Come Lenire le Gengive Arrossate e Infiammate

Le gengive arrossate e infiammate spesso sono sintomo di gengivite, una malattia lieve delle mucose della bocca. Questa è causata da un accumulo eccessivo di placca. Ci sono molti rimedi casalinghi per alleviare le gengive infiammate, anche se è molto importante rivolgersi al dentista. Solo un odontoiatra può rimuovere i depositi induriti di placca che sono la prima causa di infiammazione.

Metodo 1 di 2:
Igiene Orale

  1. 1
    Sottoponiti a una pulizia professionale. Questa è composta da due fasi, quella di 'scaling' e quella di 'lucidatura'. La prima consiste nella rimozione del deposito indurito di placca (tartaro) dalla superficie dei denti, la seconda prevede la lucidatura dei denti. Per questo motivo è importante sottoporti alla pulizia professionale ogni 6 mesi.
    • Scaling: il dentista usa un ablatore manuale o a ultrasuoni per eliminare il tartaro dai denti. Il tartaro è un accumulo mineralizzato della placca che non si stacca con spazzolino e dentifricio. Per capire se hai il tartaro, fai scorrere la lingua sui denti, il tartaro si percepisce come una superficie ruvida. L'ablazione professionale del tartaro migliora la salute parodontale.
    • Lucidatura: dopo avere rimosso il tartaro, il dentista lucida i denti. Per farlo usa una pasta e una spazzola in gomma. La pasta lucidante è a base di fluoro che rafforza i denti e previene la carie; inoltre sono presenti dei granuli abrasivi di minerali silicei che rendono liscia e brillante la superficie dentale. In questo modo placca e batteri hanno maggiori difficoltà ad aderire ai denti.
  2. 2
    Spazzola i denti almeno due volte al giorno. Gli studi hanno dimostrato che questa semplice azione previene le gengiviti. Una buona tecnica di spazzolamento non solo raggiunge gli spazi tra i denti, ma massaggia anche le gengive stimolandone la microcircolazione. Il metodo migliore per questa azione è la tecnica di Bass modificata.
    • Inclina la testa dello spazzolino di 45° rispetto alla linea gengivale. Questo consente alle setole di penetrare sotto il bordo delle gengive per 1 mm. Esegui dei piccoli movimenti circolari e vibranti per rimuovere la placca.
    • Dopo circa 20 movimenti, esegui un movimento deciso dalla rima gengivale alla fine del dente per eliminare la placca dalla superficie dentale. Infine pulisci le superfici masticatorie con movimenti orizzontali.
    • Ripeti questi passaggi per tutti i denti.
  3. 3
    Usa il filo interdentale dopo lo spazzolino. Questo ti consente di eliminare la placca vicino al margine gengivale proteggendolo dai batteri presenti nella placca e quindi prevenendo le irritazioni.
    • Prendi un segmento di filo lungo tanto quanto il tuo avambraccio. Avvolgilo attorno ai medi lasciando tra questi un pezzetto libero di 2-3 cm con cui lavorare.
    • Con l'aiuto degli indici, inserisci delicatamente il filo tra due denti cominciando dalla parte posteriore. Permetti al filo di “abbracciare” la superficie del dente e fallo scorrere fino alla linea delle gengive. Infine trascina il filo lungo la superficie del dente.
    • Non forzare il filo per evitare di traumatizzare e di far sanguinare le gengive. Ripeti il procedimento per tutti gli spazi interdentali.
  4. 4
    Fai degli sciacqui con soluzione salina. Questo ti permette di ridurre la quantità di batteri presenti nel cavo orale. Come già affermato in precedenza, sono i batteri che si trovano nella placca a causare l'irritazione gengivale.
    • I risciacqui di soluzione salina generano un gradiente di diffusione in bocca. Ciò significa che i batteri vengono uccisi per disidratazione.
    • Sciogli 9 cucchiaini di sale in 720 ml di acqua. Risciacqua per 30 secondi e poi sputa. Fallo due volte al giorno.
  5. 5
    Mantieni una perfetta igiene orale. Il modo migliore per evitare che le gengive si infiammino è quello di non trascurare l'igiene della bocca. Questo ti permette di sbarazzarti dei batteri e prevenire malattie dentali.
    • Assicurati di usare la corretta tecnica di spazzolamento per rimuovere la placca e recati dal dentista ogni 6 mesi per un controllo e la pulizia.
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Rimedi Naturali

  1. 1
    Dai sollievo alle gengive con la camomilla. Questo fiore ha proprietà calmanti, antinfiammatorie e antispastiche aiutando il rilassamento muscolare. L'infuso può essere usato come collutorio per lenire l'infiammazione delle gengive e delle strutture di supporto dei denti.
    • I suoi principi attivi sono particolarmente concentrati nelle foglie, che contengono l'1-2% degli oli volatili, i flavonoidi, la quercitina e la luteolina.
    • Metti una bustina di camomilla in una tazza di acqua bollente. Lasciala in infusione per 5 minuti e attendi che si raffreddi un po' prima di bere la tisana. Fai degli sciacqui in bocca per bagnare tutte le gengive prima di deglutire.
  2. 2
    Prepara un collutorio con l'echinacea purpurea. È molto efficace nel trattamento delle gengive rosse e infiammate.
    • Contiene dei polisaccaridi, dei derivati dell'acido caffeico e l'alkilamide che aumentano la produzione e la funzionalità dei globuli bianchi (macrofagi e leucociti). Questi principi attivi rendono il sistema immunitario più forte ed efficace nella lotta contro i batteri.
    • Per preparare il collutorio, sciogli 20 gocce di tintura di echinacea purpurea in 10 ml di acqua distillata. Dopo esserti lavato i denti, fai uno sciacquo per 60 secondi. Non bere e non mangiare nella mezz'ora successiva. Fai questo risciacquo tre volte al giorno per 14 giorni.
  3. 3
    Usa le compresse o le capsule di menta piperita. Un estratto di menta piperita ha lo 0,1-1% di olio di mentolo e mentone. Sono sostanze che hanno un effetto analgesico quindi riducono il dolore nella zona dove vengono applicati, come le gengive.
    • Usa compresse o capsule di menta piperita da 3-6 grammi e scioglile in 10 ml di acqua distillata. Usa la miscela come un collutorio una volta al giorno.
    • Attenzione: se hai problemi alla cistifellea, consulta il tuo medico prima di usare l'estratto di menta piperita.
  4. 4
    Prova le foglie di salvia. Sono molto utili per le infiammazioni del cavo orale, della gola e delle tonsille.
    • La salvia contiene alfa e beta-tujone, cineolo, canfora, acido rosmarinico, flavonoidi e tannini. Si tratta di ingredienti antibatterici e antifungini.
    • Prepara un collutorio con due cucchiai di foglie di salvia spezzettate in un litro di acqua. Porta il tutto a bollore e poi aspetta che si raffreddi per 15 minuti. Fai degli sciacqui per 5 minuti diverse volte al giorno.
  5. 5
    Prova la tintura di mirra. Questo elemento ha proprietà calmanti sui tessuti infiammati della bocca. La mirra si usa per trattare anche le faringiti, le tonsilliti, le ulcere e le gengiviti. Può essere applicata per via topica sulle zone infiammate del cavo orale.
    • La mirra contiene una resina, gomma e oli non volatili. La componente resinosa ha proprietà antimicrobiche che aiutano il sistema immunitario stimolando l'attività dei macrofagi (un tipo di globuli bianchi).
    • Prepara un risciacquo con 30-60 gocce di tintura di mirra in acqua calda. Sciacqua la bocca per 30 secondi.
    • In alternativa applica la tintura direttamente sulle gengive dolenti. Usa un cotton fioc imbevuto di mirra per questa operazione.
  6. 6
    Applica l'aloe vera. Puoi metterla direttamente sulle gengive arrossate e infiammate. Si usa per curare le lesioni del cavo orale di natura virale, per le ulcere e gli ascessi.
    • Dopo esserti spazzolato i denti, applica una piccola quantità di gel naturale di aloe vera direttamente sulle gengive. Proverai un immediato beneficio.
    • Applica una soluzione di aloe vera finché l'infiammazione non si placa.
  7. 7
    Aiuta le gengive a guarire con il miele. Quello naturale, grezzo e non trattato è ricco di proprietà antimicrobiche e cicatrizzanti. Idrata le gengive e forma una barriera protettiva.
    • Il miele può produrre perossido di idrogeno e uccidere i batteri per disidratazione. Può essere usato nel trattamento di gengive infiammate, ulcere e altri problemi del cavo orale.
    • Usa un cotton fioc per applicare una piccola quantità di miele puro al 100% sulle zone dolenti della bocca. Fallo 3 volte al giorno per 5 giorni.
    Pubblicità

Avvertenze

  • Gli estratti naturali devono essere usati con cautela e in quantità ragionevoli dato che possono avere degli effetti collaterali.


Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Denti & Bocca

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità