Come Parlare di Te Stesso

Scritto in collaborazione con: Paul Chernyak, LPC

Che tu voglia imparare ad aprirti in modo appropriato con le persone, o prepararti a rispondere alle domande di un colloquio di lavoro, è importante tenere a mente come parlare di te stesso. Quando parli con altre persone, sii aperto e parla di ciò che ami. Condividi alcune informazioni personali per costruire fiducia e amicizia. Quando parli di te stesso durante un colloquio di lavoro, focalizzati principalmente sulle tue esperienze professionali. Parla dei tuoi punti di forza e dei risultati che hai raggiunto e descriviti positivamente.

Parte 1 di 3:
Parlare in Modo Interpersonale

  1. 1
    Metti in mostra la tua personalità. Non mostrarti sciocco o noioso mentre parli di te stesso. Mostra chi sei dal modo in cui parli. Sii entusiasta di ciò di cui stai parlando mettendo in evidenza l’argomento che hai scelto. Se trovi che l’argomento sia noioso, prova a parlare d’altro.[1]
    • Parla degli aspetti di te stesso che credi siano più interessanti. Magari adori essere un genitore, guidare la moto o suonare uno strumento.
    • Se non sai quale sia il tuo lato più interessante, prova a chiedere a un amico o a una persona a te cara. Chiedi loro cosa credono ti renda interessante. Spesso le persone non condividono queste opinioni perché credono di non avere niente di interessante da dire.
  2. 2
    Parla di ciò che ami. Menziona cosa ti appassiona e cosa ti sta a cuore. Magari è fare volontariato, il campeggio o l’arte. Se hai qualche passione particolare ci sono più possibilità che tu sia coinvolgente quando ne parli.[2]
    • Tuttavia, non focalizzarti solamente su un tema. Misura il livello di interesse di chi ti ascolta per decidere per quanto tempo puoi parlare delle tue passioni.
    • Cerca segnali di conferma che chi ti sta ascoltando stia davvero prestando attenzione. Generalmente lo mostra con il linguaggio del corpo: copia la tua postura, si gira verso di te, non è nervoso e inoltre fa domande e commenti.[3]
  3. 3
    Parla della tua professione. È normale parlare della tua professione e della tua carriera quando parli di te stesso. Non devi dire molto, ma racconta le tue mansioni e perché ti piacciono. Questo può aiutare le persone a capire cosa fai e quanto sia importante per te.[4]
    • Per esempio, puoi dire: “Lavoro come insegnante e mi piace tantissimo. Insegnare ai bambini è una mia grande passione”.
  4. 4
    Sii vulnerabile. Non avere paura di condividere informazioni personali su te stesso. Non devi fingere che tutto sia perfetto o di essere felice tutto il tempo. Parlare di te stesso è l’unico modo di creare relazioni e abbassare i meccanismi di difesa.[5]
    • Tra le cose che possono farti sentire più vicino alle persone sono incluse la tua famiglia, le tue preferenze e i momenti difficili.
    • Nell’essere vulnerabile non devi però condividere troppo. Se hai problemi gravi e hai bisogno di parlarne, consulta un terapeuta.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Parlare Durante il Colloquio di Lavoro

  1. 1
    Parla delle tue esperienze lavorative. Parla brevemente della tua istruzione e delle tue esperienze, delle tue qualifiche e del perché sei adatto a quella posizione lavorativa. Anche se vorresti parlare delle tue esperienze personali, inizia parlando della tua carriera.[6]
    • Per farlo adeguatamente, devi prima fare ricerche sulla posizione lavorativa e su cosa implica. Rileggi l’offerta di lavoro e pensa alle tue esperienze precedenti. Prova a pensare come le tue esperienze e i risultati che hai ottenuto possano essere applicati alla posizione a cui ti stai candidando: pensare a esempi concreti è sempre utile.
    • Puoi parlare di come questa opportunità di lavoro possa aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi personali. Per esempio, potresti dire: “Sono qualificato per questa posizione e sono entusiasta di potere imparare nuove cose dai miei colleghi”.
  2. 2
    Descrivi le tue abilità e i tuoi punti di forza. Usa del tempo per parlare delle tue abilità. Parla soprattutto di cosa ti rende qualificato e che valore aggiunto puoi dare all’ambiente lavorativo. Potrebbe sembrare che tu ti stia vantando, ma è importante parlare delle tue qualità e abilità in modo positivo.[7]
    • Pensa a tutte le valutazioni passate che hai avuto sul posto di lavoro e ai commenti che hai ricevuto dai tuoi supervisori. Usale come tuoi punti di forza e, anche in questo caso, prova ad adattarle all’offerta di lavoro.
    • Per esempio, puoi dire: “Il mio punto di forza consiste nelle mie capacità comunicative, per questo sono molto bravo con il marketing”.
  3. 3
    Parla dei traguardi che hai raggiunto. Se hai vinto qualche premio, se hai pubblicato qualcosa o ti sei laureato con lode, dovresti menzionarlo. Parla dei tuoi traguardi e di come possono esserti utili. Mostra i risultati e spiega come il tuo impegno per raggiungerli può aiutarti nel nuovo lavoro.[8]
    • Se sei in imbarazzo, ricorda che hai raggiunto gli obiettivi che ti eri posto e che dovresti esserne felice. Non devi vantartene ma spiegare cosa hai fatto.
    • Valuta di menzionare cosa hai imparato mentre perseguivi questi obiettivi e cosa hai imparato da questa esperienza. In questo modo sembrerai umile.
  4. 4
    Racconta come sei cambiato. Sottolinea tutto ciò che ti fa risaltare tra i candidati. Magari hai avuto un’esperienza unica, magari parli varie lingue o possiedi abilità che ti distinguono. Assicurati di parlare delle cose che ti rendono speciale e unico e di come le tue esperienze e abilità siano le migliori.[9]
    • Se per esempio nel tuo curriculum ci sono periodi vuoti, sii positivo quando li spieghi e racconta di quello che hai imparato in tali periodi.
  5. 5
    Fai dichiarazioni personali. Dopo che hai parlato delle tue esperienze professionali e dei tuoi risultati, vorrai includere alcune informazioni personali. Per esempio, puoi parlare della tua passione per il volontariato o per la musica dal vivo. Non parlare troppo della tua vita personale: il colloquio di lavoro non è il luogo appropriato per farlo. Tuttavia alcune informazioni personali possono farti sembrare una persona aperta e simpatica.[10]
    • Evita argomenti personali che possono essere controversi. Dovresti evitare di parlare di politica e religione, per esempio.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Rimanere Amichevole e Disponibile

  1. 1
    Mostra interesse verso gli altri. Quando qualcuno sta parlando, inclinati verso di lui. Favorisci l’orecchio destro e inclina la testa per ascoltare. Mantenere un regolare contatto visivo è un modo per mostrare che stai ascoltando e sei interessato. Sorridi e fai commenti incoraggianti. Potrebbe essere sufficiente dire “Vedo” o “Uh-huh”.[11]
    • Mantieni il corpo rilassato evitando di incrociare braccia e gambe.
  2. 2
    Rispetta i turni della conversazione. Se stai parlando, non parlare solamente di te stesso. Se noti che stai parlando troppo, fai una domanda all’altra persona. Chiedi opinioni, pensieri e commenti, e informati per conoscerli più a fondo.[12]
    • Alcune persone tendono a parlare troppo, quando sono nervose. Se ti senti nervoso, non parlare troppo. Affronta la tua ansia facendo respiri profondi.
    • Se alla conversazione partecipano varie persone, coinvolgile facendo domande a rotazione o chiedendo suggerimenti. Prima di parlare a tua volta, prova ad aspettare 3 secondi dopo che qualcuno ha finito di parlare; evita di interromperli parlandogli sopra.
  3. 3
    Parla in modo conciso. Se parli troppo di te stesso, gli altri potrebbero annoiarsi o sentirsi sopraffatti. Inoltre le persone potrebbero iniziare a non prestare attenzione a ciò che stai dicendo, se ti dilunghi troppo. Dovresti parlare in modo conciso senza ripeterti.[13]
    • Se ti accorgi che stai divagando, fai una pausa. Puoi dire: “Bene, ho parlato abbastanza. Parlami di te”.
  4. 4
    Evita di vantarti. Va bene parlare dei tuoi traguardi, ma questo non deve dominare la conversazione. Se sei orgoglioso di un tuo successo, raccontalo in modo tale che anche gli altri possano complimentarti. Condividi la buona notizia una volta sola ed evita di ripeterla nel corso della conversazione. Anche vantarsi in modo umile può essere fastidioso.[14]
    • Se qualcun altro descrive un suo successo, sii felice per lui senza tentare di superarlo o attirando l’attenzione su te stesso. Celebra i successi altrui senza sentirti minacciato da essi.
    • Assicurati di riconoscere i traguardi degli altri durante la conversazione, per evitare di sembrare di voler essere al centro dell’attenzione.
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Counselor Professionale Matricolato
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Paul Chernyak, LPC. Paul Chernyak lavora come Counselor Professionista Matricolato a Chicago. Si è laureato all'American School of Professional Psychology nel 2011.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità