Come Liberarsi del Cardo Asinino

I cardi asinini sono erbacce resistenti e non se le prendi per tempo possono volerci anni per liberarsene. Se insisti però, potrai tenerli sotto controllo senza dover ricorrere a misure drastiche.

Parte 1 di 3:
Metodo Organico

  1. 1
    Taglialo. Una volta che il cardo asinino arriva a maturazione, taglialo alla base. Spunterà di nuovo, ma dopo averlo tagliato abbastanza spesso, le radici saranno troppo stressate e l'intera pianta avvizzirà.
    • Per quanto tagliare e falciare sono importanti in ogni stagione, lo sono in special modo durante le prime 3-4 settimane.
    • Tagliare il cardo evita che essiccando propaghi i suoi semi.
    • Per quanto riguarda il cardo canadese, tagliarlo e falciare il fusto ne provoca la morte. I rizomi nella porzione superiore del terreno si moltiplicano velocemente rendendolo difficile da sradicare, ma gli attacchi continui riescono a stressare le radici e rendere impossibile il nutrimento radicale.[1]
    • Per il cardo europeo, il taglio funziona solo se riesci a estirpare la formazione a rosetta durante il primo anno. Nel secondo anno di questa pianta biennale, dovrai tagliare i fusti raso terra prima che riesca a fiorire. Se lo lasci fiorire infatti, il cardo spargerà i suoi semi prima che tu te ne renda conto.
    • Il cardo campestre va tagliato quando il fusto arriva a 10-15 cm. Di solito, si parla di giugno. Taglialo nuovamente quando noti nuovi butti.
    • Se vuoi aumentare le probabilità di fermarlo, aspetta che i gambi siano a perfetta maturazione prima di falciarli. Tagliare il cardo a inizio primavera non aiuta molto, è resistente e ricresce. Aspettando che i boccioli si aprano, blocchi la pianta abbastanza da inibirne lo sviluppo per il resto della stagione.[2]
    • È altrettanto importante tagliare il cardo prima che si aprano i boccioli. Una volta formati e aperti, potrebbe disperdere i semi. I semi vengono trasportati dal vento molto facilmente, ecco perché il cardo viene considerato un'erbaccia.
    • Quando tagli il cardo, assicurati di buttare gli sfalci. Non usarli per il compost, dato che semi e radici possono attecchire anche se la pianta non è ancora ufficialmente andata in semente.
    • Oltre a causargli stress, falciare il prato dove cresce il cardo serve a mantenere l'erba più in salute e l'area meno ospitale per nuove eventuali ricrescite. Ecco perché è meno probabile che si propaghi in un prato ben tenuto.
  2. 2
    Scava le radici. Se hai solo qualche pianta, puoi scavare l'intero sistema radicale a mano. Ci vorrà del tempo, dato che il cardo ha un impianto radicale profondo e ampio, ma se riesci a estirparlo del tutto potrai liberarti della pianta in modo definitivo.
    • Rimuovere le radici è essenziale se hai il cardo europeo, non quello canadese. Per quanto utile, bisogna comunque rimuovere la rosetta durante il primo anno di vita per mantenerlo sotto controllo.
    • Inoltre questa pratica è particolarmente utile se hai bisogno di estirpare piante di cardo comune o palustre. Sono tipi di cardo con un panetto radicale meno esteso, specie da giovani, perciò se riesci a dissotterrarli potresti riuscire a rimuovere la pianta del tutto. Il tubero assomiglia a una rosetta ed è proprio sotto il pelo del terreno.
    • Rimuovi sempre tutte le radici che riesci a togliere. Anche quelle spezzate infatti possono attecchire dando vita a nuovi virgulti e quindi a molte più piante di quante ce ne sono in partenza.
  3. 3
    Introduci i predatori naturali. Alcuni tipi di mammiferi e insetti mangiano il cardo, quindi portandoli nel prato o nel pascolo puoi tenere la pianta sotto controllo. Dopo un po' il cardo sarà così stressato che non crescerà più.
    • Gli insetti che attaccano naturalmente il cardo comprendono il punteruolo, il punteruolo della rosetta, cinipe del carpo, cimice dei fiori, il betulapion, l'eustenopus e l'eustenopus villosus.[3]
    • Il bestiame mangia la maggior parte dei cardi non velenosi. Pecore e pony tendono a cibarsi dei butti giovani mentre capre, asini e lama ruminano il cardo a qualsiasi livello di maturazione.[4]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Erbicidi

  1. 1
    Usa un erbicida per piante a foglia larga non selettivo. È uno dei metodi di maggior successo per debellare il cardo da tutta l'area. Lo svantaggio è che morirà anche il resto della vegetazione, quindi questo metodo va usato se hai molti cardi.
    • Somministra l'erbicida durante la stagione della crescita, primavera e autunno.
    • Il momento migliore è durante una giornata di sole, quando la temperatura è tra i 18.3 e i 29.4°C.
  2. 2
    Prova un erbicida a base di glifosato. Quando ti indirizzi sulle piante di cardo, meglio usare una formula con glifosato. Applicala direttamente alla pianta spruzzandola o a mano.
    • Dai l'erbicida durante la stagione della crescita, primavera e autunno.
    • Altri erbicidi conosciuti comprendono MSMA, dicamba, MCPA, bromoxynil e il 2,4,-D.
    • Anche se il glifosato e molti altri tecnicamente sono non selettivi, si possono comunque somministrare solo al cardo per evitare di uccidere le piante vicine.
    • Per somministrare l'erbicida manualmente:[5]
      • Indossa guanti di gomma robusti e intonsi.
      • Indossa sopra dei guanti di cotone.
      • Mescola l'erbicida in un contenitore seguendo le istruzioni.
      • Metti le mani nel contenitore per impregnare i guanti di cotone.
      • Stringi i pugni per far scolare l'eccesso di liquido.
      • Prendi ciascun cardo e dal basso verso l'alto applica una dose generosa di erbicida.
    • Nota che potresti doverlo applicare più volte prima di ricoprire tutto il cardo.
  3. 3
    Assumi un professionista. I giardinieri di professione hanno mezzi più efficaci per sterminare i cardi. Possono usare un erbicida più potente o bruciarlo.
    • Se vuoi provare a dare fuoco al cardo, assicurati che il professionista assunto abbia l'attrezzatura adatta. Il fuoco brucerà anche il resto delle piante presenti nell'area, perciò andrebbe usato solo come ultima spiaggia.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Prevenzione

  1. 1
    Pianta a distanza ravvicinata. Per evitare che il cardo si diffonda, dovresti piantare in giardino o nell'area dove ci sono i cardi, altre piante una vicina all'altra. In questo modo limiterai lo spazio disponibile per radicare, scoraggiando la crescita del cardo.
    • Sistemando le altre piante vicine, attaccherai il cardo da sopra e da sotto. Il sistema radicale delle altre piante può combattere per nutrirsi quindi lascerà al cardo pochi nutrienti. Le piante alte che creano ombra sono perfette dato che il cardo odia l'ombra e quindi sarà meno incline a crescere.
    • Un buon competitore è l'alfalfa. Germoglia in anticipo rispetto al cardo quindi si impone prima questi possa maturare.
    • Ammenda il terreno nel tuo giardino in modo che si adatti ai bisogni delle piante che vuoi coltivare invece che a quelli del cardo. Il cardo cresce bene in terricci scarsamente fertili, perciò migliorare il terreno con materiale organico può scoraggiare la crescita della maggior parte dei suoi butti.[6]
  2. 2
    Rimuovi germogli e boccioli. Se non riesci a falciare completamente il cardo dovresti almeno tagliare i boccioli aperti appena li noti. Rimuovendo i fiori puoi evitare che il cardo vada in semente. Quando le piante non riescono ad andare in semente non si propagano.
    • Il difficile arriva se c'è un cardo del quale non riesci ad avere il controllo. Per esempio se il tuo vicino ha un prato e si rifiuta di tenerlo in ordine, i semi possono spargersi nel vento.
  3. 3
    Usa il pacciame. Se di recente hai tagliato il cardo o vuoi evitare che ne cresca uno nuovo, fai uno strato spesso di pacciame sul terreno e nei punti vuoti del prato. Il pacciame rende difficile l'accesso ai raggi solari e blocca molti dei nutrienti che servono al cardo per germogliare e prosperare.
    • Il pacciame può prevenire il germogliare di nuovi semi e tenere sotto controllo le radici se hai tagliato impedendo la ricrescita prima di spargerlo.
    • Come pacciame puoi usare aghi di pino, trucioli di legno o gusci di noci. Qualsiasi pacciame standard va bene essenzialmente, purché ne applichi uno strato da almeno 5 cm.[7]
  4. 4
    Crea l'ombra. I cardi vogliono il sole pieno e muoiono se in ombra. Per una gestione a lungo termine, puoi piantare alberi che proiettino la loro ombra sulle aree piene di cardi. Se invece cerchi una soluzione a breve termine, costruisci una tettoia temporanea per coprire le zone infestate.
    • Una facile struttura temporanea può essere creata con della carta catramata, lamiera o cartone.
  5. 5
    Fai attenzione al materiale contaminato. Il materiale organico che spargi sul campo può contenere radici e sfalci di cardo se lo compri da qualcuno che non conosci. Quando compri l'organico, assicurati che il venditore abbia una buona reputazione.
    • I materiali ai quali prestare attenzione sono sementi da prato, materiale per pacciamatura e alimenti per animali.
    Pubblicità

Consigli

  • Indossa i guanti quando tocchi il cardo. I guanti da giardinaggio possono essere troppo sottili e potresti ritrovarti graffiato. In questo caso usa quelli da saldatore che sono fatti di materiale resistente.
  • Per migliorare le tue probabilità, usa più metodi di rimozione invece di affidarti ad uno solo alla volta.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Cesoie
  • Tagliaerba
  • Paletta
  • Punteruolo del cardo, bestiame, ovini e altri animali ghiotti di cardo asinino
  • Erbicida per piante a foglia larga
  • Glifosato
  • Guanti resistenti
  • Guanti di cotone resistenti
  • Guanti da saldatore
  • Secchio
  • Piante competitrici
  • Pacciame
  • Struttura ombreggiata o copertura

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Giardinaggio

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità