Come Mangiare quando Sei Affamato ma Non Hai Voglia di Mangiare

La sensazione di sentirsi affamati senza avere voglia di mangiare effettivamente qualcosa è nota a molte persone. Le possibili cause sono numerose: per alcuni potrebbe trattarsi di una malattia, per altri di un problema circostanziale o della depressione. In ogni caso, ci sono diverse possibili strategie per recuperare l'appetito, alcune di carattere mentale, altre di carattere fisico.

Parte 1 di 2:
Rimedi di Tipo Fisico

  1. 1
    Aspetta un po'. Generalmente, la sensazione di non avere voglia di mangiare pur essendo affamato è solo temporanea. Qualunque siano le ragioni all'origine del tuo malessere, verrà il momento in cui recupererai naturalmente l'appetito. Se non hai la necessità di mangiare immediatamente, è meglio attendere che l'organismo ritrovi il proprio equilibrio.
  2. 2
    Fai un sonnellino. Forse il tuo corpo è talmente affaticato da non riuscire a inviare i giusti segnali al cervello. Se, oltre a sentirti affamato, sei anche molto stanco, potrebbe essere utile fare un sonnellino per recuperare le energie. Anche solo mezzora di sonno potrebbe riuscire a farti recuperare l'appetito. [1]
  3. 3
    Fai un po' di esercizio fisico a intensità moderata. Niente stuzzica l'appetito quanto una breve corsa o una bella camminata. Fare attività fisica ti aiuta a stimolare il corpo e ti ricorda che il cibo è il carburante che ti consente di muoverti.
    • Se non hai appetito è perché probabilmente c'è qualcos'altro che non va. Fare esercizio è raccomandabile in molti casi, ma se non ti senti bene fisicamente, potrebbe essere meglio fare un sonnellino ristoratore.
  4. 4
    Bevi molta acqua. Verosimilmente, il modo migliore per stimolare l'appetito è bere dell'acqua. Lo stomaco si riempirà solo temporaneamente e, con buona probabilità, verrà incentivato a volere di più.
  5. 5
    Fai un pasto leggero. Se hai fatto tutto il possibile, ma ancora non hai voglia di mangiare niente, la cosa migliore è provare ad assumere molto lentamente qualcosa di leggero. Anche se si tratta di una minima parte di un pasto normale, riuscire a ingerire una piccola quantità di cibo è comunque un buon traguardo.
    • Cerca di rilassarti. Se oltre a non avere voglia di mangiare ti sentissi molto teso, potresti rischiare di vomitare.
    Advertisement

Parte 2 di 2:
Superare gli Ostacoli Fisici

  1. 1
    Scopri per quale motivo non hai voglia di mangiare. Anche nell'eventualità che si tratti di qualcosa che non ha a che fare con il cibo, conoscere e comprendere le ragioni specifiche del tuo malessere ti aiuterà a individuare delle possibili soluzioni. Tristezza e depressione possono avere molteplici cause, alcune anche di carattere biologico. Il semplice atto di contestualizzare ed esaminare attivamente le tue sensazioni farà sembrare meno difficile riuscire a mangiare.
    • Può essere altrettanto utile pensare ai molti benefici pratici garantiti dal cibo in termini di salute. Considerare il pasto come una necessità vitale potrebbe farti sentire più propenso a mangiare.
  2. 2
    Prova a mangiare di fronte alla TV. Guardare la televisione mentre si mangia è generalmente considerato sbagliato, in special modo perché ci spinge a esagerare con le quantità. Nel tuo caso potrebbe trattarsi di un vantaggio, perché riuscirai a mangiare senza prestare attenzione a quello che stai facendo.[2]
  3. 3
    Assapora ogni singolo boccone. Se hai difficoltà a mangiare normalmente, puoi iniziare ad assumere delle quantità di cibo molto piccole. Invece di considerarla un'incombenza, prova a trasformarla in un'esperienza sensoriale. Scegli un ingrediente che ami e assaggialo con l'intento di giudicare le sensazioni che suscita e di apprezzarne il sapore.
    Advertisement

Consigli

  • Quando il cibo raggiunge lo stomaco, la sensazione di fame tende ad aumentare. Dopo aver mangiato i primi bocconi, potresti non fare più alcuna fatica.
Advertisement

Avvertenze

  • Non avere voglia di mangiare pur essendo affamato è un possibile sintomo della depressione. Se pensi che possa essere la causa del tuo malessere, parlane con un amico fidato o con il tuo medico, per ricevere l'aiuto che meriti.[3]
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 23 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement