Come Investire nel Forex Online

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Il Forex è il mercato mondiale delle valute. Puoi comprare e vendere in modo semplice e veloce tutte le monete del mondo. E' una realtà molto flessibile, può essere un hobby, un metodo per incrementare i guadagni o un vero e proprio lavoro. Le possibilità di guadagno (e di perdita) sono molte e molto rapide in quanto è il mercato più liquido del pianeta ed è aperto 24 ore su 24 dalla domenica sera al venerdì sera. Vediamo insieme come approcciarsi a questo mondo.

Metodo 1 di 3:
Forex On-line Le Basi

  1. 1
    Impara la terminologia di base.
    • Nel forex le operazioni che compirai saranno sempre relative a una coppia di valute ad esempio EUR/USD, e comporteranno l'acquisto o la vendita della valuta al numeratore (valuta base) e la conseguente vendita o acquisto della valuta al denominatore (valuta quotata).
    • Il prezzo, indica quanto viene quotato il cambio tra la coppia di valute e più precisamente quanta valuta quotata devi spendere per comprare la valuta base. Facciamo un esempio: vuoi acquistare dollari americani usando sterline inglesi, quindi ti riferisci al prezzo indicato dal cambio GBP/USD che quota 1,589. In questo caso il cambio indica che con 1 sterlina puoi comprare 1,589 dollari americani.
    • Posizione 'Long': sta a indicare che vuoi comprare la valuta base e vendere di conseguenza la valuta quotata. Nel nostro esempio vendi dollari americani e compri sterline inglesi.
    • Posizione 'Short': indica l'esatto contrario, vendi la valuta base cioè sterline inglesi e compri la valuta quotata, i dollari americani.
    • Prezzo 'Bid' : è il prezzo a cui il tuo broker ti consente di comprare la valuta base in cambio della vendita della valuta quotata, ed è il prezzo migliore disponibile per te in quel preciso momento.
    • Prezzo 'Ask' : è invece, il prezzo per vendere la valuta base in cambio dell'acquisto della valuta quotata.
    • Lo 'Spread': è la piccola differenza che esiste tra il prezzo Bid e il prezzo Ask e corrisponde alla commissione che riconosci al tuo broker per farti da intermediario sul mercato valutario.
  2. 2
    Leggere il prezzo: Vedrai sempre due prezzi a fronte di una coppia di valute, generalmente l'ask sulla sinistra e il bid sulla destra.
  3. 3
    Decidi e scegli in primis il cambio sul quale vuoi operare e successivamente se vuoi comprare o vendere.
    • Prendi una decisione in base alla situazione economica. Se pensi che l'economia americana continuerà a rimanere in una fase di stallo o si indebolirà, probabilmente il dollaro americano ne risentirà di conseguenza quindi potresti voler venderlo per acquistare una valuta di uno stato la cui economia è fiorente.
    • Segui le possibili posizioni aperte di uno stato. Se una nazione ha una domanda di esportazione di materie prime o merci molto forte è probabile che questo dia una spinta alla crescita dell'economia di quella nazione e di conseguenza alla quotazione della sua valuta.
    • Considera anche gli aspetti politici. Se in periodo di elezioni, il vincitore, ha un programma economico valido per la nazione o se il governo allenta la pressione fiscale per far ripartire l'economia, questo è sicuramente un buon segnale per la valuta di quel paese.
    • Leggi i resoconti economici. Tieniti aggiornato su alcuni dati macro economici, come ad esempio il prodotto interno lordo di una nazione, la disoccupazione, l'inflazione, il consumo di beni primari etc. Sono tutti dati che vengono resi pubblici con una frequenza mensile o settimanale e che possono avere anche un grosso impatto sul prezzo di una valuta.
  4. 4
    Impara a calcolare i profitti e le perdite.
    • Con il termine 'pip' si indica la variazione minima di prezzo che può interessare una coppia di valute. Normalmente un pip è espresso come 0,0001 in relazione al prezzo del cambio. Facciamo un esempio: prendiamo il cambio EUR/USD, il prezzo è 1,5460, si muoverà di un 'pip' in più se vedrai 1,5461 oppure di un pip in meno se visualizzerai 1,5459.
    • Moltiplica il numero di pip di variazione del tuo conto forex per il prezzo di cambio. Questa operazione ti dirà di quanto il tuo conto si è incrementato o decrementato in valore. Queste operazioni normalmente vengono eseguite in tempo reale dalla piattaforma software che il broker ti mette a disposizione per operare a mercato.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Aprire un conto forex presso un Broker

  1. 1
    Esegui una ricerca e confronta le offerte di più broker. Considera questi fattori per scegliere il tuo:
    • Scegli un broker che sia sul mercato da almeno 10 anni. Questo indica che gli uomini che lavorano all'interno dell'organizzazione sanno cosa stanno facendo e lo fanno molto bene oltre che avere a cuore i propri clienti (cioè tu).
    • Controlla che il broker sia regolamentato e controllato da un organizzazione nazionale e che abbia le autorizzazioni necessarie per operare sul mercato valutario. Ecco una lista degli enti di controllo delle maggiori nazioni:
      • Stati uniti: National Futures Association (NFA) and Commodity Futures Trading Commission (CFTC)
      • Gran Bretagna: Financial Services Authority (FSA)
      • Australia: Australian Securities and Investment Commission (ASIC)
      • Svizzera: Swiss Federal Banking Commission (SFBC)
      • Germania: Bundesanstalt für Finanzdienstleistungsaufsicht (BaFIN)
      • Francia: Autorité des Marchés Financiers (AMF)
    • Controlla che prodotti offre il broker. Se un determinato broker ti da la possibilità di operare su titoli azionari e commodities è molto probabile che sia solido e che abbia grossi clienti che operano tramite i suoi servizi.
    • Leggi i commenti dei clienti nei forum on-line. Stai molto attento e cerca di capire se i clienti del broker che hai opzionato sono soddisfatto o se si lamentano di alcuni aspetti. A volte sono i broker stessi che rilasciano recensioni o commenti positivi su se stessi, quindi sii molto attento.
    • Visita il sito web del broker. Controlla che appaia professionale e completamente funzionante, se ti sembra solo uno specchietto per le allodole o se ti appare una scritta del tipo 'Saremo presto on-line' forse è il caso di rivolgere la tua attenzione altrove.
    • Controlla i costi per ogni transazione. Verifica i costi per trasferire liquidità dal tuo conto bancario al conto bancario del tuo broker ed inoltre se vi sono commissioni aggiuntive oltre allo spread applicate a ogni singola operazione.
    • Focalizzati sull'essenziale. Stai cercando un broker che offra un ottima assistenza clienti, che permetta l'esecuzione di transazioni semplici e veloci che sia trasparente nella politica di gestione clienti e che abbia un'ottima reputazione.
  2. 2
    Richiedi tramite il sito informazioni su come aprire un conto. Puoi scegliere se aprire un conto personale o un conto gestito. Nel primo caso sarai direttamente tu ad operare sul mercato eseguendo le singole transazioni, mentre nel secondo delegherai il broker ad operare per te.
  3. 3
    Compila la documentazione. Puoi richiedere l'invio della documentazione tramite e-mail oppure in molti casi puoi scaricarla direttamente dal sito web del broker normalmente in formato PDF. Verifica attentamente i costi di trasferimento del denaro dal tuo conto bancario privato al conto del broker, li dovrai detrarre dagli eventuali profitti.
  4. 4
    Attiva il tuo conto. Normalmente dopo l'invio della documentazione il broker ti invia un link web per completare l'attivazione del conto. Segui semplicemente le istruzioni riportate.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Inizia ad Operare

  1. 1
    Analizza il mercato. Vi sono differenti approcci per analizzare il mercato:
    • Analisi Tecnica: Si tratta di osservare i grafici delle serie storiche dei prezzi e cercare di intuire, in base agli eventi passati, cosa potrebbe succedere in futuro. Il broker ti fornisce questi dati tramite la sua piattaforma software, la più diffusa nel settore è la Metatrader 4.
    • Analisi Fondamentale: Questo tipo di approccio considera gli aspetti macro economici fondamentali delle singole nazioni per poi predire l'andamento dei mercati.
    • Sentiment analysis: Questo approccio è poco scientifico e molto soggettivo. Sostanzialmente si tratta di capire 'l'umore' del mercato, quindi cosa pensa e cosa fanno le persone che compongono il mercato stesso e da qui cercare di prevedere se ci aspetta un periodo di mercato al rialzo 'bullish' o al ribasso 'bearish'.
  2. 2
    Determina il tuo margine. Dipende dal broker, ed è una sorta di assicurazione che si riserva, perché ti permette di investire una quantità di denaro superiore al valore del tuo conto. Questo strumento è chiamato leva finanziaria.
    • Per esempio se vuoi eseguire una transazione di 100000€ e il tuo broker richiede un margine del 1%, dovrai avere sul conto almeno 1000€ per poter operare utilizzando una leva di 1:100 (utilizza la leva con molta attenzione).
    • I tuoi guadagni o le tue perdite influiscono direttamente, ed in tempo reale, sul tuo conto forex. Per questo motivo una buona regola è quella di non esporsi mai a mercato con più del 10% del valore del tuo conto (molti esperti suggeriscono percentuali inferiori).
  3. 3
    Inserisci il tuo ordine. Puoi utilizzare differenti tipologie di ordine:
    • Direttamente a mercato In questo modo il tuo broker eseguirà il tuo ordine al prezzo corrente indicato dal mercato.
    • Ordine Limite Il tuo ordine verrà eseguito quando il prezzo arriverà a un livello specifico.
    • Ordini Stop Sono ordini di acquisto o di vendita rispettivamente a prezzi più alti o più bassi del prezzo corrente di mercato.
  4. 4
    Tieni sotto controllo profitti e perdite. E' fondamentale non essere emotivi quando si eseguono operazioni, il mercato forex è molto volatile e di conseguenza molto veloce nei cambi di prezzo, i tuoi profitti si possono trasformare velocemente in perdite e viceversa. Rimani concentrato, fidati di te stesso e del tuo istinto. L'esperienza è il miglior strumento di insegnamento.
    Pubblicità

Consigli

  • Inizia i tuoi primi passi in questo mondo utilizzando un conto dimostrativo prima di attivare un conto reale. Potrai avvicinarti per gradi ai processi mentali e decisionali che regolano le scelte di investimento (alcuni esperti sostengono che operare con un conto demo non serva in quanto privo di tutta la sfera emotiva dell'essere a mercato con 'soldi veri' e quindi si corre il rischio di percepire il forex come un gioco o peggio come un casino').
  • Sii scrupoloso nella gestione del rischio. Non esporti mai per più del 10% del valore del tuo conto. Per esempio se la tua liquidità è di 1000€ non investire mai più di 200€ complessivi. Devi sempre tenerti un margine per gestire i momenti in cui le tue posizioni saranno in perdita. Con un operazione troppo grande corri il rischio di perdere tutti i soldi in pochi istanti (per molti esperti una percentuale del 10% del capitale è un investimento già troppo elevato).
  • Se la tua previsione di mercato si rivela errata e non hai abbastanza liquidità per coprire le perdite (in gergo 'Margin Call'), il tuo broker chiuderà automaticamente tutte le posizioni aperte. Prendi tutte le precauzioni per evitare di trovarti in questa situazione.
  • Limita le perdite, ma non essere troppo emotivo. Se hai aperto un operazione con un investimento di 200€ e al momento le tue perdite sono 50€, se le avessi limitate a meno di 50€ saresti già uscito dall'operazione con una perdita di capitale. Scegli con attenzione la percentuale di denaro che sei disposto a rischiare e che sei in grado di sostenere emotivamente nel momento in cui le perdite si dovessero materializzare. In tal modo potrai gestire meglio le fluttuazioni rapide del mercato forex e magari riuscire a tramutare una posizione in perdita in una posizione in attivo.
  • Ricorda che le tue perdite diventano effettive nel momento in cui chiudi l'operazione ed esci dal mercato. Finché la tua posizione è aperta le perdite sono solo calcolate.
Pubblicità

Avvertenze

  • Il mercato delle valute è differente dal mercato azionario. Per esempio nel mercato azionario se investi 1000€ in azioni e queste arrivano a un valore pari a 0, le tue perdite ammontano ai 1000€ investiti. Nel forex puoi perdere più di quello che hai deciso di investire, come detto in precedenza gestire in modo ottimale il rischio è cruciale in questo mercato.
  • Le statistiche affermano che più del 90% dei traders che operano nel forex, perdono soldi. Se vuoi conoscere gli errori più comuni che vengono commessi, chiedi la consulenza del tuo agente finanziario di fiducia o direttamente al tuo broker.
  • Accertati che il tuo broker abbia una sede fisica e possibilmente sia presente in più nazioni. Evita di consegnare i tuoi soldi ad istituzioni rintracciabili solo sul web.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Un conto Forex
  • Liquidità per investire
  • Conoscenza appropriata
  • Esperienza con conti demo

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Gestione del Denaro

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità