Come Leggere il Contatore dell'Acqua

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Se ricevi una bolletta mensile dell'acqua per la tua abitazione privata, significa che il consumo di acqua è monitorato da un contatore. Il contatore dell'acqua è un dispositivo molto semplice, collocato sulla condotta idrica principale dell'abitazione, che misura il volume d'acqua che scorre quotidianamente nelle tubature. Di solito un addetto del comune passa a leggere i numeri del contatore, ma puoi farlo anche tu. Impara come si fa: è una procedura molto semplice che ti permetterà di tenere sotto controllo il tuo consumo di acqua.

Parte 1 di 2:
Leggere il Contatore

  1. 1
    Individua il contatore dell'acqua. Se vivi all'interno di un'abitazione singola in una piccola città, il contatore dell'acqua si trova probabilmente sulla facciata della casa, di fronte alla strada. Il contatore può essere collocato in una scatola di cemento e contrassegnato con la scritta "Acqua". Se vivi in un appartamento o in un condominio, il contatore sarà alloggiato probabilmente in una stanza singola, spesso in un ripostiglio al piano terra o al piano seminterrato, oppure all'esterno dell'edificio. Qualora la bolletta dell'acqua fosse inclusa nel costo dell'affitto o nelle spese condominiali, vorrebbe dire che l'intero edificio è servito da un unico contatore.
  2. 2
    Se il contatore ha il coperchio, toglilo. Se il contatore è collocato in una scatola di cemento, il coperchio dovrebbe avere una serie di piccoli fori in cima. Infila un cacciavite in uno dei fori e fai leva sul coperchio, quel tanto che basta per mettere le dita sotto il bordo. Solleva il coperchio e mettilo da parte.
  3. 3
    Se il quadrante dispone di un tappo protettivo, sollevalo. Alcuni contatori dispongono di un tappo protettivo in metallo pesante per evitare che il quadrante si danneggi. Solleva il tappo sul suo cardine per esporre il quadrante.
  4. 4
    Misura il consumo di acqua della tua abitazione. Sul frontalino del contatore vedrai un ampio quadrante con una serie di numeri: tali numeri indicano la quantità di acqua consumata nella tua abitazione dall'ultima volta che il contatore è stato azzerato.
    • Le unità di misura utilizzate sono specificate sul quadrante; le unità più comuni sono i galloni o i piedi cubici negli Stati Uniti e i litri o i metri cubi in gran parte del resto del mondo.
    • L'odometro (paragonabile al contachilometri della tua auto) indica la quantità totale di acqua consumata nella tua abitazione da quando è stato installato. Non si azzera ogni mese o dopo ciascuna fatturazione, ma registrando i valori che riporta puoi solo monitorare il livello di consumo mensile. Gli ultimi due numeri sull'odometro sono di solito bianchi su sfondo nero, mentre gli altri sono neri su sfondo bianco. Gli ultimi due numeri indicano singole unità intere (galloni, litri, piedi cubi o metri cubi) e decine di unità (non sono decimali, come alcuni sostengono).
    • L'ampio quadrante girevole indica le quantità parziali che sono state consumate. Ogni numero sul quadrante rappresenta un decimo di unità, mentre le tacche tra i numeri indicano i centesimi di unità.
    • Sul contatore dovrebbe esserci anche un piccolo ingranaggio o quadrante di forma triangolare: si tratta dell'indicatore di flusso. Se sospetti che ci sia una perdita d'acqua da qualche parte tra il contatore e l'interno della tua abitazione, chiudi l'interruttore generale dell'acqua e controlla tale indicatore. Se continua a girare, significa che l'acqua continua a defluire (anche se molto lentamente). [1]
    Advertisement

Parte 2 di 2:
Calcolatr il proprio Consumo di Acqua

  1. 1
    Determina la quantità di acqua consumata nella tua abitazione. Per calcolare il consumo, trascrivi su un taccuino la lettura attuale del contatore, fai passare un certo lasso di tempo (un giorno intero o una settimana, ad esempio) e poi trascrivi nuovamente la lettura. Calcola la differenza tra la prima lettura e la seconda e otterrai la quantità di acqua che hai consumato in quel lasso di tempo. I risultati dei tuoi calcoli potrebbero comunque non coincidere con le bollette inviate dal comune: ricorda infatti che il comune non prende le letture dei contatori a intervalli sempre regolari.
  2. 2
    Calcola il costo dell'acqua che utilizzi. Per sapere quanto costa il tuo consumo di acqua, devi sapere come viene fatturata la tua bolletta. Leggendo l'ultima bolletta troverai l'unità utilizzata per la fatturazione: in genere è più grande dell'unità di misura e può corrispondere a 100 galloni, 100 litri o 100 piedi cubici. Sulla bolletta troverai indicato il tasso unitario di fatturazione, cioè il prezzo pagato per unità di fatturazione consumata. Converti il tuo consumo totale di acqua nell'unità di fatturazione, quindi moltiplica per il tasso di fatturazione e otterrai il costo complessivo dell'acqua che hai utilizzato.
  3. 3
    Considera l'opportunità di modificare il tuo consumo di acqua. Ne utilizzi più di quanto dovresti? Ci sono molti modi per ridurre il consumo di acqua, per esempio facendo un solo grande carico in lavatrice piuttosto che tanti carichi piccoli, oppure facendo docce più brevi. Per conoscere altri modi per ridurre il consumo di acqua leggi qui.
    Advertisement

Consigli

  • Nota che il tasso di fatturazione dell'acqua spesso può variare leggermente di mese in mese.
Advertisement

Cose che ti Serviranno

  • Cacciavite
  • Matita
  • Carta
  • Bolletta dell'acqua

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement