Come Liberarsi di Gas e Gonfiore Addominale

Gas e gonfiore addominale sono sintomi diffusi e fastidiosi, imputabili a un'alimentazione e a uno stile di vita scorretti. Fortunatamente, però, apportando qualche piccolo cambiamento alle tue abitudini è possibile ridurre notevolmente entrambi i disturbi.

Metodo 1 di 4:
Usare i Rimedi Naturali

  1. 1
    Bevi delle tisane. Le tisane alle erbe, tra cui camomilla, menta, zenzero, ma anche preparate con del semplice succo di limone aggiunto all'acqua calda, alleviano i disturbi di stomaco, favorendo inoltre la digestione. Prova a bere ogni giorno due tazze della tua tisana alle erbe preferita, una appena sveglio, l'altra dopo cena.[1]
    • Le tisane alla menta contengono mentolo, sostanza che dona sollievo ai muscoli del tratto digestivo. Prepara la tua tisana mettendo la bustina o le foglie in infusione per 10-15 minuti. Bevila senza zucchero.
    • Le tisane allo zenzero alleviano gonfiore, bruciori e gas addominali. Prepara la tua tisana con una radice di zenzero, acqua bollente, succo di limone e miele. Taglia la radice in 4-6 pezzi, aggiungi l'acqua, un cucchiaino di miele e un cucchiaino di succo di limone. Attendi una decina di minuti, quindi bevine un bicchiere prima o dopo il pasto.
  2. 2
    Mangia i semi. Masticare i semi di cumino, finocchio o anice ti aiuta a liberarti di gas e gonfiore addominale. Grazie alle sue proprietà antispasmodiche, l'anice allevia inoltre i crampi allo stomaco. In seguito a un pasto abbondante, prova a masticare uno o due pizzichi di ciascuno di questi semi.[2]
    • I semi di anice favoriscono la digestione. Versa un cucchiaino di semi di anice macinati in una tazza di acqua bollente. Lasciali in infusione per 10-15 minuti, quindi filtra la bevanda e bevila prima o dopo il pasto.
  3. 3
    Prova il carbone attivo. Il carbone attivo (o vegetale) è un integratore alimentare usato per ridurre i gas e il gonfiore addominale. È reperibile in farmacia, in erboristeria, ma anche nei supermercati. Assumilo attenendoti alle indicazioni presenti sulla confezione.[3]
    • Assumi il carbone attivo con 240 ml di acqua, almeno 1 ora e mezza o 2 ore dopo aver mangiato.[4]
    • In commercio esistono appositi slip e panni assorbi-odore che contengono carbone attivo, il cui scopo è quello di ridurre gli odori in caso di flatulenza.[5]
    Pubblicità

Metodo 2 di 4:
Limitare gli Alimenti che Causano Gas e Gonfiore Addominale

  1. 1
    Determina quali sono gli alimenti problematici. Prima di poter apportare dei cambiamenti alla dieta, dovresti prendere nota della frequenza e dell'intensità dei tuoi sintomi.[6] Cerca di notare quali sono i cibi che scatenano la comparsa di gas e gonfiore addominale. Sii particolarmente attento anche quando mangi o bevi qualcosa di insolito.[7] Sapere quali sono gli alimenti che causano il problema ti aiuterà a trovare la soluzione migliore.
  2. 2
    Limita l'apporto di latticini. È stato stimato che il 65% della popolazione umana sia intollerante al lattosio, condizione che può causare l'insorgere di gas e gonfiore addominale.[8]
    • Il lattosio è uno zucchero contenuto nel latte e nei suoi derivati. L'intestino tenue produce un enzima chiamato lattasi che scompone il lattosio in forme di zucchero più semplici. Nei casi in cui il tratto digestivo produce ridotti livelli di lattasi, il corpo non è in grado di digerire adeguatamente il lattosio. Le conseguenze che ne derivano sono gas e gonfiore addominale.[9]
    • Limita le varietà di latticini assunte, preferendo yogurt e formaggi stagionati dato che tendono a causare meno disturbi.
    • Cerca di non mangiare troppi latticini in un unico pasto. Distribuiscili durante l'intero arco della giornata.
    • Prova i prodotti a basso contenuto – o completamente privi – di lattosio. In alternativa assumi un farmaco per la cura dell'intolleranza al lattosio per favorirne la digestione; in pratica sono degli integratori di lattasi; chiedi consiglio al tuo medico o al tuo farmacista.[10]
    • Prova delle alternative al latte animale, tra cui per esempio quello di soia o di mandorle. Il primo deriva dai fagioli di soia, che vengono macinati con acqua, ed è quindi completamente privo di lattosio. Anche il latte di mandorla è un prodotto naturale preparato con l'acqua che, una volta filtrato, è del tutto senza lattosio.[11]
  3. 3
    Limita l'assunzione di verdure crocifere. Le verdure crocifere, tra cui broccoli, cavoli, cavolini di Bruxelles e cavolfiori, contengono per natura degli zuccheri non digeribili, ricchi di fibre e vitamine. Il corpo umano non è in grado di scomporre efficacemente tali fibre, pertanto, se assunte in grandi quantità, queste verdure possono causare l'insorgere di un eccesso di gas.[12]
    • Non eliminare completamente queste verdure dalla tua dieta, si tratta infatti di alimenti importanti per la salute generale del corpo. Quello che devi fare è cercare di equilibrarne l'assunzione con proteine (carne, pesce, uova) e grassi sani (avocado, olio extravergine di oliva) per prevenire un sovraccarico del sistema digestivo da parte di tali nutrienti dannosi.
    • Cucina le verdure crocifere con erbe aromatiche e spezie, come rosmarino, alloro e zenzero, per favorire la scomposizione degli zuccheri che causano la formazione dei gas.
  4. 4
    Evita la birra e le bevande gassate. Entrambe sono state addizionate con l'anidride carbonica per farle diventare frizzanti.[13]
    • L'anidride carbonica tende a fuoriuscire dal corpo sotto forma di rutti e flatulenza.
    • Cerca di ridurre al minimo il consumo di queste bevande (sono nocive per la salute anche sotto molti altri aspetti), preferendo l'acqua o i succhi di frutta naturali. Se vuoi concederti un drink alcolico, opta per una piccola quantità di vino rosso.
  5. 5
    Mangia pochi legumi. Fagioli, piselli, lenticchie ecc. sono tra le cause più comuni di gas e gonfiore addominale, dovuti agli stessi zuccheri non digeribili contenuti nelle verdure crocifere.[14]
    • Se ritieni che possano essere la causa della tua flatulenza, riduci l'assunzione dei legumi. Come spiegato per le verdure crocifere, dovresti anche bilanciarli con il consumo di altri alimenti benefici per la salute, per evitare di sovraccaricare il sistema digestivo.
    • Scomponi gli zuccheri nocivi mettendo a bagno i legumi secchi per una notte intera (almeno 10 ore) prima di cuocerli. Se preferisci i legumi in scatola, sciacquali accuratamente prima dell'uso.[15]
  6. 6
    Scegli con attenzione le fonti di fibre. Sebbene, di norma, i cibi ad alto contenuto di fibre siano altamente consigliati in quanto ricchi di proprietà benefiche, alcune varietà possono causare un incremento di gas e gonfiore addominale.[16]
    • Una dieta ricca di fibre può causare flatulenza perché la flora batterica naturalmente presente nel colon è in grado di digerirne solo piccole quantità alla volta.[17]
    • Fai in modo che la maggior parte delle fibre assunte provenga da alimenti interi, come frutta, verdura e carboidrati integrali (riso, pasta, pane).
    • Leggi le etichette degli alimenti confezionati che sono stati addizionati di fibre, tra cui cereali in barrette, per la colazione e biscotti. Di norma le fibre aggiunte consistono in radici di cicoria o inulina.
  7. 7
    Evita gli alimenti processati e i dolcificanti artificiali. I cibi processati (come quelli venduti nei fast food o che devono essere semplicemente scaldati nel microonde) tendono a rimanere a lungo nello stomaco, causando fastidio e gonfiore addominale. Ciò accade perché contengono numerose sostanze chimiche difficili da digerire.[18]
    • Allo stesso modo dovresti evitare gli alimenti dietetici o senza zucchero che contengono dosi elevate di dolcificanti artificiali, tra cui sorbitolo, mannitolo e xilitolo; si tratta infatti di sostanze che causano comunemente diversi problemi digestivi, tra cui anche gas e gonfiore addominale.
    Pubblicità

Metodo 3 di 4:
Abbandonare le Cattive Abitudini

  1. 1
    Mangia più lentamente, masticando a fondo. Mangiare troppo rapidamente o mentre si parla ti costringe a ingerire molta aria, causando l'insorgere di gonfiore e flatulenza. Rallenta il ritmo ed evita di parlare con la bocca piena.[19]
    • Fai dei bocconi più piccoli e ricorda di masticare a fondo (circa 20 volte ogni boccone) prima di inghiottire.
    • Quando mangi le verdure e altri alimenti ricchi di fibre, fai dei bocconi molto piccoli e masticali a fondo: riuscirai a digerire molto più facilmente.
  2. 2
    Cerca di non ingerire aria. Oltre all'atto di mangiare troppo velocemente, ci sono molti altri comportamenti che possono indurti a ingerire quantità di aria eccessive mentre mangi, bevi o mastichi.[20]
    • Non usare la cannuccia. Di norma quando bevi con la cannuccia tendi a risucchiare e ingerire aria, in special modo quando la bevanda è quasi finita.
    • Evita le caramelle e le gomme da masticare. Succhiare e masticare ti porta a ingerire inutilmente aria.
    • Fissa la dentiera. Una dentiera traballante può indurti a ingerire aria mentre mangi o bevi.
    • Smetti di fumare. Quando aspiri il fumo, inali anche aria.[21]
  3. 3
    Evita di abbuffarti. Pasti troppo abbondanti sovraccaricano lo stomaco e il sistema digestivo, causando l'insorgere di flatulenza e gonfiore addominale.[22]
    • Mangiare più lentamente ti aiuterà a non esagerare con le quantità. Il cervello ci mette un po' di tempo per registrare il segnale di sazietà inviato dallo stomaco, di conseguenza, quando mangi velocemente, hai maggiori probabilità di esagerare con le quantità senza accorgerti che sei già pieno.
    • Bevi un bicchiere d'acqua prima di ogni pasto. Talvolta potresti confondere la sete con la fame, pertanto bere dell'acqua potrebbe aiutarti a non mangiare più del necessario. L'acqua mantiene anche il corpo idratato e facilita la digestione.
    • Usa dei piatti più piccoli. Mangiare in piatti di dimensioni ridotte ti consente di ingannare il cervello, che si convincerà di avere a disposizione più cibo di quanto ne abbia in realtà. Come risultato sarai meno incline a volerti riempire il piatto una seconda volta.
  4. 4
    Fai più attività fisica. Spesso dopo mangiato hai solo voglia di impigrirti sul divano, ma fare un po' di esercizio fisico ti aiuta a digerire meglio, prevenendo in questo modo il gonfiore.[23]
    • Dopo i pasti, cammina a passo svelto per una decina di minuti (o scegli un'attività fisica a intensità moderata di tuo gusto). Il movimento favorirà un più rapido passaggio delle bolle d'aria attraverso il tratto digestivo, eliminando la sensazione di gonfiore.
    • Mezz'ora di esercizio fisico a intensità moderata, almeno tre volte a settimana, contribuisce a prevenire il gonfiore, alleviando inoltre eventuali disturbi digestivi, tra cui la sindrome dell'intestino irritabile.[24]
  5. 5
    Non trattenere i gas intestinali. La flatulenza può essere un disturbo notevolmente imbarazzante, ma è bene fare il possibile per allontanarsi dai presenti cercando un bagno o un luogo privato che ci consenta di espellere i gas. Trattenerli nell'intestino non farà che acuire dolore e gonfiore.[25]
    • Espellere i gas intestinali non è sempre facile. Prova ad andare in bagno e a sederti sul gabinetto, anche se non ne senti la necessità. Il semplice gesto di sederti in quel luogo potrebbe inviare un segnale al subconscio, informandolo che al momento è possibile rilasciare i gas intrappolati.
    • Prova a inginocchiarti, quindi appoggia la fronte sul pavimento. Tale posizione potrebbe consentire la fuoriuscita dei gas intrappolati nella pancia.[26]
    Pubblicità

Metodo 4 di 4:
Cercare un Aiuto Medico

  1. 1
    Comprendi se è il caso di rivolgerti a un medico. Se i sintomi non si sono ridotti nonostante i cambiamenti apportati alle tue abitudini alimentari e al tuo stile di vita, la cosa migliore da fare è consultare un medico. Lo stesso vale nel caso gas e gonfiore addominale siano accompagnati da dissenteria, presenza di sangue nelle feci, alterazioni nel colore o nella frequenza dei movimenti intestinali, dolori al petto, perdita di peso ingiustificata o intensi dolori addominali.[27]
    • Annotare i tuoi sintomi in un diario consentirà al tuo medico di formulare una diagnosi e una cura più accurate. Registra tutto ciò che mangi e che bevi, oltre alla frequenza con cui si presentano gli episodi di flatulenza.
  2. 2
    Sperimenta l'uso dei farmaci da banco. Beano e simeticone (Mylanta, Maalox, Di-Gel) aiutano a combattere flatulenza e meteorismo. Pur non essendo efficaci in ogni caso, vale la pena fare un tentativo.[28]
    • Il beano può essere aggiunto a fagioli o verdure. Perché sia efficace dovrai assumerlo con il primo boccone del pasto.
    • Il compito del simeticone è quello di causare la rottura delle bolle d'aria. L'efficacia dei prodotti che lo contengono non è stata provata.[29]
  3. 3
    Valuta eventuali cause sottostanti. Gas e gonfiore addominale possono indicare la presenza di una patologia sottostante, come sindrome dell'intestino irritabile, morbo di Crohn, diverticolite o altri disturbi intestinali.[30] In caso di rutti frequenti, potresti inoltre essere affetto da ulcera peptica, malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) o gastrite.[31]
  4. 4
    Se necessario, sottoponiti a dei test medici. Il tuo medico potrebbe prescriverti alcuni esami per determinare le cause di gas e gonfiore addominale. I test più comuni includono esami radiografici, sigmoidoscopia e colonscopia.[32]
    • Di norma la colonscopia viene raccomandata a persone di età superiore ai 50 anni. Si tratta di un esame atto a evidenziare eventuali malattie dell'intestino crasso, eseguito per mezzo di un lungo tubo che viene inserito nel retto fino a raggiungere il colon.[33]
    • La sigmoidoscopia aiuta a identificare le cause di dissenteria, dolori addominali e costipazione. In questo caso un tubo corto dotato di luce viene inserito nel retto per eseguire un esame visivo dell'intestino.[34]
    • È inoltre possibile eseguire una radiografia dell'addome con un liquido di contrasto (solitamente il bario) per determinare le cause del bisogno cronico di ruttare. Il liquido di contrasto andrà ingerito per rendere gli organi visibili ai raggi X.[35]
    Pubblicità

Consigli

  • Limita l'assunzione quotidiana di latticini, inoltre non fare dei pasti troppo abbondanti.
  • Prova alcune alternative ai latticini (per esempio il latte di soia o di mandorle) per ridurre il gonfiore addominale causato da un'eventuale intolleranza al lattosio.
  • Evita o riduci alcuni alimenti, tra cui le verdure crocifere, i legumi, i pasti pronti, il cibo dei fast food, alcuni frutti (come le mele), i cibi ad alto contenuto di fibre, zuccheri, sale o grassi.
  • Non bere birra o bevande gassate, dato che ti costringono a ingoiare aria indesiderata.
  • Mangia lentamente e mastica a fondo per evitare di ingoiare troppa aria, possibile causa della flatulenza.
Pubblicità

Avvertenze

  • Talvolta gas e gonfiore addominale possono essere causati da una malattia sottostante. Se non noti alcun miglioramento pur avendo seguito i consigli dell'articolo, rivolgiti al tuo medico.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Apparato Digerente
  1. http://www.fitnessmagazine.com/weight-loss/expert-advice/quick-answers/beat-belly-bloat/
  2. http://www.lactoseintolerant.co.uk/living-with-lactose-intolerance/dairy-alternatives/
  3. http://www.innovativenutritionist.com/tag/indigestible-carbohydrates/
  4. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/gas-and-gas-pains/in-depth/gas-and-gas-pains/art-20044739
  5. http://www.health.com/health/gallery/0,,20802995_3,00.html
  6. http://www.med.umich.edu/umim/food-pyramid/legs.html
  7. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/gas-and-gas-pains/in-depth/gas-and-gas-pains/art-20044739?pg=2
  8. http://www.medicinenet.com/script/main/art.asp?articlekey=16336
  9. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/gas-and-gas-pains/in-depth/gas-and-gas-pains/art-20044739?pg=1
  10. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/gas-and-gas-pains/in-depth/gas-and-gas-pains/art-20044739?pg=1
  11. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/gas-and-gas-pains/in-depth/gas-and-gas-pains/art-20044739?pg=1
  12. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/gas-and-gas-pains/in-depth/gas-and-gas-pains/art-20044739?pg=1
  13. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/gas-and-gas-pains/in-depth/gas-and-gas-pains/art-20044739?pg=1
  14. http://naturalremedyideas.com/get-rid-of-gas-bloating/
  15. http://www.medscape.com/viewarticle/737389
  16. http://www.berkeleywellness.com/self-care/over-counter-products/article/holding-intestinal-gas
  17. http://lowerleftabdominalpainsite.com/how-to-get-rid-of-gas-pains/
  18. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/gas-and-gas-pains/in-depth/gas-and-gas-pains/art-20044739?pg=2
  19. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/gas-and-gas-pains/basics/treatment/con-20019271
  20. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/gas-and-gas-pains/basics/treatment/con-20019271
  21. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/gas-and-gas-pains/basics/causes/con-20019271?
  22. http://www.hopkinsmedicine.org/healthlibrary/conditions/digestive_disorders/gas_in_the_digestive_tract_85,P00369/
  23. http://www.hopkinsmedicine.org/healthlibrary/conditions/digestive_disorders/gas_in_the_digestive_tract_85,P00369/
  24. http://www.hopkinsmedicine.org/healthlibrary/conditions/digestive_disorders/gas_in_the_digestive_tract_85,P00369/
  25. http://www.hopkinsmedicine.org/healthlibrary/conditions/digestive_disorders/gas_in_the_digestive_tract_85,P00369/
  26. http://www.hopkinsmedicine.org/healthlibrary/conditions/digestive_disorders/gas_in_the_digestive_tract_85,P00369/

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità