Come Migliorare la Qualità degli Ovociti quando si ha la Sindrome dell'Ovaio Policistico

Scritto in collaborazione con: Janice Litza, MD

La sindrome dell'ovaio policistico (o PCOS) è un disturbo di natura ormonale che in alcuni casi può interferire con l'ovulazione. Se ne soffri e hai difficoltà a rimanere incinta, puoi aumentare le probabilità di concepire adottando delle misure per migliorare la qualità degli ovociti. Consulta innanzitutto un ginecologo o uno specialista nel campo della fertilità per determinare l'approccio più indicato da seguire a questo scopo. Puoi anche stimolare l'organismo a produrre ovociti sani adottando uno stile di vita salutare.

Metodo 1 di 2:
Trattamento per Migliorare la Qualità degli Ovociti

  1. 1
    Spiega al tuo medico che desideri migliorare la qualità degli ovociti. Fissa un appuntamento con un ginecologo o un esperto in fertilità. Collabora con lo specialista per sviluppare un piano adatto alle tue esigenze. Le indicazioni del medico varieranno a seconda di vari fattori, ovvero la tua età, il tuo stato di salute generale, il tuo stile di vita e i metodi che stai impiegando attualmente per incrementare la fertilità e gestire la sindrome dell'ovaio policistico [1].
    • Il tuo medico ti chiederà una lista completa di tutti i medicinali e gli integratori che prendi.
    • Potrebbe anche richiedere dei test di laboratorio, come emocromo o ecografia a ultrasuoni, per valutare le condizioni in cui si trovano gli ovociti e stabilire quali trattamenti ti darebbero maggiori benefici.
    • Il medico potrebbe raccomandarti di apportare cambiamenti al tuo stile di vita, prendere determinati integratori o farmaci, oppure combinare vari approcci per migliorare la qualità degli ovociti.
  2. 2
    Informati sugli integratori di coenzima Q10. Il coenzima Q10, o CoQ10, è un antiossidante che si è rivelato efficace per migliorare la qualità degli ovociti e la salute delle ovaie [2]. Il CoQ10 viene prodotto naturalmente dall'organismo, ma il livello tende ad abbassarsi con il passare degli anni. Prendere integratori di CoQ10 può favorire il concepimento alle donne con sindrome da ovaio policistico [3]. Chiedi al tuo medico se prendere degli integratori di CoQ10 può darti dei benefici.
    • Chiedi al tuo medico di darti delle indicazioni sul dosaggio. In genere, la dose terapeutica giornaliera è compresa fra i 200 e i 600 mg [4].
    • Non prendere il CoQ10 senza prima aver consultato il tuo ginecologo. Può avere interazioni negative con vari farmaci, come medicinali per la pressione, anticoagulanti, alcuni tipi di betabloccanti e medicinali per la chemioterapia.
    • Il CoQ10 può abbassare la concentrazione di glucosio nel sangue. Chi ha il diabete dovrebbe consultare il proprio medico per sapere se può assumerlo.
    • Gli effetti collaterali del CoQ10 sono rari e generalmente lievi. Il mal di stomaco è l'effetto avverso più comune.
  3. 3
    Prova a combinare L-carnitina e clomifene. La L-carnitina è un antiossidante naturalmente prodotto dall'organismo. Quando vengono associati al clomifene (un farmaco per la fertilità), gli integratori di L-carnitina possono migliorare la qualità dell'ovulazione e aumentare le probabilità di concepimento [5]. Aggiungendo degli acidi grassi omega-3 (come quelli che si trovano negli integratori di olio di pesce), la combinazione potrebbe essere ancora più efficace [6]. Il clomifene viene solitamente prescritto in dosi da 50 mg, da assumere una volta al giorno per 5 giorni [7]. Il tuo medico potrebbe raccomandarti di combinarlo con 3 g di L-carnitina al giorno [8].
    • Il clomifene può causare gravi effetti collaterali e aumentare il rischio di contrarre un tumore alle ovaie. Discuti dei possibili rischi con il tuo medico e informalo in merito ad altri farmaci o integratori che assumi [9].
    • Gli effetti collaterali del clomifene includono mal di stomaco, vomito, mal di testa, emorragia vaginale, indolenzimento al seno e insolita sensazione di accaloramento. Rivolgiti immediatamente al tuo medico se accusi effetti collaterali rari, come problemi alla vista (annebbiamento, vista doppia o macchie), dolore allo stomaco, gonfiore addominale, aumento di peso o fiato corto [10].
    • Parla con il tuo medico prima di prendere il clomifene se hai sofferto o soffri di disturbi epatici, cisti ovariche (dovute a patologie diverse dalla PCOS), fibromi uterini, emorragia vaginale anomala, disfunzioni tiroidee, adenoma ipofisario o malattia di Addison [11].
    • La L-carnitina difficilmente causa effetti collaterali gravi. Tuttavia, prima di prenderla, dovresti comunque informare il medico in merito alla tua storia clinica e ai medicinali o agli integratori che assumi. La L-carnitina può avere interazioni negative con gli anticoagulanti o con la terapia di sostituzione dell'ormone tiroideo.
    • Gli effetti collaterali della L-carnitina includono diarrea (generalmente solo con un dosaggio pari o superiore ai 5 g al giorno) o, più raramente, eruzioni cutanee, odori corporei sgradevoli o aumento dell'appetito. Se hai sofferto o soffri di pressione alta, cirrosi, diabete, disturbi renali, convulsioni o malattia vascolare periferica, parlane con il tuo medico prima di prenderla.
  4. 4
    Informati sulla N-acetilcisteina. La N-acetilcistina, o NAC, è un antiossidante che può favorire il concepimento alle donne affette da PCOS [12]. La sua efficacia può aumentare quando viene combinata con l'acido folico [13]. Sebbene la NAC sia relativamente sicura, può causare gravi effetti collaterali in alcuni casi e avere interazioni negative con certi principi attivi, come la nitroglicerina [14]. Parla con il tuo medico prima di prendere integratori di NAC e segui alla lettera le istruzioni di dosaggio.
    • Consulta il tuo medico per conoscere la posologia esatta. In genere si raccomandano circa 600 mg al giorno [15].
    • Ecco alcuni possibili effetti collaterali provocati dalla NAC: mal di stomaco, diarrea, nausea e vomito, stanchezza, irritazioni oculari o eruzioni cutanee. Se accusi effetti collaterali rari o gravi come pressione bassa, asma, mal di testa o shock anafilattico, vai immediatamente al pronto soccorso [16].
    • Se soffri di attacchi di asma acuti, parlane con il tuo medico prima di prendere la NAC [17].
  5. 5
    Informati sul DHEA. Il DHEA è un ormone naturalmente prodotto dall'organismo. Nonostante venga solitamente venduto come integratore antietà, aiuta a migliorare anche la salute degli ovociti e delle ovaie [18]. Tuttavia, va preso con cautela, in quanto causa gravi effetti collaterali ed è risaputo che ha interazioni negative con vari medicinali. Dato che la sindrome dell'ovaio policistico può indurre il corpo a produrre quantità eccessive di DHEA, il tuo medico potrebbe non raccomandarti gli integratori di questo ormone.
    • Il dosaggio tipico di DHEA per trattare l'infertilità ammonta a 75 mg al giorno, da suddividere in 3 dosi da 25 mg ciascuna [19].
    • Il DHEA può causare vari effetti collaterali, fra cui pressione bassa, mal di stomaco, affaticamento, sindrome da distress respiratorio acuto, dolore al torace, capogiri, sangue nelle urine, problemi di natura emozionale (come ansia o smania), mal di testa, aumento di peso o eruzioni cutanee. Alle donne, in particolare, può provocare cambiamenti di natura ormonale, come modifiche che interessano le dimensioni del seno o dei genitali, mestruazioni anomale o irregolari, acne o irsutismo [20].
    • Parla con il tuo medico prima di prendere il DHEA se hai o hai avuto un tumore al fegato, al seno o alle ovaie, infezioni delle vie urinarie, disturbi alla tiroide, diabete, patologie cardiache, ictus, valori bassi del colesterolo buono, trigliceridi alti, disturbi della coagulazione, iperidrosi, dolori alle articolazioni, disturbi del sistema immunitario, disturbi psichiatrici o emozionali (come ansia, depressione, disturbo bipolare, disturbo post traumatico da stress o disturbi del sonno) [21].
    • Prima di iniziare a prendere il DHEA, informa il tuo medico in merito ad altri medicinali o integratori che assumi. Questo ormone è incompatibile con diversi farmaci, fra cui alcuni tipi di antipsicotici e antidepressivi, certi anticonvulsivanti e medicinali a base di ormoni contenenti estrogeno o testosterone [22].
    • Il DHEA può aumentare il rischio di sviluppare certi tipi di tumori e può anche abbassare i valori del colesterolo buono [23].
    • Non prendere il DHEA se stai allettando o sei incinta [24].
  6. 6
    Scegli integratori certificati da terzi. È importante comprare integratori prodotti da marchi che godono di una buona reputazione. Dovrebbero essere stati approvati da enti come la EFSA. Tutti i dettagli riguardanti la certificazione dovrebbero essere stampati sull'etichetta [25].
    • Esistono integratori di buona qualità che non sono stati certificati da terzi. Puoi cercare delle recensioni in merito sul sito di ConsumerLab. Puoi anche cercare una parafarmacia o un'erboristeria dove lavorino esperti che sappiano darti dei consigli in merito a medicina erboristica e integratori naturali.
  7. 7
    Fai attenzione se hai intenzione di provare la medicina erboristica cinese. Sebbene la medicina erboristica cinese sia un metodo popolare per migliorare la salute degli ovociti, in realtà esistono ancora dei punti di domanda in merito alla sua reale sicurezza o efficacia. Alcuni studi dimostrano che può favorire il concepimento in alcuni casi [26]. Altri hanno determinato che esistono ben poche prove in merito alla sua efficacia per le donne affette da PCOS. Tuttavia, potrebbe dare buoni risultati qualora venisse combinata con medicinali per la fertilità come il clomifene [27].
    • Se decidi di provare la medicina erboristica cinese, rivolgiti a un medico specializzato in medicina integrata. Informalo in merito ad altri medicinali o integratori che prendi, in modo da ridurre il rischio che si verifichino interazioni dannose.
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Apportare Cambiamenti allo Stile di Vita

  1. 1
    Scegli allenamenti poco stressanti per il corpo. Fare regolarmente attività fisica giova alla salute in generale, aiutando così a produrre ovociti più sani [28]. Le donne affette da PCOS dovrebbero allenarsi con moderazione, in quanto stressare il corpo può causare squilibri ormonali e incidere negativamente sulla salute riproduttiva [29]. Chiedi al tuo medico di raccomandarti un dietologo o un personal trainer che abbia già lavorato con donne affette da PCOS. Collabora con un esperto per sviluppare un piano di allenamento in linea con le tue esigenze.
    • Inizia con esercizi a basso impatto come yoga, camminata, jogging leggero, nuoto e allenamento di resistenza.
    • Consulta sempre il tuo medico prima di intraprendere un nuovo programma di allenamento.
  2. 2
    Segui un'alimentazione bilanciata. Una corretta alimentazione è molto importante per avere ovociti sani. Invece di pensare a dimagrire o a escludere gruppi alimentari come carboidrati o grassi, la tua priorità dovrebbe essere quella di assumere tutti i nutrienti di cui necessita il corpo [30]. Dato che ogni donna ha esigenze diverse dal punto di vista alimentare, chiedi a un dietologo di mettere a punto una dieta adeguata. Un'alimentazione bilanciata dovrebbe includere:
    • Verdure a foglia verde, come spinaci e cavolo nero;
    • Frutta fresca;
    • Cibi contenenti carboidrati complessi, come cereali integrali, piselli e fagioli;
    • Proteine di alta qualità, come quelle che si trovano in legumi (fagioli, piselli e lenticchie), frutta secca e semi, ma anche proteine animali come pesce, petto di pollo e uova;
    • Cibi ricchi di grassi sani, come frutta secca e avocado.
  3. 3
    Prova a seguire una dieta antinfiammatoria. Questo tipo di dieta può stimolare la fertilità e attenuare alcuni sintomi della PCOS. Il suo scopo è quello di aiutare a digerire il cibo e ad assorbire meglio i nutrienti. Rivolgiti al tuo medico o a un dietologo prima di avviare una dieta specifica, in modo da essere certa di assumere tutti i nutrienti che ti servono [31]. Ecco gli elementi principali della dieta antinfiammatoria:
    • Proteine magre, come pollo, tacchino, carne di manzo proveniente da allevamenti al pascolo, pesce con bassi livelli di mercurio (come salmone, merluzzo, tilapia e pesce gatto), frutta secca e semi;
    • Frutta e verdure ricche di fibre e nutrienti, come patate dolci, broccoli, cavolo, frutti di bosco e agrumi;
    • Cereali integrali, come riso integrale, quinoa e bulgur;
    • Spezie antinfiammatorie, come curcuma, cannella, pepe nero, aglio e zenzero [32].
  4. 4
    Evita il cibo spazzatura. Gli alimenti ricchi di grassi trans, carboidrati raffinati, zuccheri e sale possono stressare il corpo, alterare la concentrazione di glucosio nel sangue e causare problemi al funzionamento dell'intestino. Tutti questi disturbi possono acuire i sintomi della PCOS e incidere negativamente sulla salute degli ovociti [33]. Elimina i cibi lavorati e preconfezionati, nonché gli snack pieni di zuccheri o salati. È particolarmente importante evitare i grassi trans, in quanto è stato dimostrato che influiscono negativamente sulla fertilità [34].
  5. 5
    Smetti di fumare. Il tabacco danneggia l'intero corpo, inclusi ovociti e ovaie. Le tossine che inali quando fumi possono danneggiare e uccidere gli ovuli. Questo può esaurire la riserva ovarica e provocare una menopausa precoce [35]. Le fumatrici dovrebbero rivolgersi a un medico per conoscere i modi più efficaci per smettere.
  6. 6
    Limita il consumo di alcool e caffeina. Queste sostanze possono diminuire la fertilità femminile e, quando vengono assunte in concomitanza, tali effetti possono acuirsi ancora di più. Alcuni esperti in fertilità raccomandano di evitarle completamente mentre si cerca una gravidanza [36].
    • Chi consuma alcool o caffeina dovrebbe rivolgersi a un medico per conoscere i metodi più efficaci per ridurne l'assunzione o smettere.
  7. 7
    Parla con il tuo partner per invitarlo a migliorare la qualità dello sperma. La persona con cui stai cercando di concepire un bambino può contribuire mantenendo il proprio sperma più sano possibile. Può prendersene cura apportando dei cambiamenti salutari al proprio stile di vita, come:[37]
    • Seguire un'alimentazione ricca di antiossidanti;
    • Fare un'attività fisica moderata;
    • Evitare tabacco e alcool;
    • Adottare precauzioni di sicurezza quando lavora a contatto con tossine, come piombo o pesticidi;
    • Farsi test e trattare eventuali infezioni a trasmissione sessuale.
    Pubblicità

Avvertenze

  • Consulta sempre un medico prima di prendere integratori alimentari, iniziare un nuovo programma di allenamento o modificare sostanzialmente la tua alimentazione.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Medico di Medicina Generale
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Janice Litza, MD. La Dottoressa Litza è un Medico di Medicina Generale Iscritta all'Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Esercita la professione di Medico e ha lavorato come Docente Clinica per 13 anni dopo aver conseguito la Laurea in Medicina presso la University of Wisconsin-Madison School of Medicine and Public Health nel 1998.
Categorie: Salute Donna
  1. https://medlineplus.gov/druginfo/meds/a682704.html
  2. https://medlineplus.gov/druginfo/meds/a682704.html
  3. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4306416/
  4. http://integrativewomenshealthinstitute.com/fertility-strategies-improve-egg-quality/
  5. https://www.mskcc.org/cancer-care/integrative-medicine/herbs/n-acetylcysteine
  6. http://integrativewomenshealthinstitute.com/fertility-strategies-improve-egg-quality/
  7. https://www.mskcc.org/cancer-care/integrative-medicine/herbs/n-acetylcysteine
  8. https://reference.medscape.com/drug/n-acetylcysteine-mucomyst-acetylcysteine-343425#5
  9. https://www.centerforhumanreprod.com/infertilityedu/causes/eggquality/improving/
  10. https://www.centerforhumanreprod.com/services/infertility-treatments/dhea/typicaldosage/
  11. https://www.medicalnewstoday.com/articles/308684.php
  12. https://www.medicalnewstoday.com/articles/308684.php
  13. https://www.mayoclinic.org/drugs-supplements-dhea/art-20364199?pg=2
  14. https://www.mayoclinic.org/drugs-supplements-dhea/art-20364199?pg=2
  15. https://www.mayoclinic.org/drugs-supplements-dhea/art-20364199?pg=2
  16. https://www.today.com/money/which-vitamins-herbal-supplements-can-you-trust-t491
  17. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25637159
  18. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/27731904
  19. https://www.medicalnewstoday.com/articles/299904.php
  20. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/11431132
  21. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3717046/
  22. https://www.rrc.com/anti-inflammatory-diets-may-help-fertility/
  23. https://health.usnews.com/wellness/food/articles/2017-07-07/8-anti-inflammatory-spices-for-easing-arthritis
  24. https://nutritionfacts.org/video/best-foods-for-polycystic-ovary-syndrome-pcos/
  25. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3717046/
  26. https://www.today.com/parents/trying-conceive-quit-smoking-2D80556007
  27. https://www.reproductivepartners.com/lifestyle-fertility.html
  28. https://www.mayoclinic.org/healthy-lifestyle/getting-pregnant/in-depth/fertility/art-20047584?pg=2

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità