Come Lisciare i Capelli Danneggiati e Mantenere la Messa in Piega

Tutte vogliamo dei capelli morbidi e dall'aspetto naturale. Se ti sei sottoposta a vari trattamenti (ricondizionamento termale o altri processi chimici, asciugatura giornaliera con il phon, stiratura con la piastra e/o frequenti tinture), ecco la soluzione.

Passaggi

  1. 1
    Procurati gli strumenti giusti.
    • Le piastre di alta qualità sono cruciali. Purtroppo, questo è uno dei pochi casi in cui un costo più elevato è indice di qualità migliore. Questo non significa necessariamente che tu debba spendere 700 euro per una piastra di alta categoria. Ce ne sono tante che costano intorno ai 150 euro che sono molto buone e che rappresentano un ottimo investimento. Clicca su folica.com e prendi in considerazione le recensioni prima di acquistarne una. Qualsiasi piastra decidi di comprare, assicurati che le piastrine siano di una ceramica sottile. Quelle di circa 2.5 cm ti garantiscono un controllo migliore e ti fanno ottenere un risultato migliore rispetto a quelle di 3-5 cm.
    • Avrai bisogno anche di un pettine di plastica a denti larghi, puoi comprarlo ovunque a circa due euro, di una spazzola tonda dalle setole sia naturali sia di nylon e di un pettine di plastica sottile dal manico lungo e appuntito per dividere i capelli. Compra dei grandi fermacapelli di metallo, quelli che vengono usati per la messa in piega. Cercali in profumeria se al supermercato non li trovi o la loro qualità non ti convince. Anche gli elastici sottili per capelli sono molto utili. Prova a procurarti quelli privi della parte di metallo, che può far strappare con facilità i capelli.
    • Usa uno shampoo e un balsamo di buona qualità e idratanti. Puoi trovarne vari al supermercato, in profumeria o su internet. Per quanto tu sia leale nei confronti di una certa marca, fai diversi tentativi. Usa anche un balsamo leave-in, un prodotto assolutamente essenziale per chiunque piastri i capelli. Scegline uno che abbia una consistenza acquosa e non lasci residui, ma usalo bene.
  2. 2
    Fai due volte lo shampoo affinché i capelli siano veramente puliti. Mai strofinare, massaggia delicatamente il cuoio capelluto. Presta particolare attenzione all'attaccatura dei capelli, specialmente dietro le orecchie, perché è qui che la chioma si sporca più che nelle altre zone, ma ricorda che non c'è bisogno di lavare vigorosamente la parte inferiore dei capelli, soprattutto se sono danneggiati. Assicurati di risciacquare tutto e procedi con accuratezza, ma sempre delicatamente. Le eventuali tracce di shampoo lasciate sui capelli contribuiranno solo a farli seccare ancora di più. Risciacqua per quattro minuti buoni.
  3. 3
    Idrata con cura i capelli affinché si ammorbidiscano tanto. Applica varie volte il balsamo ma non usarne troppo, solo abbastanza da rivestirli uniformemente. Per favore, per favore, per favore, non applicare il balsamo sulle radici. La parte inferiore è quella che ne ha bisogno, a meno che non sia molto oleosa. La prima volta, applica normalmente il balsamo, districa i capelli con le dita e risciacqua. La seconda volta, usa un balsamo profondamente idratante (reperibile in molti supermercati e profumerie) mescolato con il tuo solito balsamo e lascialo in posa per qualche minuto: tira su i capelli per allontanarli dal viso, depilati o fai lo scrub mentre aspetti e poi risciacqua. Applica il balsamo per l'ultima volta e risciacqualo con l'acqua fredda (a patto che tu riesca a tollerarla, altrimenti opta per quella fresca). Ciò permetterà davvero di mantenere l'idratazione e aggiungere brillantezza. Risciacqua nella maniera più accurata possibile! Gli accumuli di balsamo possono rendere i capelli opachi, pesanti e grassi, garantito.
  4. 4
    Mentre i capelli sono ancora sgocciolanti, applica un balsamo leave-in. Usalo solo sulle lunghezze. E non abbondare, usane pochissimo. Utilizzane troppo e sembrerà che tu abbia spruzzato dell'olio sui capelli. Per ottenere dei risultati impeccabili, inseriscilo in una bottiglietta che abbia un erogatore spray. Basta un paio di spruzzi su ogni sezione. In alternativa, versane una piccolissima quantità sulla mano e applicalo sulle lunghezze. Pettina con un pettine a denti larghi.
  5. 5
    Usa una minuscola quantità di siero o di crema solo sulle punte dei capelli. Accertati che sia oil free e che non sia troppo pesante; anche in questo caso, tieniti alla larga dalle radici. Riscalda il prodotto strofinandolo tra i palmi delle mani prima di metterlo.
  6. 6
    Pettina indietro la parte anteriore dei capelli e usa l'estremità di un pettine sottile per dividerli. Le sezioni si manterranno meglio se suddividi la chioma mentre è ancora bagnata.
  7. 7
    Avvolgi i capelli creando un turbante con l'asciugamano e lascia che la spugna assorba l'acqua in eccesso per approssimativamente 25 minuti. Puoi sperimentare con il tempo per capire cosa fa al caso tuo.
  8. 8
    Inserisci la spina della piastra nella presa di corrente affinché si riscaldi. Raccogli la maggior parte dei capelli in una coda alta, lasciando sciolto solo lo strato inferiore. Usa i fermacapelli per fermare le ciocche ribelli. Asciuga con il phon lo strato inferiore della chioma, tendendolo delicatamente affinché sia dritto e allontanandolo dalla testa. I capelli non devono essere totalmente dritti per ora, dunque non stressarli troppo. L'idea è facilitare la stiratura con la piastra.
  9. 9
    Una volta che lo strato inferiore sarà completamente asciutto, passa la piastra. Procedi per sezioni nella maniera più accurata possibile. Non stirare ciocche troppo grandi. Stendile e piastra con decisione ma delicatezza. Procedere troppo velocemente farà strappare i capelli e causerà le doppie punte, mentre andare troppo lentamente li brucerà. Il bello delle piastre piccole è che sono molto versatili, puoi lisciare alla perfezione la chioma, girare le punte o dare corpo ai capelli dove ne hanno bisogno. Pur volendo ottenere un liscio assoluto, creare una curva leggermente rientrante garantisce un look più naturale. Con la giusta pratica, troverai la tua tecnica.
  10. 10
    Perfezionato lo strato inferiore, sciogline un altro e ripeti i Passaggi 8 e 9 fino a quando non avrai finito. Ricorda che, più piccola è la ciocca, più accuratamente potrai piastrarla e migliori risultati otterrai. Presta particolare attenzione con la frangia e con la parte posteriore della testa.
  11. 11
    Per mantenere la messa in piega e non perdere tempo con i ritocchi al mattino, avvolgi i capelli prima di andare a dormire. Pettina tutti i capelli in avanti e fermali sezione per sezione con delle forcine. Assicurati di non piegarli in modo da perdere lo stile che hai ottenuto dopo tanta fatica. Ferma le forcine ai lati della testa seguendo uno schema circolare, in modo che assumano l'aspetto di un alveare. Porta le ciocche verso l'alto, non verso i lati. Quando finisci, fissa tutto con una sciarpa di seta affinché non si disfino e tu possa dormire senza preoccupazioni.
  12. 12
    Finito.
    Advertisement

Consigli

  • Se i tuoi capelli sono leggermente grassi, nascondi questo problema con un tocco di talco per bambini, da applicare sulle radici. Massaggialo come lo faresti con uno shampoo e pettina la chioma per distribuirlo uniformemente.
  • Ovviamente, liscia i capelli davanti a uno specchio. Disponi strategicamente anche uno specchio dietro di te, così potrai procedere più sicura per quanto riguarda la parte posteriore della testa, il che è molto utile.
  • I capelli pari e lisci sono piatti. Sperimenta con diversi tagli e aggiungi un po' di corpo qui e qualche onda là. Per quanto i capelli possano avere un aspetto poco sano o danneggiato, potrai sempre tagliarli e aspettare che ricrescano.
  • Lava e metti in piega i capelli di sera e avvolgili prima di andare a letto. Ciò li fisserà davvero, così al mattino puoi ripassare velocemente la piastra e sembreranno ancora più lucidi e lisci.
  • Tieni pulita la piastra. Se l'hai usata sui capelli sporchi (cosa che non dovresti mai fare giacché frigge letteralmente la chioma con gli oli e l'odore sarà orribile), può crearsi un accumulo di grasso ai lati. Puliscila regolarmente con un panno umido, da passare con accuratezza.
  • Se userai un siero illuminante, utilizzane pochissimo. Prova a spruzzarne una piccola quantità sulle mani e applicala sulle punte.
  • Una volta circa alla settimana, fai un trattamento profondamente idratante. Puoi usare molteplici prodotti: l'olio di sesamo fa miracoli, ma anche le altre sostanze cremose o oleose, come la maionese, le banane e il purè di patate, funzionano. Lascia in posa per tutto il tempo che desideri prima di metterti sotto la doccia, ma sii molto, molto accurata mentre risciacqui.
  • Lava i capelli solo quando sono sporchi. In genere puoi detergerli un giorno sì e uno no, ma, se si mantengono intatti fino a quattro giorni, nessuno saprà che saranno sporchi. Ma stai attenta: i capelli poco puliti tendono ad avere un cattivo odore.
  • Sebbene le doppie punte siano poco attraenti, questo non significa che tu debba sacrificare la lunghezza della chioma. Prova dei trattamenti ricostituenti a base di proteine e le maschere all'olio di cocco o al latte di cocco, aggiungendo anche del miele e altri oli.
  • Se il vento e l'elettricità statica stanno condannando quello che altrimenti sarebbe un ottimo look, spruzza della lacca o uno spray antistatico su un pettine, una spazzola o un pennello da trucco, assicurati che la chioma sia relativamente asciutta e applica il prodotto. Ne resterai sorpresa.
  • Se hai deciso di ignorare questi consigli e vuoi andare a dormire senza aver avvolto i capelli, almeno ferma la frangia e le ciocche che entrano a contatto con il viso. Siccome sudiamo e la pelle può ingrassarsi mentre dormiamo, ciò può contribuire a una chioma oleosa, tutt'altro che bella. Prova a dormire con un ventilatore puntato in direzione del viso per mantenerlo asciutto.
  • Prova la stiratura chimica per disciplinare i capelli (e abbandonare del tutto, o quasi, la piastra). Esistono dei prodotti per farla in casa, che in genere non sono troppo aggressivi, o puoi rivolgerti a un parrucchiere.
Advertisement

Avvertenze

  • Stacca sempre la piastra dalla presa di corrente quando finisci. Lasciarla nella presa non solo può danneggiarla, rischi anche di causare un incendio nel posto in cui vivi.
  • Devi sapere che con il taglio giusto puoi lasciare che i capelli si asciughino all'aria. Tutto quello che fai per piastrare i capelli ti porterà via un sacco di tempo. Esistono momenti, luoghi e ragioni per cui dedicare due ore ai capelli, di certo non lo farai per andare a portare i vestiti sporchi in lavanderia.
  • L'umidità è il tuo nemico numero uno! In estate, tieni i capelli raccolti. Preparati ai giorni piovosi con le felpe, i cappelli e gli ombrelli resistenti. Ricorda che migliore è la piastra, meglio i capelli tollereranno l'umidità.
  • Non appoggiare la piastra su una superficie di legno o dipinta perché il calore la danneggerà o la farà scolorire. Appoggiala su un asciugamano piegato, su un cuscino, su un vecchio cappello e così via.
  • Gli spray e i gel pesanti sono in assoluto l'ultima spiaggia. I capelli duri e unti non sono attraenti, specialmente quando sono piastrati. Non esagerare. Con la tecnica giusta per fare la messa in piega, non ne avrai bisogno.
  • Usa con discrezione la piastra.
Advertisement

Cose che ti Serviranno

  • Piastra di alta qualità
  • Shampoo e balsamo di alta qualità
  • Phon
  • Spazzola tonda
  • Pettine a denti larghi e pettine a denti stretti
  • Fermacapelli di metallo per uso professionale
  • Elastici per capelli sottili
  • Balsamo leave-in (MUST-HAVE)
  • Crema o siero per capelli leggero
  • Forcine
  • Foulard di seta
  • Stiratura chimica (FACOLTATIVO)
  • Talco per bambini (FACOLTATIVO ma può essere molto utile)

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 19 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Cura dei Capelli

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement