Come Liberarsi in Modo Naturale di un Alto Livello di Potassio nel Corpo

Sebbene il potassio sia necessario per la funzione dei nervi e dei muscoli dell'organismo, un eccesso di questo minerale potrebbe essere segno di qualche disturbo, come una malattia cronica a carico dei reni. Per essere considerata normale e sana, la concentrazione di potassio nel sangue dovrebbe rientrare nell'intervallo compreso fra 3,5 e 5,0 mEq/l (milliequivalenti per litro). Se il potassio supera il valore massimo, allora ci si trova di fronte a uno squilibrio elettrolitico conosciuto con il nome di iperkaliemia che può portare a gravi conseguenze. Se ti trovi in questa situazione, puoi agire immediatamente per porvi rimedio.

Parte 1 di 3:
Modificare l'Apporto di Fluidi

  1. 1
    Bevi molta acqua. La disidratazione è una delle cause principali di iperkaliemia. Se bevi 10-12 bicchieri al giorno, puoi mantenere stabile la concentrazione di potassio.[1]
    • Anche le polverine aromatizzate da sciogliere in acqua, come Kool-Aid, possono aiutarti a questo scopo.[2]
  2. 2
    Limita il consumo di latte, poiché la maggior parte dei latticini è ricca di potassio. Due porzioni al giorno è il massimo consentito (non più di 240 ml di latte). Il latte di riso è un sostituto accettabile.
    • Puoi bere il caffè e il tè, ma non aggiungervi latte o panna, a meno che non sia di origine vegetale.
  3. 3
    Evita i succhi. Molti succhi di frutta e di verdura – soprattutto quelli di arancia e di carota – sono ricchissimi di potassio. Alcuni sono preparati con una miscela di succhi differenti; per tale ragione, sebbene certi frutti siano perfetti per la tua dieta povera di potassio (ad esempio uva e mirtillo rosso), devi prestare attenzione che il loro succo non sia stato mescolato con altri pericolosi.[3]
    • Escludi anche frullati dalla tua dieta; molti sono a base di banane, che sono molto ricche di potassio.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Seguire una Dieta Povera di Potassio

  1. 1
    Elimina gli alimenti che contengono grandi quantità di questo minerale. Alcuni dei cibi che dovresti evitare sono le banane, la salsa di pomodoro, la barbabietola, le prugne, le vongole, le prugne secche, gli avocado, le arance, così come gli spinaci e i broccoli cotti.[4]
    • Lascia la frutta fresca in acqua per alcune ore prima di mangiarla, così si riduce la concentrazione di potassio.
  2. 2
    Inserisci alimenti poveri di potassio nella dieta. Evita il riso e la pasta integrale, oltre a tutti gli altri cereali integrali (la crusca, per esempioi). Sostituiscili con la versione raffinata che contiene meno potassio. Puoi anche mangiare la frutta come l'uva e i frutti di bosco; per quanto riguarda le verdure puoi gustarti il cavolo nero, il cavolfiore e il mais.
  3. 3
    Scegli le carni magre. Le proteine magre sono compatibili con una dieta povera di potassio finché ti limiti a porzioni piccole. Se cucini il pollo, il tacchino e il maiale, prepara delle porzioni non più grandi di un pugno.[5]
  4. 4
    Evita i cibi precotti e confezionati. In molti di questi alimenti viene aggiunto il cloruro di potassio in sostituzione del sale. Si tratta di un ingrediente particolarmente pericoloso, se stai cercando di abbassare i livelli ematici di questo minerale. Se compri dei pasti surgelati o una salsa di pomodoro in scatola, controlla attentamente le etichette per assicurarti che non lo contengano.
  5. 5
    Rimuovi il potassio dalle pietanze. Non puoi "lavare via" completamente il potassio dagli alimenti che ne sono ricchi e dovresti usare questo metodo solo occasionalmente. Tuttavia, se hai proprio voglia di un cibo che non dovresti mangiare, togliendo il potassio puoi ridurne l'apporto. Puoi cercare di eliminarlo dalle patate normali e dolci, dalle carote, dalle barbabietole e dalle zucche. Ecco come procedere:[6]
    • Sbuccia le verdure e mettile in acqua fredda per non farle annerire.
    • Affettale in pezzetti da 3 mm di spessore.
    • Risciacquale quindi con acqua calda per pochi secondi.
    • A questo punto lascia le verdure in acqua calda per almeno due ore. La quantità di acqua che usi per l'ammollo deve essere dieci volte maggiore del peso delle verdure. Se decidi di aspettare più di due ore, cambia l'acqua di tanto in tanto.
    • Risciacquale con acqua calda per alcuni secondi.
    • Alla fine cuocile facendo attenzione che la quantità di acqua sia cinque volte il peso delle verdure.[7]
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Conoscere i Rischi dell'Iperkaliemia

  1. 1
    Conosci il tuo organismo. I reni sono i principali responsabili della filtrazione del potassio in eccesso dal flusso sanguigno. Se soffri di insufficienza renale acuta o cronica oppure di una disfunzione ghiandolare, allora devi monitorare la concentrazione di potassio per accertarti che rientri nei limiti della normalità.
    • I trattamenti contro il cancro distruggono le cellule (lisi cellulare) e possono causare un aumento dei livelli di questo minerale.[8]
  2. 2
    Riconosci i sintomi. L'iperkaliemia ha effetti negativi sul corpo, ad esempio debolezza muscolare, costipazione, affaticamento e paralisi. Anche la frequenza cardiaca anormale può essere generata da un eccesso di potassio.[9]
    • Sappi che potresti anche non mostrare alcun sintomo di quelli descritti prima. Il modo migliore per accertarsi che la concentrazione ematica di potassio sia normale è quello di sottoporsi regolarmente a un esame del sangue.[10]
  3. 3
    Cerca delle cure. Se il livello di potassio supera i 7,0 mEq/l, allora devi essere sottoposto a una terapia medica immediatamente, perché si tratta di una concentrazione pericolosa.[11]
  4. 4
    Unisciti a un comunità. Se hai difficoltà a controllare i livelli di potassio, allora puoi trovare molte informazioni online. In alternativa, puoi cercare un gruppo di supporto nella tua città o presso l'ospedale dove ti rechi per i controlli di routine.
    Pubblicità

Consigli

  • Informa il medico di tutti i farmaci che stai assumendo. Quelli elencati qui di seguito possono aumentare la concentrazione di potassio nell'organismo: antinfiammatori non steroidei (FANS), ACE-inibitori, betabloccanti, eparina, ciclosporina, trimetoprim e sulfametossazolo.
  • Un livello troppo basso di potassio è altrettanto pericoloso. Per tale ragione, se stai cercando attivamente di ridurlo, devi sottoporti regolarmente a controlli medici.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 14 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità