Come Interpretare il Linguaggio Corporeo di una Persona Autistica

L’espressione “linguaggio corporeo delle persone autistiche” è di per sé errata, in quanto ogni persona autistica è unica: è quindi difficile fare delle generalizzazioni in grado di comprendere tutti. In questo articolo troverai un’analisi dei più frequenti comportamenti e dei luoghi comuni. Nel mettere in pratica le informazioni qui elencate, ricorda di considerare la persona autistica in questione come un individuo unico e che non tutti i suggerimenti possono essere applicati alle medesime persone.

Metodo 1 di 2:
Evitare i Luoghi Comuni

  1. 1
    Ricorda che diverso non significa insufficiente. Le persone autistiche comunicano in maniera diversa, ma ciò non significa che la loro modalità espressiva sia di livello inferiore rispetto a quella degli altri. Ogni persona – e questo vale anche per gli autistici – ha uno specifico modo di comportarsi: le espressioni personali non possono essere classificate come “giuste” o “sbagliate”.
  2. 2
    Non farti delle aspettative riguardo al loro comportamento. Potresti avere un’idea piuttosto limitata del significato del loro comportamento. Per esempio, se immagini che l’assenza di contatto visivo significhi disattenzione, potresti pensare che una persona autistica ti stia ignorando, mentre invece sta prestando molta attenzione. Cerca di essere di vedute aperte e prova a conoscere la persona in questione.
  3. 3
    Sii aperto nei confronti delle differenze e non aver paura di un linguaggio corporeo che non capisci. Potrebbe rappresentare un’esperienza nuova per te. Fare espressioni strane o agitare le braccia potrebbero sembrarti comportamenti imprevedibili, ma ciò non significa che la persona in questione sia pericolosa o che voglia farti del male. Fai un respiro profondo e rilassati.
  4. 4
    Analizza il contesto. Dal momento che il linguaggio corporeo è difficile da interpretare e gli individui autistici sono diversi gli uni dagli altri, non esiste una lista o uno schema in grado di spiegarne la logica. Cerca indizi all’interno del contesto (nell’ambiente circostante, nel linguaggio verbale o nelle espressioni facciali) e fidati del tuo giudizio personale.
  5. 5
    Se hai dubbi, chiedi. Chiedere dei chiarimenti riguardo alle sensazioni di un’altra persona non rappresenta un problema ed è senz’altro meglio che sentirsi frustrati o confusi. Le persone autistiche possono capire la necessità altrui di avere dei chiarimenti riguardo alle loro emozioni. Fintanto che ti dimostri educato e rispettoso, non c’è nessun problema.
    • “Ho notato che eri molto agitato mentre parlavamo: c’è qualcosa che non va o si tratta della tua normale modalità di ascolto?”.
    • “Ho notato che non mi guardavi mentre parlavamo: fa parte del tuo modo di ascoltare?”.
    • “Sei triste, o solamente pensieroso?".
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Riconoscere le Differenze di Comportamento nelle Persone Autistiche

Questi sono consigli generali per aiutarti a capire meglio la persona in questione. Il linguaggio corporeo di una persona autistica può corrispondere ad alcune di queste descrizioni, ma non necessariamente a tutte.

  1. 1
    Interpreta un’espressione assente come un’espressione riflessiva, piuttosto che vuota. Molti individui autistici rilassano i muscoli facciali quando hanno la testa occupata: questo potrebbe implicare uno sguardo perso, la bocca leggermente aperta e una generica assenza di espressioni facciali.
    • Allineare oggetti è un'attività usuale per le persone autistiche perse nei propri pensieri.
    • Alcuni individui assumono quest’espressione in modo automatico quando sono concentrati nell’ascolto di un’altra persona.
    • Se la persona in questione guarda nel vuoto, presupponi che sia assorta in concentrazione. Ti può sempre sentire, ma innanzitutto attira la sua attenzione, se desideri che ti ascolti.
  2. 2
    Non aspettarti contatto visivo. Il contatto visivo può essere fonte di distrazione o dolore per le persone autistiche, quindi potrebbero fissare la tua camicia, le tue mani, lo spazio vicino a te, le loro mani e così via. I loro occhi possono essere distratti durante questo periodo, perché il loro cervello si sta concentrando sulle tue parole.
    • Se pensi che si stiano distraendo, prova a pronunciare il loro nome attirando verbalmente la loro attenzione o agitando delicatamente la mano davanti ai loro occhi (se nient'altro funziona).
  3. 3
    Considera la stereotipia come parte del normale linguaggio corporeo. È un comportamento che può aiutare a rilassarsi, a concentrarsi e a sentirsi meglio in generale. Se una persona autistica indulge in questo atteggiamento mentre ti parla, consideralo come un espediente per migliorare l’attenzione, piuttosto che per distrarsi.
    • Le persone autistiche possono sopprimere i propri stimoli per paura delle critiche se si trovano con qualcuno che non conoscono o di cui non si fidano. Pertanto, se una persona autistica si avvicina apertamente a te, ciò significa che probabilmente si fidano di te e si sentono al tuo fianco.
  4. 4
    Comprendi che i movimenti ripetitivi possono avere diversi significati. Se una persona esegue dei movimenti ripetitivi intorno a te, spesso significa che si sente libera di essere se stessa in tua presenza. Questo atteggiamento può anche avere un significato in relazione alla situazione: può essere un modo per esprimere un’emozione, per ridurre lo stress o un sovraccarico di tensione, un aiuto nella concentrazione o altro ancora.[1][2][3] Ecco alcuni possibili suggerimenti interpretativi:
    • Espressioni facciali: di solito un movimento ripetuto mentre si sorride ha un significato diverso se eseguito con un’espressione corrucciata.
    • Parole e suoni: quello che la persona dice, o i suoni che emette (come urla o risate), possono fornire degli indizi riguardo alle sensazioni che prova.
    • Contesto: una persona che agita le braccia quando le viene mostrato un cucciolo è probabilmente contenta. Se lo stesso gesto è accompagnato da un gemito mentre la persona sta lavorando a un progetto difficile, potrebbe significare che è frustrata o che ha bisogno di una pausa.
    • Alcune volte la stereotipia non ha un significato emotivo, proprio come alzarsi in piedi e sgranchirsi le gambe e le braccia non è un indicatore dello stato d’animo di una persona.
    Risposta dell'Esperto
    D

    "Cosa significano per te i movimenti ripetitivi?"

    LR

    Luna Rose

    Esperta Community
    Specializzata in scrittura e autismo, Luna Rose è una persona autistica che forma parte della community. Dirige l'Autism Project di wikiHow.
    LR
    Consiglio dell'Esperto

    Luna Rose, membro della comunità di wikiHow, ha risposto: "Il movimento ripetitivo può significare tante cose diverse. Per prima cosa, mi aiuta a concentrarmi o a calmarmi quando c'è troppa confusione. Per esempio, potrei canticchiare una canzone in mensa per ignorare i suoni di quei giganteschi carrelli portavassoio che sbattono e concentrarmi invece sulla melodia. Può anche essere un ottimo modo per esprimersi. Qualcuno ha scritto una fanfiction della mia storia e io ho iniziato a rimbalzare sulle pareti, aiutandomi a esprimere questo tipo di felicità".

  5. 5
    Comprendi che distogliere lo sguardo è spesso un segno di essere sovrapensiero o esausti, non un rifiuto personale. Le persone autistiche possono distogliere lo sguardo quando la vista, i suoni, il tatto o altre forme di input sensoriale sono esagerati. Se ti avvicini a una persona autistica e questa distoglie lo sguardo, potrebbe significare che è ora di fare un passo indietro, calmarsi un po' o smettere di toccarla, per ora.
    • Le persone autistiche possono distogliere lo sguardo quando viene posta loro una domanda. In tal caso, ciò significa che stanno pensando e puoi aspettare tranquillamente mentre cercano una risposta.
    • Distogliere lo sguardo può anche essere un segno di infelicità. Per esempio, se chiedi a tuo figlio "Sei pronto per iniziare i compiti?" e lui distoglie lo sguardo, potrebbe pensare alla sua risposta o sentirsi insoddisfatto di fare i compiti.
    • Se noti uno schema di quando distolgono lo sguardo, presta attenzione e apporta eventuali modifiche di conseguenza. Per esempio, se tua nipote si allontana sempre quando provi a baciarla, allora potrebbe trovare i baci troppo impegnativi.
    • Non è sempre colpa tua. Potrebbe essere qualcun altro, o l'ambiente circostante. Provate a spostarvi in un luogo più tranquillo, se la persona autistica fa fatica a rimanere concentrata.
  6. 6
    Non interpretare automaticamente le espressioni facciali spontanee e strane come possibili indicatori di rabbia o frustrazione. Alcune persone autistiche possono assumere espressioni strane: solitamente ciò significa che si sentono a proprio agio in tua presenza e non sentono il bisogno di controllarsi e ciò è un ottimo segno! Ecco alcuni possibili significati di queste espressioni:
    • Felicità: il loro modo unico di sorridere e di divertirsi.
    • Stereotipia: il semplice bisogno di muovere i muscoli facciali, allo stesso modo in cui si gioca con la cerniera o si fa rimbalzare una pallina, quando siamo inattivi da un po’ di tempo.
    • Fare gli sciocchi: perché vogliono farti ridere.
    • Espressioni naturali: alcune persone disabili hanno delle espressioni facciali naturali diverse da quelle delle altre persone.
    • Frustrazione o sofferenza: cerca degli indizi contestuali per vedere se può essere questo il caso.
  7. 7
    Sii consapevole di eventuali disabilità motorie. Alcuni movimenti che possono sembrare convulsi, goffi, forzati o “da arrabbiati” potrebbero non significare rabbia, ma disprassia, paralisi cerebrale, disturbi dell’elaborazione sensoriale o una qualsiasi altra disabilità in grado di influire sul movimento. Se è un aspetto tipico del loro modo di muoversi, attribuiscilo a una difficoltà fisica e fai attenzione a non interpretarlo erroneamente come segno di turbamento, mentre magari è solo un modo per cercare di dirti qualcosa.[4]
  8. 8
    Fai attenzione ai segni di agitazione. Le persone autistiche hanno un’elevata tendenza a soffrire d’ansia e possono sperimentare dei disturbi sensoriali in grado di causare loro malessere e sofferenza. Movimenti insolitamente agitati, inclusa la stereotipia, combinati con un’espressione facciale assente o turbata possono significare che la persona in questione necessita di una pausa.
    • Questo suggerimento può essere utile per evitare scatti di rabbia (meltdown) e chiusura in se stessa (shutdown) da parte della persona autistica.
  9. 9
    Comprendi che è perfettamente normale non capire. Le persone autistiche possono avere comportamenti molto diversi fra loro, come ripetere un suono in sincrono con il timer del microonde o sorridere e sciogliersi quando vengono abbracciati. Non preoccupartene: riconosci il valore delle differenze e apprezza la persona in questione per quello che è.
    Pubblicità

Consigli

  • La comunità autistica è ricca di risorse e di articoli che potrebbero esserti utili.
  • Le espressioni facciali di alcune persone non manifestano i loro sentimenti. Per esempio, un bambino che non sorride mai può comunque essere felice, pur senza manifestarlo in viso.[5]
Pubblicità

Avvertenze

  • Non usare mai la coercizione o la forza fisica e non usare stratagemmi per far sì che una persona autistica si conformi alle norme sociali: se lo fa, deve essere per sua scelta personale ed è un suo diritto prendere una simile decisione.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Altro

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità