Come Installare una Fossa Biologica

La fossa biologica, chiamata anche fossa settica convenzionale, viene usata soprattutto nelle aree rurali in cui non è disponibile un sistema fognario. In genere, esistono due categorie di impianti: a gravità o convenzionali e alternativi (a pompa) dotati di unità di trattamento aerobico. Si tratta di un progetto che dovrebbe essere eseguito da un professionista, a causa dei potenziali rischi per l'ambiente dovuti all'inquinamento dello spartiacque. La posa e l'installazione di una fossa biologica devono rispettare rigorose normative ed essere sottoposte a continue ispezioni. Questo articolo ha solo uno scopo divulgativo; non cercare di costruire una fossa settica da solo, perché si tratta di un progetto complesso che richiede macchinari pesanti. Inoltre, anche se ci riuscissi, potresti incorrere in gravi multe da parte del Comune e doverti occupare dello smantellamento dell'impianto abusivo.

Passaggi

  1. 1
    Prepara e progetta l'impianto. Il primo passaggio dell'installazione consiste in un'ispezione del sito e un test di percolazione del terreno. La fossa biologica deve essere realizzata in base ai risultati dell'ispezione e del test; in seguito, bisogna ottenere i permessi e le concessioni edilizie necessarie.
    • Le caratteristiche della zona che possono influenzare il modello di impianto sono:
      • Lo spazio disponibile;
      • Le peculiarità topografiche;
      • La destinazione d'uso e l'afflusso d'acqua in base alle dimensioni dell'abitazione o dell'edificio collegato alla fossa settica;
      • La posizione del pozzo e/o dei pozzi confinanti.
    • I risultati del test del terreno che possono giocare un ruolo nell'installazione sono:
      • Tipo di suolo e stratificazione dello stesso (sabbia, argilla, roccia e le relative profondità);
      • Capacità del terreno di drenare e filtrare le acque di scarico.
  2. 2
    Attendi l'approvazione del progetto. Puoi installare l'impianto una volta ottenuti i permessi necessari; ricordati di seguire l'iter burocratico previsto dalla legge e dalle normative sanitarie.
    Advertisement

Metodo 1 di 2:
Sistema a Gravità

Nota: le istruzioni che seguono fanno riferimento all'installazione di un impianto nuovo e non sono pensati per la sostituzione di quello vecchio.

  1. 1
    Monta l'attrezzatura e gli strumenti necessari alle opere di scavo. Hai bisogno di:
    • Escavatore;
    • Livella laser e asta graduata;
    • Tubo SCH 40 in PVC con diametro 10 cm (e opportuni adattatori);
    • Tubo perforato ASTM D2729 con diametro di 10 cm;
    • Tubo ASTM D3034 con diametro di 10 cm e relativi adattatori;
    • Tappi con sfiato SCH 40 da 10 cm e tappi di prova;
    • Primer e colla per PVC;
    • Sega (manuale o seghetto alternativo a batteria);
    • Trapano a percussione con relative punte (per forare il muro, se necessario);
    • Cemento idraulico (per sigillare il tubo nel punto in cui attraversa una parete);
    • Badile;
    • Pietrisco con grani da 4 cm (la quantità dipende dalle dimensioni della fossa);
    • Metro a nastro (normale e una rotella metrica di almeno 30 m);
    • Tessuto impermeabile per fosse biologiche (rotolo lungo almeno un metro);
    • Cisterne e alzate (in cemento o in plastica, dove permesso);
    • Sigillante per cemento o silicone per la plastica da applicare sulle alzate;
    • Filtro settico, se necessario;
    • Recipiente di distribuzione (in cemento o in plastica se prevedi più di due condotti laterali).
  2. 2
    Trova il punto dell'edificio in cui vuoi che si innestino i tubi dell'impianto in base alla posizione della fossa settica. Scava almeno fino a una profondità di 60 cm e fora il muro; in alternativa, puoi raggiungere una zona sotto le fondamenta in base alle tue preferenze o alle necessità costruttive. Fai in modo che il flusso dei rifiuti scorra in discesa, dato che è il principio di base di una fossa biologica a gravità. L'impianto non prevede l'utilizzo di alcun mezzo meccanico (a parte la forza di gravità) per portare i rifiuti dalla cisterna al campo di dispersione.
    • Il tubo SCH 40 da 10 cm deve penetrare per 30 cm attraverso il muro o sotto le fondamenta dello stesso e spuntare nel terreno per almeno 1,5 m verso la cisterna. Appoggia una livella nel punto in cui il condotto attraversa il muro e calcola una pendenza di circa l'1% verso la fossa settica. Se necessario, fai in modo che il tubo continui nella tanica e anche oltre; in caso contrario, monta un tubo 3034 da 10 cm e l'opportuno adattatore alla cisterna.
      • Ricorda di montare un tappo di prova all'estremità del tubo nel punto in cui entra nell'edificio; non dimenticare, inoltre, di applicare un sigillante per cemento attorno all'apertura del muro, sia all'interno sia all'esterno.
      • Non esagerare con la pendenza, altrimenti i rifiuti liquidi scorrono a una velocità maggiore dei solidi che restano nel tubo. Inoltre, potrebbe non esserci abbastanza pendenza per raggiungere la zona di dispersione, in base alla profondità di quest'ultima e alla sua distanza dalla cisterna di uscita.
  3. 3
    Scava una buca abbastanza grande per inserire la cisterna di sedimentazione aerobica in cemento sotto il livello del terreno. Usa una livella laser con un'asta graduata e puntala verso il tubo di uscita della cisterna; misura la distanza tra la porzione superiore del tubo di apporto e la base della cisterna. Somma questo valore a 4 cm e al valore che hai trovato con la livella laser; a questo punto, l'asta graduata dovrebbe trovarsi alla profondità che ti serve. Utilizza tale riferimento per l'opera di scavo.
    • Definisci il perimetro della zona di dispersione e scavala rispettando il progetto e i test eseguiti per ottenere i permessi edilizi; durante questa fase dei lavori ricorda di mantenere una pendenza positiva fra la cisterna e la zona di dispersione.
  4. 4
    Aggiungi attorno al tubo del pietrisco da 4 cm acquistato presso una cava locale. Questo materiale stabilizza il condotto; consulta le leggi locali per conoscere l'esatta quantità e dimensione della ghiaia che devi utilizzare. Il tubo perforato deve essere collocato in piano e l'estremità finale deve essere chiusa con un tappo.
  5. 5
    Una volta ottenuta l'approvazione dell'ispettore sanitario, copri la cisterna e i tubi. Le varie normative locali prevedono l'uso di un telo di filtraggio, di uno strato di 10 cm di paglia o della carta non trattata da costruzione per coprire il tubo di dispersione prima di ricoprire la zona con la terra.
    Advertisement

Metodo 2 di 2:
Sistemi Alternativi

  1. 1
    Installa una camera per la pompa dopo la cisterna. Questo secondo "ambiente", chiamato a volte "cisterna a pressione", contiene una pompa elettrica che si utilizza per muovere i residui da un posto all'altro fino alla zona di dispersione.
    • Costruisci e posa la cisterna a pressione come faresti con la fossa settica. Questa camera contiene la pompa a immersione e i galleggianti per forzare i liquami nella zona di dispersione a intervalli di tempo regolari o quando i liquidi raggiungono un determinato livello. Deve essere un ambiente sigillato ed è necessario un impianto elettrico eseguito da un professionista abilitato che rispetti le normative locali sulla sicurezza. Sappi che nelle zone in cui sono presenti delle falde acquifere superficiali la camera a pressione e la zona di dispersione devono restare vuote quanto più possibile; devono inoltre essere dotate di un sistema di protezione contro il galleggiamento grazie a una zavorra addizionale o altre strutture adatte.
  2. 2
    I dettagli di costruzione devono soddisfare i requisiti del progetto che è stato approvato dal dipartimento sanitario della zona in cui vivi. Tra questi, considera la progettazione di tutti i condotti fognari in uscita dall'edificio, la posizione e la profondità di tutte le cisterne, il percorso e la profondità dei condotti effluenti e di tutti gli altri elementi, come la zona di dispersione e le unità di trattamento aerobico.
  3. 3
    Una volta ottenuta l'approvazione dell'ispettore sanitario e attivato l'impianto, copri la cisterna e le linee sotto pressione.
    Advertisement

Consigli

  • L'uso degli additivi con batteri aerobi (disponibili in molti centri per il bricolage) - tanto enfatizzato dai produttori per mantenere la fossa biologica in buone condizioni igieniche e di utilizzo - è in realtà argomento di dibattito. La fossa biologica è un ambiente anaerobico (bagnato) in cui i lieviti e gli altri additivi non possono agire in maniera efficiente. Alcuni installatori della "vecchia scuola" aggiungono degli additivi, una badilata di liquame o un gatto morto in una fossa nuova per "avviare" il processo settico; in realtà, il materiale che va per natura nella cisterna è tutto quello che serve. La parte aerobica (umida o asciutta) dell'impianto è costituita dalle decine di metri quadrati del campo di dispersione in cui gli additivi non hanno molto effetto neppure se riescono a raggiungerlo. Non esiste alcuno studio indipendente in merito a tali prodotti pubblicato su una rivista scientifica credibile; l'ufficio tecnico del Comune e l'ASL competente possono confermarti questo fatto.
  • Ogni fase del processo di costruzione prevede un'ispezione da parte dei periti del Comune e dell'ASL prima di poter continuare o coprire gli scavi.
  • Si consiglia di usare la sabbia come materiale incorporante attorno alle linee sotto pressione per ridurre al minimo i danni causati dalla movimentazione di terreni argillosi. I condotti sotto pressione si possono muovere quando la pompa entra in funzione e si spegne. Uno strato di sabbia di circa 10 cm su tutti i lati dei tubi dovrebbe proteggerli dalle rocce affilate presenti nel terreno o dal ritorno di sostanze che può manifestarsi con gli anni a causa dell'usura dei fori.
Advertisement

Avvertenze

  • Quando installi il tubo perforato di dispersione, assicurati di non orientare i fori verso il basso. Quelli specifici che sono dotati di buchi su entrambi i lati devono essere disposti in piano e con la scritta rivolta verso l'alto. Tutte le sezioni di questi tubi devono essere incollate le une alle altre e l'apertura terminale deve essere dotata di tappo; in questo modo, quando i rifiuti entrano nel tubo, lo riempiono interamente e i liquidi traboccano simultaneamente da tutti i fori utilizzando l'intera area di dispersione. Posando i tubi con una certa pendenza, dirigi l'acqua verso il foro più basso con una concentrazione maggiore di rifiuti in una piccola zona.
  • In certi casi, è possibile usare le acque grigie per innaffiare il prato, le piante ornamentali, gli alberi, i frutteti e gli orti; tuttavia, questi liquidi devono essere trattati prima dall'impianto (inclusa una fase di disinfezione) per accertarsi che tutti gli agenti patogeni presenti nella fossa biologica si disperdano nell'ambiente. Informati presso l'ufficio tecnico del Comune per sapere come riutilizzare l'acqua in maniera sicura e se è consentito.
Advertisement

Cose che ti Serviranno

  • Escavatore
  • Escavatrice catenaria
  • Pala
  • Livella laser e asta o perizia di un geometra
  • Cisterne per fossa biologica
  • Tubo perforato in PVC
  • Materiale incorporante
  • Colla per PVC
  • Adattatori in PVC e un filtro di uscita per la cisterna
  • Seghetto manuale
  • Lima a grana grossa
  • Pompe di scarico e galleggianti (se necessari)
  • Pannello di controllo (nel caso di un impianto alternativo)

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 17 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement