pressioni per una scadenza che a lui sembra urgente. A te non sembra essere talmente urgente, ma non appena hai percepito il suo stress a questo proposito, sei entrato a far parte del club.
    • Il tuo capo, partner o amico è molto stressato per un evento prossimo e ti chiede continuamente consigli e rassicurazioni. Alla fine, anche se sai che è tutto sotto controllo, finisci per trovarlo anche tu stressante.
    • Il tuo ufficio è un alveare di lamentele e preoccupazioni sulle potenziali perdite di lavoro, sui tagli allo stipendio o sul ridimensionamento del personale, e le voci aumentano ogni giorno. E’ difficile stare fuori da questo stress sul luogo di lavoro e presto ti ritrovi a soccombere allo stress passivo.
    • Stai per avere un figlio e stai benissimo, finché tua madre, le tue sorelle e le amiche che sono hanno già avuto figli iniziano a raccontare le loro storie horror su quello che può andare storto. Improvvisamente le loro paure diventano anche le tue. Eppure non è solo un problema di gravidanza, si applica a chiunque stia per fare esperienza di un evento che cambia la via, come affrontare un’operazione, aiutare una persona cara in prigione, accogliere un figliol prodigo che “ritorna nel nido”, ecc.
    • Un capo o un supervisore si comporta nervosamente ed è sempre irritato; e per giunta, cerca di “tenere duro”. E’ difficile non assorbire l’invasione dello stress da parte di qualcuno che percepisci come modello e il cui comando può condizionare tutti i tuoi sforzi.
    • Lavori o sei in contatto con qualcuno che è sempre stressato e teso. Non importa quanto ti senti positivo prima di incontrare questa persona, ti manderà in tilt nel momento in cui ti avvicini a lei, sempre. Questo tipo di personalità acida e sottotono trasmette facilmente emozioni negative, se non realizzi cosa accade a livello conscio – ovvero, che stai prendendo in carico lo stress e la prospettiva negativa di questa persona.
    • Lavori in un help-desk, come per esempio quelli IT. Ogni chiamata è considerata urgente e una situazione da “risolvere” subito secondo chi chiama. Lo stress passivo che deriva dal prendere in carico quello che altri considerano urgente può essere opprimente, se non si impara ad affrontarlo bene.
    • Se lavori sempre in situazioni di vera emergenza (se sei per es. un paramedico, ecc.), tutto il tuo lavoro è fonte di stress passivo, qualcosa riconosciuta e affrontata con dei programmi idonei di supporto nel luogo di lavoro.
  4. 4
    Prendi in carico le tue emozioni. Una volta che riesci a riconoscere i momenti nella vita in cui lo stress sembra prendere il sopravvento, puoi iniziare a smettere di essere vittima degli altri e del loro stress.
    • Realizza che lo stress passivo tende a restare. Può essere peggio dello stress causato dalle tue stesse emozioni, perché sai di non avere alcun controllo e spesso non ne capisci la fonte. Tuttavia, questo fa parte della strada per affrontarlo – lasciare andare qualsiasi idea di “controllare” la fonte di stress. Chi distribuisce questo stress è fuori dal tuo controllo, ma la tua reazione al suo stress puoi controllarla.
    • Distraiti e poni una barriera fisica o immaginaria tra te e lo stress. Focalizzati su qualcosa di diverso dalla persona che manda i suoi segnali di stress. Concentrati sul respiro, inspira ed espira contando fino a 10. Pizzica il palmo della tua mano per ricordarti di restare concentrato sul problema che si può risolvere, non sulla persona che causa tensione. Concentrati sul tuo colore preferito. Immagina un bellissimo posto nella natura che ti piace.
    • Nota quanto inizi a imitare gli la postura, gli atteggiamenti e il linguaggio corporeo da stress. Ti incurvi con le spalle proprio come la tua collega stressata? Stai aggrottando la fronte per la preoccupazione proprio come il tuo partner? Prenditi un momento per notare quanto sia teso il tuo corpo e scegli consciamente di rilassare ogni parte e di scrollarti di dosso quelle vibrazioni negative.
  5. 5
    Diventa quella che cambia l’atmosfera. Quando senti arrivare lo stress passivo, cerca di evitarlo. Ecco alcuni suggerimenti per aiutarti a prendere le distanze, pur restando compassionevole e impegnato:
    • Se qualcuno si lamenta di qualcosa, dì qualcosa di positivo su quella persona o sulla situazione.
    • Se questa persona è preoccupata di rispettare una scadenza, suggerisci di passare del tempo insieme per pianificare e rispettare la scadenza. Potresti offrire di mostrarle come fai a dare priorità ai compiti.
    • Se è preoccupata che un lavoro non sarà soddisfacente, offriti di leggere il lavoro, di verificare i calcoli, provare le teorie, criticare gli sforzi o mostrare come farlo meglio. Non accettare la preoccupazione come un motivo per essere negativi.
  6. 6
    Se la persona non si sente rassicurata dai tuoi tentativi di vedere il lato positivo delle cose, prenditi una pausa. Non c’è bisogno di stare in un’atmosfera negativa assorbendola tutta.
    • Suggerisci di preparare una tazza di caffè o di tè per entrambi.
    • Se è difficile svignarsela, dì che devi andare in bagno.
    • Se riesci, fai una passeggiata fuori, o in un luogo diverso dell’edificio, per schiarirti le idee e scrollarti la negatività che è scesa su di te. E’ dimostrato che l’esercizio fisico abbatte lo stress, sempre che tu ne faccia un po’.[1]
  7. 7
    Se sei al lavoro o in una situazione di volontariato, anziché una situazione personale, rivolgiti alle guide, ai manuali e all'addestramento. Se si tratta di dover rispondere a chiamate o a emergenze, il tuo datore di lavoro o l’organizzazione di volontariato dovrebbe prevedere un addestramento per affrontare lo stress passivo. I manuali spesso consigliano degli approcci graduali per affrontare le persone più complicate – assicurati di sentirti pronto con queste strategie di auto difesa per proteggerti mentre aiuti gli altri. Se non c’è nessuna guida o addestramento, chiedilo o organizza un gruppo di colleghi/volontari a cui rivolgersi.
    • Se c’è una situazione in cui lo stress include ferite e forse anche morte, come per i medici, le infermiere, i soccorritori e la polizia, chiedi alla tua organizzazione di avere sufficiente supporto per lo stress. La tua situazione è unica e difficile da affrontare da soli.
  8. 8
    Riconosci e accetta ciò che non puoi cambiare. Non sarai sempre in grado di dare un’impronta positiva a una situazione o un problema e non riuscirai sempre a liberarti della presenza di una persona o di una situazione stressante. In questo caso, avrai bisogno di attrezzarti mentalmente e prepararti a restare positivo, e non dovrai permettere alla prospettiva di una persona stressante di influenzare la tua. Dovrai anche essere pronto a parlare onestamente:
    • Smettila di provare a proteggere e confortare chi è fonte di stress, visto che questo aumenta il tuo stesso stress. A volte bisogna vedere la cosa per quella che è, perché è possibile che la persona che porta stress da casa al lavoro non realizzi neanche l’impatto che causa sugli altri. Spiega a questa persona l’impatto che sta causando su di te. Usa frasi in prima persona, questa persona ha bisogno di capire quanto dannosa sia diventata la situazione.
    • Prova con la gentilezza. Reagisci con compassione anziché con irritazione o aggressione. Sapere che il tuo stato irritabile deriva da altri porta alla decisione di trattare la persona stressata con gentilezza (e alcuni sorrisi). Potrebbe funzionare per calmare un po’, ma se non funziona, aiuterà te a prendere le distanze dallo stress degli altri e ad essere gentile con te stesso.
    Pubblicità

Consigli

  • Pianifica un piccolo evento settimanale che ti renda felice e che sia completamente separato dalla situazione o dalla persona stressante. Potrebbe essere un film a settimana, una visita da amici, una cena al ristorante, un pomeriggio trascorso in biblioteca a leggere nuove uscite, un giorno a passeggio nella parte storica della città, qualsiasi cosa scegli, rendila il tuo sacrosanto momento di felicità.
  • Pratica meditazione o presenza mentale. Possono aiutarti a costruire la tua capacità di recupero dalle persone e situazioni stressanti.
  • Allontanati il più possibile dalle situazioni stressanti. Se la persona stressante è vicina, potresti portarla fuori con te, escursioni del fine settimana e soggiorni al mare, vacanze oltreoceano, fine settimana trascorsi senza accesso a internet o telefoni, giorni alle terme, ecc. sono tutti modi per rilassarsi e lasciare venire a galla le tue vere emozioni.
  • I bambini possono soffrire di stress passivo, specialmente se si accumulano aspettative di successo nei loro confronti e hanno troppe attività extrascolastiche. Se un bambino vive a un ritmo troppo accelerato, rallenta e lascia che sia un bambino; le responsabilità da adulto arriveranno presto.
Pubblicità

Avvertenze

  • Quando lo stress nasce dall'ingiustizia, dalla discriminazione e da altre malattie sociali, l’azione è un’ottima risposta. Se riesci a diventare attivista riguardo questa causa, potresti riuscire a fare del bene. Questo potrebbe rompere quel senso di impotenza che provi quando cerchi di confortare le persone amate o un amico. Agire concretamente al loro posto o aiutarli a conoscere gruppi di supporto e attivisti è una buona risposta. Prenditi cura anche di te stesso e ricordati che non fai parte di questo gruppo, non sentirti in colpa perché hai a cuore i tuoi sentimenti prima di aiutare gli altri a cambiare il mondo.
  • Fai attenzione alle “amicizie” che consistono nel solo fatto che l’altro ti racconta i suoi problemi e si lamenta. Più l’altro parla, più dovresti essere diffidente. Infine, assorbire tutta questa negatività ti farà sentire male e non solo preoccupato per l’altro.
  • Se lo stress passivo risveglia la tua consapevolezza su questioni personali nella tua vita, il miglior modo di gestirlo è agire. Se la fonte di questo stress è parlare di una situazione simile alla tua, il tuo stress non è completamente passivo. Osserva onestamente te stesso e gli altri per capire da dove deriva lo stress. Comprendere le diverse fonti di stress rende più facile affrontarle, una alla volta.
  • Alcuni degli effetti collaterali dello stress passivo includono pressione alta, difficoltà di digestione, insonnia, depressione, affaticamento, tensione e scarsa memoria.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 14 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Stress, Ansia

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità