Come Lavare il Tuo Cucciolo

Scritto in collaborazione con: Pippa Elliott, MRCVS

Vedere un cucciolo bagnato e tutto saponato è uno spettacolo molto simpatico, ma lui potrebbe essere a disagio la prima volta che gli fai un bagno. Il cucciolo non capisce perché viene cosparso di acqua e potrebbe sentirsi spaventato o disorientato, quindi è importante fare in modo che la procedura sia la più serena possibile. Oltre a rassicurare il cane del fatto che si trovi in buone mani, devi anche prestare attenzione per farlo sentire a suo agio e usare i prodotti adatti. Se riesci a eseguire tutto il processo correttamente, puoi essere certo che avrai un cucciolo fresco e pulito che sarà felice di ripetere l'esperienza in futuro.

Parte 1 di 3:
Preparativi per il Bagno

  1. 1
    Pettina il pelo del cucciolo. Prima di fargli il bagno devi pettinarlo per districare eventuali grovigli o nodi. In base al tipo di pelliccia, devi usare un pettine a denti larghi (per il pelo ispido e crespo) oppure uno a denti fini (se ha un pelo liscio e setoso) e spazzolarlo accuratamente. Presta particolare attenzione a quelle zone che il cucciolo tende a strofinare maggiormente, come ad esempio dietro le orecchie e sotto le ascelle o l'inguine.
    • Cerca di districare un po’ gli eventuali nodi. Se sono troppo aggrovigliati, fai scorrere il pettine tra il nodo e la pelle e con delle forbici taglia con cura la parte annodata, facendo il taglio al di sopra del pettine.
    • Se il cucciolo è irrequieto e si agita, non cercare di farlo da solo. Se dovesse muoversi nel momento sbagliato potresti ferirlo. Piuttosto, aspetta quando riesci a trovare un amico che possa tenere fermo l’animale, così da avere le mani libere per individuare il nodo e tagliarlo in tutta sicurezza.
  2. 2
    Indossa indumenti che puoi bagnare tranquillamente. Anche se è piccolo, il cane può inzupparti tremendamente quando scuote il pelo, pertanto valuta di mettere degli abiti vecchi o indossare un grembiule impermeabile.
  3. 3
    Stabilisci dove vuoi lavarlo. Per lavare in casa un cane di taglia grande, il bagno è il luogo più adatto, perché è la stanza maggiormente “a prova d’acqua”. Se invece il cucciolo è piccolo, puoi lavarlo tranquillamente nel lavandino della cucina o del bagno.
    • Se il clima è molto caldo, puoi decidere di fargli il bagno all'aperto in una tinozza o una piscina per bambini. Assicurati però che la temperatura sia davvero calda prima di decidere di usare l'acqua fredda (come quella che esce dal tubo da giardino) sulla piccola creatura, perché i cuccioli sono inclini a raffreddarsi facilmente.
  4. 4
    Scegli uno shampoo delicato specifico per cani. Non prenderne uno solo per il suo buon profumo. Oltre al profumo, devi assicurarti che abbia altre proprietà, come effetti idratanti o favorire un pelo più brillante.
    • Non usare mai uno shampoo per uso umano sul cucciolo. La pelle dei cani è molto più delicata di quella degli esseri umani e il nostro shampoo è troppo aggressivo e con un pH sbagliato.
    • Se non sai quale shampoo usare, prenderne uno specifico per cani a base di farina d'avena è una scelta ragionevole, perché è delicato e idratante.
    • Se il tuo cucciolo ha un pelo medio o lungo puoi usare il balsamo o un prodotto districante.
    • Se non sai quale shampoo prendere e temi che la pelle del cucciolo sia molto sensibile, chiedi al veterinario di indicarti un prodotto adatto al tuo contesto specifico.
  5. 5
    Prepara la zona per il bagno. Che si tratti del lavandino o della vasca, posiziona un tappetino antiscivolo sulla base in modo che il cucciolo si senta sicuro e stabile, altrimenti potrebbe allarmarsi e spaventarsi.
    • Prepara anche un paio di asciugamani e lo shampoo. Tienili a portata di mano vicino al punto in cui prevedi di fare il bagno al cucciolo.
  6. 6
    Riempi la vasca senza però mettere l’animale all’interno, per il momento. Apri i rubinetti e imposta la temperatura finché l'acqua diventa piacevolmente calda, come se dovessi fare il bagno a un bambino. Se hai dei dubbi, fai il test del 'gomito', che consiste nell’immergere appunto il gomito nell’acqua per controllare se la temperatura è leggermente più calda di quella corporea. Valuta se l'acqua è troppo fredda o troppo calda e regola di conseguenza la temperatura prima di bagnare il cucciolo.
    • Riempi la vasca per circa 10-13 cm (se il cane è di taglia grande) oppure a un’altezza appena inferiore al suo gomito, se si tratta di un cucciolo piccolo. In questo modo l’animale non ha la sensazione di affogare, dato che è una profondità che gli permette di sguazzare felicemente.
  7. 7
    Concentrati sul rassicurarlo, mantenendo un tono di voce pacato e sereno. Continua a rasserenarlo dicendogli quanto è bravo. Tieni comunque presente che la prima volta che gli fai il bagno il cucciolo può essere un po’ preoccupato, quindi ricordati di essere particolarmente delicato in ogni movimento che fai. Accarezzalo durante tutto il processo, cercando di tranquillizzarlo e calmarlo.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Lavare e Asciugare il Cucciolo

  1. 1
    Metti il cucciolo nella vasca. Parlagli con tono pacato e dagli dei colpetti incoraggianti. Il cucciolo potrebbe piagnucolare o essere nervoso, perché in effetti ad alcuni esemplari davvero non piace bagnarsi. Prima inizi ad abituarlo a fare il bagno e prima imparerà ad accettarlo.
    • Accarezzalo e parlagli con calma durante tutta la procedura del bagno. In questo modo lo rassicuri ed eviti che possa agitarsi troppo.
    • Prova a fargli credere che sia un gioco. Se noti che è diffidente con l’acqua, usa la mano come una paletta e versa un po’ d'acqua sulla sua schiena. Versagli altra acqua e bagnagli le zampe, in modo che il contatto con l'acqua diventi meno traumatico quando lo metterai nella vasca.
  2. 2
    Bagnalo gradualmente. Continua ad accarezzare il cucciolo con una mano, mentre contemporaneamente dovresti iniziare a bagnargli la testa e il collo. Usa un bicchiere di plastica e versagli l’acqua sul corpo, accarezzandolo continuamente. Continua così finché il pelo si inzuppa completamente.
    • Fai attenzione affinché l’acqua non gli entri negli occhi.
    • Assicurati che sia completamente bagnato prima di mettergli lo shampoo.
  3. 3
    Riempi di schiuma il cucciolo. Metti una quantità di shampoo equivalente a una monetina sul pelo e strofinalo lentamente. Assicurati di ricoprirgli tutto il corpo, devi lavarlo completamente, dalle zampe al collo.
    • Fai attenzione e strofina ogni parte del cane, senza escludere le ascelle, sotto la coda e l'inguine.
    • Puoi capire di aver fatto un buon lavoro quando il tuo amico a quattro zampe sembrerà come un piccolo e dolce “abominevole uomo delle nevi”.
  4. 4
    Lavagli il muso separatamente. Per lavargli il muso devi usare un panno imbevuto in acqua tiepida; strofinalo delicatamente con il telo, evitando il più possibile gli occhi.
    • Questa pulizia può risultare piuttosto difficile. Sii paziente e aspetta che il cucciolo sia relativamente calmo prima di approcciarti a quest’area.
  5. 5
    Risciacqualo accuratamente eliminando la schiuma dello shampoo. Scarica l’acqua saponata dalla vasca e inizia a risciacquarlo con acqua pulita. Questa è una delle fasi più importanti dell’esperienza del bagno.
    • Probabilmente sarà necessario risciacquarlo più volte. Versa l'acqua sul suo corpo finché non rimane più nessuna traccia di schiuma sulla pelliccia. Assicurati di eliminare tutto il sapone, altrimenti potrebbe provocargli un’irritazione alla pelle.
    • Non lasciare mai il cucciolo nel lavandino o nella vasca quando i rubinetti sono aperti. Potrebbe spaventarsi e potrebbe rischiare di scottarsi se dovesse finire sotto il flusso dell'acqua calda. Assicurati invece di sollevarlo e toglierlo dal lavandino o vasca, se devi riempirla nuovamente, e avvolgi il cucciolo in un asciugamano per tenerlo al caldo. L’asciugamano si riempirà di shampoo e dovrai usarne un altro per asciugare il cane alla fine, ma almeno in questo modo il piccolo resta al caldo.
    • Se il cucciolo è di una razza con molte rughe (come lo shar pei) o ha il pelo lungo, presta maggiore attenzione quando lo risciacqui per eliminare tutto lo shampoo.
  6. 6
    Asciuga il cucciolo. Toglilo dalla vasca e avvolgilo in un panno asciutto e pulito. Usa un asciugamano per togliere la maggior parte di umidità. Puoi anche usare un asciugacapelli impostando una temperatura delicata e fresca dopo averlo avvolto nell’asciugamano. Tieni il phon a una distanza minima di 30 cm dal cucciolo e continua a muovere l’elettrodomestico per evitare che, nel caso il flusso d’aria fosse troppo caldo, si concentri su un solo punto della pelle e possa ustionarlo.
    • Se stai facendo il bagno al cane all’aperto in una giornata calda, puoi lasciare che si scuota all’aria e corra per asciugarsi naturalmente.
  7. 7
    Fagli un po’ di coccole. Dopo l’esperienza del bagno, è davvero importante fargli capire quanto è stato bravo. Dovresti anche premiarlo con il suo dolcetto preferito per un rinforzo positivo del suo buon comportamento.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Valutare se il Cucciolo ha Bisogno di un Bagno

  1. 1
    Considera quando ha fatto il bagno l’ultima volta. Un intervallo ragionevole tra un bagno e l’altro è di circa un mese, anche se è piuttosto difficile che si secchi la pelle, se usi uno shampoo delicato specifico per cani e lo lavi ogni due settimane. La pelle del cucciolo è abbastanza delicata e, se gli fai il bagno troppo spesso, vi è il rischio di eliminare gli oli presenti naturalmente sulla sua cute, che la mantengono idratata e che rendono soffice il pelo.
  2. 2
    Controlla attentamente la sua pelle in cerca di segni di disidratazione. Osserva se noti scaglie di forfora e se il pelo ti sembra ruvido e spento. Se ha la pelle secca, devi fargli il bagno con minore frequenza.
  3. 3
    Presta attenzione se il cucciolo si è rotolato in qualcosa. A prescindere da quando l’hai lavato l'ultima volta, potrebbe verificarsi la necessità di dovergli fare immediatamente un nuovo bagno. Non esitare a lavarlo accuratamente se emana una puzza anomala o se è troppo sporco.
    Pubblicità

Consigli

  • Se il cucciolo è stato spruzzato da una puzzola, devi lavarlo con una tecnica molto specifica per riuscire a eliminare l'odore.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Veterinaria del Royal College of Veterinary Surgeons
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Pippa Elliott, MRCVS. La Dottoressa Elliott è una veterinaria con oltre trenta anni di esperienza. Si è laureata all'Università di Glasgow nel 1987 e ha lavorato come specialista in chirurgia veterinaria per sette anni. In seguito, ha lavorato per più di dieci anni come veterinaria in una clinica per animali.
Categorie: Animali

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità