Come Parlare con le Persone

Scritto in collaborazione con: Paul Chernyak, LPC

Avendo buone doti di conversatore, puoi trovare più successo nella tua carriera, nella tua vita sociale e in amore. Come per ogni altra capacità, servono esperienza e sicurezza per parlare in modo efficace con il prossimo. Esistono, però, molti consigli utili per sentirti più a tuo agio nell'intraprendere conversazioni interessanti e nel portarle avanti.

Parte 1 di 3:
Avviare una Conversazione

  1. 1
    Parla con uno sconosciuto. Spesso, la parte più difficile di una conversazione è trovare le parole per rompere il ghiaccio. Questo può essere particolarmente difficile se desideri parlare con un estraneo. Per avviare un dialogo con una persona che non conosci, cerca di trovare degli elementi in comune tra di voi.[1]
    • Ad esempio, se ti trovi in coda nel bar del tuo quartiere, puoi dire alla persona davanti a te "Che cosa mi consiglia di prendere? Non ho mai provato i drink speciali".
    • Puoi anche fare un commento sulla situazione in cui vi trovate. Prova a dire "Che bella giornata, non è vero?". Se la persona risponde in tono amichevole, puoi proseguire con altri commenti più specifici.
    • Un altro modo per rompere il ghiaccio è fare un commento sulla persona a cui vuoi parlare. Potresti dire: "Mi piace moltissimo la sua borsa".
  2. 2
    Scegli la persona giusta a cui avvicinarti. Cerca chi non ti sembra occupato e chi ha un'espressione amichevole. Ad esempio, se mentre attendi in coda uno dei presenti ti guarda negli occhi, sorridi e ponigli un quesito. Non avviare conversazioni con chi sta già parlando o con chi sta compiendo un'altra attività.[2]
    • Alle feste, prova ad avviare conversazioni vicino al bancone del bar o al tavolo del buffet. In quelle situazioni avrai a disposizione degli elementi con cui rompere il ghiaccio, come "Hai provato la salsa guacamole?", oppure "Puoi farmi vedere come si usa questo cavatappi?".
    • Se ti trovi a una festa e hai difficoltà a fare conversazione, dirigiti in cucina. Quella stanza è spesso un ambiente di aggregazione, dove potrai unirti alle persone presenti, aiutandole a preparare cocktail o spuntini.
    • Quando decidi di avvicinare un collega, valgono le stesse regole. Aspetta il momento in cui non è impegnato. La pausa pranzo è spesso la situazione migliore.
  3. 3
    Avvicinati a una persona che conosci. Vuoi parlare con una persona che hai già incontrato, ma non sai come rompere il ghiaccio? Un approccio efficace è chiederle qualcosa su di lei. Le domande sono ottimi strumenti per avviare una conversazione.[3]
    • Se vuoi chiacchierare con un collega al bar, inizia con una domanda. Prova a dire: "Come hai passato il fine settimana? Hai approfittato della bella giornata?".
    • Ti piacerebbe conoscere il nuovo vicino della porta accanto? Quando lo vedi raccogliere la posta, digli: "Come ti trovi nel nuovo quartiere? Fammi sapere se vuoi dei consigli su dove mangiare la pizza migliore della città".
  4. 4
    Adotta un approccio semplice. Non servono frasi eccezionali per cominciare a parlare con qualcuno. Prova a iniziare con "Ciao" o "Come stai?". Il tuo interlocutore offrirà il suo contributo e potrai sviluppare una conversazione, a partire da queste semplici introduzioni.[4]
    • Puoi fare una semplice affermazione su te stesso. Dopo una sessione di spinning particolarmente impegnativa, avvicinati alla persona che si trova accanto a te e dille: "Accidenti, stanotte avrò dolori dappertutto".
    • Adottando un approccio semplice avvierai la conversazione, e permetterai all'altra persona di aiutarti a farla proseguire. Inoltre, proverai meno pressione, perché non dovrai pensare a qualcosa di intelligente da dire.
  5. 5
    Evita di rivelare troppi particolari. Quando provi a fare conversazione, è importante non far sentire a disagio il tuo interlocutore. Molte persone hanno la tendenza a blaterare o a chiacchierare nervosamente quando parlano del più e del meno. Questo può portare a un comune problema sociale, noto come iper-condivisione.[5]
    • Se non stai parlando privatamente con una persona che conosci bene, evita di rivelare informazioni importanti su te stesso. Ad esempio, non provare ad avviare una conversazione con un conoscente spiegandogli i risultati della tua ultima visita dal ginecologo.
    • Le persone spesso si sentono a disagio quando condividi informazioni personali. La cassiera del supermercato non vuole conoscere i problemi scolastici di tua figlia. Quando avvii una conversazione, evita gli argomenti potenzialmente delicati.
  6. 6
    Impara quando non devi parlare. In alcuni casi i silenzi possono sembrarci imbarazzanti, e la tua predisposizione naturale potrebbe essere quella di riempirli con chiacchiere inutili. Ci sono delle situazioni, però, in cui è meglio tacere.[6]
    • Se ti trovi su un aeroplano e ti annoi, potresti decidere di divertirti parlando alla persona che siede vicino a te. Se, però, noti che lei non è interessata a fare conversazione, trova un altro modo per combattere la noia.
    • Se una persona evita di incrociare il tuo sguardo, vuole farti capire che non ha voglia di parlare. Anche chi legge o ascolta la musica con le cuffie probabilmente preferisce restare in silenzio.
    Pubblicità

  1. 1
    Fai delle domande. Dopo aver rotto il ghiaccio, puoi fare molte cose per proseguire una conversazione. Porre dei quesiti è un ottimo modo per continuare a dialogare. Prova a chiedere al tuo interlocutore di fare qualcosa di semplice per te.[7]
    • Ad esempio, se stai aspettando tuo figlio fuori da scuola, puoi dire a un'altra madre: "Può ricordarmi a che ora escono i bambini domani?".
    • Potresti chiedere un consiglio a un collega. Prova a dire: "Carlo, le tue presentazioni sono sempre così perfette. Mi daresti delle dritte?".
  2. 2
    Prosegui con domande aperte. Porre qualunque quesito è un ottimo modo per far andare avanti una conversazione. Le domande aperte, però, sono fondamentali per sviluppare un buon dialogo. Non formulare quesiti ai quali sia possibile rispondere con un semplice sì o no.[8]
    • Invece di dire "Come è stato il tuo viaggio a Venezia?", prova: "Ricordo che hai detto che dovevi partire per un viaggio. Che cosa hai fatto durante la tua vacanza?". Questo tipo di domanda permette al tuo interlocutore di elaborare una risposta con più dettagli.
    • Continua a fare domande dopo la prima risposta. Se la risposta fosse "Abbiamo giocato molto a golf", potresti dire: "Interessante, qual è il tuo handicap? Puoi consigliarmi alcuni campi? Mi piacerebbe molto migliorare".
    • Puoi trasformare dei complimenti in domande. Ad esempio, potresti dire: "Mi piace moltissimo l'abito che indossi. Dove trovi vestiti così belli?".
  3. 3
    Sii spontaneo. Non provare a forzare una conversazione. Cerca, piuttosto, di parlare di qualcosa a cui tieni veramente. Nella maggior parte dei casi, il tuo interlocutore si accorgerà se fingerai interesse.[9]
    • A una cena, parla con le persone che condividono i tuoi interessi. Ad esempio, potresti dire: "Michele, ho sentito che hai appena comprato una nuova mountain bike. Io amo moltissimo pedalare su percorsi sterrati".
    • Sei ti trovi alla partita di calcio di tuo figlio, prova a parlare con un altro genitore del nuovo allenatore. Ad esempio: "Ho la sensazione che Filippo stia migliorando molto grazie ai nuovi allenamenti. Che cosa ne pensa Claudio?".
  4. 4
    Evita le frasi che possono porre fine a un dialogo. Dopo aver parlato per qualche minuto, potresti sentirti più a tuo agio. Dovrai comunque impegnarti per far proseguire la conversazione in modo fluido. Per essere un bravo comunicatore, devi saper evitare di dire cose che possano mettere in imbarazzo chi parla con te.[10]
    • Probabilmente hai già ricevuto il consiglio di evitare di parlare di politica o di religione in situazioni sociali. Dovresti sempre rispettarlo, quando ti trovi in un gruppo di persone di diversa estrazione.
    • Evita di annoiare il prossimo. Ad esempio, non fornire descrizioni lunghe e dettagliate del tuo programma televisivo preferito o resoconti completi della salute del tuo cane. Concedi anche al tuo interlocutore la possibilità di partecipare alla conversazione.
    • Utilizza il tono giusto. In quasi tutti i casi, le chiacchiere devono essere leggere. Dopo tutto, stai cercando di conquistare la simpatia di una persona e tutti sono attirati dalla positività. Se hai dei dubbi, scegli sempre le frasi più allegre.[11]
    • Ad esempio, potresti dire: "Accidenti, è piovuto moltissimo ultimamente. Almeno avremo dei bellissimi fiori primaverili!".
    • Non è sbagliato lamentarsi di una situazione spiacevole. Prova a trovare comunque uno spunto positivo. Ad esempio: "Purtroppo siamo costretti a lavorare fino a tardi stasera. Ti va di andare a cena dopo aver finito? Conosco un posto dove fanno una pizza buonissima".
  5. 5
    Cambia argomento. Durante le conversazioni che durano più di qualche minuto, probabilmente parlerai di più argomenti. Preparati a passare a qualcosa di diverso, dopo le domande per rompere il ghiaccio. Per essere pronto a tutto, informati sugli eventi di attualità e sulla cultura popolare. In questo modo, sarai sempre in grado di offrire commenti azzeccati su quegli argomenti.[12]
    • Ad esempio, potresti dire: "Hai visto i film candidati all'Oscar come Miglior Film di quest'anno? A me è piaciuto moltissimo quello sui supereroi".
    • Preparati a passare da un argomento all'altro. Prova a dire: "Il tuo racconto mi ricorda di un viaggio che feci in Grecia. Ci sei mai stato?". Questa strategia permette alla conversazione di proseguire in maniera naturale.
  6. 6
    Avvicinati ad altre persone. Più persone partecipano a una conversazione, minore sarà la pressione su di te. Cerca quindi di coinvolgere altri interlocutori nella tua discussione. Ad esempio, se ti trovi in mensa al lavoro, chiama un collega che cerca un posto dove sedersi. Prova a dire: "Ehi, Lucia, ti piacerebbe unirti a me e Tommaso?".[13]
    • Puoi seguire questo consiglio anche in altre situazioni sociali. Immagina di fare conversazione con un conoscente a un aperitivo. Se vedi una persona che sta in piedi da sola vicina a te, invitala nel tuo gruppo. Puoi dire: "Accidenti, questi gamberi sono favolosi. Li hai già provati?".
    • Invitare altre persone a partecipare alla tua conversazione è un gesto educato, che può aiutare il dialogo a proseguire. Maggiore è il numero degli interlocutori, più ampia sarà la scelta degli argomenti.
  7. 7
    Diventa un bravo ascoltatore. Ascoltare è importante quanto parlare. Per diventare bravo a comunicare, devi esercitarti nell'ascolto attivo. Puoi indicare verbalmente che stai ascoltando e che sei coinvolto.[14]
    • Prova a fare commenti neutrali, quali "Interessante", oppure "Dimmi di più", per incoraggiare il tuo interlocutore a proseguire.
    • Puoi usare la ripetizione per dimostrare che stai ascoltando. Ad esempio: "Accidenti, è fantastico che tu abbia visitato tutti gli stati dell'Europa".
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Usare un Linguaggio del Corpo Positivo

  1. 1
    Sorridi. Quando parli con qualcuno, il linguaggio del corpo ha la stessa importanza delle parole che pronunci. Uno dei modi più efficaci per comunicare è sorridere, in particolare se non conosci bene il tuo interlocutore.[15]
    • Sorridi a una persona che hai incontrato al parco. Se hai notato che i vostri cani si stanno divertendo insieme, incrocia lo sguardo dell'altro proprietario e sorridi. Apparirai amichevole.
    • Sorridere è un modo efficace per mostrare il proprio sostegno. Se uno dei tuoi colleghi si ferma alla tua scrivania per raccontarti una storia, sorridi per indicare che ciò che sta dicendo ti interessa.
  2. 2
    Cerca il contatto visivo. Quando parli con qualcuno, è importante guardarlo negli occhi. In questo modo, gli farai capire che sei coinvolto nella conversazione, e dimostrerai anche che stai ascoltando e che rispetti ciò che ti viene detto.[16]
    • Il contatto visivo ti aiuta anche a valutare la reazione dell'altra persona. Gli occhi riflettono le emozioni delle persone, quali noia, rabbia o affetto.
    • Non fissare il tuo interlocutore. Non è necessario concentrarsi del tutto sugli occhi della persona con cui parli; puoi spostare lo sguardo anche sull'ambiente che ti circonda.
  3. 3
    Annuisci. Un semplice gesto del capo è uno dei segnali non verbali più efficaci. Annuendo, puoi indicare molte cose, ad esempio puoi far capire a chi ti parla che hai capito cosa ha detto.[17]
    • Annuire dimostra anche che sei d'accordo. Si tratta di un modo per dimostrare il tuo sostegno verso ciò che viene detto.
    • Evita di annuire senza pensare. Non fare sempre di sì con la testa, o il tuo gesto perderà di valore.
  4. 4
    Migliora la tua autostima. Il linguaggio del tuo corpo, spesso, trasmesse la tua ansia o il tuo nervosismo. Parlare con le persone può essere spaventoso, soprattutto se sei timido. Uno dei modi migliori per accrescere la sicurezza durante le conversazioni è essere pronto a qualunque eventualità. Ad esempio, se sai che incontrerai persone che non conosci a una festa, prepara alcuni argomenti di discussione.[18]
    • Se ti stai recando a un compleanno dove si giocherà a bowling, preparati a raccontare una storia divertente di quando hai partecipato a un torneo di bowling a coppie.
    • Esercita le tue capacità. Sfidati a parlare a una persona nuova ogni giorno, come qualcuno incontrato per strada o un compagno di scuola. Esercitati ad avviare e proseguire le conversazioni.
    • La sicurezza è fondamentale quando cerchi di conquistare un potenziale partner. Quando hai trovato un approccio adatto alla tua personalità, prova ad adottarlo con la persona che ti piace.
    • Ad esempio, potresti dire: "La musica del corso di spinning mi fa sempre venire voglia di ballare. Sai dove sia possibile ascoltare musica dal vivo in zona?". Parla con il sorriso sulle labbra e guardando l'interlocutore negli occhi.
    Pubblicità

Consigli

  • Formula una lista mentale di frasi adatte per rompere il ghiaccio.
  • Non aver paura delle nuove situazioni. Provando nuove attività, puoi incontrare persone ed esercitare le tue capacità di comunicazione.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Counselor Professionale Matricolato
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Paul Chernyak, LPC. Paul Chernyak lavora come Counselor Professionista Matricolato a Chicago. Si è laureato all'American School of Professional Psychology nel 2011.
Categorie: Interazioni Sociali

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità