Come Nutrire le Galline Ovaiole

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Tutti i polli hanno bisogno di una buona alimentazione; tuttavia, se stai allevando un certo tipo di galline (per la carne, le uova o anche come animali da compagnia), devi pensare a una dieta specifica per le loro esigenze particolari. Nello specifico, quelle ovaiole hanno bisogno di un'alimentazione peculiare per poter produrre regolarmente le uova e garantire che queste abbiano un guscio sufficientemente robusto da riuscire a portarle in cucina senza romperle. Fortunatamente, accertarsi che le galline depongano le uova e che ne facciano tante non è un compito che richiede una competenza tecnica; con un po' di impegno e attenzioni puoi assicurare una buona produzione di uova.

Parte 1 di 2:
Nutrire le Galline Ovaiole

  1. 1
    Fornisci il cibo e gli elementi nutritivi appropriati al momento giusto. Quando le galline sono sufficientemente cresciute da produrre regolarmente le uova (18-24 settimane, a seconda della razza), devi garantire loro i giusti nutrienti e alimenti affinché possano produrre le uova adatte per il consumo umano. In caso contrario, la produzione sarà ridotta e le uova risulteranno fragili al punto da potersi rompere ancora prima di portarle in tavola. Un'alimentazione corretta permette alle galline di apparire e sentirsi sane.[1]
  2. 2
    Aggiungi il calcio alla loro dieta al momento opportuno. Quando hanno raggiunto circa 20 settimane di vita, devi aumentare la quantità di calcio che stanno assimilando; le galline ovaiole hanno bisogno di un 2,5-3,5% di questo minerale in più rispetto alle altre galline, perché fornisce i nutrienti adeguati per deporre delle uova sane. Puoi considerare:
    • Gusci di ostriche;
    • Calcio in polvere;
    • Mangime arricchito con calcio.[2]
  3. 3
    Lascia le galline libere di girovagare nell'aia. Le galline allevate all'aperto (ruspanti) sono in grado di integrare la propria alimentazione con una varietà di insetti, bacche, semi e granaglia; questi prodotti non solo garantiscono dei nutrienti ulteriori per una produzione di uova sane, ma migliorano anche il sapore delle uova stesse. Inoltre, in questo modo ottieni delle galline più felici e puoi anche riuscire a vendere le uova a un prezzo maggiore al consumatore, che è sempre più interessato alle condizioni di allevamento degli animali.[3]
  4. 4
    Mantieni una quantità adeguata di proteine. Le galline ovaiole non devono mangiare troppe proteine, a differenza degli esemplari allevati per la carne che hanno bisogno di un 20-24% di questo nutriente nella loro dieta; per quelle che producono uova è sufficiente una razione pari al 16% (o anche meno). Pertanto, fai attenzione al tipo di mangime che compri e a cosa mangiano i tuoi animali. Per aumentare l'apporto di proteine valuta di:
    • Lasciare le galline libere nell'aia affinché catturino i vermi;
    • Fornire mangime di crescita;
    • Integrare del mangime formulato specificamente per galline ovaiole.[4][5]
  5. 5
    Trova del pellet di buona qualità. Questo tipo di mangime contiene tutti i nutrienti necessari a questi animali per produrre uova sane. Se non vuoi dedicare troppo tempo a controllare l'alimentazione dei tuoi polli, valuta di acquistare del pellet premiscelato. Se prepari tu stesso il cibo per i tuoi amici pennuti, assicurati che contenga proteine (16% o meno) e livelli adeguati di calcio (2,5-3,5%) per garantire uova abbastanza robuste da riuscire a portarle in tavola.
    • Solitamente, una gallina ovaiola consuma circa 100 g di mangime al giorno.
    • Offrile tutta la razione giornaliera in una sola volta, preferibilmente al mattino.
    • Controlla sempre la quantità di cibo presente nella ciotola, per assicurarti che ne abbia in quantità sufficiente.[6][7]
  6. 6
    Fornisci ai tuoi animali una manciata di sabbia. Si tratta di minuscoli sassolini o ghiaia fine che rimangono nel ventriglio delle galline e le aiutano a sminuzzare il cibo; rappresentano un elemento fondamentale della loro alimentazione, perché favoriscono la digestione degli alimenti. Senza la sabbia, i polli non sono in grado di digerire e di sfruttare tutti i nutrienti necessari per produrre uova sane. Aggiungere della sabbia è ancora più importante quando le galline sono confinate in uno spazio limitato e non è permesso loro di girovagare libere.[8]
  7. 7
    Evita di dare loro una quantità eccessiva di avanzi della tavola. Sebbene rappresentino un'integrazione alla loro alimentazione, devi agire con prudenza; alcuni cibi possono nuocere alla produzione delle uova anziché migliorarne la qualità e/o quantità. Considera che:
    • Le galline ovaiole non devono mangiare più scarti della tavola di quelli che riescono a consumare in 20 minuti;
    • Patate, pasta, fagioli e anche pane raffermo sono tutti adatti;
    • Evita però avocado, cioccolato, agrumi e gambi di pomodori;
    • Evita inoltre gli alimenti dal sapore forte, come aglio e cipolle, dato che le uova potrebbero assumere lo stesso aroma;
    • Gli avanzi della tavola possono anche aumentare il tessuto adiposo, con il rischio di sovrappeso e cattive condizioni di salute.[9]
  8. 8
    Fornisci saltuariamente delle tarme della farina. Si tratta di piccoli vermi molto ricchi di proteine e altri nutrienti utili per le galline; pertanto, considera di integrarli nella loro alimentazione solo come bocconcino delizioso ogni tanto. Sebbene i polli apprezzino molto questo alimento, esagerando potresti compromettere la produzione delle uova, aumentandone eccessivamente il contenuto proteico.
    • Dai questi vermi alle galline al massimo una volta a settimana.
    • Le tarme della farina potrebbero anche non essere necessarie se gli animali sono allevati all'aperto, dato che in questo caso sono in grado di procurarsi i vermi e altri insetti da soli.
    • Se non vuoi acquistare i vermi, puoi decidere di allevarli tu stesso.[10]
    Advertisement

Parte 2 di 2:
Garantire un Ambiente Sano

  1. 1
    Mantieni il pollaio in buone condizioni igieniche. Il suo stato generale e la sua qualità influiscono molto sulla produzione delle uova, oltre al consumo di alimenti da parte delle galline. Un ambiente malsano favorisce lo sviluppo di batteri e malattie, che contaminano il cibo, fanno ammalare i polli e riducono potenzialmente la quantità di uova. Esistono tuttavia alcuni accorgimenti che puoi mettere in atto per prevenire tali problemi. Per esempio:
    • Pulire il pollaio ogni mese circa;
    • Lasciare girovagare liberamente le galline almeno un paio d'ore al giorno;
    • Non tenere troppi animali per non sovraffollare il pollaio; la "densità abitativa" consigliata è di una gallina ogni 0,35 mq di superficie per gli esemplari allevati all'aperto, mentre 0,9 mq di spazio per ogni pollo che rimane rinchiuso tutto il tempo.[11]
  2. 2
    Alleva i polli fin da subito con un'alimentazione sana per ottenere una produzione precoce di uova. Gli animali dovrebbero consumare un mangime per pulcini finché non hanno 6-8 settimane di vita; questo prodotto fornisce loro tutte le vitamine e le sostanze per diventare delle ovaiole adulte sane. La porzione giornaliera varia in base alla razza e all'età del pollo, devi quindi leggere le istruzioni riportate sulla confezione o chiedere informazioni al commesso del negozio. Un buon investimento iniziale e delle procedure di allevamento attente fin dall'inizio ti permettono di ottenere più uova in futuro.[12]
  3. 3
    Passa a un mangime di crescita all'età giusta. Quando i polli hanno più di 6-8 settimane puoi offrire loro del cibo di proseguimento, che li aiuta a svilupparsi in esemplari maturi che iniziano a deporre le uova proprio quando desideri. A 20 settimane devi cambiare nuovamente il cibo scegliendo un prodotto specifico per ovaiole; anche in questo caso, leggi le istruzioni riportate sulla confezione o informati presso il negozio di mangimi per conoscere le razioni corrette in base alla razza e all'età degli animali.[13]
    Advertisement

Avvertenze

  • Non offrire loro le foglie di melanzane, di pomodori o di rabarbaro, così come semi di mela, cipolle, cioccolato, caffeina, bustine di tè, agrumi o alcool; tutti questi alimenti sono velenosi per le galilne.
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Uccelli

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement