Come Inserire un Assorbente Interno per la Prima Volta

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Inserire un assorbente interno per la prima volta può essere un'esperienza davvero spaventosa e poco incoraggiante. Tuttavia, è più facile di quanto si pensi, a patto che si sappia introdurlo correttamente. Quando si indossa un tampone, sarai libera di nuotare, correre e fare quello che vuoi, senza il disagio di un assorbente tradizionale. Se lo inserisci correttamente, non ti farà per niente male e, in effetti, non lo sentirai nemmeno. Se vuoi sapere come inserire un tampone per la prima volta, comincia a leggere l'articolo dal primo passaggio.

Parte 1 di 3:
Inserire l'Assorbente Interno

  1. 1
    Acquista una confezione di assorbenti interni. Destreggiarsi nel mondo dell'acquisto dei tamponi può essere un po' difficile, ma una volta che saprai un po' di più cosa comprare, non ti sentirai così intimorita. Tra le marche più comuni si segnalano Tampax e o.b., senza tener conto che anche altre aziende che producono quelli normali fanno anche i tamponi, perciò scegli quelli che fanno al caso tuo per sentirti a tuo agio. Fondamentalmente, ci sono tre cose da tenere presente: la carta o la plastica, l'assorbenza e se il tampone ha un applicatore o meno. Ecco quello che devi sapere:
    • Carta o plastica. Alcuni tamponi hanno un applicatore di cartone (carta), mentre altri hanno un applicatore di plastica. L'applicatore di carta ha il vantaggio nella maggior parte delle volte di essere biodegradabile e, pertanto, è possibile gettarlo nel water, ma non è opportuno correre questo rischio se hai un sistema idraulico poco affidabile. Alcuni dicono che la plastica sia anche un po' più facile da usare. Puoi provare entrambi e decidere quale ti piace di più.
    • Applicatore o nessun applicatore. La maggior parte degli assorbenti interni sono venduti con l'applicatore, mentre altri non lo portano. All'inizio sarà molto più facile usare quelli con l'applicatore, perché in questo modo potrai avere un maggiore controllo durante il processo di inserimento. I tamponi senza applicatore necessitano che l'assorbente sia spinto nella vagina con le dita, cosa che può essere un po' più ardua. Il vantaggio di questi tamponi è che sono molto piccoli, quindi puoi anche tenerli in tasca, se necessario.
    • Assorbenza. I tipi più comuni sono "normali" o "super assorbenti". In linea di massima si raccomanda di iniziare con tamponi regolari per imparare a utilizzarli, prima di passare a quelli super. Sono un po' più grandi, anche se non necessariamente più difficili da usare. Puoi anche utilizzare prima i tamponi regolari, quando il flusso non è così pesante, per poi passare a quelli più assorbenti, a seconda del flusso, o viceversa. Alcune confezioni di assorbenti interni hanno sia quelli regolari che quelli super-assorbenti, in modo da poterli combinare.
  2. 2
    Inserisci l'assorbente interno quando il flusso è moderato o intenso. Anche se non è sempre detto, inserire il tampone quando il ciclo è appena iniziato e il flusso è ancora leggero risulta un'operazione un po' più difficile, perché non scivola facilmente all'interno della vagina. Se il flusso è più abbondante, le pareti della vagina sono più umide e permettono al tampone di scorrere all'interno più comodamente.
    • Alcune ragazze si chiederanno se possono fare pratica con l'uso dell'assorbente interno quando non hanno il ciclo. Anche se non accade nulla di terribile eseguendo queste operazioni, sarà più difficile inserire il tampone nella vagina in queste circostanze, perciò si consiglia di attendere fino a quando non comincia il ciclo.
    • Anche se chiedere aiuto a tua madre potrebbe essere l'ultima cosa al mondo che faresti, se provi da sola e hai qualche problema, o se hai semplicemente paura di provare, non aver paura di chiedere aiuto a una donna di cui ti fidi.
  3. 3
    Lava le mani. È importante lavare le mani prima di inserire un tampone, perché in questo modo preserverai l'assorbente e l'applicatore da eventuali contaminazioni prima di inserirlo. Non è consigliabile, infatti, introdurre dei batteri nella vagina, causando qualche infezione.
  4. 4
    Apri l'involucro del tampone con le mani asciutte. Attendi finché le mani non saranno completamente asciutte e poi strappa con attenzione l'involucro sulla sua sommità e caccialo fuori. Non fa niente se sei un po' nervosa, anche se non c'è alcun motivo di esserlo. Se lasci cadere accidentalmente il tampone a terra, dovresti buttarlo e ricominciare con uno nuovo. Non è opportuno rischiare di contrarre un'infezione solo perché non vuoi sprecare un assorbente interno.
  5. 5
    Siediti o mettiti in una posizione comoda. Poiché durante l'introduzione del tampone dovresti stare a tuo agio, è meglio escogitare il metodo che per te è più comodo. Alcune donne preferiscono sedersi sul water quando inseriscono un assorbente interno. Altre preferiscono stare in piedi e accovacciarsi un po'. Puoi anche poggiare una gamba sul water o sul fianco della vasca per rendere più accessibile l'apertura vaginale.
    • Anche se è naturale essere nervose, dovresti cercare di rilassarti il più possibile. Quanto più sarai rilassata, più facile risulterà l'inserimento del tampone.
  6. 6
    Tieni l'assorbente interno con le dita con cui scrivi. Mantienilo al centro, proprio nel punto in cui il tubo interno più piccolo si inserisce in quello più grande esterno. La cordicella deve essere facilmente visibile e deve puntare verso il basso, lontano dal corpo, con la parte dura del tampone verso l'alto. Puoi anche posizionare l'indice sulla base del tampone, mentre il medio e il pollice lo impugnano.
  7. 7
    Trova la vagina. La vagina è tra l'uretra e l'ano. Esistono tre aperture: l'uretra, da dove proviene l'urina, la vagina, che è al centro, e l'ano nella parte posteriore. Se riesci a trovare l'uretra facilmente, 3-5 cm più indietro c'è l'apertura della vagina. Non temere di vedere un po' di sangue sulle mani – è perfettamente normale.
    • C'è chi consiglia di utilizzare l'altra mano per aprire le labbra della vagina, ovvero le pieghe della pelle intorno all'apertura vaginale, per agevolare l'introduzione del tampone nell'apertura. Tuttavia, alcune donne sono in grado di inserirlo senza questo ulteriore aiuto.
  8. 8
    Posiziona con cura la parte superiore dell'assorbente interno nella vagina. Ora che hai trovato la vagina, tutto ciò che devi fare è inserire il tampone solo di un paio di centimetri o poco più nella parte superiore della vagina. Dovresti spingerlo lentamente, finché le dita non toccheranno l'applicatore e il tuo corpo e finché il tubo esterno del tampone non sarà all'interno della vagina.
  9. 9
    Premi la parte più sottile dell'applicatore con l'indice. Fermati quando la parte sottile e quella spessa si incontrano e le dita toccano la pelle. L'applicatore ti serve per aiutarti a far salire ulteriormente il tampone nella vagina. Immagina di spingere il tubo interno del tampone attraverso quello esterno.
  10. 10
    Usa il pollice e il medio per rimuovere l'applicatore. Ora che hai inserito il tampone nella vagina, tutto ciò che devi fare è rimuovere l'applicatore. In questo caso, è sufficiente utilizzare il pollice e il medio per tirare delicatamente l'applicatore dalla vagina. La cordicella deve pendere dall'apertura vaginale.
  11. 11
    Getta l'applicatore. Dovresti buttare l'applicatore, se è fatto di plastica. Se è di cartone, controlla con attenzione le istruzioni sulla confezione per assicurarti se esiste la possibilità di scaricarlo nel water. Se non sei sicura, è meglio lasciar stare e buttarlo via.
  12. 12
    Considera di indossare un salvaslip con il tampone. Anche se non è necessario, molte ragazze preferiscono indossare il proteggi-slip insieme con l'assorbente interno, nel caso in cui il tampone cominciasse a perdere qualche goccia, una volta saturo. Anche se vai in bagno regolarmente e cambi l'assorbente interno in base alle necessità, non è improbabile che accada, perciò indossando un salvaslip potresti avere un ulteriore senso di sicurezza. A malapena lo sentirai.
    Advertisement

Parte 2 di 3:
Rimuovere l'Assorbente Interno

  1. 1
    Assicurati di stare a tuo agio. Se non ti senti a tuo agio con l'assorbente interno, allora probabilmente non lo avrai inserito correttamente. Se lo hai messo bene, infatti non dovresti sentirlo affatto. Se ti senti a disagio o come se non stesse tutto fino in fondo, allora è meglio rimuoverlo. Puoi anche capire di non averlo inserito correttamente dal fatto che il fondo del tampone eventualmente è ancora visibile al di fuori della vagina. Se è così, è il momento di provare di nuovo.
    • Quando il tampone è all'interno, dovresti essere in grado di correre, fare escursioni a piedi, andare in bicicletta, nuotare o compiere a qualsiasi attività fisica che desideri fare.
  2. 2
    Rimuovi il tampone quando sei pronta. Anche se è necessario rimuovere il tampone ogni 6-8 ore al massimo, potresti accorgerti che è necessario toglierlo prima, se hai un flusso abbondante. È importante controllarsi ogni ora o due, soprattutto quando si utilizzano i tamponi per la prima volta. Se scopri di doverti pulire, vedendo molto sangue, oppure se vedi sangue nel water, allora questo è un segno che il tampone non riesce più ad assorbire e che è il momento di toglierlo (può anche essere un indice del fatto che non lo hai inserito in profondità, perciò anche in questo caso devi tirarlo fuori).
  3. 3
    Getta l'assorbente interno. Anche se le istruzioni sulla confezione potrebbero dire che è biodegradabile, se vuoi essere sicura di non dover chiamare l'idraulico perché il tampone ha intasato il water, si consiglia di avvolgerlo in un foglio di carta igienica e buttarlo. Se sei in un bagno pubblico, dovresti cercare un contenitore sul pavimento del bagno o al lato della porta, che si usa appositamente per eliminare questo genere di rifiuti.
  4. 4
    Cambia l'assorbente interno ogni 8 ore o prima, se necessario. Una volta rimosso il tampone, puoi inserirne un altro. La maggior parte delle donne non dormono con l'assorbente interno, perciò è consigliabile usare un assorbente durante la notte, a meno che tu non abbia intenzione di dormire per meno di 8 ore.
    • Se la cordicella del tampone è sporca di sangue, allora è arrivato il momento di cambiarlo.
    • Se senti che l'assorbente interno è difficile da rimuovere e un po' "bloccato", allora vuol dire che non ha ancora assorbito abbastanza flusso mestruale. Se è stato meno di 8 ore, dovresti riprovare più tardi. Prova a utilizzare un tampone con un assorbimento più leggero la prossima volta, se lo hai.
    • Se lasci il tampone per più di 8 ore, rischi la sindrome da shock tossico (TSS), molto rara ma potenzialmente letale, che si verifica quando si tiene l'assorbente interno per troppo tempo. Se hai lasciato il tampone oltre il tempo raccomandato e avverti febbre, irritazione o vomito, chiedi immediatamente aiuto.
  5. 5
    Utilizza un assorbente interno con la capacità di assorbimento giusta per il tuo flusso. È meglio usare tamponi con un assorbimento inferiore a quello necessario. Inizia con un tampone regolare. Se vedi che è necessario cambiarlo più di una volta ogni quattro ore, allora dovresti passare a un tampone con una capacità di assorbimento maggiore. Quando il ciclo va scemando, è necessario utilizzare tamponi con assorbimento più leggero. Una volta che sarà quasi finito, noterai che sarà più difficile inserirli. Passato del tutto, smetti di usare gli assorbenti interni.
    • Usa un salvaslip nei giorni straordinari, quando ritieni che il ciclo non sia completamente terminato.
    Advertisement

Parte 3 di 3:
Conoscere le Cose come Stanno

  1. 1
    Sappi che non si può mai perdere un tampone all'interno del corpo. Il tampone ha una corda flessibile e resistente estremamente forte che gli passa attraverso e che, per questo, non può staccarsi mai. La cordicella attraversa l'intero tampone, invece di essere attaccata alla fine, quindi davvero non c'è alcuna possibilità che si stacchi da sola. Puoi anche provare a prendere un nuovo tampone e a strattonare la corda con veemenza per un po', tuttavia vedrai che è impossibile rimuoverla, perciò non c'è possibilità che il tampone resti bloccato all'interno. Questa è una paura comune che hanno le persone, ma è del tutto infondata.
  2. 2
    Sappi che puoi sempre fare pipì quando indossi un assorbente interno. Alcune donne che indossano i tamponi impiegano anni prima di rendersi conto che possono effettivamente urinare con un assorbente interno. Il tampone va inserito nella vostra apertura vaginale, mentre l'urina esce dall'apertura uretrale. Sono vicine, ma sono buchi diversi e, quindi, l'inserimento di un tampone non riempirà la vescica né renderà più difficile la minzione. Alcune persone pensano che, se fanno pipì, il tampone viene espulso direttamente, ma questo non accade assolutamente.
  3. 3
    Sappi che una ragazza di qualsiasi età può iniziare a indossare un assorbente interno, una volta che inizia il ciclo. Non devi avere più di 16 o 18 anni per usare un tampone. È perfettamente sicuro per le ragazze più giovani, fintanto che sanno come inserirlo correttamente.
  4. 4
    Sappi che l'inserimento di un tampone non ti farà perdere la verginità. Alcune persone pensano che è possibile indossare tamponi solo dopo aver fatto sesso e che, utilizzandoli prima di questo momento, si perde la verginità. Beh, è completamente falso. Anche se l'utilizzo di un tampone può causare di tanto in tanto qualche lesione o tensione dell'imene, nulla ti farà "perdere la verginità" oltre all'atto sessuale. I tamponi funzionano in modo efficace sia per chi è vergine sia per chi non lo è.
  5. 5
    Sappi che usare l'assorbente interno non causerà problemi di salute. Indossare un tampone non ti causerà la candidosi, contrariamente a quanto si può sentir dire. Non esiste assolutamente alcuna prova scientifica al riguardo. Alcune persone pensano che sia possibile, perché le donne tendono ad avere candidosi tutto il tempo del ciclo, che è lo stesso durante il quale si usano gli assorbenti interni.
    Advertisement

Consigli

  • Puoi fare qualche tentativo per riuscire a inserire il tampone. Quanto più ti rilassi, più facile sarà l'introduzione.
Advertisement

Avvertenze

  • Se lasci il tampone per più di 8 ore, rischi la sindrome da shock tossico (TSS), molto rara ma potenzialmente letale, che si verifica quando si tiene l'assorbente interno per troppo tempo. Se hai lasciato il tampone oltre il tempo raccomandato e avverti febbre, irritazione o vomito, chiedi immediatamente aiuto.
Advertisement

Cose che ti Serviranno

  • Assorbenti interni o tamponi
  • Libri
  • Foglietto delle istruzioni della confezione
  • Assorbenti normali

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Igiene Personale

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement